Covid, le news di oggi. Bollettino: 25.735 casi su 364.822 tamponi, 386 morti

Il rapporto positivi-tamponi è al 7%. Si registrano 31 persone in più in terapia intensiva, mentre aumentano di 164 unità i ricoverati nei reparti ordinari. Si continua ad osservare un livello generale di rischio alto. Lo evidenzia la bozza di monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute. Per l'Ema "il vaccino AstraZeneca è sicuro, i benefici superano i rischi, solo 25 casi sospetti su 20 milioni di dosi". Approvato il Decreto Sostegni, Draghi: “Più soldi per tutti”. E sul vaccino: "Farò AstraZeneca"

1 nuovo post
Sono 25.735 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati il 19 marzo su un totale di 364.822 tamponi, 386 i decessi. Il tasso di positività è al 7%. I ricoveri nei reparti ordinari aumentano di 164 unità, quelli in terapia intensiva di 31 a fronte di 249 ingressi nelle ultime 24 ore (IL BOLLETTINO - GRAFICHELE MAPPE). 
Il Cdm ha approvato il Decreto Sostegni. Draghi: "Più soldi a tutti più velocemente possibile. Farò il vaccino Astrazeneca".
Sono riprese in Italia e in altri Paesi d'Europa le vaccinazioni con AstraZeneca, dopo l'ok dell'Ema. Nel frattempo risulta stabile l'indice Rt in Italia: nell'ultima settimana è a 1,16, come la settimana scorsa: sono i dati emersi dal monitoraggio della Cabina di Regia ministero della Salute-Iss.
GUARDA LA PUNTATA DI OGGI DEI NUMERI DELLA PANDEMIA: PRIMA PARTE - SECONDA PARTE


Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Il liveblog termina qui. Per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo live di sabato 20 marzo

- di Steno Giulianelli

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Steno Giulianelli

Cambiano i colori delle regioni: Sardegna e Molise in arancione da lunedì 22 marzo. LA MAPPA

Non si attenua l'emergenza coronavirus in Italia e dopo i nuovi dati dell'Iss arrivano i cambi di colore con le ordinanze del ministero della Salute. La Sardegna perde la zona bianca e diventa arancione, il Molise invece migliora dal rosso all'arancio. L’incidenza del Covid-19 a livello nazionale sta aumentando e il picco è atteso per fine mese. Superata la soglia dei 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti
- di Steno Giulianelli

Dl Sostegni, 32 miliardi di aiuti. Dalle partite Iva al Reddito: TUTTE LE MISURE

Il Cdm ha approvato il testo. "Una risposta parziale, ma il massimo che potevamo fare", dice Draghi. Ci sono misure per lavoratori e imprese, con 11 miliardi diretti a quest’ultime. Previsti alcuni ambiti specifici d'intervento, ad esempio: 5 miliardi su salute e sicurezza, 8 per il lavoro e il contrasto alla povertà, 300 milioni alla scuola. Cancellazione delle vecchie cartelle esattoriali fino a 5mila euro tra il 2000 e il 2010 solo per chi rientra in tetto di reddito di 30mila euro. Ecco cosa contiene il decreto
- di Steno Giulianelli

Draghi: "Mi vaccinerò con AstraZeneca, nessun dubbio". VIDEO

Il premier in conferenza stampa dopo il via libera al decreto Sostegni: "Non ho fatto la prenotazione, ma non c'è nessun dubbio che farò il vaccino AstraZeneca".
- di Steno Giulianelli

Covid, nuovo record casi in Brasile, 90.570; altri 2.815 morti

Il Brasile, epicentro globale della pandemia di coronavirus, ha registrato un nuovo record di casi giornalieri: sono 90.570 le infezioni segnalate nelle ultime 24 ore, per un totale di 11.871.390 di contagi. Registrati anche 2.815 decessi legati alla malattia, per un totale di oltre 290.000 vittime. 
- di Steno Giulianelli

Dl Sostegni, c'è taglio costo bollette elettriche per imprese: le misure

"Per il sostegno alle imprese, e' inoltre previsto un intervento diretto a ridurre i costi delle bollette elettriche". E' una degli interventi previsti dal dl Sostegni. Lo si legge nel comunicato di Palazzo Chigi al termine  del Cdm che ha approvato il provvedimento. 
- di Steno Giulianelli

L'andamento dei ricoveri ordinari e in terapia intensiva. I DATI

Continua a crescere la pressione negli ospedali, con la soglia d’allerta superata in diverse regioni. In totale in rianimazione ci sono 3.364 persone (+31), mentre 26.858 sono negli altri reparti Covid (+164). Secondo il bollettino del ministero della Salute, in Italia i casi registrati nell'ultimo giorno sono 25.735, su 364.822 tamponi. La percentuale di positivi resta stabile al 7%. Dall’inizio della pandemia, i contagiati ufficiali sono 3.332.418 e i morti 104.241 (+386)
- di Steno Giulianelli

Bonaccini: in E-R forse raggiunto picco contagi

"Sono giorni ancora molto difficili per tutto il Paese. Oggi in Emilia Romagna siamo tornati a superare i 3mila nuovi contagi giornalieri, dopo aver registrato numeri piu' bassi da lunedi' in avanti. Rimbalzi possibili, secondo la nostra sanita', pur di fronte alla diminuzione dell'Rt settimanale, l'indice di trasmissibilita', sceso oggi a 1,18 rispetto all'1,34 della settimana scorsa. E questo e' un segnale positivo, perche' dovremmo aver raggiunto il picco di contagi". Lo scrive su Facebook il presidente dell'Emilia Rommagna,  Stefano Bonaccinim commentando l'emergenza sanitaria legata all'epidemia di Covid-19 in Emilia Romagna. 
- di Steno Giulianelli

Covid, Alto Adige: a scuola in presenza solo con screening

In Alto Adige dal 7 aprile le lezioni in presenza saranno consentite solo per coloro che parteciperanno al progetto sperimentale di screening dell'Azienda sanitaria. Coloro che non parteciperanno allo screening potranno continuare a seguire le attivita' didattiche e scolastiche in modalita' a distanza. E' quanto contenuto nell'ordinanza numero 15 firmata questa sera dal governatore altoatesino Arno Kompatscher e che entra immediatamente in vigore. Per le scuole superiori la didattica restera' a distanza. Prosegue il divieto di spostamento dalla propria abitazione tra le ore 22 e le ore 5, eccezion fatta per comprovate esigenze lavorative, di salute, di studio o per ragioni necessarie e urgenti. L'ordinanza vieta a chi non risiede in Provincia di Bolzano di raggiungere le seconde case situate in territorio altoatesino e, anche in questo caso, a meno che non vi siano comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessita'. 
- di Steno Giulianelli

Nuovi colori regioni: Sardegna e Molise in arancione da lunedì 22 marzo

La Sardegna perde la zona bianca e diventa arancione, il Molise invece migliora dal rosso all'arancio. L’incidenza del Covid-19 a livello nazionale sta aumentando e il picco è atteso per fine mese. Superata la soglia dei 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti. Ecco i cambi di colore e le conferme
- di Daniele Troilo

Tutte le misure del Decreto SostegnI

Ci sono misure per lavoratori e imprese, con 11 miliardi diretti a quest’ultime. Previsti alcuni ambiti specifici d'intervento, ad esempio: 5 miliardi su salute e sicurezza, 8 per il lavoro e il contrasto alla povertà, 300 milioni alla scuola. TUTTE LE MISURE
- di Daniele Troilo

Vaccino, Salvini: bene Draghi fare da soli se Ue non funziona

"Bene Draghi, avanti con velocità, efficacia e trasparenza, anche facendo da soli se l'Europa non funziona. Dalla Lega lealtà e proposte concrete". Così Matteo Salvini.
- di Daniele Troilo

Alto Adige, stop seconde case e senza test scatta Dad

Divieto di raggiungere le seconde case per i non residenti in Alto Adige, lezioni in presenza solo per chi partecipa allo screening, parziale ripresa dello sport. Firmata la nuova ordinanza. Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ha firmato in serata l'ordinanza numero 15 che contiene misure per la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Nessuna novita' per quanto riguarda la libertà di muoversi all'interno del proprio comune di residenza, il divieto di spostamento dalla propria abitazione rimane valido tra le ore 22 e le ore 5, eccezion fatta per comprovate esigenze lavorative, di studio e di salute.
- di Daniele Troilo

Assessore Sardegna: "Chiediamo revisione criteri"

"Chiediamo una revisione dei criteri, quindi del sistema complessivo, che determinano i passaggi da una zona all'altra e che non sono adeguati alla gestione delle realtà locali". Cosi' all'ANSA l'assessore della Sanità della Regione Sardegna, Mario Nieddu, a proposito del ritorno dell'isola in zona arancione dopo tre settimane. "Non è pensabile - spiega Nieddu - che si cambi fascia per un aumento del rischio da basso a moderato". Oltretutto, "i dati della settimana corrente sono in miglioramento rispetto a quelli considerati". L'assessore conferma che sulla retrocessione da bianco ad arancione "hanno inciso l'aumento del numero e della dimensione dei focolai, e il fatto che anche in Sardegna hanno fatto il loro ingresso le varianti che hanno aumentato l'indice di contagiosità". Resta il fatto, conclude l'esponente della Giunta Solinas, che "la maggior parte dei nostri parametri restano da zona bianca, abbiamo meno di 50 contagi per centomila abitanti, e la percentuale di occupazione delle terapie intensive e non intensive è bassissima". 
- di Daniele Troilo

Vaccini, Draghi: "Regioni in ordine sparso e non va bene"

"Le Regioni vanno in ordine sparso e questo non va bene". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa, parlando della campagna vaccinale contro il Covid in Italia: "Noi andiamo forte a livello nazionale ma le Regioni sono molto difformi, alcune arrivano al 25% e altre al 5%: sono difformi nei criteri e nella capacità di somministrare i vaccini". 
- di Daniele Troilo

Draghi: "Sputnik? Pragmaticamente serve coordinamento Ue"

"Si tratta di affrontare  una economia in stato emergenziale, il tempo delle grandi scelte economiche appartiene alla normalità e spero che arrivi presto ma ora non c'è. Il mancato rispetto degli accordi va punito e il coordinamento europeo è la prima strada da cercare sui vaccini . Se l'Ue prosegue su Sputnik bene sennò si procederà in un altro modo".  Lo afferma il premier Mario Draghi in conferenza stampa. "Con pragmatismo si deve cercare  il coordinamento europeo, se non si riesce a mantenerlo si possono vedere altre strade", ha ancora detto facendo riferimento alle parole di Angela Merkel. 
- di Daniele Troilo

Draghi: "Mi vaccinerò con AstraZeneca, nessun dubbio". VIDEO

Il premier in conferenza stampa dopo il via libera al decreto Sostegni: "Non ho fatto la prenotazione, ma non c'è nessun dubbio che farò il vaccino AstraZeneca". LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Draghi: "Sputnik? Pragmaticamente serve coordinamento Ue". La diretta

"Si tratta di affrontare  una economia in stato emergenziale, il tempo delle grandi scelte economiche appartiene alla normalita' e spero che arrivi presto ma ora non c'e'. Il mancato rispetto degli accordi va punito e il coordinamento europeo e' la prima strada da cercare sui vaccini . Se l'Ue prosegue su Sputnik bene senno' si procedera' in un altro modo".  Lo afferma il premier Mario Draghi in conferenza stampa. "Con pragmatismo si deve cercare  il coordinamento europeo, se non si riesce a mantenerlo si possono vedere altre strade", ha ancora detto facendo riferimento alle parole di Angela Merkel. 
- di Steno Giulianelli

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.