Coronavirus, news. Bollettino del 7 gennaio: 18.020 casi e 414 morti. Indice Rpt al 14,85%

©Fotogramma

I tamponi effettuati sono 121.275. I ricoveri ordinari aumentano di 117 unità, quelli in terapia intensiva crescono di 16. Ok dell'Aifa al vaccino Moderna. La Regione con la percentuale di vaccinati più alta è il Veneto (84,4%), seguito da Toscana (79,5%) e Lazio (66,9%). Zaia: "Oggi finiamo tutti quelli che abbiamo". In arrivo altre 224 mila dosi

1 nuovo post
Secondo il bollettino di oggi, i nuovi contagi sono 18.020 su 121.275 tamponi, mentre si sono registrate 414 vittime in 24 ore. Ci sono 117 ricoverati in più, 16 persone in più in terapia intensiva. Il rapporto positivi-tamponi sale al 14,8% (BOLLETTINO - GRAFICHE - MAPPE). Via libera dell'Aifa al vaccino Moderna. L'Italia è dietro la Germania in numeri assoluti ma è primo in base alle dosi somministrate in rapporto alla popolazione. Superate le 326mila vaccinazioni eseguite. La Regione con la percentuale più alta è il Veneto (84,4%), seguito da Toscana (79,5%) e Lazio (66,9%). Oggi arrivano altre 224 mila dosi Pfizer, nel mentre l'Aifa ha approvato il nuovo vaccino di Moderna che aveva avuto ieri il via libera dell'Ema. Oggi tornano in classe dopo la pausa natalizia elementari  e medie, per le superiori ritorno in classe l'11. Merkel: "Davanti a noi i mesi peggiori della pandemia".

LE ULTIME NOTIZIE:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Daniele Troilo

Il liveblog termina qui, per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo live di venerdì 8 gennaio

- di Daniele Troilo

Infrastrutture, turismo, sanità: ecco cosa prevede la nuova bozza del Recovery Plan

Sono 222,03 i miliardi destinati ai progetti illustrati nel testo inviato dal governo ai partiti di maggioranza. Il documento di Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) sarà analizzato nel prossimo Consiglio dei Ministri e costituirà la base di discussione per il confronto con il Parlamento. Tanti i settori interessati: dalla cultura fino alla transizione ecologica. LA GALLERY
- di Daniele Troilo

Brasile supera 200 mila morti, record nuovi contagi

Il numero dei morti per Covid-19 in Brasile ha superato quota 200 mila. Lo riferisce il ministero della Salute locale, che segnala inoltre 87.483 contagi nelle ultime 24 ore, il massimo dall'inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore in Brasile sono stati segnalati 1.524 decessi legati al nuovo coronavirus, che portano il totale a 200.498, un numero superato solo dagli Stati Uniti. 
 
- di Daniele Troilo

Stretta in Sicilia anche su scuola, ipotesi zona rossa

Verso misure più restrittive in Sicilia. È quanto emerge dalla riunione della Giunta regionale convocata per assumere decisioni in merito alle conclusioni del Comitato tecnico scientifico sull'attuale situazione pandemica in Sicilia. Al vaglio del governo Musumeci, in particolare, ci sono misure restrittive 'che si rendono necessarie in considerazione dell'andamento del contagio da coronavirus sul territorio siciliano". E tra queste la possibilità di fare scattare la zona rossa e di fare slittare a fine mese l'avvio delle lezioni in presenza nelle scuole superiori, intervenendo anche sulla primaria e sulle medie. Domani rimarranno in vigore le disposizioni previste dal governo nazionale relative alla didattica, salvo in quei Comuni dove sono state già assunte iniziative diverse.
- di Daniele Troilo

Vaccino: fonti Chigi, oltre 400mila somministrazioni in Italia

Sono state raggiunte 400.302 somministrazioni di vaccino anti Covid ad oggi in Italia. È quanto fanno sapere fonti di Palazzo Chigi. Fino a ieri erano
320.762. 
- di Daniele Troilo

Covid Uk, nuovo picco di vittime: sono 1.162 nelle ultime 24 ore

Nel Paese, che è nuovamente in lockdown, sono calati i nuovi casi di contagio (52.618), ma è stato raggiunto un nuovo record di decessi. Boom anche di tamponi effettuati, oltre 550mila. LA GALLERY
- di Daniele Troilo

Vaccino: ore 23 aggiornamento Italia, 387.527 dosi

Sono 387.527 le dosi di vaccino somministrate in Italia. Il dato contenuto nel report del commissario per l'emergenza Covid è aggiornato alle ore 21.25 di oggi. I vaccinati sono 239.088 femmine e 148.439 maschi, suddivisi tra 324.828 operatori sanitari, 39.670 unità di personale non sanitario e 23.029 ospiti di Rsa. La regione che ha somministrato la maggior parte delle dosi ricevute è la Toscana (59,9%) davanti al Veneto (57,7%) e al Lazio (56,3%).
 
- di Daniele Troilo

Sicilia, giunta Musumeci valuta misure restrittive

La Giunta regionale è ancora riunita per assumere decisioni in merito alle conclusioni del Comitato tecnico scientifico sull'attuale situazione pandemica in Sicilia. Il Cts avrebbe proposto l'istituzione dell'area rossa per tre settimane. "Al vaglio del governo Musumeci - si legge in una nota della Presidenza della Regione - ci sono misure restrittive che si rendono necessarie in considerazione dell' andamento del contagio sul territorio siciliano". Pertanto, domani  rimarranno in vigore le disposizioni previste dal governo nazionale relative alla didattica, salvo in quei Comuni dove sono state già assunte iniziative diverse. 
- di Daniele Troilo

Vaccino, Arcuri: "Entro 10-15 giorni 1.500 sanitari in più"

"Noi siamo il Paese europeo che ha vaccinato di più in questa settimana rispetto alla nostra popolazione. Se non ci fossero i medici e gli infermieri, non saremmo riusciti a raggiungere questo risultato straordinario. Bastano i medici e gli infermieri che abbiamo messo a lavorare in questa settimana quando ci sarà la vaccinazione di massa? Certamente no, servono rafforzamenti. Abbiamo ricevuto 19.499 curricula sul sito pubblico. Confidiamo, come abbiamo deciso con le Regioni ieri, che i primi 1.500 tra medici ed infermieri arriveranno sui territori entro l'ultima decade di gennaio, cioè nei prossimi 10-15 giorni". Lo ha detto il commissario straordinario all'emergenza Covid Domenico Arcuri a 'Dritto e rovescio' su Rete 4. 
 
- di Daniele Troilo

Vaccino, Arcuri: "Già acquistate dosi per 30 milioni di italiani"

"L'acquisto centralizzato europeo è una bella pagina dell'Europa che deve continuare. Le 30 milioni di dosi che la Germania ha acquistato in più arriveranno alla fine delle forniture che sono destinate alla Ue. Ora abbiamo 40 milioni del vaccino Pfeizer e 20 milioni di Moderna. Il problema è avere le dosi più in fretta possibile". Lo ha detto il commissario straordinario all'emergenza Covid Domenico Arcuri a 'Dritto e rovescio' su Rete 4.
 
- di Daniele Troilo

Netanyahu, tutti israeliani vaccinati entro fine marzo

Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha assicurato che tutta la popolazione sopra i 16 anni sarà vaccinata "entro fine marzo, o forse anche prima" grazie all'accordo stretto con la Pfizer per il siero anti-Covid. Lo Stato ebraico il 23 marzo tornerà alle urne, per la quarta volta in due anni. La gestione della crisi del Covid è uno dei temi centrali della campagna elettorale. 
- di Daniele Troilo

Francia altri 21.703 casi e 277 morti, dati in calo

In Francia sono stati registrati altri 21.703 casi di coronavirus e 277 morti, dati in calo rispetto a quelli del giorno precedente (25.379 contagi e 283 decessi).
 
- di Daniele Troilo

Vaccino: somministrate 385557 dosi, 237800 donne 147757 maschi

Sono 385.557 le dosi di vaccino somministrate in Italia. Il dato è stato diffuso dal commissario per l'emergenza Covid dopo le 21 di oggi e viene precisato che i vaccinati sono 237.800 femmine e 147.757 maschi.
 
- di Daniele Troilo

Vaccini: oggi in Lombardia eseguiti 10.256

Nelle strutture sanitarie della Lombardia oggi sono state effettuate 10.256 vaccinazioni anti Covid. Il dato complessivo sale a oltre 34.500 somministrazioni dall'inizio della campagna. Lo rende noto Regione Lombardia. "I referenti della campagna vaccinale delle varie aziende lombarde - si legge in una nota della Regione - stanno completando in queste ore, come avviene quotidianamente, le procedure di trasmissione alle autorità nazionali dei dati riferiti all'attività svolta oggi". 
- di Daniele Troilo

Scuola, in Lombardia didattica a distanza alle Superiori fino a 24/1

"Preso atto - si legge in una nota della Regione - delle valutazioni e delle risultanze di carattere sanitario, connesse all'attuale diffusione del Covid, condivise con il Comitato Tecnico Scientifico lombardo, Regione Lombardia ha assunto l'orientamento di proseguire le lezioni per le scuole secondarie di secondo grado con la didattica a distanza al 100%". LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Scuola, in Lombardia didattica a distanza alle Superiori fino a 24/1. Leggi di più

Preso atto - si legge in una nota della Regione - delle valutazioni e delle risultanze di carattere sanitario, connesse all'attuale diffusione del Covid, condivise con il Comitato Tecnico Scientifico lombardo, Regione Lombardia ha assunto l'orientamento di proseguire le lezioni per le scuole secondarie di secondo grado con la didattica a distanza al 100%"
- di Steno Giulianelli

Sindaco Catania: scuole chiuse l'8 e 9 gennaio

Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha firmato un'ordinanza per la chiusura temporanea, nelle giornate di venerdi' 8 e sabato 9 gennaio, dei plessi scolastici di ogni ordine e grado del territorio comunale, incluse le scuole dell'infanzia e gli asili nido, per prevenire la diffusione del contagio da Covid-19. Il provvedimento e' stato adottato in attesa che vengano emanati gli atti con le decisioni del governo e della Regione che diano indirizzi univoci per l'intera Sicilia. 
- di Steno Giulianelli

Scuola, il sindaco di Palermo dispone chiusura temporanea

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, "al fine di fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19" ha stabilito, con propria ordinanza, la chiusura temporanea dei plessi scolastici di ogni ordine e grado, "da intendersi incluse le scuole dell'infanzia e gli asili nido, per i giorni 8 e 9 gennaio, nelle more che vengano emanati i provvedimenti del Governo nazionale e di quello regionale". Il provvedimento potra' essere prorogato.
- di Steno Giulianelli

Netanyahu: entro fine marzo vaccinati tutti gli israeliani

"Entro la fine di marzo saremo il primo Paese al mondo ad uscire dalla pandemia. Per quella data tutti gli israeliani che vorranno, sopra i 16 anni, saranno vaccinati". Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu annunciando l'imminente arrivo in Israele di una nuova "quantita' importante di vaccini Pfizer", oltre quelli giunti oggi con il primo carico di Moderna. L'operazione - ha aggiunto Netanyahu spiegando di aver parlato di nuovo con il presidente della Pfizer Albert Burla - e' stata chiamata 'Ritorno alla vita'.
- di Steno Giulianelli

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.