Coronavirus, le notizie. Il bollettino del 30 settembre: 1.851 casi per 105.564 tamponi

Tornano a salire contagi e test eseguiti. Aumentano di nove unità i ricoveri in terapia intensiva, 19 i morti nelle ultime 24 ore. L'Associazione nazionale dei presidi ha inviato una lettera aperta alla ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, per segnalare una serie di problemi che rendono difficoltosa la gestione delle misure anti-Covid nelle scuole. Per il viceministro della Salute Sileri "i focolai possono scoppiare ovunque, in Sabina come in Sicilia

1 nuovo post
Nel bollettino quotidiano del Ministero della Salute i contagi delle ultime 24 ore sono 1.851 su 105.564 tamponi effettuati, pari all'1,7%. Le terapie intensive sono salite di 9 unità, i morti sono 19 (IL BOLLETTINO - LE MAPPE - LE GRAFICHE). Ieri i contagi erano 1.648 a fronte dei 90.185 test processati. "La valutazione d'una proroga allo stato d'emergenza coronavirus verrà fatta a ridosso del 15 ottobre; al momento i numeri non giustificherebbero un lockdown totale": così il ministro Speranza, che ieri ha preannunciato una "coraggiosa" riforma del Servizio sanitario nazionale. In Spagna sono 3.897 i nuovi casi di Covid-19 rilevati nelle ultime 24 ore, di cui 1.586 solo a Madrid. In Francia ne sono stati registrati 12.845 e in Gran Bretagna 7.108.

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky Tg24:

- di Daniele Troilo

Segui tutti gli aggiornamenti sul nuovo liveblog di oggi 1 ottobre

- di Daniele Troilo

37 nuovi casi positivi in Trentino

Dati nuovamente in crescita nel rapporto Apss sull'andamento del contagio da Covid-19 in Trentino. Oggi si registrano 37 casi nuovi, di cui 11 sintomatici, tra cui 1 minorenne. C'è anche 1 caso riferito al cluster della lavorazione di prodotti alimentari, ma la maggior parte delle situazioni - se si esclude una concentrazione di una dozzina di soggetti registrati nel capoluogo, comunica Apss - tocca a macchia di leopardo un po' tutto il territorio. Salgono anche i ricoverati in ospedale che oggi si attestano a quota 14. ieri sono stati analizzati ben 2.422 tamponi. 
- di Daniele Troilo

Vaccino influenza: 12 dosi a farmacia, boom prenotazioni

Per la popolazione attiva che non fa parte delle fasce protette e non ha diritto al vaccino gratuito contro l'influenza, ci sono 12 dosi a disposizione per ogni singola farmacia italiana. Il conto è fatto, dicono da Federfarma, dividendo il numero di 250mila dosi indicato dalla conferenza Stato regioni per le farmacie sul territorio (comprese quelle comunali), ossia 19.330. La maggiore preoccupazione delle federazioni è il tempo di consegna: "Domani è primo ottobre, i cittadini stanno facendo pressioni per averlo, nelle farmacie c'e' un boom di prenotazioni". 
- di Daniele Troilo

Financial Times: "Vaccino Usa non sarà pronto prima del voto"

Il vaccino sviluppato da Moderna, del quale il governo Usa ha commissionato 100 milioni di dosi, non sarà pronto prima delle elezioni presidenziali. Lo ha detto l'ad della compagnia farmaceutica, Stephane Bancel, al Financial Times.
- di Daniele Troilo

Covid-19, un mix di super anticorpi può bloccarne l'attacco. Lo studio

S2E12 e S2M11, se somministrati in piccole dosi, sia singolarmente che insieme, sarebbero in grado di prevenire l'infezione di coronavirus nei topi. È quanto emerso da una ricerca coordinata dall'Università di Washington, a cui hanno partecipato anche Massimo Galli, Agostino Riva e Arianna Gabrieli dell'Ospedale Sacco di Milano. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Mascherine, regole diverse in base a città e regioni: le differenze

Le disposizioni per l’utilizzo delle mascherine non sono uguali in tutta Italia e variano non soltanto a livello regionale ma persino tra una città e l’altra all’interno dello stesso territorio. Da Bologna a Foggia, dalla Lombardia alla Sicilia: ecco come funziona. LA GALLERY
- di Daniele Troilo

Spadafora: "Non ci sono le condizioni per fermare il campionato"

Lo ha riferito il Ministro dello Sport, dopo la notizia del mini-focolaio, confermato dagli esami, scoppiato all’interno del Genoa, tra giocatori e staff. Spadafora ha poi definito "avventate" le prime dichiarazioni, in seguito precisate, del viceministro alla Salute, Sandra Zampa, che aveva parlato di campionato da sospendere. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Colombia mantiene la chiusura delle frontiere
 

La Colombia manterrà chiusi i valichi di frontiera terrestre, marittima e fluviale fino al prossimo 1 novembre, a causa della pandemia del coronavirus. Lo ha annunciato Juan Francisco Espinosa, direttore dell'agenzia migratoria statale Migracion Colombia, sottolineando che la proroga della chiusura è dovuta a precauzioni contro possibili nuovi focolai della malattia. Durante il mese in cui verrà mantenuta la chiusura dei valichi di frontiera, il governo e i responsabili delle zone di confine del Paese discuteranno misure e condizioni per un'eventuale riapertura senza rischi per la salute. "Pensare a una possibile riapertura del confine significa pensare a una serie di sfide; ci troviamo di fronte alla possibilità di iniziare a costruire i confini che tutti desideriamo: confini ordinati e sicuri, che si traducono in tranquillità per la regione e del Paese", ha detto Espinosa. Per ora, le autorità consentono il transito ai valichi di frontiera solo in casi come emergenze umanitarie, trasporto di merci, cause di forza maggiore o uscita degli stranieri autorizzati. 

- di Redazione Sky TG24

Covid, stabile la curva dei contagi: in 24 ore 1.851 nuovi casi con 105mila tamponi. DATI

Sono circa 200 in più di ieri i nuovi contagiati registrati nell’ultimo giorno, ma sono stati effettuati oltre 15mila test in più. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute del 30 settembre sulla situazione coronavirus in Italia. Diciannove i decessi, 9 le persone in più in terapia intensiva (280 in totale). Campania, Lazio e Lombardia le regioni con il maggior incremento di positivi. Dall’inizio della pandemia i contagi sono stati 314.861 e i morti 35.894. LE GRAFICHE
- di Daniele Troilo

Toscana: un positivo, classe in quarantena a Cerreto Guidi

Una intera classe della scuola media di Cerreto Guidi (Firenze) è stata sottoposta alla 'quarantena' di 14 giorni dopo che è emersa la positività di un alunno al Covid-19. La conferma è arrivata nella serata di oggi tramite una circolare della dirigenza scolastica. "Stamattina - spiega il dirigente Gabriella Menichetti - abbiamo appreso che un alunno di una classe della scuola media era risultato positivo al Covid. Ogni volta che accade la classe è messa precauzionalmente in quarantena per 14 giorni. Il provvedimento viene notificato agli interessati e dalla Asl vengono date tutte le informazioni necessarie". Gli insegnanti, fa sapere sempre la dirigente, non verranno messi in quarantena. "Tenendo il distanziamento, la mascherina e rispettando le norme che a scuola ci siamo dati, il Covid non si trasmette - si legge nella circolare firmata dalla dirigente scolastica Menichetti - il problema viene dal fatto per cui i ragazzi a scuola rispettano le regole, ma hanno anche tante occasioni di contatti esterni e a volte tutti noi purtroppo sottovalutiamo l'importanza della prevenzione". 
- di Daniele Troilo

Spagna, Madrid si ribella: "Non applicheremo lockdown"

La Comunità di Madrid non intende applicare il nuovo lockdown parziale imposto dal governo. Lo ha dichiarato al quotidiano conservatore Abc l'assessore alla Sanità della regione, Enrique Ruiz Escudero, secondo il quale il governo "ha fretta di intervenire a Madrid, e non per lottare contro il coronavirus". La presidente della Comunità, la popolare Isabel Diaz Ayuso, ha spesso contrastato in passato le restrizioni decise dal governo socialista, dando a intendere che si trattasse di una strategia per attaccarla e farle perdere consenso. Escudero ha dichiarato che le nuove limitazioni non hanno senso perché l'epidemia nell'area è entrata in una fase "stabile" e ci sono "primi segnali di miglioramento". Inoltre ha proseguito l'assessore, le nuove limitazioni sono state approvate con il voto contrario di cinque regioni, inclusa Madrid, e pertanto "non hanno validità". La Comunità, ha spiegato, prenderà le misure necessarie di fronte all'avvocatura dello Stato una volta che le misure saranno pubblicate e entreranno in vigore.
 
- di Daniele Troilo

Berlino, semaforo nuove infezioni scatta su rosso

Nel sistema di allerta della città di Berlino il semaforo delle nuove infezioni è passato da giallo a rosso, il grado più altro di allarme. Mentre gli altri due colori di allerta sono ancora su verde: quello che riguarda l'occupazione dei posti-letto in terapia intensiva in ospedale e il tasso di riproduzione di contagio, ancora su 0,93. L'elemento che ha fatto scattare il semaforo rosso nella capitale tedesca è il numero di contagi che ha superato la soglia dei 30,2 in sette giorni per 100.000 abitanti. Nella giornata di martedì i nuovi casi nell'intera area metropolitana sono stati 288, raggiungendo i 14. 787 casi totali finora. Il Senato della città ha annunciato che ci saranno restrizioni.
 
- di Redazione Sky TG24

Bonaccini: le Regioni raddoppino vaccini per farmacie

'"Noi eravamo già la Regione che più dava alle farmacie, non è molto. Ma ora raddoppieremo e credo che questo debba essere fatto da tutte le regioni. Questa è la considerazione che anche in conferenza stiamo facendo". Lo ha detto il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, a 'Porta a Porta' su Raiuno, parlando delle dosi di vaccino contro l'influenza alle farmacie, in Emilia-Romagna pari al doppio della quota destinata in base all'accordo. "Se il Governo spinge ancora di più - ha aggiunto - potremo dare una mano perché è giusto vaccinarsi". 
- di Redazione Sky TG24

Coronavirus, studio tedesco: gene Neanderthal nei casi gravi
 

Potrebbe nascondersi in una correlazione tra il gene ereditato dai Neanderthal e il decorso della malattia il fatto che alcune persone con il coronavirus si ammalano in modo più grave di altre: è quanto sostiene  uno studio presentato dall'istituto Max Plank di Lipsia di Antropologia evolutiva. Lo riferisce Dpa e die Zeit (LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO)

- di Redazione Sky TG24

Calcio, Consiglio Lega aggiornato a domani 

Il Consiglio di Lega serie A tornerà a riunirsi domani per valutare gli ultimi aggiornamenti legati ai tesserati positivi della società Genoa. E' quanto si legge in una nota.
- di Redazione Sky TG24

Autorità Gb, tasso contagio "fuori controllo"

Le autorità sanitarie del Regno Unito hanno ammesso che il tasso di contagio del nuovo coronavirus nel Paese "non è sotto controllo", poiché i casi continuano ad aumentare. "Le cose stanno andando nella direzione sbagliata", ha avvertito il consigliere scientifico del governo Patrick Vallance, in conferenza stampa a Downing Street. Il tasso di contagio continua a salire e "al momento non è sotto controllo", ha avvertito. Durante la stessa conferenza stampa, il premier Boris Johnson ha invitato gli inglesi ad avere "pazienza" ed esercitare "buon senso", avvertendo ancora una volta che il governo non esiterebbe a prendere misure più restrittive di quelle attualmente in vigore, compreso un nuovo lockdown nazionale. Intanto oggi la Camera dei Comuni ha approvato la proroga di altri 6 mesi della legislazione d'emergenza (Coronavirus Act), che conferisce poteri speciali al governo per affrontare la pandemia.
- di Daniele Troilo

Ue sta per avviare esame vaccino Oxford

L'European Medicines Agency sta per avviare l'esame del vaccino contro il coronavirus sviluppato dall'Università di Oxford e AstraZeneca. Lo riferisce a Bloomberg una fonte ben informata, secondo la quale l'inizio della procedura potrebbe essere avviato già questa settimana. Si tratta di un'accelerazione non scontata, dal momento che i test erano stati interrotti all'inizio del mese dopo che, nel Regno Unito, uno dei pazienti che vi si stavano sottoponendo si era ammalato. 
- di Daniele Troilo

Francia, aumentano nuovi casi e decessi

In Francia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 12.845 nuovi casi di coronavirus, contro gli 8.051 di martedì, e 64 decessi, contro i 59 delle 24 ore precedenti. Lo riferisce la Sanità transalpina. I pazienti in terapia intensiva sono cresciuti di 135 unità in 24 ore toccando quota 1.232, una cifra, che pur lontana dai 7.000 del picco dell'epidemia, è più che raddoppiata dall'inizio di settembre. La situazione sta diventando particolarmente preoccupante a Parigi. Nell'Ile de France, la regione che ospita la capitale, il tasso di positività si attesa al 10,6%, oltre la media nazionale. In Francia dall'inizio dell'epidemia sono stati registrati 31.956 decessi legati al coronavirus. 
- di Daniele Troilo

Moderna: "Vaccino non pronto per elezioni in Usa"

Il vaccino contro il coronavirus di Moderna non sarà pronto prima delle elezioni. Lo afferma l'amministratore delegato della società, Stephan Bancel, spiegando che Moderna non sarà in grado di presentare la richiesta per l'autorizzazione almeno fino alla fine di novembre. Bancel, secondo quanto riporta il Financial Times, mette inoltre in evidenza di non attendersi la piena approvazione per la distribuzione del vaccino a tutti i segmenti della popolazione fino alla prossima primavera. 
- di Daniele Troilo

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24