Governo, verso elezioni. Scontro caro energia, Salvini: decreto settimana prossima in cdm

©Ansa

Il leader della Lega: "Concorro per diventare premier". E sul caro energia: "Serve scostamento di bilancio di 30 miliardi". Scontro Conte-Letta. Il segretario Pd twitta: "Con quale credibilità chi 37 giorni fa ha fatto cadere il governo pretende oggi misure per la crisi energetica?". La replica del leader M5s: "Mentre noi incalzavamo Draghi proponendo soluzioni contro carobollette e stipendi bassi, forse eri distratto tra furia bellicista per il conflitto in Ucraina, armi e inceneritori da piazzare nei decreti"

1 nuovo post

Carfagna: "Su combustibili fossili superficialità Pd"

"L'alternativa secca tra combustibili fossili e fonti rinnovabili, come la pone il Pd, stupisce per la sua superficialità: un'Italia senza combustibili fossili si fermerebbe da domani. Invece di aprire inutili referendum ideologici su un'emergenza che minaccia famiglie e imprese, attiviamo il rigassificatore di Piombino e ogni altra misura utile al Paese". Lo dichiara Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale. 
- di Redazione Sky TG24

Gubitosa (M5s), siamo ancora unica vera alternativa

"Partiamo dal Sud, partiamo dai temi dei cittadini. Ripartiamo dai nove punti che avevamo dato a Draghi. Tra questi c'era anche lo sblocco di tutti i crediti delle imprese del superbonus. E partiamo anche dai nostri temi come il reddito di cittadinanza e l'aiuto alle fasce deboli". Così il vicepresidente del M5s, Michele Gubitosa, a margine di un appuntamento elettorale a Salerno. Quanto agli equilibri con il Pd, Gubitosa ribadisce che "a queste elezioni andiamo da soli". E aggiunge: "Ho visto che qualcuno, lato Pd, vuol far passare un bipolarismo tra il centrosinistra e il centrodestra. La realtà è che il bipolarismo vero è Letta-Meloni insieme da un lato e tutta l'accozzaglia di partiti che abbiamo visto dall'altra parte. Il Movimento Cinque Stelle che, anche questa volta, è l'unica vera alternativa". 
- di Redazione Sky TG24

Salvini a Saviano: "Soldi russi a comunisti non a Lega"

"Io ho sempre difeso l'interesse nazionale italiano, nel mio Paese e nel mondo, a testa alta. A prendere i soldi dei russi per anni sono stati i comunisti tanto cari a Saviano, non certo i leghisti. Da ministro ho combattuto le mafie coi fatti, con leggi e sequestri, abbattendone ville e confiscandone patrimoni. C'è chi chiacchiera e copia, c'è chi fa e ottiene risultati". Lo scrive sui social il leader della Lega, Matteo Salvini, che annuncia una querela nei confronti dello scrittore e giornalista. "Caro Roberto, hai vinto una querela che spero servirà a
portare soldi a qualche associazione di volontariato che combatte la mafia coi fatti, non con le parole", aggiunge Salvini. 
- di Redazione Sky TG24

Orlando: "Salvini su delocalizzazioni? Ormai vale tutto"

"È proprio vero che in campagna elettorale vale tutto se Salvini oggi arriva persino a dire che le imprese, multinazionali e nazionali, non possono licenziare e andare all'estero come se nulla fosse. Ma dov'era quando lavoravamo a soluzioni che impedissero delocalizzazioni selvagge e licenziamenti di massa? Era con il suo partito, la Lega, a opporsi a qualsiasi soluzione proponessimo. Perché Salvini e la Destra non sono andati allora davanti alle fabbriche a dire che erano d'accordo con noi? Semplicemente perché non era vero e hanno fatto di tutto per impedire di salvare i lavoratori di quelle imprese. Noi proteggiamo i lavoratori, loro continuano a fare propaganda". Lo scrive su Facebook il ministro del Lavoro ed sponente del Pd Andrea Orlando, in replica alle parole del leader leghista. 
- di Redazione Sky TG24

Bini (Pd): "Destra pensa tornaconto no interesse generale"

"Conte, Meloni, Berlusconi, Salvini hanno buttato giù il governo Draghi un mese fa. Ora chiedono al governo interventi urgenti sull'energia per gli aumenti che già sapeva ci sarebbero stati e per i quali era fondamentale un esecutivo nel pieno delle proprie funzioni". Lo afferma Caterina Bini, sottosegretaria di Stato per i rapporti con il Parlamento e senatrice Pd, candidata nei collegi plurinominali della Toscana alla Camera. "Invece no - prosegue - siamo in campagna elettorale. Ma almeno diciamo la verità sulle responsabilità, sulla mancata coerenza, sull'ipocrisia di chi ha pensato solo al proprio tornaconto e non all'interesse del Paese".
- di Redazione Sky TG24

Boccia (Pd) a Lega: "Sanità pubblica non si tocca"

"La proposta del candidato della Lega Mastrangelo di tagliare i fondi alla sanità per darli allo sport fa rabbrividire". Così Francesco Boccia, responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale del Pd e capolista al Senato in Puglia. "Il Covid alla destra non ha insegnato nulla? Nessuno mette in
dubbio la funzione sociale e l'importanza dello sport ma la sanità pubblica non si tocca. Abbiamo un programma chiaro di potenziamento e rafforzamento degli investimenti in favore degli sport olimpici non professionistici, così come il potenziamento di tutte le strutture sportive pubbliche legate alle scuole e alle società sportive locali. Ma se la Lega smania così tanto da proporre tagli alla sanità per trasferire immediatamente risorse nella direzione auspicata da Luigi Mastrangelo, ci sarebbero da utilizzare i 49 milioni che Salvini&Co hanno negato al fisco, no? Che ne pensano Mastrangelo e Salvini?", conclude Boccia.
- di Redazione Sky TG24

Conte a Letta,M5s incalzava Draghi ma tu in furia bellicista

"Enrico rispondo alla tua domanda: mentre noi incalzavamo Draghi proponendo soluzioni straordinarie e tempestive contro il carobollette e gli stipendi troppo bassi, forse tu eri distratto tra furia bellicista per il conflitto in Ucraina, armi e inceneritori da piazzare nei decreti". Così il leader del M5s, Giuseppe Conte, risponde al segretario del Pd, Enrico Letta. "Se avessi sostenuto quelle nostre proposte - scrive su Facebook - ora avremmo soluzioni per imprese e famiglie: nel Conte II con un Pd più attento a questi temi lo abbiamo fatto". 
- di Redazione Sky TG24

Lorenzin (Pd), 'Lega sciagurata vuole tagliare fondi a sanità'

"Il capo del Dipartimento dello sport della Lega dice che i fondi alla sanità sono 'tantissimi' e per questo possono essere tagliati a favore dello sport. La posizione della Lega è togliere risorse al fondo sanitario nazionale per darne un pezzetto allo sport, un altro a qualcos’altro ed ecco che la sanità torna ad essere la Cenerentola dell’agenda politica italiana, fino alla prossima emergenza!". Lo dichiara in una nota la deputata del Pd Beatrice Lorenzin che spiega: "Il Pd vuole, invece, far crescere gradualmente il fondo sanitario per rispondere alle esigenze di salute di una popolazione sempre più anziana, assumere e formare il personale sanitario, diminuire le liste d’attesa, risolvere l’emergenza della carenza dei medici di famiglia e della rete d’urgenza, potenziare le nostre reti ospedaliere e territoriali e investire su innovazione e ricerca". "Non dimentichiamo con un colpo di spugna la drammatica lezione del Covid!”, conclude l'ex Ministro della salute.
- di Redazione Sky TG24

Marcucci, da Meloni bugie su rigassificatore Piombino

"Fratelli d'Italia fa il doppio gioco, il partito della Meloni racconta bugie a Piombino. Il sindaco Ferrari sbandiera la sua opposizione al rigassificatore, dopo il 25 settembre la leader di Fdi cambierà idea. Non bisogna avere paura di contribuire all'interesse nazionale". Lo afferma il senatore Pd Andrea Marcucci candidato dem nel collegio Senato di Viareggio, Pisa, Livorno. "Io penso - continua - che il rigassificatore si debba fare, come dice il Presidente Giani, naturalmente nelle condizioni di massima sicurezza per i cittadini e con un piano futuro di interventi. Non si può dire, come fa la Meloni, si a rigassificatori ma no a Piombino, così si ingannano gli elettori".
- di Redazione Sky TG24

Crippa, sinistra disperata getta fango su Lega

"La sinistra è disperata, non solo non ha uno straccio di programma ma passa le giornate a gettare fango su Matteo Salvini e sulla Lega. Stiamo davvero toccando il fondo: accusano noi di voler decurtare la sanità quando i responsabili del taglio di ben 37 miliardi in 10 anni sono loro, da Mario Monti nel 2012 a Giuseppe Conte, passando per Letta nel 2013 e Matteo Renzi nel 2015. Il 25 settembre è vicino e grazie al voto degli italiani si volterà pagina". Lo dichiara il deputato Andrea Crippa, vicesegretario federale della Lega.
- di Redazione Sky TG24

Sgarbi, io candidato contro il Green Pass

"La mia candidatura non è del centro destra e basta, è dei cittadini che vogliono essere liberi contro il Green Pass e contro il coprifuoco". Lo ha detto il senatore uscente e critico d'arte Vittorio Sgarbi, candidato a Bologna al Senato (uninominale) contro il senatore uscente Pier Ferdinando Casini, candidato con la coalizione di centro sinistra. "Al tempo, ho parlato a lungo di questo con Giorgia Meloni - ha proseguito - e lei disse che non si capiva ragione al mondo per chiudere i ristoranti alle 6. I ristoranti possono avere cento persone al giorno e chiudere ad orari normali". "Questa è ancora la sua posizione", ha concluso, elogiando "la lucidità della visione semplice della leader di Fratelli d'Italia". 
- di Redazione Sky TG24

Becchetti (Lega),Pd Lazio dilaniato, chi sa parli!

 "Lo spettacolo indecente che il Pd sta dando di sé nel Lazio è lo specchio di un partito dilaniato all'interno, opaco nelle sue scelte, incapace di offrire agli elettori proposte di contenuto. Registriamo ogni giorno dichiarazioni e interviste, oggi a Sara Battisti sul 'Corriere della Sera', con risposte allusive, inquietanti, piene di segnali che nulla hanno a che vedere coi bisogni reali di famiglie e imprese, mentre i commercianti romani sono costretti a esporre le bollette sulle vetrine. Risposte che sul 'caso Ruberti' non spiegano nulla, che aumentano le ombre invece di diradarle". Dichiara in una nota Alfredo Becchetti, coordinatore della Lega a Roma e candidato nel collegio proporzionale di Roma 3.  "Emerge, infatti, che tutti sapevano nel Pd, non soltanto i dirigenti ma un'intera rete clientelare che tace e ha taciuto, per omertà e forse complicità. Ci voleva la diffusione di un video per scoprirlo? Ora basta, chi sa parli!", conclude.
- di Redazione Sky TG24

Sanità, Bellanova a Lega: "Da tagliare sono solo liste d'attesa"

"Chi come la Lega propone tagli alla sanità non ha imparato nulla della lezione che il Covid e la pandemia ci hanno dato. L'unico taglio da fare è diminuire le liste di attesa, potenziando il settore sanitario, utilizzando le risorse del Mes per tutti i cittadini". Così la presidente di Italia Viva Teresa Bellanova.
- di Redazione Sky TG24

Salvini: "Europa può intervenire su caro bollette"

L'Europa sul caro bollette "se vuole può intervenire oggi pomeriggio mettendo un tetto europeo al prezzo del gas. Però alcuni Paesi (Germania e Olanda) dicono no. Noi non possiamo aspettare i loro comodi: quindi, quello che si può fare adesso è mettere un limite nazionale all'aumento dei costi". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini a margine di un evento elettorale a Barletta. "Ieri ero in Basilicata e grazie a un accordo tra Regione ed Eni voluto dalla Lega, dal primo ottobre, i cittadini della regione pagheranno il gas zero come materia prima per almeno tre anni. Avranno la bolletta del gas più bassa di tutta Italia. Se si fa in Basilicata, penso si possa fare in Puglia trattando con le aziende come Eni, Enel, Iren, A2A, con chi produce petrolio o lo raffina", ha aggiunto Salvini. Che ha concluso: "Ecco, chiedere a queste aziende di guadagnare un pochino di meno per abbassare le bollette e' una cosa che il governo può fare già da oggi".
- di Redazione Sky TG24

Energia, Letta: "Chi fece cadere Draghi ora pretende misure"

"Con quale credibilità chi trentasette giorni fa ha fatto cadere il Governo Draghi pretende oggi dal Governo Draghi misure per la crisi energetica? #Salvini #Berlusconi #Conte". Lo scrive su Twitter il segretario del Pd, Enrico Letta. 
- di Redazione Sky TG24

Calenda: "Time out e confronto su caro bollette"

"Lo ripeto: abbiamo bisogno di un time out e un confronto tra i partiti su come intervenire sulle bollette. Il no gas di Letta e la proposta di Meloni non reggono. Troviamo un accordo per il bene dell'Italia". Lo ribadisce via Twitter il leader di Azione, Carlo Calenda, rilanciando la proposta di uno stop temporaneo alla campagna elettorale per un confronto su come intervenire subito contro il caro energia. 
- di Redazione Sky TG24

Berlusconi: "In Campania contiamo su grande risultato"

"Non è certo per caso che io abbia deciso di guidare la lista di Forza Italia al Senato nella circoscrizione Campania 1. Si tratta di una scelta, un atto d'amore per la vostra terra. In Campania Forza Italia conta infatti molto di avere un grande risultato ed è presente con candidature di alto livello, a cominciare da quella del nostro coordinatore nazionale Antonio Tajani, figura di grande prestigio internazionale". Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo telefonicamente a una iniziativa elettorale di Tajani a Vietri sul Mare (Salerno). 
- di Redazione Sky TG24

Gualtieri: "Convincente proposta Pd su accesso scuola"

"L'accesso universale e gratuito alla scuola per tutte le bambine e i bambini a partire dai tre anni è una delle proposte più convincenti del programma del Partito democratico per le prossime elezioni perché si tratta di una misura di uguaglianza che garantisce l'accesso alla scuola dell'infanzia a tutti, anche a quelle famiglie che oggi non ce la fanno, perché l'educazione già nei primi anni di vita favorisce risultati migliori nel futuro ed è dunque un importante strumento di uguaglianza e lotta alla povertà educativa". Lo scrive su Facebook il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. 
- di Redazione Sky TG24

Bonelli si sposa: "Oggi stop campagna elettorale"

"Stop campagna elettorale. Oggi mi sposo". Angelo Bonelli, co-portavoce di Europa verde, annuncia il suo matrimonio via Twitter, postando la foto delle fedi nuziali. Tra i primi ad esprimere le proprie congratulazioni, sempre via social, il segretario del Pd Enrico Letta, che scrive: "Auguri".
- di Redazione Sky TG24

Conte: "Per Salvini leva risolve problemi giovani, destra per studenti con armi"

"Occhio ragazzi, voi pensavate che i vostri problemi fossero la disoccupazione, il precariato, gli affitti e i mutui alle stelle: nulla di tutto questo. Per Salvini il problema è che non c'è più la leva militare obbligatoria. Quindi tutti voi in fila a far di nuovo il militare per un anno". Così il leader del M5s, Giuseppe Conte, in un video su Instagram in cui si rivolge ai giovani. "E guardate che gli amici di Salvini e Meloni in Polonia si sono mossi in tale direzione: hanno introdotto obbligatoriamente nelle scuole l'insegnamento della disciplina militare e dell'uso delle armi, un progetto in controtendenza con le istanze degli esperti, secondo cui gli eserciti non hanno bisogno di quantità ma di qualità e competenze", prosegue l'ex premier. Che conclude: "Quindi ci siamo sbagliati tutti: pensavamo che nelle nostre scuole mancassero aule, dotazioni informatiche, strutture sportive, invece no, mancavano poligoni di tiro". 
- di Redazione Sky TG24