TUTTE LE NEWS

TUTTI I VIDEO

Video


Mozart in the Jungle 4

Il romanzo autobiografico Mozart in the Jungle: Sex, Drugs, and Classical Music , è fonte di ispirazione per questa appassionante serie ambientata a New York. ...

Nel libro, l’oboista Blaire Tindall rievoca le proprie esperienze professionali nella New York Philharmonic e altre prestigiose orchestre con questa premessa: «Quello che accade dietro le quinte della Symphony può essere altrettanto accattivante di quello che accade sul palco».

Il mondo della musica classica, insomma, ha una doppia faccia: non solo rigore e disciplina, ma anche eccessi, sfrenata mondanità e relazioni complicate. In altre parole, la musica classica può essere molto, molto rock.

Giunta alla quarta stagione, Mozart in the Jungle vede nuovamente protagonista Gael García Bernal nei panni di Rodrigo De Souza, enfant prodige e direttore di orchestra talentuoso e poco convenzionale.

Un ruolo che è valso a García Bernal il suo primo Golden Globe sulla scia del successo di pubblico e di critica ottenuto dalla serie.

Sua comprimaria è l’oboista Hailey Rutledge, interpretata da Lola Kirke, costantemente alla ricerca di un’occasione per far decollare la propria carriera ed affermarsi in questo ambiente selettivo ed eccentrico.

Creata da Roman Coppola e Jason Schwartzman e diretta da Paul Weitz, la commedia musicale vede nel cast anche Malcom McDowell, nei panni di Thomas Pembridge, maestro storico della New York Philharmonic, e Bernadette Peters nel ruolo di Gloria Windsor, presidente dell’orchestra.

In Mozart in the Jungle 4, Rodrigo De Souza si ritrova nuovamente a New York dopo aver archiviato la sua parentesi italiana.

A Venezia – dove Rodrigo aveva fatto il proprio ingresso a bordo di una bicicletta munita di galleggianti – l’avevamo visto perdere la testa per Monica Bellucci, nei panni della fascinosa cantante lirica Alessandra, soprannominata La Fiamma.

Un’autentica leggenda, carismatica e tormentata come si conviene a una vera diva. Un incontro fatale, complicato dall’arrivo in città di Hailey, alle prese coi propri dilemmi professionali. Non meno complicate le sorti dell’orchestra a New York, lacerata dai contrasti tra la direzione e i musicisti e oramai allo sbando.

Mozart in the Jungle 4 ci riporta sulla scena newyorkese dopo averci deliziato con le scenografie mozzafiato di Venezia, vivacizzate anche da Christian De Sica nei panni dell’ex marito della cantante. Protagonista, quest’ultima, di un’esibizione indimenticabile al fianco del tenore Placido Domingo.

A New York, assisteremo a un nuovo corso della relazione tra Rodrigo e Hailey: l’evoluzione del loro rapporto non mancherà di avere ricadute – più o meno felici – sulla carriera di Hailey, fedele al sogno di diventare, un giorno, un direttore d’orchestra.

Ma anche nella quarta serie di Mozart in the Jungle si faranno le valigie.

Dopo Città del Messico, sfondo della seconda serie, e Venezia, Mozart in the Jungle 4 accenderà i riflettori sul Giappone.

A portare le atmosfere del Sol Levante nella serie sarà Mr. Fukumoto, il nuovo mecenate con cui Gloria dovrà imparare a destreggiarsi.

Ne vedremo delle belle e, come sempre, ci scopriremo un po’ più appassionati di musica classica.

Grazie al tentativo – riuscito – di Mozart in the Jungle di rendere più coinvolgente e appetibile al pubblico un mondo elitario ma non per questo meno incasinato.

Leggi tutto