Vaccino Covid, Figliuolo: “Ci sono dosi per la terza somministrazione”

Salute e Benessere

Lo ha riferito il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus, nel corso di un punto stampa presso l’ospedale di Piacenza. Ad essere interessati saranno i vaccini ad mRna, quindi quelli prodotti da Pfizer e Moderna. “Spero che la forza della ragione convinca tutti a vaccinarsi, voglio citare le riflessioni del Presidente della Repubblica: il vaccino è davvero un dovere morale e civico”, ha poi detto ancora Figliuolo

“Le dosi di vaccino ci sono, ne abbiamo in maniera più che sufficiente e potrei dire anche in abbondanza, però ne abbiamo per poter fronteggiare questo richiamo, questa terza dose”. Lo ha riferito il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, rispondendo ad una domanda dei giornalisti, nel corso di una visita presso l'ospedale di Piacenza.

I vaccini coinvolti e i dettagli sui sistemi informatici

approfondimento

Vaccino Covid: dati e grafici sulle somministrazioni in Italia

Ma quali saranno i vaccini coinvolti? “Gli scienziati parlano, per questa ulteriore dose, di vaccini ad mRna quindi si tratta di Pfizer e Moderna”, ha confermato ancora Figliuolo. Perché la macchina si metta in moto, mancano ancora pochi dettagli, ha sottolineato poi il commissario. “A livello tecnico ci stiamo già adoperando, stiamo mettendo a punto gli ultimi dettagli sui sistemi informatici e poi daremo le indicazioni alle Regioni e alle Province Autonome e partiamo. Stiamo aspettando, ovviamente, la circolare che emanerà la Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, a seguito delle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico dell’Aifa”, ha detto Figliuolo.

“Spero che la ragione convinca tutti a vaccinarsi”

“Spero che la forza della ragione convinca tutti a vaccinarsi, voglio citare le riflessioni del Presidente della Repubblica: il vaccino è davvero un dovere morale e civico”, ha poi detto ancora Figliuolo alla stampa. “Noi dobbiamo pensare a chi è più anziano, alle nostre radici a chi è più fragile, la vaccinazione è uno degli strumenti fondamentali per uscire dalla pandemia e dalla crisi sociale e per consentire ai nostri giovani di andare a scuola in presenza". Inoltre, rispondendo ad una domanda sul movimento dei no vax, lo stesso commissario ha sottolineato che “il dissenso va accettato quando viene manifestato in maniera civile, con la civiltà di un Paese dalla storia millenaria come l'Italia”.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24