Covid, news. Bollettino del 2 aprile: 21.932 contagi su 331.154 tamponi, 481 decessi

©Fotogramma

Tasso di positività al 6,6%. Calano i ricoveri ordinari (-245), aumentano quelli in terapia intensiva (+23). Il nostro paese supera le 110 mila vittime. Nell'ultima settimana 11 regioni hanno un Rt puntuale maggiore di uno. Tra queste, due (Campania e Valle d'Aosta) hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 3. È quanto si legge nella bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss

1 nuovo post

Tornano dati sito vaccini, era problema tecnico aggiornamento

Stato un problema tecnico legato all'aggiornamento del portale la causa che ha portato all'azzeramento della pagina web del sito dei vaccini. E' quanto si apprende dalla struttura commissariale per l'emergenza covid. Dopo circa un'ora il sito è tornato alla normalità.
- di Redazione Sky TG24

Covid Calabria, 5 comuni del crotonese in zona rossa rafforzata

In cinque comuni del Crotonese, Cirò, Cirò Marina, Cutro, Mesoraca e Roccabernarda, nei giorni 3, 4 e 5 aprile, sarà in vigore la "zona rossa rafforzata" e saranno limitati gli spostamenti ai fini del contenimento della diffusione del Covid-19. Lo prevede un'ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Calabria Nino Spirlì. Il provvedimento è stato preso, riferisce una nota dell'ufficio stampa della Giunta regionale, in seguito all'interlocuzione con il direttore del dipartimento di Prevenzione dell'Asp di Crotone, con il prefetto e con i sindaci dei Comuni interessati. Nei prossimi 3 giorni, è scritto nell'ordinanza, nei 5 comuni "non è consentito lo spostamento di cui all'art. 1 comma 4, primo periodo, del Decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. Inoltre, dalle ore 20 alle ore 5 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute". 
- di Redazione Sky TG24

Vaccini anti Covid, Costa: da 60mila dosi al giorno a 280mila

"Vorrei sottolineare che un cambio di passo c'è stato, perché il nuovo piano ha previsto l'ampliamento della platea di vaccinatori, coinvolgendo medici di base, odontoiatri, specializzandi, farmacisti; è stato previsto l'ampliamento dei punti vaccinali, nell'ultimo mese sono aumentati del 30%, e oggi sono oltre 2.000 i punti vaccinali nel nostro Paese e in un mese. Da quando ci siamo insediati, siamo passati da 60mila somministrazioni al giorno alle 250mila e prima di aprile siamo arrivati addirittura a oltre 280.000". A fare il punto sui numeri della campagna vaccinale anti Covid è stato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, durante la trasmissione Agorà, su Rai tre. "Oggi quindi - sottolinea Costa - ci sono le condizioni affinché il piano vaccinale produca i suoi effetti e si arrivi in fretta all'obiettivo di somministrare 500.000 dosi al giorno". Rispetto a chi ritiene necessaria in questa fase una maggiore stretta con le misure per contenere i contagi, il sottosegretario afferma: "la politica deve assumersi la responsabilità di provare a fare una sintesi tra l'emergenza sanitaria legata alla pandemia e quella di un paese che deve assolutamente ripartire. Quindi - conclude - fare qualche apertura e valutare di volta in volta i dati, consentendo ad alcune attività di poter riprendere, mi sembra una giusta sintesi".
- di Redazione Sky TG24

Vaccino in Italia, aggiornamento ore 21: 10.697.459 dosi inoculate

Sono 10.697.459 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia, l'87,1% del totale di quelle consegnate: 12.283.800 (nel dettaglio 8.704.800 Pfizer/BioNTech, 826.600 Moderna e 2.752.400 AstraZeneca). Le somministrazioni, effettuate in 2037 centri in tutta la Penisola, hanno riguardato 6.363.998 donne e 4.333.461 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 3.351.019. Questo è quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 20.44 di oggi. Le dosi sono state somministrate a 3.047.701 operatori sanitari, 499.288 unità di personale non sanitario, 566.222 ospiti di strutture residenziali, 3.623.329 over 80, 232.352 unità delle forze armate, 1.043.756 unità di personale scolastico; la voce 'altro' comprende 1.684.811 persone. 
- di Redazione Sky TG24

Covid Francia, nuovo record terapie intensive: 5.254 pazienti

Nuovo record negativo in Francia dove nelle ultime 24 ore sono stati ricoverati nelle terapie intensive altri 145 pazienti per coronavirus, per un totale che sale a 5.254. E' l'incremento maggiore in cinque mesi. Anche il numero dei nuovi casi ha registrato un'impennata con 46.677 contagi, il 6,2% in più rispetto alla scorsa settimana, mentre
i morti sono stati 332. 
- di Redazione Sky TG24

Covid Italia, problema a pagina web su dati vaccini, 'è errore tecnico' 

Problemi alla pagina web del report vaccini anti Covid-19. Al link del sito ufficiale - che riporta i numeri delle somministrazioni in ogni regione, le cifre sui punti vaccinali e sulla distribuzione delle dosi - i dati sulle somministrazioni risultano azzerati. L'ultimo aggiornamento del report, a quanto si legge dalla stessa pagina web, risulta effettuato oggi alle 19.31. L'unico dato ancora presente è quello delle dosi distribuite e dei punti di somministrazione. Secondo quanto riferito da alcune fonti, si tratta di un errore tecnico che dovrebbe essere risolto a breve.
- di Redazione Sky TG24

Covid Sicilia, altri due Comuni in zona rossa

Montallegro, in provincia di Agrigento, e Sommatino, in provincia di Caltanissetta, in aggiunta alle misure nazionali previste, dal 4 al 14 aprile diventano zona rossa. Ai due Comuni si applicano così le ulteriori misure restrittive previste dall'ordinanza appena firmata dal presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. Il provvedimento è stato adottato su richiesta dei sindaco e sulla scorta delle relazioni delle Asp, a seguito dell'aumento di casi positivi al Covid. Diventano, così, 30 le zone rosse sul territorio regionale.
- di Redazione Sky TG24

Vaccino, Speranza: "È arma decisiva, dobbiamo accelerare"

"Nelle ultime due giornate sono arrivate circa 1 milione 800mila dosi di vaccino. Facciamo il massimo della pressione sulle aziende farmaceutiche affinché i contratti vengano rispettati e tutte le consegna abbiano i tempi che sono stati prestabiliti". Lo ha detto al Tg1 il ministro della Salute, Roberto Speranza. "Il vaccino è l'arma decisiva. Dobbiamo accelerare il più possibile, lo stiamo facendo, ribadendo che il vaccino è la vera arma che abbiamo per chiudere questa stagione così complicata". 
 
- di Daniele Troilo

Liguria, Bassetti, 42 liguri curati con anticorpi monoclonali

"Sono saliti a 42 i liguri positivi Covid che sono stati curati tutti con buoni risultati attraverso gli anticorpi monoclonali". Lo evidenzia l'infettivologo genovese Matteo Bassetti stasera nel punto stampa sulla pandemia. Ventisette hanno ricevuto gli anticorpi monoclonali a Genova, 15 nell'Asl 1 imperiese. "Il più giovane paziente curato con gli anticorpi ha 30 anni, il più anziano 86 anni, si tratta di un'opportunità importante, che mi auguro sia colta dai medici di medicina generale - dichiara Bassetti -. Gli anticorpi monoclonali non sono farmaci per ricchi, sono un farmaco gratuito per tutti, un presidio sanitario a disposizione di tutti grazie al sistema sanitario pubblico che non fa distinzioni. Per riceverli bisogna solo avere più di 65 anni oppure avere comorbilità". Per la cura del covid Bassetti invita i medici di base a "non somministrare l'idrossiclorochina e neppure il cortisone troppo presto". 
- di Daniele Troilo

Liguria, Toti: "Se consegne dosi non rispettate dovremo rallentare"

"La campagna di vaccinazione ha preso un'accelerazione importante, tanto che se non arriveranno le consegne nei tempi debiti, e forse anche qualcosa in più saremmo costretti a rallentare un pochino. Siamo oggi oltre gli 11 mila 500 vaccini al giorno". Lo ha detto il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. "Siamo all'84% del somministrato sul consegnato - ha aggiunto Toti - in poco più di una settimana abbiamo colmato il gap di vaccini rispetto alle regioni più virtuose". Intanto la prossima settimana "aumenteremo ancora la capacità vaccinale con l'apertura fino alle 2 di notte dell'hub nella torre Msc a Genova; mentre da domani sarà operativo il drive through di Taggia, il primo in Liguria" ha spiegato il governatore. 
- di Daniele Troilo

Sicilia: altre due zone rosse, 30 in totale

Montallegro, in provincia di Agrigento, e Sommatino, in provincia di Caltanissetta, in aggiunta alle misure nazionali previste, dal 4 al 14 aprile diventano zona rossa. Ai due Comuni si applicano così le ulteriori misure restrittive previste dall'ordinanza appena firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci. Il provvedimento è stato adottato su richiesta del sindaco e sulla scorta delle relazioni delle Asp, a seguito dell'aumento di casi positivi al Covid. Diventano, così, 30 le zone rosse sul territorio regionale. 
 
- di Daniele Troilo

Russia, Ufficio statistica: 223.905 persone morte con Covid

L'Ufficio di statistica russo Rosstat ha ammesso la morte di 223.905 persone contagiate dal Covid dai primi mesi del 2020. Di queste, 122.180 sono decedute direttamente a causa del virus, un dato diverso da quello diffuso dalle autorità sanitarie, che riportano invece 99.633 morti da marzo 2020. L'ufficio ha inoltre riferito che ci sono altri 24.656 casi di decessi la cui principale causa potrebbe essere il coronavirus, ma in questo caso manca ancora una conferma ufficiale. Rosstat ha riferito inoltre che il Covid non è stata la principale causa di altri 17.866 decessi, ma ha causato complicazioni di salute che hanno portato alla morte dei pazienti. In 59.203 altri casi, i defunti sono stati contagiati dal coronavirus, ma la morte non è stata causata dalla malattia. 
- di Daniele Troilo

Speranza, indice Rt in calo ma situazione resta seria

"C'è un primissimo miglioramento dovuto alle misure attuate nelle ultime settimane, ma la situazione è ancora molto seria e va seguita con la massima attenzione". Lo ha detto al Tg1 il ministro della Salute, Roberto Speranza, commentando l'indice Rt in lieve calo. "In modo particolare - ha sottolineato il ministro - la variante inglese, che è più veloce nel contagiare, è diventata prevalente, questo è il problema più grande con cui abbiamo a che fare". 
 
- di Daniele Troilo

Liguria, morti 4 malati infettati all'ospedale di Lavagna

Quattro degli otto pazienti contagiati dal Covid in ospedale a Lavagna, verosimilmente da un operatore sanitario no vax, sono morti. A comunicarlo è la stessa Asl4 in una nota in cui specifica che "nel periodo tra il 28 marzo e il 2 aprile si sono registrati quattro decessi di pazienti estremamente fragili con polipatologie gravi". Nella nota si specifica che i pazienti erano già ricoverati in condizioni molto gravi dal 10 marzo nel reparto di Medicina Interna di Lavagna "e successivamente erano risultati positivi al Covid nell'ambito del cluster emerso la settimana scorsa". Gli altri quattro restano ricoverati nel reparto Covid di Sestri Levante in condizioni stazionarie. Sulla vicenda, che ha alimentato il dibattito sulla presenza dei no vax in corsia, sono intervenuti anche i Nas per gli accertamenti del caso. Intanto oggi tutti i consiglieri comunali di Lavagna hanno diffuso un video, insieme ad alcuni sanitari del reparto Covid di Sestri Levante, per sensibilizzare la cittadinanza a vaccinarsi. 
 
- di Daniele Troilo

Vaccini, Fontana: "Buona notizia metà 75/79enni prenotati"

"Oggi ho visitato diversi centri vaccinali attivi nella provincia di Bergamo e due in preparazione in vista della campagna vaccinale di massa. Ho riscontrato una organizzazione molto efficiente e curata nell'attenzione verso i cittadini e desidero ringraziare per questo tutto gli operatori e i volontari. La certezza sulla regolarità delle forniture dei vaccini ci troverà pronti". Lo scrive il governatore della Lombardia, Attilio Fontana sul proprio profilo Facebook. "Un'altra buona notizia - prosegue il presidente della Regione sui social - giunge oggi anche dal sistema di prenotazione, avviato grazie alla collaborazione voluta da Regione Lombardia con Poste Italiane, aperta alla fascia di età 75/79 anni: hanno già aderito circa 200mila lombardi, quasi la metà della platea di riferimento". 
- di Daniele Troilo

Rt Liguria oscilla tra 1.1 e 1.2

"L'indice di contagio Rt attuale della Regione Liguria oscilla tra 1,1 e 1,2, in aumento rispetto all'Rt di 1.02 dell'ultimo report dell'Iss riferito a diciassette giorni fa". Lo spiega il responsabile Prevenzione di Alisa Filippo Ansaldi stasera nel punto stampa sulla pandemia. Resta il Ponente ligure l'area al momento più colpita dal virus: la provincia di Imperia registra 297 casi ogni 100 abitanti alla settimana, Savona 274 casi. "Dopo un periodo abbastanza stabile stiamo osservando un incremento dei contagi in Liguria su due binari - afferma Ansaldi -: Imperia e Savona viaggiano sopra i 250 casi ogni 100 mila alla settimana, mentre Genova si attesta a 163 e La Spezia a 170. La Liguria è a 'rischio alto' a causa dell'impatto della terza ondata sulla soglia dei posti letto".
 
- di Daniele Troilo

Obbligo vaccinale e scudo penale per i sanitari nel nuovo decreto Covid, cosa prevedono

Due le novità, che riguardano il personale impiegato nel contrasto all'emergenza sanitaria, introdotte dal dl approvato in Cdm. Sarà sospeso lo stipendio a chi non si sottopone alla somministrazione del preparato. Viene invece esclusa la responsabilità penale per i delitti di omicidio colposo e di lesioni colpose per chi è impegnato nell'inoculazione delle dosi del farmaco. Ma la Federazione degli ordini di medici, chirurghi e odontoiatri esprime perplessità. LA SCHEDA
- di Redazione Sky TG24

Covid, record di contagi in Turchia, oltre 42 mila

È sempre più allarmante in Turchia l'aumento dei casi di Covid-19. Il ministero della Salute di Ankara ha annunciato stasera un nuovo record di contagi dall'inizio della pandemia, 42.308 in 24 ore, mentre anche le vittime continuano a crescere e sono oggi 179. E secondo gli esperti, il picco di questa nuova ondata non è stato ancora raggiunto. In tutto, i casi sono oltre 3,4 milioni e i decessi 31.892. Per le autorità, nel Paese è ormai prevalente la variante inglese del coronavirus, che riguarda circa tre nuovi casi su quattro. Gran parte della Turchia è al momento considerata ad alto rischio, con 58 province su 81 "rosse", che da stasera dovranno affrontare un altro fine settimana di lockdown. Le restrizioni rafforzate riguardano l'80% della popolazione. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha inoltre annunciato nuove limitazioni per il mese sacro islamico di Ramadan, che comincia tra dieci giorni, compreso il divieto delle tradizionali riunioni di familiari e amici. Intanto, la campagna vaccinale di Ankara ha aperto oggi un nuovo capitolo, con le prime somministrazioni del siero Pfizer-BioNTech, di cui ha ricevuto 2,8 milioni di dosi. Finora, le iniezioni con il farmaco cinese Sinovac sono state oltre 16,5 milioni, con più di 7 milioni di turchi che hanno ricevuto anche il richiamo.
- di Redazione Sky TG24

Nuovo decreto Covid: le regole per bar, ristoranti, palestre e teatri

Fino al 30 aprile tutta Italia sarà in zona arancione o rossa. Quindi varranno le regole usate finora per queste fasce di rischio. Il decreto prevede però una verifica a metà aprile: se la situazione epidemiologica lo consentirà, si valuterà la possibilità che le zone dove la diffusione del virus è più contenuta possano tornare in giallo e, dunque, procedere ad alcune riaperture. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Via Crucis, per norme Covid rito Passione senza bacio sulla croce del papa

A causa delle restrizioni anti-Covid, durante la celebrazione della Passione del Signore presieduta da papa Francesco nella Basilica di San Pietro, il momento dell'adorazione della Croce non ha visto la tradizionale fila dei cardinali e dei fedeli avvicinarsi al crocifisso per baciarlo. Solo il Papa, mentre gli veniva avvicinato il crocifisso, lo ha baciato al ginocchio e al piede. Poi lo ha imbracciato e innalzato, esponendolo all'adorazione dei fedeli, che però sono rimasti tutti al loro posto, senza avvicinarsi per il bacio. E' una delle norme che in questo periodo di pandemia da coronavirus modificano la liturgia del Venerdì Santo (come ad esempio avviene per il Giovedì Santo con la cancellazione della "lavanda dei piedi"), ribadite anche quest'anno da un documento diffuso lo scorso 17 febbraio dalla Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei Sacramenti, firmato dall'ex cardinale prefetto Robert Sarah. Lo stesso Sarah è tra i cardinali presenti questo pomeriggio alla celebrazione della Passione presieduta dal Pontefice all'Altare della Cattedra della Basilica vaticana.
- di Redazione Sky TG24