Covid, news. Bollettino: 5.522 casi, 59 decessi. Tasso di positività al 1,9%

Processati 291.468 tamponi. In calo terapie intensive (-6) e ricoveri ordinari (-5). Vaccini, ok dell'Aifa alla terza dose. Figliuolo: "Per terzo richiamo abbiamo dosi a sufficienza". Ema: "Le autorità nazionali possono procedere con piani per somministrare dosi addizionali di vaccino, prima che una decisione del regolatore possa essere presa". Approvata in Cdm la norma che estende l'obbligo di Green Pass a ditte di pulizia e personale esterno della scuola. Lavoratori Rsa dovranno vaccinarsi

1 nuovo post
Sono 5.522 i nuovi casi di positività al coronavirus, secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute. 59 i decessi. Calano i ricoveri ordinari (-5) e in terapia intensiva (-6). Tasso di positività all'1,9% (IL BOLLETTINO - LE MAPPE - LE GRAFICHE).
Via libera del Consiglio dei ministri al decreto che estende l'obbligo del Green pass al personale esterno della scuola (quello che si occupa di mense e pulizie). Obbligo vaccinale per i lavoratori delle Rsa. Nella riunione Draghi annuncia che "a breve ci sarà un intervento più ampio di estensione dell'obbligo di Green Pass". Ok dell'Aifa alla terza dose. Il responsabile della strategia sui vaccini dell'Ema: "Le autorità nazionali possono procedere in ogni caso con piani per somministrare dosi addizionali o richiami di vaccino, come misura proattiva per proteggere la salute pubblica, prima che una decisione da parte del regolatore possa essere presa".  Alla Camera la Lega vota a favore del decreto (convertito ora in legge) che aveva istituito il pass. Usa verso obbligo di vaccino o test in aziende con più di 100 dipendenti.
- di Redazione Sky TG24
- di Steno Giulianelli

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Steno Giulianelli

Covid e scuola, ecco come avverranno i test nelle classi sentinella

A pochi giorni dalla ripartenza, nella maggior parte delle Regioni sono diversi i temi da affrontare e approfondire con l'obiettivo di evitare un terzo anno di Dad. 
- di Steno Giulianelli

Aifa: ok a terza dose all'unanimità. Tutte le novità

Il Consiglio di Amministrazione dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), convocato in via d'urgenza, "ha approvato all'unanimita' l'utilizzo di una dose aggiuntiva di vaccino ad mRNA (terza dose). Il provvedimento riguarda soggetti con immunosoppressione grave, in accordo alla valutazione del medico curante, quali ad esempio trapiantati, oncologici, dializzati oltre che gli anziani (? 80 anni) e i ricoverati nelle RSA". Lo rende noto l'Aifa in un comunicato. Per gli operatori sanitari il richiamo "e' previsto in condizioni di particolare esposizione a rischio". 
- di Steno Giulianelli

Covid, terapie intensive in calo (-6). Scendono anche i ricoveri ordinari (-5). I DATI

I ricoverati in rianimazione sono in tutto 558, mentre i pazienti nei reparti ordinari sono 4.230. I nuovi tamponi positivi giornalieri intanto sono 5.522, su 291.468 test eseguiti. La percentuale di positività si attesta all’1,9%
- di Steno Giulianelli

Usa, Biden: progresso reale Usa su Covid

"Abbiamo gli strumenti per combattere il virus. Possiamo e vogliamo sconfiggere il virus. I vaccini si sono dimostrati sicuri e efficaci. Quando sono diventato presidente, circa due milioni di americani erano stati vaccinati completamente, oggi piu' di 175 milioni sono protetti". Lo ha detto il presidente Joe Biden in un intervento dalla Casa Bianca sulla pandemia da Covid, in cui ha parlato di "progresso reale" del Paese, sia dal punto vista sanitario sia economico. "Prima di assumere l'incarico - ha aggiunto - non c'era il vaccino per tutti. Dopo alcune settimane dal mio ingresso, lo avevamo". "Tre mesi prima del mio arrivo - ha continuato Biden - l'economia era in difficolta', si creavano 50 mila posti di lavoro al mese. Adesso abbiamo 700 mila posti di lavoro al mese. Il progresso e' reale". 
- di Steno Giulianelli

Biden: vaccini? Non si tratta di libertà o scelta personale

Dobbiamo fare di piu' sui vaccini, non si tratta di liberta' o scelta personale": lo ha detto Joe Biden parlando alla nazione della crisi Covid per illustrare il suo nuovo piano contro la pandemia. Un piano, ha precisato, che combatte anche quelli che stanno minando la salute pubblica. Ma la strada da fare, ha precisato, "non e' cosi' brutta come lo scorso inverno". 
- di Steno Giulianelli

Biden: frustrazione per 80 milioni americani non vaccinati

"Molti di noi sono frustrati per i circa 80 milioni di americani che non sono vaccinati", "una minoranza che impedisce di girare pagina": lo ha detto Joe Biden parlando alla nazione della crisi Covid per illustrare il suo nuovo piano contro la pandemia che, ha detto, potrebbe durare per un po'. Ma gli Usa, ha assicurato, hanno i mezzi per combattere il virus "se aumentiamo il ritmo delle vaccinazioni".
 
- di Steno Giulianelli

Usa, Biden: tragedia in corso, vi prego di vaccinarvi

- di Steno Giulianelli

Usa, Biden: Covid è pandemia dei non vaccinati 

- di Steno Giulianelli

Vaccini, in Usa scatta obbligo per aziende con più 100 addetti 

Il dipartimento del Lavoro, secondo la Cnn, richiederà a breve alle aziende con oltre 100 dipendenti che questi siano vaccinati contro il Covid o che facciano almeno un tampone a settimana. Lo rendono noto fonti dell'amministrazione al Wall Street Journal.
- di Redazione Sky TG24

Riforma pensioni 2022, il ministro Franco conferma l'addio a Quota 100 a fine anno

Il 31 dicembre 2021 terminerà il triennio sperimentale del sistema pensionistico introdotto dal primo governo Conte. Alti costi e basse adesioni tra le motivazioni del mancato rinnovo. La Lega propone di mantenere la misura ancora per un anno. Si studia un altro modello per non tornare alla legge Fornero. Franco: "Esecutivo troverà soluzione equilibrata".
- di Redazione Sky TG24

Covid, Malagò: 'Vaccino? Obbligo brutto, ma bisogna tutelare tutti' 

"Obbligo o persuasione del vaccino? Obbligare è sempre brutto nella vita, ma se non si riescono a ottenere risultati bisogna pensare a qualcosa di diverso per tutelare gli altri. Questo discorso anche nello sport è inevitabile". Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò, intervenuto a 'In Onda' su La7.
- di Redazione Sky TG24

Covid, quando diremo addio alle mascherine anche al chiuso? I pareri degli esperti

Per Locatelli, presidente del Cts, avremo a che fare con i dispositivi di protezione almeno fino a fine 2022. Il sottosegretario alla Salute Sileri: "In un luogo al chiuso dove tutti hanno il Green pass forse sarebbero da eliminare". Pareri divergenti sulla possibilità di non indossarle a scuola in aule di studenti tutti vaccinati. 
- di Redazione Sky TG24

Covid e bambini, un caso su 3 in under 19. Pediatri: "Dati sui vaccini tranquillizzanti"

Ad agosto circa un caso su tre ha riguardato persone tra 0 e 19 anni, secondo i dati dell'Istituto superiore di sanità. A causare l'aumento dell'incidenza il diffondersi della variante Delta. Intanto l'Ema prosegue l'esame dei dati sui vaccini per gli under 12: "Gli studi sono sono molto seri e tranquillizzano", afferma la Società Italiana Medici Pediatri. LO STUDIO
- di Redazione Sky TG24

Covid, prorogata fino al 14 la zona arancione a Niscemi

Prorogata fino a martedi' 14 settembre (compreso) la "zona arancione" a Niscemi, in provincia di Caltanissetta. Lo prevede un'ordinanza firmata questa sera del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. Nel Comune viene consentita la ristorazione e la somministrazione di alimenti e bevande mantenendo, però, sempre il limite di quattro persone al tavolo (ad eccezione dei conviventi). Nessuna proroga per la "zona arancione" a Barrafranca, in provincia di Enna, in scadenza sempre nella giornata di oggi. 
- di Redazione Sky TG24

Ministero chiarisce vaccinazioni per infetti dopo 1/a dose 

Pronta la circolare del ministero della Salute, firmata dal direttore della Prevenzione Gianni Rezza, che fornisce chiarimenti in merito alla vaccinazione anti-COVID-19 in chi ha contratto un'infezione da SARS-CoV-2 successivamente alla somministrazione della prima dose di un vaccino con schedula vaccinale a due dosi. "In caso di infezione da SARS-CoV-2 confermata (definita dalla data del primo test molecolare positivo) entro il quattordicesimo giorno dalla somministrazione della prima dose di vaccino - si legge nella circolare - è indicato il completamento della schedula vaccinale con una seconda dose da effettuare entro sei mesi (180 giorni) dalla documentata infezione (data del primo test molecolare positivo); trascorso questo arco di tempo, la schedula vaccinale potrà essere comunque completata, il prima possibile, con la sola seconda dose". In caso invece di infezione da SARS-CoV-2 confermata (definita dalla data del primo test molecolare positivo) "oltre il quattordicesimo giorno dalla somministrazione della prima dose di vaccino, la schedula vaccinale è da intendersi completata in quanto l'infezione stessa è da considerarsi equivalente alla somministrazione della seconda dose". 
- di Redazione Sky TG24

Microsoft, incertezza Covid: posticipa piani rientro ufficio 

Microsoft posticipa a data da destinarsi i piani per il ritorno in ufficio dei suoi dipendenti americani. "Considerata l'incertezza per il Covid, abbiamo deciso di non cercare di prevedere una nuova data per la piena riapertura dei nostri uffici negli Stati Uniti", afferma Microsoft sottolineando di preferire l'indicazione di una riapertura in sicurezza il prima possibile sulla base delle indicazioni sanitarie.
- di Redazione Sky TG24

Macedonia del Nord sotto choc per la strage a ospedale Covid 

La Macedonia del Nord è sotto choc per la tragedia di Tetovo, dove 14 persone sono morte carbonizzate nell'incendio che ieri sera ha completamente distrutto la struttura ospedaliera per malati di covid nella quale erano ricoverati. Le vittime erano in terapia intensiva col respiratore, e non hanno avuto alcuna possibilità di scampo, con le fiamme che hanno divorato in pochi minuti la struttura modulare realizzata con materiali leggeri e in parte in plastica. Altri 12 ospiti della struttura sanitaria sono riusciti a fuggire in tempo e a mettersi in salvo, riportando ferite di vario genere. Sulla sciagura è stata aperta un'inchiesta, e per tutta la giornata gli inquirenti sono stati impegnati in sopralluoghi e interrogatori. Nulla tuttavia è trapelato finora. In molti hanno puntato il dito sul materiale estremamente infiammabile utilizzato per la struttura, realizzata per i malati covid davanti al complesso ospedaliero della città, situata nel nordovest del Paese balcanico e la cui popolazione è in larga parte di etnia albanese.
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24