WWDC 2020: il nuovo iOS 14 e tutte le novità presentate da Apple

Tecnologia

Direttamente dall'Apple Park, ecco tutte le principali novità che Cupertino prevede da qui ai prossimi mesi, dal nuovo iOS 14 alle nuove versioni dei sistemi operativi per iPad e smartwatch, fino all'arrivo dei nuovi chip home made per i Mac

La 31esima edizione della Worldwide Developers Conference è un momento importante per gli addetti ai lavori, gli sviluppatori e gli appassionati del mondo tecnologico legato ad Apple, per conoscere tutto ciò che di significativo sta progettando il colosso di Cupertino da qui ai prossimi mesi. E come è stato, ad esempio, per la mega presentazione di Sony per PlayStation 5, anche in questo caso la WWDC si svolge online, direttamente dall’Apple Park, a causa delle misure di contenimento legate alla diffusione del nuovo coronavirus.

Arriva iOS 14

approfondimento

WWDC 2020, tutte le novità Apple del 22 giugno. FOTO

Alle 19 in punto, dallo Steve Job Theater, Tim Cook, numero uno di Apple, ha iniziato ufficialmente il keynote della WWDC 2020. "Si tratta di un evento che dovrà ispirare la futura generazione di sviluppatori", ha spiegato. La prima novità, come preventivato, riguarda proprio iOS 14, con l'introduzione dei widget e di micro cartelle legate a macro categorie. Cambierà il multitasking e ci sarà spazio per un nuovissimo wallpaper. In alto, nel dispositivo, si potrà trovare un campo di ricerca per trovare subito l'app che si desidera utilizzare. Ci sarà anche una "cartella" di applicazioni aggiunte di recente, per velocizzare il processo di utilizzo dei dispositivi. I widget avranno dimensioni diverse in base al tipo di widget stesso e potranno essere recuperati da un'apposita schermata, veicolati all'interno della schermata "home". C'è anche la possibilità di creare una sezione superiore dinamica, che mostra i widget di cui si ha bisogno in ogni momento della giornata. Da quanto è emerso, iOS 14 dovrebbe arrivare, considerando il comparto smartphone, da iPhone 6s alle versioni successive.

Un nuovo Siri e le mappe

Altra grande novità riguarda poi Siri, ridisegnata con un design più moderno e meno invasivo: comparirà nella parte bassa dello schermo quando verrà chiamato in causa l'assistente vocale e senza oscurare tutto quello che è presente sullo schermo del dispositivo. Siri migliorarà nel riconoscimento della voce, della lingua e nella traduzione. E poi ancora verrano introdotti i Pin, per avere le conversazioni con le persone più importanti sempre nella parte alta dello schermo. Capitolo Memoji: ci saranno tante altre opzioni rispetto al passato, personalizzazioni e più espressioni tra cui scegliere. Arrivano anche nuove mappe, nuove funzionalità per CarPlay e per l'App Store . Con iOS 14, ad esempio, l'app mappe vede l'introduzione di nuovi brand per offrire all'utente punti di interesse, recensioni e raccomandazioni su posti da visitare, luoghi in cui mangiare o in cui fare una gita. Si potranno ottenere consigli sulla direzione da prendere per arrivare in un determinato punto anche con la bicicletta, funzione che si aggiunge a quella già prevista per mezzi di trasporto pubblico o auto. Su CarPlay arrivano gli sfondi e nuove funzioni, con le chiavi che diventano totalmente digitali su iPhone, permettendo di aprire l'auto e di metterla in moto appena si appoggia lo smartphone sulla ricarica wireless del mezzo. Su App Store ecco App Clips con cui si possono scoprire nuove appllicazioni senza installarle del tutto. E' possibile lanciarle anche dalla Home dei dispositivi per scaricarle del tutto dallo store di Apple. Questa funzione permette anche agli utenti di effettuare i pagamenti tramite Apple Pay e trasforma il colosso di Cupertino in un “intermediario” tra il cliente e l’azienda, come ha spiegato Jack Nicas, reporter del New York Times su Twitter.

Le novità per iPad e smartwatch

approfondimento

Apple Glass e Headset: i progetti di Apple con AR e VR

Sul fronte software, Apple ha presentato anche il nuovo iPadOS 14, la nuova versione del sistema operativo mobile dedicato al tablet di Cupertino. Molte novità sono direttamente legate a quelle già presentate da iOS 14, con il supporto ai widget nella schermata home, la nuova interfaccia di Siri e App Clips. Le applicazioni di sistema potranno sfruttare al massimo lo spazio a disposizione: foto, file e note, ad esempio, presentano una barra laterale che permette di accedere rapidamente alle principali funzioni. Novità riguarderanno anche la gestione delle chiamate: si dirà addio alll'interfaccia a schermo intero in luogo di un layout che sarà meno presente. Arriva anche watchOS 7, l'ultima versione del sistema operativo di Cupertino dedicato al mondo degli smartwatch. La novità più importante riguarda una funzione che "coccola" l'utente, accompagnandolo verso la fase di sonno, che potrà anche essere monitorato in tutto e per tutto. In relazione al Covid-19, ecco il timer che scandisce il tempo per segnalare il corretto lavaggio delle mani.

La privacy

Nel corso del keynote uno spazio importante è stata dedicata alla questione privacy. Con l'arrivo di iOS 14, verranno introdotte nuove funzioni per proteggere i propri dati. Ad esempio, tra i vari update, verrà introdotta un'icona che permette di comprendere quando un'applicazione sta utilizzando la videocamera del proprio dispositivo. 

Le novità per macOs e le AirPods Pro

Tra le novità più attese, ecco che Apple ha annunciato macOS 10.16 Big Sur, un importante aggiornamento del sistema operativo macOS destinato ai portatili MacBook e ai sistemi desktop iMac e Mac mini. L'introduzione di macOS 10.16 Big Sur fornirà un'evidente aggiornamento dell'interfaccia utente, per un'esperienza definita "più fluida". Tutte le applicazioni verrano praticamente rivisitate, mentre, ad esempio, la barra del menu diventerà trasparente. Verrà integrato un nuovo control center e cambierà il menù che riguarda le notifiche ed i widget, anch'essi del tutto rivisti. Quindi ecco le novità che riguardano AirPods Pro, in cui verrà implementata una particolare funzione, capace di rendere ancora più realistica e coinvolgente l'esperienza di ascolto. Si tratta di "spatial audio", che nelle intenzioni degli sviluppatori intende generare un ambiente sonoro in 3D.

I nuovi chip

approfondimento

Coronavirus, Apple-Google: pronto tracciamento dei contagi. SCHEDA

"È un giorno storico per il Mac, lo portiamo a un nuovo livello" ha spiegato Tim Cook, annunciando il nuovo processore Apple Silicon per Mac. Ci vorranno due anni per il primo dispositivo con il nuovo chip ma Apple ha confermato le indiscrezioni sul passaggio ai processori basati sulla tecnologia ARM Ltd, quelli in uso su iPhone e iPad. Si tratta di un notevole passo in avanti, una novità che permetterà di unire prestazioni software elevate e consumi ridotti e semplificherà i porting su Mac delle app sviluppate proprio per iPhone e iPad. Nel corso della presentazione, tra l'altro, è stato presentato il kit di sviluppo basato su un Mac mini con SoC A12Z, 16GB di memoria e SSD da 512GB. Sul portale "The Verge", comunque, è possibile approfondire tutte le novità emerse nel corso dell'evento, terminato dopo circa due ore abbondanti di presentazione.

Tecnologia: I più letti