Ballottaggi, il centrodestra vince 15 a 4

Oltre alle città capoluogo di provincia, il centrodestra si è imposto anche in altri centri importanti come ad esempio Sesto San Giovanni. Nella foto, il nuovo sindaco Roberto Di Stefano (Fotogramma)
4' di lettura

Affermazione in tutta Italia dello schieramento Forza Italia-Lega Nord-Fratelli d'Italia. Il centrosinistra che perde roccaforti storiche come Genova, La Spezia e Pistoia. Ma vince a Padova, Lecce e Taranto. LO SPECIALE ELEZIONIIL LIVEBLOG I RISULTATI

Vittoria del centrodestra alle elezioni comunali 2017. Su 23 capoluoghi di provincia al voto (considerando tale anche Carrara, che condivide il titolo con Massa), la coalizione Forza Italia-Lega Nord-Fratelli d'Italia si aggiudica 15 città, lasciando il centrosinistra a 4. Se si aggiungono i risultati relativi al primo turno di Como, Frosinone e Palermo, il bilancio di questa tornata di elezioni Comunali vede 16 Comuni al centrodestra e 6 al centrosinistra. 

I 5stelle si insediano all'amministrazione di Carrara; mentre i candidati “civici” al di fuori degli schieramenti si aggiudicano due città, Belluno e Parma, quest'ultima con l'ex grillino Federico Pizzarotti. Niente quorum invece a Trapani, dove c'era un unico candidato, Piero Savona. Che però non ha raggiunto il 50% + 1 degli elettori previsto in questo caso dopo il ritiro del suo avversario Mimmo Fazio.

 

Cadono le roccaforti "rosse" di Genova e La Spezia

Il centrodestra fa il pieno al Nord: in Piemonte, ad esempio, strappa Asti e Alessandria al centrosinistra. Nel primo caso, Maurizio Rasero ha prevalso con il 54,9% sul pentastellato Massimo Cerruti, che aveva battuto di un soffio il centrosinistra al primo turno. Ad Alessandria invece ad insediarsi è stato Gianfranco Cuttica con il 55,68%, che ha battuto il sindaco uscente Rita Rossa. Nord-Ovest terra di conquista per il centrodestra anche in Liguria, dove strappa due storiche roccaforti del centrosinistra: Genova e La Spezia. Nel capoluogo regionale, vittoria netta per Marco Bucci con il 55,24% contro Gianni Crivello del centrosinistra. Ancor più rotondo il risultato alla Spezia, con Pier Luigi Peracchini al 59,98% contro Paolo Manfredini del centrosinistra.

Cadono le amministrazioni di centrosinistra in Lombardia

In Lombardia il centrodestra torna al governo in alcune sue raccoforti, sia pure vincendo di misura. A Como, Mario Landriscina ottiene il 52,68% contro Maurizio Traglio, strappando la città al centrosinistra. A Monza vince di un soffio Dario Allevi con il 51,33%, ribaltando il risultato del primo turno, contro Robeto Scanagatti che era anche sindaco uscente. Stesso risultato a Lodi, amministrata fin qui dal centrosinistra prima dell'arresto del sindaco Simone Uggetti. Vince Sara Casanova con il 56,9%, che prevale su Carlo Gendarini. Storica vittoria del centrodestra a Sesto San Giovanni.

 

Nel Nord-Est sorpresa a Padova

In Veneto si registra la sorpresa di Padova, con Sergio Giordani che ribalta il risultato del primo turno e batte il sindaco uscente Massimo Bitonci con il 51,84%. A Verona nella sfida “interna” al centrodestra a vincere è il candidato “ufficiale” Federico Sboarina (58,11%) contro Patrizia Bisinella, compagna del sindaco uscente Flavio Tosi. A Belluno, nella sfida tra le due civiche, a prevalere è Jacopo Massaro con il 63,15%, che ha staccato Paolo Gamba. In Friuli-Venezia Giulia, a Gorizia vince il centrodestra con Rodolfo Ziberna (59,79%) contro Roberto Collini.

 

A Carrara vincono i 5 stelle

Cambia colore anche la Giunta di Piacenza, con la vittoria di Patrizia Barbieri (centrodestra), con il 58,54% su Paolo Rizzi; a Parma invece arriva la conferma di Federico Pizzarotti con il 57,87%. In Toscana, vittoria pentastellata a Carrara con Francesco De Pasquale (65,57%) su Andrea Zanetti del centrosinistra. Nella vicina Lucca, il centrosinistra torna invece in Giunta con Alessandro Tambellini, che ha prevalso di misura (50,52%) su Remo Santini. Clamorosa la sconfitta del centrosinistra a Pistoia: vince il centrodestra con Alessandro Tomasi (54,28%) su Samuele Bertinelli.

 

Taranto e Lecce, rivincita per il centrosinistra

A Rieti vittoria di misura per il centrodestra con Antonio Cicchetti (50,20%) su Simone Petrangeli. Inaspettata invece la sconfitta del centrosinistra che governava all'Aquila. E dove Americo Di Benedetto, nettamente in testa al primo turno, è stato battuto da Pierluigi Biondi, che ha ottenuto il 53,52%. In Puglia, a Lecce, sconfitta a sorpresa per Mauro Giliberto: il nuovo sindaco è Carlo Maria Salvemini, col 54,76%, che riporta il centrosinsitra al governo della città dopo decenni di amministrazioni di centrodestra. A Taranto, Rinaldo Melucci del centrosinistra ha battuto di un soffio (50,91%) Stefania Baldassari. In Calabria vittoria a valanga dell'uscente Sergio Abramo (centrodestra) a Catanzaro, con il 64,39% contro Vincenzo Antonio Ciconte. Chiudono il quadro la mancata elezione del sindaco di Trapani, che verrà commissariata, e la vittoria del centrodestra a Oristano, con Andrea Lutzu che ha prevalso col 65,29% dei voti sul centrosinistra che si presentava con Maria Obinu.

Leggi tutto