Guerra Ucraina Russia, news. Cremlino: Putin rifiuta condizioni Biden per negoziati

©Ansa

"Sono pronto a parlare con Putin se mostra segnali di volere cessare la guerra, ma finora non lo ha fatto". Così Biden. Pronta la risposta del Cremlino secondo cui il leader russo rifiuta le condizioni del presidente Usa. "La via preferita è la diplomazia, ma gli Stati Uniti devono riconoscere come territorio della Federazione le regioni ucraine recentemente annesse", dice Peskov. Gli ambasciatori degli Stati Ue hanno raggiunto un accordo sul price cap al petrolio russo che è stato fissato a 60 dollari al barile

1 nuovo post
Botta e risposta tra Biden e il Cremlino sul tema negoziati. Il leader russo rimane 'aperto a colloqui', ma per Mosca, sostiene il Cremlino, è impossibile accettare la condizione posta dagli Usa per le trattative sull'Ucraina, cioè che prima le truppe russe lascino il territorio ucraino. Il presidente Usa aveva aperto alla possibilità di parlare con Putin, purché mostri "segnali di volere cessare la guerra'. E nell'incontro con Macron si è parlato anche di una conferenza internazionale a Parigi il 13 dicembre per raccogliere aiuti per Kiev. Non è servita a far decollare il dialogo una telefonata tra Putin e il cancelliere tedesco Scholz. Il capo del Cremlino ha definito 'distruttiva' la linea dei Paesi occidentali, 'compresa la Germania', accusandoli per le armi fornite a Kiev. Intanto, si lavora ancora ad un'intesa a livello europeo sul price cap per il gas. Raggiunto, invece, un accordo per quello al prezzo del petrolio russo via mare: tetto fissato a 60 dollari al barile. Grossi (Aiea) a Sky TG24: "A Zaporizhzhia pericolo nucleare imminente".

Gli approfondimenti:

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Questo liveblog finisce qui. Per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo live di sabato 3 dicembre

- di Redazione Sky TG24

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Guerra in Ucraina, Grossi (Aiea) a Sky TG24: "A Zaporizhzhia pericolo nucleare imminente"

Il direttore generale dell’Aiea: "Sto lavorando alla creazione di una zona di protezione della centrale nucleare per evitare attacchi e danni". E annuncia che tornerà presto in Russia e in Ucraina per cercare un accordo sulla messa in sicurezza della zona attorno ai reattori. L'INTERVISTA
- di Redazione Sky TG24

Bollette gas, prezzo consumi in aumento del 13,7% a novembre 2022

Nel mese appena concluso il prezzo della materia prima è fissato in 91,2 euro al Megawattora. Negli ultimi 12 mesi l'aumento in bolletta è stato del +63,7%. LEGGI L'ARTICOLO
- di Redazione Sky TG24

A quanto ammontano le bollette dei Comuni italiani?

Un’elaborazione del Csel per Adnkronos (basata su dati Mef-Siope) riferita al periodo 2018-2021, quindi prima dell’attuale crisi energetica, rivela che in media la spesa delle amministrazioni per elettricità, gas, illuminazione pubblica e altri servizi ammonta a 30mila euro al mese. Roma è in cima alla graduatoria con oltre 9 milioni di euro mensili. In relazione al numero di abitanti però è Venezia quella che ha pagato di più (77 euro all’anno per residente). LA CLASSIFICA
- di Redazione Sky TG24

"Ecco perché la Russia rischia di sprofondare nel caos": l'analisi dell’Economist

Dal 24 febbraio Putin ha incassato delusioni e frustrazioni sul campo e ora Mosca rischia di diventare ingovernabile. È quanto sostiene il Russian editor dell’Economist, Arkady Ostrovsky. L'ANALISI
- di Redazione Sky TG24

Sciopero benzinai, stop dal 13 al 16 dicembre nelle aree di servizio in autostrada

L’agitazione di 72 ore è stata proclamata dalle organizzazioni di categoria dei gestori degli impianti autostradali, Faib, Fegica ed Anisa. Alla base la bozza di un decreto interministeriale e lo "stato di assoluto degrado a cui sono state sottoposte le aree di servizio autostradali, sia in termini di prezzi dei carburanti e della ristorazione, del tutto abnormi e fuori mercato, sia in termini di standard qualitativi". LE COSE DA SAPERE
- di Redazione Sky TG24

Gas russo in Europa, +40% di forniture via nave da febbraio a ottobre

Lo ha riportato il Financial Times, che spiega come l'import europeo via mare sia salito a livello 'record' nei primi 10 mesi di quest'anno. LEGGI L'ARTICOLO
- di Redazione Sky TG24

Mattarella avverte: "Siamo a bivio tra guerra e pace"

"Ancora una volta siamo di fronte al bivio. Cosa permette di guardare al progresso dell'umanità? La guerra o la pace?". Sergio Mattarella usa una domanda retorica
per richiamare di nuovo l'attenzione sul conflitto ucraino, proprio mentre da Washington Joe Biden ed Emmanuel Macron lanciano una conferenza internazionale di pace a Parigi il 13 dicembre, che non risolve ma muove per la prima volta le acque in direzione di una trattativa diplomatica multilaterale.
Proprio Mattarella tra i primi leader europei, a Strasburgo a fine aprile, lanciò la proposta di una conferenza sul modello di quella di Helsinki per disegnare una road map di superamento del conflitto. Il Capo dello Stato apre i lavori dell'ottava edizione dei Medietrranean dialogues davanti ai presidenti della Mauritania
Mohamed Ould Ghazouani, e del Niger Mohamed Bazoum, al ministro
degli Esteri Antonio Tajani, all'ad di Eni Claudio Descalzi. Dopo il suo intervento viene letto un messaggio di papa Francesco che mette l'accento sui "danni incalcolabili" del conflitto ucraino a cui si aggiungono le ripercussioni sul fronte umanitario e alimentare che colpiscono "un numero crescente di persone in tutto il mondo, soprattutto nei Paesi più poveri". Dopo "l'inaccettabile aggressione" russa all'Ucraina, "dobbiamo partire dai principi posti alla base della nostra convivenza
civile e fondati nel quadro delle Nazioni Unite" esorta il Presidente. "Per consolidare il sistema multilaterale e rendere più democratico, occorre fare riferimento alla uguaglianza fra gli Stati, rifuggendo da una polarizzazione a livello internazionale e da una esasperazione di diversità, certo esistenti, che un dialogo efficace può contribuire a ridurre".
- di Redazione Sky TG24

Banksy, opere realizzate in Ucraina rivendicate con un video sui social

Le immagini sono comparse su Instagram accompagnate dalla scritta: “In solidarietà con il popolo ucraino”.
- di Redazione Sky TG24

Guerra in Ucraina, Kiev al buio e senza riscaldamento. FOTO

Nella capitale ucraina, colpita dai bombardamenti russi, il 70% delle abitazioni non ha la corrente elettrica. L'approvvigionamento di acqua, pur funzionando, presenta problemi in alcune zone. Le squadre di riparazione e di emergenza stanno lavorando per ripristinare anche i riscaldamenti.
- di Redazione Sky TG24

Ucraina, Borrell: '1.100 soldati Kiev addestrati da Ue'

Sono già 1100 i soldati ucraini addestrati dall'Ue. Il dato è stato fornito dal capo della diplomazia europea, Josep Borrell, in occasione della visita al campo di addestramento a Brzeg in Polonia. 
Decisa il 14 novembre, la missione europea di addestramento militare è partita il giorno successivo. In totale vi saranno 15mila soldati ucraini addestrati da 20 paesi. Diversi stati Ue avevano già avviato loro programmi di addestramento in accordo con Kiev. 
- di Redazione Sky TG24

Odessa, esplode ordigno in un'auto, 8 feriti

Otto persone, fra cui cinque poliziotti, sono rimaste ferite a Odessa per l'esplosione di un ordigno che si trovava nel bagagliaio di un'auto, nel parcheggio dell'ufficio regionale dei servizi d'emergenza. Lo riferisce Ukrainska Pravda, citando il portale locale di notizie Dumska e la radio pubblica Suspilne.
A quanto si legge una pattuglia di poliziotti ha fermato un'auto Dodge e individuato l'ordigno nel bagagliaio. Quando sono arrivati i rinforzi del team investigativo, l'ordigno è esploso. Due dei poliziotti feriti sono in condizioni gravi.
- di Redazione Sky TG24

Grossi (Aiea): in vista nuovo incontro con Putin

Il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) Rafael Grossi, che partecipa alla conferenza internazionale "Dialoghi mediterranei" a Roma, ha detto a un corrispondente della Tass che sono in corso trattative per organizzare un nuovo incontro con il presidente russo Vladimir Putin. Secondo Grossi, il capo del Cremlino è a conoscenza della situazione nella centrale nucleare di Zaporozhzhia. "Non so esattamente quando, continueremo a negoziare: ovviamente, avrò bisogno di incontrarlo di nuovo", ha detto. In un'altra intervista, citata da Tass, Grossi aveva detto di sperare che entro la fine dell'anno sia trovata una soluzione per la sicurezza della centrale nucleare, non escludendo prossimi incontri con Putin e con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.
 
- di Redazione Sky TG24

Ucraina, Grossi a Sky TG24: a Zaporizhzhia pericolo nucleare "imminente"

"Il pericolo è imminente perché quasi ogni giorno ci sono attacchi o interruzioni della fornitura di elettricità": lo ha detto a Sky TG24 il direttore  generale dall'Agenzia internazionale per l'energia atomica Rafael Mariano Grossi, parlando della situazione a Zaporizhzhia. "La centrale, che è la più grande in Europa, comincia a funzionare con i generatori di emergenza", ha aggiunto il diplomatico argentino, una situazione, "senza precedenti", "del tutto inaccettabile per un impianto industriale di questa dimensione e con il materiale nucleare che vi si trova". LEGGI L'INTERVISTA
 
- di Redazione Sky TG24

Ucraina, Kiev riceve sistema difesa antiaerea Hawk dalla Spagna

L'Ucraina ha ricevuto la prima consegna di sistemi di difesa aerea a medio raggio Hawk dalla Spagna. Lo ha annunciato il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov al termine di un incontro con la collega spagnola Margarita Robles a Odessa. I soldati ucraini sono già stati addestrati in Spagna all'uso di questo sistema di difesa e sono previsti altri arrivi di Hawk in Ucraina. Entrato in servizio negli anni sessanta, il sistema Hawk è di fabbricazione americana ed è stato ripetutamente modernizzato. Tuttavia molti paesi Nato ne hanno abbandonato l'uso. 
- di Redazione Sky TG24

Gas, Coldiretti: aumento pesa su famiglie e imprese in crisi 

L'aumento delle bollette del gas pesa su imprese e famiglie costrette a fare i conti con costi energetici fuori controllo. E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento all' aumento della bolletta del gas a novembre comunicata dall'Arera. La spesa energetica ha un doppio effetto negativo perché - sottolinea l'organizzazione agricola - riduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumenta anche i costi delle imprese particolarmente rilevanti per l'agroalimentare con l'inverno. Il costo dell'energia - continua Coldiretti - si riflette infatti in tutta la filiera e riguarda sia le attività agricole ma anche la trasformazione e la distribuzione. La produzione agricola e quella alimentare in Italia assorbono - conclude l'organizzazione - oltre l'11% dei consumi energetici industriali totali per circa 13,3 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti (Mtep) all'anno, secondo l'analisi della Coldiretti sulla base dei dati Enea.
- di Redazione Sky TG24

Ucraina, Onu indaga se attacchi infrastrutture crimini guerra

La commissione d'inchiesta indipendente nominata dalle Nazioni Unite per indagare sull'invasione dell'Ucraina sta cercando di stabilire se gli attacchi russi alle infrastrutture, innanzitutto quelle legate all'energia, costituiscano crimini di guerra; e se così fosse la commissione farà del suo meglio per garantire che questi crimini non rimangano impuniti: lo ha detto il colombiano Pablo de Greiff, uno degli esperti, che ha parlato nel corso di una conferenza stampa per analizzare i risultati della loro seconda visita in Ucraina per continuare a raccogliere prove di crimini di guerra.  "Le infrastrutture civili sono protette dal diritto internazionale umanitario. La commissione esaminerà questo problema in dettaglio", ha aggiunto la bnosniaca Jasminka Dzumhur, anche lei componente della commissione d'inchiesta. La commissione ha anche deplorato la mancanza di accesso ai territori occupati dalle Forze armate russe, che rende difficile il loro lavoro.
 
- di Redazione Sky TG24

Habeck: crisi energia? Putin vedrà quanto è solida Germania 

La Germania non si tirerà indietro sull'Ucraina di fronte alla crisi energetica, se ci sarà bisogno "continueremo ad agire con la stessa coerenza e rapidità" e "Putin può vedere tranquillamente quanto è efficiente questa amministrazione, questa democrazia. Manterremo il Paese solido". Lo ha detto Robert Habeck, ministro tedesco dell'Economia, in un'intervista rilasciata all'edizione domenicale della Faz e anticipata oggi dal quotidiano. Habeck ha sottolineato come la produzione dell'industria tedesca sia diminuita solo dell'1,4%, nonostante un risparmio di gas del 25%. Questo dimostra che "siamo in grado di dare risposte basate sul mercato" e che l'economia tedesca è robusta. Habeck ha poi aggiunto che "chi dice che ora la Germania sarà deindustrializzata non ha fatto i conti con l'industria tedesca, e nemmeno con la determinazione del governo" di Berlino.
- di Redazione Sky TG24