I PERSONAGGI E LE MAGGIORI CASATE DE IL TRONO DI SPADE

Il Trono di Spade , simbolo che dà nome alla serie, è la seduta che appartiene di diritto al Re dei 7 Regni...

,il quale riunisce sotto la sua guida le principali casate del continente Occidentale, ossia Westeros, teatro della quasi totalità delle numerose vicende che si susseguono nella saga. Tantissimi i personaggi  che gravitano attorno a Il Trono di Spade.

I 7 Regni erano inizialmente governati in modo indipendente dalle singole famiglie reali fino a quando Aegon Targaryen, detto “il conquistatore”, espugnò 6 dei 7 Regni.

Il Trono di Spade  prese tale nome proprio perché fu forgiato con le 1000 spade dei signori che si arresero ad Aegon. Al termine della conquista, i Targaryen divennero di diritto i sovrani dei 7 Regni fino alla vittoriosa ribellione di Robert Baratheon che divenne così il nuovo re ed esiliò nel continente orientale, Essos, gli ultimi due membri vivi della casa Targaryen, Viserys e Daenerys.

I principali personaggi de Il Trono di Spade

Il Trono di Spade  si apre con Robert Baratheon quale sovrano dei 7 Regni di Westeros.

È l’amore che porta Robert alla conquista della corona: la sua promessa sposa, Lyanna Stark, viene rapita dal principe Rhaegar Targaryen il che provoca l’ira del valoroso Baratheon.

Questi riunisce la famiglia Stark e altre nobili casate interessate al personale tornaconto conseguente all’alleanza, come i Lannister.

Una volta re, Robert Baratheon si unisce in matrimonio con Cersei Lannister, la cui famiglia è la più ricca dei 7 Regni.

Il re ha due fratelli, Stannis e Renly, e innumerevoli figli illegittimi, in quanto i suoi eredi ufficiali, ossia Joffrey, Tommen e Myrcella, sono in verità frutto dell’incesto tra la regina Cersei e suo fratello Jamie Lannister – un’informazione ovviamente ignota ai personaggi de Il Trono di Spade .

Durante una battuta di caccia, Robert Baratheon muore e da quel momento la lotta per la conquista del Trono si fa aspra, astuta e violenta.

Il gioco per impadronirsi del potere assume connotazioni perverse e gli intrighi politici ed economici, nonché i tradimenti e le alleanze inaspettate, creano il ritmo incalzante che contraddistingue tutta la serie de Il Trono di Spade .

Della casata dell’ei fu re non sopravvive nessuno, salvo un figlio illegittimo di cui si perdono le tracce.

A lottare per il regno, o anche semplicemente per la propria indipendenza, concorrono tutte le altre famiglie di Westeros.

La casata degli Stark

Partendo dal Nord, c’è la casata degli Stark, guidata da Ned Stark e protettrice del Nord e fedelissima ai Baratheon e ai Tully.

Quasi tutta la famiglia Stark verrà decimata lasciando vivi i soli Sansa, Arya, lo storpio Bran e Jon Snow, figlio illegittimo di Ned. I Tully sono legati agli Stark grazie al matrimonio fra Catelyn Tully e Ned Stark. La sorella di Catelyn, Lysa Tully, va invece in sposa a Jon Arryn, unico erede della famiglia Arryn.

Jon è Primo Cavaliere del re ma muore misteriosamente lasciando le sorti della casata nelle gracili e fragili mani del figlio Robert, menomato da gravi problemi fisici. Sono i debiti di guerra quelli che uniscono gli Stark ai Greyjoy, signori delle Isole di Ferro fedeli al loro passato di pirati e razziatori sotto la dura guida di Balon Greyjoy.

Gli unici eredi di quest’ultimo, Theon e Yara, si alleeranno con Daenerys Targaryen nel suo progetto di riconquista dei 7 Regni.

Le altre casate

All’appello non mancano che i Frey, i Bolton, i Lannister, i Tyrell e i Martell.
Questi ultimi sono i signori delle zone più a sud e più calde di Westeros e la loro casata vanta il pregio di essere stata l’unica a resistere all’attacco di Aegon, sarà un matrimonio di convenienza a unire la casata a quella dei Targaryen.

Martell  sono in lotta sia con i Tyrell, per questioni territoriali, che con i Lannister, a causa dell’atroce morte a cui Tywin Lannister condannò Elia Martell, sposa del re Rhaegar Targaryen al tempo della ribellione di Robert Baratheon.

La famiglia Tyrell  è protettrice del Sud e gode di una ricchezza inferiore solo a quella dai Lannister. È proprio questa la causa principale dell’unione fra Margaery Tyrell e Tommen Baratheon.

I Tyrell verranno decimati quasi tutti, a eccezione dell’astuta e arguta nonna di Margaery, Olenna Tyrell, nata Redwyne.

È l’unica che riesce a sostenere sagaci conversazioni con Tywin Lannister, furbo e anziano rappresentante della famiglia Lannister, nonché padre della maligna Cersei, del valoroso Jamie e di Tyrion, il nano inviso al resto della famiglia ma dallo spirito colto e ribelle.

Non restano che i  Frey , i signori delle Terre dei Fiumi guidate dal rozzo Walder Frey, e i Bolton, un’antica casata del Nord nota per la fama di scuoiare i nemici.

Entrambe le famiglie saranno le protagoniste dei migliori colpi di scena della saga.

Leggi tutto