Covid, ultime news. Bollettino: 13.844 casi e 364 morti. Approvato il decreto Covid

©Ansa

Secondo l'ultimo report, il rapporto positivi-tamponi è al 3,9%. Calano di 471 unità i ricoveri ordinari, mentre sono 75 in meno le terapie intensive occupate. Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo dl Covid: riaperture dal 26 aprile ma confermato il coprifuoco alle 22. Distribuite 184mila dosi di vaccino Johnson & Johnson immagazzinate presso l'hub nazionale della Difesa di Pratica di Mare, dopo l'ok senza limitazioni dell'Ema e dell'Aifa

1 nuovo post
Secondo i dati del ministero della Salute i nuovi contagi sono 13.844 a fronte di 350.034 tamponi processati, 364 i morti in 24 ore. Il tasso di positività cala al 3,9%. Diminuiscono le terapie intensive (-75) e i ricoveri ordinari (-471). (BOLLETTINO - MAPPE - GRAFICHE).
Il Consiglio dei ministri si è riunito decidendo di confermare il coprifuoco alle 22, con l'astensione dal voto della Lega (LA GALLERY CON TUTTE LE MISURE DEL DL COVID). L'Ema non impone limitazioni per il vaccino J&J, riconosce "possibili" legami di causa-effetto tra il vaccino e gli eventi "molto rari" di trombosi cerebrale che si sono verificati negli Usa, ma specifica che i benefici superano i rischi. 
I NUMERI DELLA PANDEMIA DEL 21 APRILE: I PARTE - II PARTE - III PARTE

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Chiara Piotto

Il liveblog termina qui. Restate aggiornati su Sky TG24

- di Steno Giulianelli

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Steno Giulianelli

Nuovo decreto Covid: confermato il coprifuoco, scuola in presenza dal 70%. LE MISURE DEL NUOVO DECRETO COVID

Nel tardo pomeriggio si è svolta la riunione a Palazzo Chigi sul dl che sarà in vigore dal 26 aprile al 31 luglio. Fra i principali provvedimenti: tornano le zone gialle, scuola superiore in presenza almeno al 70% nelle zone gialle e arancioni, ristoranti aperti anche la sera ma solo all'aperto (dal 1° giugno dovrebbero aprire anche al chiuso) e con il coprifuoco che resta alle 22, “certificato verde” per gli spostamenti, via libera a teatri, cinema, sale da concerto e musei
- di Steno Giulianelli

Covid, in Brasile 3.472 morti e 79 mila contagi in 24 ore

Il Brasile ha registrato 3.472 morti di Covid-19 e 79.719 contagi nelle ultime 24 ore. Lo rivela il Consiglio nazionale delle segreterie di salute (Conass). Il bilancio totale sale a 381.475 vittime e 14.122.795 casi accertati dall'inizio della pandemia. 
- di Steno Giulianelli

Covid, coprifuoco contro i contagi: ecco in quali Paesi del mondo è in vigore

C'è chi come Stati Uniti e Regno Unito, grazie al miglioramento dei dati epidemiologici e della campagna vaccinale, mette fine alla misura, e chi invece la introduce davanti ai contagi in aumento. Ecco una mappa degli Stati che hanno optato per il divieto di uscita notturna
- di Steno Giulianelli

Vaccino Covid, target di somministrazioni per ogni regione: ecco obiettivi piano Figliuolo

Il commissario per l'Emergenza ha deciso che i governatori avranno ogni settimana una quota giornaliera di iniezioni che devono rispettare: si va dalle 51mila al giorno della Lombardia alle 620 della Valle d’Aosta. Lo scopo è quello di dare una regolarità alla campagna vaccinale e di raggiungere il traguardo delle 500mila inoculazioni al giorno in tutto il Paese. I numeri per ogni Regione
- di Steno Giulianelli

Covid, calano i ricoveri: quali regioni restano sopra la soglia d’allerta. I DATI

I pazienti nei reparti ordinari sono 22.784 (-471). Il dato di saturazione nazionale è al 36%, al di sotto della soglia del 40%, ma alcuni territori superano questo valore: Calabria (50%), Puglia (50%), Piemonte (47%) e Lazio (43%). I nuovi casi registrati in 24 ore sono 13.844, rilevati su 350.034 tamponi giornalieri, con la percentuale dei positivi al 3,9%
- di Steno Giulianelli

Fonti governo: su coprifuoco verifica dati poi allentamenti

Se i dati epidemiologici lo permetteranno il coprifuoco alle 22 non e' destinato a restare fino al 31 luglio. E' questo, si apprende da fonti di governo, il ragionamento che il premier Mario Draghi e il suo esecutivo hanno fatto confermando nel decreto l'orario del coprifuoco stabilito nella cabina di regia. Quindi l'orientamento e' di procedere con gradualita' ma, gia' nelle prossime settimane il governo seguira' con la massima attenzione l'andamento dei contagi e, in caso di riscontri positivi, si valuteranno modifiche  - mantenendo il criterio dei "colori" - al regime di  restrizioni previsto nel decreto approvato oggi. 
- di Steno Giulianelli

Dl Covid, Fontana: principali istanze Regioni non accolte

Le Regioni in vista del nuovo decreto hanno, come sempre, lavorato insieme per dare un contributo positivo, con proposte unanimi, alle decisioni del Governo. Non sembra che le principali istanze di tutte le Regioni siano state accolte nel nuovo decreto". E' quanto afferma in serata il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. "Sarebbe stato invece necessario - aggiunge il governatore - dare un segnale di maggior attenzione alle istanze di quelle attivita' e a quelle imprese che ancora non vedono la luce per uscire dall'emergenza economica e di lavoro. Offrire uno spiraglio ai ristoratori, ai bar, anche con l'accettazione della proposta di slittamento alle 23 del coprifuoco era importante". "Le Regioni - conclude Fontana - si stanno impegnando al massimo su vaccinazioni e su regole stringenti per le riaperture, proprio per coniugare la lotta al virus con la lotta all'impoverimento di intere categorie". 
- di Steno Giulianelli

Sindaci Lega: basta punire gli italiani

"Dobbiamo guardare al futuro. Basta punire gli italiani. Famiglie e imprese che hanno dimostrato senso di responsabilità e capacità di sacrificio hanno diritto alla libertà. E' assurdo pensare di penalizzare ancora bar e ristoranti al chiuso (quando in hotel e autogrill si pranza e cena senza problemi) e tutte le realtà sportive mentre si ammassano gli studenti sui mezzi pubblici. Ascoltare gli enti locali significa ascoltare la voce dei cittadini. Ribadiamo anche la richiesta di rimuovere il coprifuoco che non ha alcun senso: il virus non colpisce a orari alterni". Lo dichiara Stefano Locatelli, coordinatore degli enti locali della Lega e vicepresidente di Anci a nome degli oltre mille sindaci della Lega.
- di Daniele Troilo

Cts: su misure e coprifuoco allentamento sia graduale

Il Cts si è riunito oggi e ha affrontato differenti tematiche. Fra esse, ha esaminato le tematiche relative a manifestazioni sportive di interesse nazionale rimandando alle regole e ai limiti già espressi per le attività dello spettacolo. Alla luce della situazione epidemiologica attuale, il Cts, inoltre, in una strategia di mitigazione del rischio di ripresa della curva epidemica, ritiene opportuno che venga privilegiata una gradualità e progressività di allentamento delle misure di contenimento, ivi compreso l'orario d'inizio delle restrizioni di movimento. Così il portavoce del Comitato Tecnico Scientifico, Silvio Brusaferro.
- di Daniele Troilo

Fedriga: dispiace non sia stato accolto contributo Regioni

"Dispiace che il contributo costruttivo di tutte le regioni d'Italia non sia stato accolto. Come conferenza abbiamo dimostrato che in un momento d'emergenza si può trovare unità indipendentemente dalle appartenenze politiche presentando proposte fattibili e di equilibrio". Lo dichiara Massimiliano Fedriga.
- di Daniele Troilo

Gelmini: "Soddisfatti da dl, ma si può migliorare"

 "Con il decreto varato oggi in Cdm abbiamo definito una road map per riaperture intelligenti e in sicurezza - come aveva chiesto Forza Italia - introdotto un green pass italiano, riportato la gran parte degli studenti in aula, ripristinato la fascia gialla, che era stata sospesa per legge. Come ha affermato Antonio Tajani, siamo soddisfatti, ma si può migliorare". Lo afferma Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali, sottolineando che FI "insisterà perché si ponga rimedio ad alcune incongruenze sui settori della ristorazione, dello sport e del wedding, ma questo resta il decreto della ripartenza in sicurezza". 
- di Daniele Troilo

Fonti: "Ministri Lega astenuti in accordo con Salvini"

I ministri della Lega si sono astenuti oggi in Consiglio dei ministri sul decreto sulle aperture in accordo con il segretario Matteo Salvini e dopo un colloquio con il presidente del Consiglio Mario Draghi al quale hanno riferito le perplessità per una serie di restrizioni e divieti non sempre in linea con i dati sull'andamento dei contagi. È quanto fanno trapelare fonti leghiste di governo. L'auspicio è poter aggiornare a breve le norme grazie a un miglioramento della pandemia, si aggiunge. 
- di Daniele Troilo

Cdm conferma coprifuoco alle 22. Ma la Lega si astiene: "Scelte illogiche"

Scontro a Palazzo Chigi. Il partito guidato da Matteo Salvini contesta alcune misure del nuovo provvedimento. Le regole saranno valide dal 26 aprile, quando è previsto il ritorno delle zone gialle e la ripresa di molte attività all’aperto, al 31 luglio. C'è il nodo del divieto di uscita notturna con la Lega in prima linea per spostarlo alle 23 laddove la cabina di regia della settimana scorsa aveva optato per mantenere le 22. Fonti: sarà possibile sedersi ai tavoli nei ristoranti al chiuso dall'1 giugno. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Roma, Raggi: "Ripartire uniti utilizzando le nostre eccellenze"

"Ringrazio Carlo Corazza, rappresentante in Italia del Parlamento Europeo, e il presidente di Remind Paolo Crisafi per aver organizzato questo importante think tank in occasione del Natale di Roma. Dopo oltre un anno dall'inizio della pandemia oggi abbiamo una certezza: dobbiamo ripartire e trovare insieme nuove strade unendo le forze". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi, intervenuta ad una iniziativa di Remind in occasione del Natale di Roma. "Dobbiamo valorizzare le nostre eccellenze - prosegue - a partire dai beni culturali, i monumenti, i musei, che rappresentano la nostra storia e sono di fatto l'essenza della nostra identità. Il titolo che avete scelto è 'La bellezza salverà il mondo': se questo è vero, e io lo credo, Roma gioca un ruolo fondamentale in questa idea di rinascita. Dalla nostra cultura possiamo partire per ragionare su una crescita che valorizzi il patrimonio unico di cui la nostra città dispone. Per superare l'emergenza economica, nata evidentemente da quella sanitaria, è però necessario condividere idee, progetti, ascoltarci, confrontarci, e trovare davvero insieme una strada nuova. Insieme ci riusciremo".
- di Daniele Troilo

Vaccini, Spagna: "No ad AstraZeneca per volontari under 60"

Il ministero della Sanità spagnolo ha detto no alla richiesta di alcune regioni di anticipare la vaccinazione contro il Covid con AstraZeneca nel caso di volontari che hanno meno di 60 anni. Lo spiegano i media iberici, che citano l'ultimo aggiornamento della strategia di vaccinazione di massa per fermare la pandemia, messo a punto in una riunione con tecnici del ministero e delle comunità autonome. La motivazione esposta nel documento è che tale possibilità "entrerebbe in contraddizione con i principi etici della strategia  stessa", che preveda che il vaccino non si possa scegliere "in un contesto di scarsità di risorse". 
- di Daniele Troilo

Fiano (Pd): "Molto difficile governo con Salvini"

"Questo è il sogno di Salvini. Di governo quando c'è da condividere il merito delle soluzioni, di lotta quando c'è da gareggiare con la Meloni nel soddisfare la piazza. Oggi la Lega, dopo aver partecipato ad una riunione della cabina di regia ed averne condiviso le decisioni, ha annunciato la propria astensione sul nuovo Decreto Covid. È molto facile giocare un doppio ruolo di questo genere. È molto difficile governare insieme in questo modo. Ne fa le spese il Paese". Lo afferma Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera. 
- di Daniele Troilo

Vaccino, Islanda: J&J da prossima settimana senza limiti età

L'Islanda ha approvato l'uso del vaccino anti-Covid Johnson & Johnson's e comincerà a somministrarlo la prossima settimana senza limiti di età. Lo hanno annunciato le autorità sanitarie di Reykjavik, all'indomani del via libera dell'Agenzia del farmaco europea che ha definito "molto rari" i casi di trombi, ritenendo quindi i benefici superiori ai rischi. Circa 2.400 dosi di J&J sono arrivate in Islanda il 14 aprile ma il loro uso era stato bloccato in attesa del pronunciamento dell'Ema. Reykjavik ha ristretto l'uso del siero di AstraZeneca alle persone sopra i 60 anni a causa del rischio di trombi; il limite di età potrebbe però essere abbassato presto, ha avvertito il governo, in attesa di 16 mila dosi dalla Norvegia.
 
- di Daniele Troilo

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.