Messi verso l'addio al Barcellona. Ma è guerra legale col club

Sport

Il sito argentino Tyc scrive che il giocatore avrebbe spedito un fax alla società esprimendo la volontà di voler lasciare i blaugrana a parametro zero. Ma per la società la clausola che permetteva al 10 argentino di andarsene gratis è scaduta

Sembrano trovare sempre più conferme i rumors sull'addio di Lionel Messi al Barcellona. Secondo quanto riportato dal sito argentino Tyc Sports, il capitano dei blaugrana avrebbe annunciato alla società che intende lasciare il club, ma la cosa più clamorosa è che vorrebbe farlo gratis. I legali della società sostengono però che la clausola scadeva il 10 giugno. Il capocannoniere ha un contratto con i catalani fino al 2021. 

In vista una guerra legale tra il club e il giocatore

leggi anche

Messi all'Inter? Intanto compra casa nella via della sede del club

La notizia arriva dopo che il quotidiano argentino Olè  aveva annunciato per la giornata di oggi la decisione definitiva del numero 10. Messi avrebbe inviato un burofax, un messaggio certificato, riferendo di avvalersi della clausola che lo svincola a parametro zero a fine stagione. Ai legali del giocatori avrebbero risposto quelli del club sostenedo che la clausola per lo svincolo gratis scadeva il 31 maggio, "quindi Messi non se ne può avvalere". Si profila quindi una clamorosa guerra legale tra il Barcellona e l'asso argentino.

Il giocatore argentino ha vinto 10 campionati coi blaugrana

vedi anche

Psg-Bayern Monaco 0-1: gol e highlights della finale di Champions

L'annuncio arriva 11 giorni dopo l'umiliante sconfitta per 8-2 del Barcellona contro il Bayern Monaco nei quarti di finale di Champions League (GLI HIGHLIGHTS), una delle peggiori sconfitte nella carriera del giocatore e della storia del club, avvenuta in una stagione molto difficile per la squadra - la prima senza aver vinto un titolo dal 2007-08. Messi ha vinto un record di sei palloni d'oro durante il suo periodo al Barcellona come miglior giocatore del mondo e ha aiutato il club a vincere 10 campionati spagnoli e quattro Champions League.

L'ex presidente Laporta: "Temo che Bartomeu voglia cedere Messi"

leggi anche

Inter, la società: “Con Conte stabilite basi per proseguire insieme”

Sul divorzio si era pronunciato in giornata Joan Laporta, già presidente del Barcellona all'epoca d'oro di Guardiola e ora candidato al ritorno alla guida del del Club: "Temo che il Barcellona sia intenzionato a cedere Messi, e sarebbe un'errore storico".  In un tweet polemico Laporta è partito dalla situazione Suarez, dopo le notizie dei media spagnoli secondo cui il nuovo tecnico Ronald Koeman avrebbe comunicato al telefono all'uruguiano che non rientra nei suoi piani. "Aver detto per telefono a Suarez che non serve è un atto di codardia". 

In pole per avere il fuoriclasse c'è il Manchester City, poi Psg e Inter

leggi anche

Calcio, la Supercoppa europea sarà parzialmente aperta al pubblico

Secondo il network  Espn, il Manchester City allenato da Pep Guardiola avrebbe già cominciato a fare i conti per un eventuale acquisto del 10 argentino. Ma alcune voci di calciomercato vedono come possibile anche il Psg e l'Inter come possibili nuove squadre del fuoriclasse. Di certo determinante sarà l'esito della battaglia tra il giocatore e il Barcellona. Se Messi non dovesse riuscire a liberarsi gratis, sfruttando la clausola presente nel suo contratto, i costi di un eventuale trasferimento sarebbero ingenti. Tra cartellino, provvigioni e ingaggio, si aggirerebbe secondo alcuni calcoli intorno ai 700 milioni di euro.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.