Coronavirus Italia, ultime news. Il bollettino: 1.597 nuovi contagi, 94.186 tamponi

Secondo i dati della Protezione civile, crescono le terapie intensive (+14) e i ricoveri (+58), le vittime dell'ultima giornata sono 10. Il 50% del personale della scuola ha fatto i test: 13mila i positivi. Intanto, dopo lo stop della sperimentazione, Astrazenca fa sapere che i risultati del test del vaccino arriveranno entro fine anno.  L'Iss: numeri Covid come a febbraio ma epidemia diversa. Anche Aurelio de Laurentis positivo

1 nuovo post
In Italia aumentano i contagi: sono 1.597 nell'ultimo giorno. I tamponi analizzati sono invece 94.186 (ieri sono stati registrati 1.434 contagi e sono stati esaminati quasi 96mila tamponi). Crescono le terapie intensive (14 in più rispetto nelle ultime 24 ore) e i ricoveri (+58). I morti delle ultime ore sono dieci(IL BOLLETTINO - LE MAPPE - I DATI).
I numeri del Covid sono come febbraio, spiega l'Iss, ma  la fase dell'epidemia è diversa: la trasmissibilità dei casi non è cresciuta molto, nonostante l’aumento dei contagi. Il premier Conte esclude un nuovo lockdown nazionale e conferma il 14 settembre come data per la ripartenza della scuola.

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

- di Costanza Ruggeri

Scuola, 50% personale fatto sierologico,oltre 12mila positivi

Circa 500mila tra docenti e non docenti delle scuole italiane, pari a circa il 50% del personale, hanno effettuato il test sierologico per il Covid-19 e di questi il 2,6% - poco più di 12mila persone - è risultato positivo e pertanto non prenderà servizio fino a quando il tampone, che ora sarà effettuato, non darà esito negativo. L'approfondimento
- di Redazione Sky Tg24

Zangrillo su Berlusconi: "A marzo-aprile sarebbe morto"

"La carica virale del tampone nasofaringeo di Berlusconi era talmente elevata che a marzo-aprile, sicuramente non avrebbe avuto l'esito che fortunatamente ha ora. Lo avrebbe ucciso? Assolutamente sì, molto probabilmente sì, e lui lo sa. E non è una boutade per esagerare visto il personaggio di cui si parla, ma è un cercare di rimanere aderenti alla realtà". Lo ha detto Alberto Zangrillo, primario di Terapia intensiva del San Raffaele, ospite di Piazzapulita su La7, parlando delle condizioni del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, ricoverato con polmonite bilaterale da coronavirus. "Diciamo che" Briatore e Berlusconi "sono in situazioni più che soddisfacenti, stanno bene, per loro credo che l'epilogo di questa malattia sia vicino", ha aggiunto.  L'approfondimento
- di Redazione Sky Tg24

Zangrillo: virus non mutato, si adatta in modo diverso

"Il virus probabilmente non è mutato, ma probabilmente si sta adattando all'ospite in maniera differente. Non bisogna generalizzare sulle terapie, o che l'atteggiamento più tempestivo con determinati farmaci cambi l'esito finale. E' semplicemente un altro concetto quello importante. Sono fondamentali l'osservazione e la tempestività". Lo ha detto Alberto Zangrillo, primario di Terapia intensiva del San Raffaele, ospite di Piazzapulita su La7. "Se i team multidisciplinari di tutti gli ospedali italiani capiscono che nell'interazione fra il virus e il soggetto colpito succede
qualcosa di diverso, non significa dire che il virus non c'è più ma che si sta manifestando in forma differente - ha spiegato -. Non lo sostengo io, lo sostengono la medicina, tutti i medici che hanno avuto a che fare con il virus e tanti pazienti".
 
- di Redazione Sky Tg24

Recovery, Conte:dialogo con opposizione, è piano nazionale

 "C'è stata una riunione operativa" sul piano di rilancio "con i capigruppo di maggioranza ma questo non esclude il dialogo con le opposizioni. Anzi dobbiamo auspicarlo, perché questo deve essere il piano nazionale, non deve essere il piano del governo ma il piano che tutta la
comunità nazionale deve poter condividere". Lo dice il premier Giuseppe Conte a margine del vertice Med-7 ad Ajaccio.
- di Redazione Sky Tg24

Positivo sindaco Terralba (Oristano), chiuso Comune

Il sindaco di Terralba, Sandro Pili, è risultato positivo al coronavirus. E' stato lui stesso a renderlo noto in serata con un messaggio sui social, nel quale anticipa un periodo di 14 giorni di isolamento domiciliare. Il Comune è stato chiuso in attesa della sanificazione e adesso scatteranno i protocolli con i previsti controlli sanitari. Nei giorni scorsi anche il sindaco di Oristano, Andrea Lutzu e il suo vice Massimiliano Sanna, erano stati sottoposti al tampone che aveva dato esito negativo. Il controllo era stato disposto in seguito al contagio di una dipendente della Fondazione Oristano, controllata dal Comune. 
- di Redazione Sky TG24

De Laurentiis, Cri: a Roma coniugi nella loro abitazione

Il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, e la moglie, sono nella loro abitazione a Roma dove sono giunti a bordo di un'ambulanza della Croce Rossa. Lo si apprende dal presidente del Comitato di Napoli della Cri, Paolo Monorchio. "Il presidente e la signora - spiega il dottor Monorchio nel ringraziare l'equipaggio 'per il rapido trasferimento' - sono apparsi di buon umore e in buone condizioni di salute". 
- di Redazione Sky TG24

Oms: 900 mila morti ma manca la solidarietà

L'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), a fronte di oltre 900 mila vittime di coronavirus, deplora la "mancanza di solidarietà" e chiede una vera "leadership" delle maggiori potenze nella mondiali lotta contro la pandemia. "Ciò che mi preoccupa di più è la mancanza di solidarietà", ha detto il direttore dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus durante una conferenza stampa virtuale. "Abbiamo bisogno di solidarietà e abbiamo bisogno di una leadership globale, soprattutto da parte delle grandi potenze. Questo è il modo in cui possiamo sconfiggere questo virus", ha insistito. 
- di Redazione Sky TG24

Onu: servono 15 miliardi di dollari entro 3 mesi

Ci vuole un "enorme balzo" nei finanziamenti - 15 miliardi di dollari entro tre mesi - per aumentare le probabilità di trovare una cura per il nuovo coronavirus e far "prosperare di nuovo il mondo": lo ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres durante la prima riunione di lavoro del consiglio responsabile del pilotaggio del sistema internazionale creato per accelerare l'accesso agli strumenti per combattere il Covid-19, l'ACT
Accelerator.
- di Redazione Sky Tg24

Scuole, Speranza: prima apriamo queste poi penseremo a stadi

La scuola è ora la priorità. Lo sottolinea il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo alle domande dei giornalisti sulla eventuale riapertura degli stadi al pubblico. "Riapriamo le scuole che è la cosa più importante, degli stadi ci occuperemo dopo", esplicita il ministro, tagliando corto anche sulle polemiche riguardanti la partecipazione all'assemblea dei presidenti di Serie A svoltasi ieri a Milano, da parte del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, malgrado pare avvertisse sintomi compatibili con l'infezione da Covid-19 poi accertata attraverso un tampone. Il ministro Speranza era Lecce per un incontro politico. 
 
- di Redazione Sky TG24

Scuola, 50% personale ha fatto test, 13mila i positivi 

Quasi il 50% del personale della scuola, pari a circa 500mila  tra docenti e non docenti, ha svolto il test sierologico per il Covid 19 e di questi il 2,6% - cioè circa 13mila persone -  è risultato positivo e non prendera' servizio fino a quando il tampone non darà esito negativo. Sono i dati dell'ufficio del Commissario per l'emergenza Domenico Arcuri che aveva avviato nelle settimane scorse la campagna con la distribuzione di 2 milioni di test agli istituti scolastici. Il dato, diffuso dal Tg1, non tiene conto dei 200mila tra docenti e non docenti del Lazio in quanto la regione sta operando in maniera autonoma. Alla data di ieri la regione più virtuosa era la Lombardia, con il 70% di test effettuati mentre all'ultimo posto c'era la Sardegna con solo il 5% del personale che si è sottoposto ai test. Entro il 24 settembre dall'Ufficio del commissario prevedono che la percentuale possa salire al 60-70%
- di Redazione Sky TG24

Ue e Oms, servono 35mld dollari per vaccino universale

Trentacinque miliardi di dollari. Tanto serve per far funzionare l'Act, l'acceleratore per l'accesso universale al vaccino anti-Covid creato dall'Oms. E' emerso dalla prima riunione del Consiglio di facilitazione per il vaccino anti-Covid, riunito per la prima volta oggi e guidato dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e dal direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. Uno degli obiettivi della riunione (virtuale) erano proprio soluzioni per risolvere i problemi di finanziamento dell'Act. "E' il modo migliore per garantire un accesso equo a vaccini, strumenti diagnostici e terapie, ma ha un deficit di 35 miliardi di dollari", ha spiegato Ghebreyesus. "Il finanziamento ridurrebbe la pandemia e ripagherebbe rapidamente l'investimento con la ripresa dell'economia globale", è stato il suo appello. "L'Ue - ha replicato von der Leyen - userà tutto il suo potere di attrazione per aiutare a mantenere il mondo unito contro il coronavirus". 
- di Redazione Sky TG24

Usa: chiude parrucchiere dove Pelosi pizzicata senza mascherina

Sbaracca il parrucchiere di San Francisco dove la speaker della Camera dei Rappresentanti Usa, Nancy Pelosi, 80 anni, e' stata pizzicata senza mascherina, scatenando un putiferio. Pelosi ha detto di essere stata incastrata mentre i critici l'hanno accusata di predicare bene (attaccando Trump che non si copre il volto) e razzolare male. "Ho chiuso con San Francisco, sfortunatamente chiudo i battenti", spiega a Fox News la titolare del salone, Erica Kious. "Ho iniziato a ricevere  tonnellate di chiamate, messaggi, email, e recensioni Yelp dove dice di sperare che io fallisca", denuncia, "insomma un sacco di negatività nei confronti del mio business. Ho paura a tornare (al lavoro). Ricevo alcune chiamate di sostegno dai clienti ma per il resto e' tutta negatività". Peccato che a passare il video della politica italoamericana senza mascherina mentre si faceva lavare i capelli sia stata proprio Kious (a Fox), dopo averla fatta accomodare all'interno del negozio quando le norme locali impongono non solo l'uso di mascherina contro il Covid ma anche che il servizio venga offerto all'aperto. "Sono stata molte volte in questo salone di quartiere nel corso degli anni e quando mi hanno detto di essere in grado di accogliere una persona alla volta mi sono fidata", era stata la spiegazione di Pelosi che aveva fatto sapere di essersi tolta la mascherina solo per poco tempo, durante il lavaggio.
- di Redazione Sky TG24

Arcuri, nessuna scuola è senza mascherine

"Nessuna scuola è senza mascherine chirurgiche". E' quanto afferma il Commissario per l'emergenza Domenico Arcuri sottolineando che "tutti gli studenti, l'intero corpo docente e la totalità del personale non docente avranno ogni giorno una mascherina chirurgica gratuita". Ad oggi, sottolineano gli uffici del Commissario, sono stati distribuiti 41 milioni di mascherine ed entro lunedì ne arriveranno altri 77, "una quantità sufficiente per due ulteriori settimane di lezioni". Sempre entro lunedì saranno distribuite altri 16 milioni di mascherine alle scuole primarie, "sufficienti per garantire la riapertura in sicurezza anche di questi istituti". La distribuzione proseguirà poi su base settimanale o bisettimanale a seconda del numero degli studenti.
- di Redazione Sky TG24

Naufraga a Senato Usa piano aiuti da 500 mld


Naufraga al Senato Usa il nuovo pacchetto da 500 miliardi di aiuti anti pandemia proposto dal Grand Old Party, riducendo le possibilità che il Congresso approvi un altro piano di sostegni prima delle elezioni del 3 novembre. I repubblicani sono stati compatti, con 52 voti su 53, ma erano necessari 60 voti e nessuno dei senatori dem ha votato a favore.
- di Redazione Sky TG24

De Laurentiis: autorità, trasferimento in sicurezza

Aurelio De Laurentiis e sua moglie Jaqueline hanno lasciato Capri intorno alle 18. A traghettarli sul loro motoscafo e' stato il marinaio che con il tender di bordo li ha imbarcati per effettuare il trasbordo del patron del Napoli e di sua moglie Jacqueline, entrambi positivi al Covid. La notizia era già nell'aria già da stamattina: il presidente del Napoli era intenzionato a lasciare l'isola azzurra per raggiungerei Roma (non e' ancora certo se rimarrà nella sua abitazione o se sarà ricoverato al 'Gemelli' dove era stato ricoverato l'inverno scorso e dove uno staff di medici già lo segue da tempo). Un trasferimento in piena sicurezza, e' stato detto dalle autorità, ed autorizzato poiché è stato proprio Aurelio De Laurentiis a chiedere di poter trascorrere il periodo di quarantena nella Capitale, sua città di residenza. La richiesta e' stata accettata. De Laurentiis era arrivato a Capri mercoledì pomeriggio dopo il blitz a Milano per la riunione in Lega Calcio, con un ospite, e con un taxi si era fatto portare alla sua dimora a Villa Bismark. Oggi a mezzogiorno il Manitoba ha lasciato gli ormeggi per raggiungere lo specchio acqueo di Palazzo a Mare dove si affaccia villa Bismark a pochi passi dal porto turistico. Poi nel tardo pomeriggio la partenza.
- di Redazione Sky TG24

Hong Kong, vaccino spray nasale ai test clinici

Hong Kong inizierà presto la fase dei test clinici per il primo vaccino in forma di spray nasale contro il Covid-19: lo ha annunciato, dopo il via libera delle autorità cinesi, la Hong Kong University che ha sviluppato la sostanza insieme all'università di Xiamen e all'università di Biologia Farmaceutica Wantai di Pechino. Il microbiologo Yuen Kwok-yung ha spiegato ai media di Hong Kong che i test clinici dovrebbero cominciare a novembre e che l'ateneo ha già ricevuto finanziamenti per 2,1 milioni di euro, mentre e' iniziata la ricerca di cento persone sane da reclutare per i test. La sperimentazione clinica dello spray si comporrà di tre fasi e, dal lancio della prima, servirà almeno un anno prima che il vaccino possa essere utilizzato. la sostanza e' il primo vaccino in forma di spray nasale ad avere ottenuto a oggi l'approvazione per i test clinici dalla National medical products administration cinese.
- di Redazione Sky TG24

La quarantena breve martedì all’esame del Cts

La riduzione del periodo di isolamento da 14 a 10 giorni sarà valutata dal Comitato Tecnico Scientifico. In Francia si pensa di portarla a 7 giorni. VAI ALL'ARTICOLO
- di Redazione Sky TG24

Turchia, 1.512 casi e 58 vittime in 24 ore


Sono 1.512 i casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Turchia, su 107.702 test effettuati. Il dato porta il totale dei contagi confermati a 286.455. Le nuove vittime sono 58, arrivando in tutto a 6.895. I pazienti ricoverati in gravi condizioni ammontano a 1.209, mentre quelli guariti crescono di 1.219, per un totale di 255.407. Lo ha reso noto il ministro della Salute turco Fahrettin Koca, precisando che il tasso medio di occupazione delle terapie intensive nel Paese e' al 67%.
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24