Sanremo 2022, le pagelle della seconda serata del Festival

Musica

Fabrizio Basso

Ascoltate le altre 13 canzoni e incrociati i voti con quelli della prima serata, per la Sala Stampa il podio vede al primo posto Elisa e a seguire Mahmood/Blanco e La Rappresentante di Lista


SANREMO 2022, I MOMENTI PIÙ BELLI DELLA SECONDA SERATA DEL FESTIVAL

SEGUI LA SECONDA SERATA SU NOSTRO LIVE BLOG

GUARDA LO SPECIALE SANREMO


LA CLASSIFICA DOPO LA SECONDA SERATA

Sangiovanni – Farfalle - Voto 7
Sembra il capitano Achab a una festa di matrimonio con quei toni confetto pastellati. Sanremo non è Malibù, basta osservare il colore del mare, ma per lui non fa differenza. Le sue Farfelle volano alte sull'Ariston. Altro che tapparelle chiuse, spalanchiamole che è più facile non stare più nella pelle.

Giovanni Truppi – Tuo padre, mia madre, Lucia - Voto 9
Un fine narratore. Canzoni d'amore a Sanremo ne ho, ne abbiam ascoltate a decine, a centinaia: ma quante love song ci sono arrivate dal palco dell'Ariston... La magia di questo artista napoletano è riuscire a raccontare di una coppia senza citarla. Un storia in assenza. E ci aggiungo un verso: quando le cose tra di noi non vanno lisce e sono malinconico o preoccupato ripenso a quel momento e mi fido di lui. Meraviglia!


Le Vibrazioni – Tantissimo - Voto 6
Ultimi e unici baluardi del rock a questo Sanremo decidono di sottolineare l'unicità anche nell'abbigliamento. Mette un po' di melanconia che dopo tre secondi tre l'animo heavy si illanguidisce in un pop rinforzato. Il testo è straziante, è un uomo perso nel labirinto dei sentimenti. Con loro, incastonato nella batteria, il volto di Stefano D'Orazio, mitico batterista dei Pooh recentemente scomparso.

Emma – Ogni volta è così - Voto 8
Altro che quote rosa. Emma e Francesca Michielin sono all'Ariston per meriti acquisiti. Per loro parla la storia. Emma interpreta in maniera impeccabile una canzone ad altissimo quoziente di difficoltà. Si percepisce la carezza di Dario Faini. Francesca in direzione d'orchestra mostra tutta la sua personalità in una inquadratura. Brave!

approfondimento

Sanremo 2022, ospiti Cremonini e Saviano. Drusilla protagonista

Matteo Romano – Virale - Voto 7-
Lo ammetto, ai pre-ascolti lo avevo sottovalutato. È un onesto brano d'amore ma che affronta il tema del litigio, prima o dopo l'amore, sfumatura non proprio consueta. Lui lo interpreta come un metronomo. Si vede che è teso ma è il ragazzino del Festival e dunque la tensione è lecita.

Iva Zanicchi - Voglio Amarti - Voto 6
Chissà se scendendo le scale ha pensato di trovare Nunzio Filogamo. La voce resta spaziale ma il testo, e un po' anche l'approccio, sono da Festival di Sanremo al Casinò. Va però detto che con quel suo maglione sbrilluccicante la vedevano anche da Ligonchio! E c'è chi ha chiuso la partita Iva.

Ditonellapiaga e Rettore – Chimica - Voto 8
La strana coppia del Festival. L'indie e il rock si fondono, tra loro la chimica c'è davvero, almeno in questo brano. Io ribadisco che Margherita la preferisco in solitario, ma qui hanno messo insieme una bella alchimia. Il tocco rosso di Ditonellapiaga è lo scacco matto al Festival.

Elisa – O forse sei tu - Voto 7/8
Come una vestale si prende il palco in un amen. Non ha bisogno di allugare la voce per sottolineare la sua supremazia. Altro che vertigine, nulla ormai le può fare più paura. La sua elaganza monocroma e semplice stordisce. Torna al Festival dopo 21 anni e quell'unica volta, era il 2001, vinse accendendo la... Luce.

approfondimento

L'amica geniale, Margherita Mazzucco e Gaia Girace a Sanremo 2022 FOTO

Fabrizio Moro – Sei tu - Voto 7+
Il pianoforte che ci accompagna alla voce è un sospiro. Elegante, intenso questo artista romano forse per la prima volta canta l'amore che fa stare bene. A costo di essere tacciato di monotonia... Ribadisco che il suo buongiorno è quello che ci fa sorridere alla vita. È talmente dentro le sue parole che in alcuni momenti pare trasfigurato.

Tananai – Sesso occasionale - Voto 6
Il look da Lawrence d'Arabia c'entra poco con questa canzone che si erge ad avvocato difensore della scappatella. Trovo un po' confuso l'insieme: i violini che aprono, un po' di indie, l'atteggiamento rap, il tiro del bacio con la mano un po' ruffiano. Lo aspetto al prossimo giro. 

Irama – Ovunque sarai - Voto 6+
Finalmente all'Ariston. Ha scelto di indossare la ragnatela di Spiderman per intrappolare il senso dell'attesa descritto nella canzone.

Aka7even – Perfetta così - Voto 6/7
In Liguria lo chiamano damasco ed è un tessuto pregiato, citato anche da Paolo Conte in Genova per Noi: che venga da lì il tessuto intarsiato e colorato dell'abito? Di certo abbaglia. Il brano è uno dei più profondi di accettazione nella stagione delle visioni. E speriamo nelle moltiplicazioni dei voti e nelle non sottrazioni dei televoti.

Highsnob & Hu – Abbi cura di te - Voto 7+
Il bianco e il nero, lui Blade Runner lei Star Trek. Insieme sono incantatori di parole. Il brano è un intarsio di citazioni, di sfumature. Unico anche il gioco delle voci. Abituati come siamo a guardare il mondo esterno, è bello ascoltare chi consiglia prima di avere cura di noi. Perché così facendo è più facile abbracciare la vita.

Spettacolo: Per te