Vaccino Covid, ecco come prenotarlo con la piattaforma di Poste italiane

Salute e Benessere

Esistono quattro diverse modalità: oltre al sito ufficiale, è possibile affidarsi a un numero verde (attivo da lunedì al venerdì), ai Postamat o al proprio postino

Dopo essere approdata in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche e Sicilia, la piattaforma di Poste italiane si prepara ad arrivare anche in Lombardia. Da domani, venerdì 2 aprile, i cittadini della Regione potranno usarla per prenotare il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2. La conferma è arrivata da Attilio Fontana, il presidente della Lombardia, nel corso di una conferenza stampa sul piano vaccinale. Esistono vari modi per prenotare il vaccino con la piattaforma di Poste italiane e non tutti prevedono l’uso di un computer o uno smartphone.

Come prenotare il vaccino online

approfondimento

Vaccini, come funziona la piattaforma di prenotazione di Poste

Per chi desidera effettuare la prenotazione del vaccino online, il portale di riferimento è questo: https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it. Dopo aver effettuato l’accesso, gli utenti devono fornire il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria della persona che deve essere vaccinata. Una volta eseguito questo primo passaggio, il sito visualizza una schermata in cui vengono consigliati i punti vaccinali più vicini alla residenza dell’utente, con tanto di giorni e orari disponibili. L’appuntamento selezionato viene confermato tramite l’invio di un Sms.

 

Le alternative non digitali

Come accennato, esistono due alternative alla prenotazione online. La prima è il numero verde 800.009.966, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18. È possibile, inoltre, prenotare il vaccino recandosi a uno sportello Atm Postamat e seguendo le istruzioni che appaiono sul monitor dopo aver inserito la propria tessera sanitaria. Infine, è possibile rivolgersi al proprio postino per essere aiutati nello svolgimento dell’operazione. Infatti, anche i palmari in dotazione ai dipendenti postali sono abilitati per eseguire la prenotazione. A chi opta per questa alternativa viene consegnata una ricevuta con tutte le informazioni relative all’appuntamento.

 

Gli altri vantaggi della piattaforma

La piattaforma di Poste italiane permette anche di monitorare l’andamento della campagna vaccinale in una Regione. Infatti, in seguito alla somministrazione del vaccino, la persona che ha ricevuto la dose viene inserita direttamente nell’anagrafe vaccinale. Questa operazione potrebbe semplificare l’eventuale futura adozione del passaporto vaccinale.

Salute e benessere: Più letti