Coronavirus Italia, bollettino 30 settembre: salgono nuovi casi (1851) e tamponi (105mila)

Cronaca

Nelle ultime 24 ore si è registrato un aumento dei contagi giornalieri - 1.851 contro i 1.648 di ieri - ma sono stati di più i test effettuati (105.564 contro 90.185). Sono 19 i morti, con i decessi totali che arrivano a 35.894. Il numero dei positivi dall'inizio della pandemia, compresi morti e guariti, sale a 314.861. I guariti sono 227.704. Le persone in terapia intensiva sono 280 (+9 rispetto a ieri)

In aumento il numero di nuovi contagi registrati in 24 ore, ma cresce anche il numero di tamponi fatti (oltre 105mila). Sono 19 i morti, 9 i pazienti in più in terapia intensiva. È questo il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute del 30 settembre (AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE - GRAFICHE). I nuovi casi di coronavirus in Italia sono 1.851 (contro i 1.648 di ieri), sparsi in tutte le regioni: in testa la Campania con 287, poi il Lazio con 210 e la Lombardia con 201. I nuovi tamponi sono 105.564, mentre ieri erano stati 90.185. Sale il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: a oggi sono 280 (+9). Sulle terapie intensive, comunque, si conferma l'andamento molto diverso rispetto ai mesi scorsi: la percentuale di positivi ricoverati il 4 aprile era del 4,5%, mentre al 30 settembre è dello 0,5% (LA SITUAZIONE IN ITALIA CON MAPPE E INFOGRAFICHE).

Grafiche coronavirus

Vittime, guariti e tamponi

approfondimento

Covid-19, in Italia 1.648 nuovi casi: ecco quali sono i focolai attivi

Dall'inizio della pandemia, in Italia le persone risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 314.861. Le vittime, in totale, sono 35.894, con 19 decessi nelle ultime 24 ore (ieri 24). I guariti, sempre nelle ultime 24 ore, sono 1.198, per un totale di 227.704. I ricoverati con sintomi sono 3.047 (-1). Sono invece 47.936 le persone in isolamento domiciliare (+625). I tamponi sono in tutto 11.333.922, in aumento di 105.564 rispetto al 29 settembre. I casi testati sono finora 6.848.755, al netto di quanti tamponi abbiano fatto. Tra le note del bollettino si legge che la Regione Abruzzo segnala che "dai positivi è stato sottratto un caso di ieri già in carico ad altra regione"; la Regione Calabria spiega che "dei 18 positivi di oggi 4 sono migranti"; la Regione Sardegna segnala "3 nuovi decessi (2 persone residenti nel territorio della Provincia del Sud Sardegna, uno ricoverato di 78 anni, uno deceduto all'accesso in Pronto Soccorso presso l'ospedale Santissima Trinità di Cagliari, di 75 anni; 1 persona residente nel territorio della Provincia di Sassari, di 90 anni, con plurime comorbilità)"; la Regione Sicilia comunica che "dei 170 nuovi positivi, si rilevano 29 militari della marina sbarcati a Siracusa dalla Nave Margottini".

Grafiche coronavirus

Le regioni

approfondimento

Coronavirus, la situazione in Italia: grafici e mappe

Nel dettaglio, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, le persone attualmente positive sono:

9.060 in Lombardia

2.844 in Piemonte

4.653 in Emilia-Romagna

3.732 in Veneto

7.148 nel Lazio

3.402 in Toscana

1.739 in Liguria

6.113 in Campania

795 nelle Marche

2.516 in Puglia

567 nella Provincia autonoma di Trento

2.866 in Sicilia

718 in Friuli Venezia Giulia

881 in Abruzzo

561 nella Provincia autonoma di Bolzano

2.061 in Sardegna

537 in Umbria

555 in Calabria

75 in Valle d’Aosta

307 in Basilicata

133 in Molise.

Grafiche coronavirus

Le vittime

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

Quanto alle vittime, se ne registrano:

 

16.955 in Lombardia (+4)

4.164 in Piemonte (+1)

4.484 in Emilia-Romagna

2.178 in Veneto (+1)

918 nel Lazio(+5)

1.164 in Toscana

1.604 in Liguria (+1)

463 in Campania

990 nelle Marche   

595 in Puglia (+3)

406 nella Provincia autonoma di Trento

311 in Sicilia (+1)

351 in Friuli Venezia Giulia 

481 in Abruzzo

292 nella Provincia autonoma di Bolzano

154 in Sardegna (+3)

85 in Umbria 

100 in Calabria

146 in Valle d'Aosta

29 in Basilicata

24 in Molise.

Grafiche coronavirus

Cronaca: i più letti