Philadelphia, proteste contro Starbucks per arresto afroamericani

Decine di persone davanti alla caffetteria dove due afroamericani sono stati arrestati senza apparente motivo. Gli uomini affermano di aver chiesto di usare il bagno ma i dipendenti della caffetteria hanno negato loro l'accesso e hanno chiamato la polizia. FOTO
  • ©Getty Images
    “Il caffè di Starbucks è contro i neri”. Questo è uno dei tanti slogan intonati dai manifestanti davanti al punto vendita di Starbucks a Philadelphia dove lo scorso giovedì si è verificato un presunto episodio di discriminazione razziale ai danni di due cittadini afroamericani - Arrestati da Starbucks, proteste a Philadelphia
  • ©Getty Images
    L'episodio si è verificato lo scorso 12 aprile quando dipendenti di Starbucks hanno chiamato la polizia accusando due clienti di disturbo e violazione della proprietà. Una volta arrivati, gli agenti hanno scoperto che i due uomini di colore avevano chiesto di usare il bagno ma gli era stato negato l'accesso alla toilette perché non avevano consumato nulla - Usa: aumentano i "gruppi di odio", ma calano i consensi per il KKK
  • ©Getty Images
    I dipendenti avevano chiesto ai due di andarsene ma loro avevano rifiutato e avevano continuato a farlo anche quando a chiederglielo erano stati i poliziotti. Gli agenti a quel punto li hanno arrestati, ammanettati e portati in centrale per essere identificati - Trump si difende dalle accuse: "Non sono razzista"
  • ©Getty Images
    Dopo otto ore i due sono stati rilasciati senza nessuna incriminazione, come ha sottolineato il loro avvocato, Lauren Wimmer, puntualizzando che il procuratore non aveva trovato nessuna prova di un crimine commesso - Trump contro Jay-Z: "Disoccupazione tra afroamericani mai così bassa"
  • ©Getty Images
    L'episodio è stato reso noto da un video amatoriale girato dalla cliente Melissa DePino e diventato virale in rete. "Questi ragazzi non hanno mai alzato la voce - ha raccontato DePino - non hanno fatto nulla di lontanamente aggressivo, ero seduta molto vicino a loro, non hanno fatto niente" - Il video di Melissa DePino pubblicato su Twitter
  • ©Getty Images
    La protesta è montata anche sui social con l'hashtag #BoycottStarbucks - Volantini con propaganda razzista, tre condanne a tre mesi di carcere
  • ©Getty Images
    Cittadini sono scesi in strada contro Starbucks anche a distanza di alcuni giorni, con cartelli e slogan intonati davanti alla caffetteria al centro dell'episodio. "Non vogliamo che questo punto vendita Starbucks realizzi alcun guadagno oggi. Questo è il nostro obiettivo", ha detto Abdul-Aliy Muhammad, uno degli organizzatori della protesta e co-fondatore di Black and Brown Workers Collective - Tweet razzisti, il New York Times licenzia giornalista appena assunta
  • ©Getty Images
    Immediate le scuse di Starbucks. Il ceo Kevin R. Johnson ha condannato il comportamento dei dipendenti del negozio: "Mi scuso personalmente. Chiamare la polizia è stato un atto inappropriato", ha detto. "Il video girato dai clienti è duro da vedere, le azioni descritte non rappresentano la missione di Starbucks e i nostri valori", ha aggiunto il dirigente ribadendo la volontà di porgere direttamente le scuse ai due uomini coinvolti nella vicenda - Usa, tensione tra manifestanti di destra e sinistra a Berkeley. FOTO
  • ©Getty Images
    Starbucks da giorni ha fissato sui propri profili social messaggi di scuse e chiarimento - Commenti sessisti e razzisti: Facebook chiude chat impiegati pro-Trump
  • ©Getty Images
    La società, ha detto Johnson, "è fermamente contraria" alla profilazione razziale e sta indagando l'accaduto". "Sfortunatamente, le nostre pratiche e formazione hanno portato a un cattivo risultato, le basi per la telefonata al dipartimento di polizia di Philadelphia erano sbagliate. Il manager del negozio non ha mai voluto che questi uomini venissero arrestati e non si sarebbe mai dovuti arrivare a questo" - Virginia, auto contro corteo antirazzista: un morto. Quattro arresti
  • ©Getty Images
    Anche il sindaco di Philadelphia, Jim Kenney, ha criticato il comportamento del personale di Starbucks. "Sono molto preoccupato per l'incidente - ha detto Kenney -. So che Starbucks sta riesaminando la situazione e lo faremo anche noi. La polizia sta conducendo un'inchiesta interna". Il sindaco ha poi aggiunto: "Mi addolora vedere Philadelphia nei titoli per un episodio del genere" - Strage di Charleston, condannato 22enne: rischia la pena di morte
  • VEDI ANCHE

    Roma, Papa Francesco visita San Paolo della Croce a Corviale. FOTO

    Sfoglia la gallery >

    Oppure

    VAI ALLA SEZIONE FOTO

SCELTI PER TE