I 30 migliori film drammatici

Cinema

Per chi ama la tragedia e il dramma, per chi si abbevera di lacrime di tristezza trovandole più catartiche di uno Spritz, ecco la lista delle più belle pellicole che faranno al caso vostro. Da classici come C’era una volta in America e Qualcuno volò sul nido del cuculo a capolavori più recenti come il commovente Mommy, ecco i titoli da non perdere per piangere di gusto davanti allo schermo ma vivere con più serenità la propria vita. Perché i migliori film drammatici aiutano a ridimensionare i propri problemi

Cinema drammatico: vade retro Happy Ending

Come un tempo il genere considerato più elevato a teatro era la tragedia, così per molti vale lo stesso per il grande schermo.

Un’enorme fetta di pubblico anela il dramma, si aspetta il pianto dirompente e il naso che cola a fiumi, forse perché è masochista o forse, più probabilmente, perché la psiche umana fa sì che le tragedie altrui ci facciano in fondo in fondo rallegrare circa la nostra situazione tutto sommato migliore.

Dunque se molti esseri umani (o disumani che siano) godono delle disgrazie del vicino, è ovvio che gli stessi optino per guardare in tv alla sera non certo le gesta eroiche del tal imprenditore che ha costruito una fortuna ma piuttosto le Vie Crucis dei poveri disgraziati a cui non ne va una per il verso giusto.

Se siete anche voi parte integrante di questa categoria, non vergognatevene: il detto “mal comune, mezzo gaudio” rispecchia uno dei sentimenti più umani e comprensibili che ci siano.

Quindi se volete tirarvi su il morale piangendo davanti allo schermo che trasmette una storia strappa-lacrime, è più che comprensibile.

Ad aiutarvi c’è un intero filone filmico che da sempre va per la maggiore, quello drammatico appunto.

Da classici intramontabili come Il padrino, C’era una volta in America e Taxi Driver a film cult come Philadelphia e The Elephant Man fino ad arrivare a fiori all’occhiello degli anni Duemila come il capolavoro Requiem for a Dream o il premiatissimo Million Dollar Baby, avete l’imbarazzo della scelta.

Le migliori pellicole drammatiche

30. La battaglia di Hacksaw Ridge, 2016

REGIA: Mel Gibson

ATTORI: Andrew Garfield, Teresa Palmer, Sam Worthington, Vince Vaughn, Luke Bracey, Hugo Weaving, Rachel Griffiths, Richard Roxburgh

Mel Gibson racconta di Desmond Doss, obiettore di coscienza dell’esercito americano realmente esistito, premiato con una Medaglia d’Onore durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante il proprio addestramento si rifiuta di imbracciare qualsiasi arma. Lo stesso fa in tempi di guerra. Si ritrova così a un passo dalla morte, con i suoi compagni, nella Battaglia di Okinawa, dove dimostrò d’essere un vero eroe.

29. Silence, 2016

REGIA: Martin Scorsese

ATTORI: Adam Driver, Andrew Garfield, Liam Neeson, Ciarán Hinds, Issey Ogata, Tadanobu Asano, Shinya Tsukamoto, Ryô Kase

Ambientato nel XVII secolo, il film racconta di due giovani religiosi spediti in un Giappone irto di pericoli. La loro missione è quella di convertire i locali, mettendosi inoltre sulle tracce di padre Christovao Ferreira, loro mentore.

28. Animali notturni, 2016

REGIA: Tom Ford

ATTORI: Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Isla Fisher, Aaron Taylor-Johnson, Armie Hammer, Michael Shannon, Laura Linney, Karl Glusman

Susan conduce una vita agiata ma monotona. Tutto però cambia nel momento in cui riceve il libro scritto dal suo ex marito, col quale non ha rapporti da anni. Si immerge nella lettura e ritrova ricordi della sua vita precedente. La storia narrata è violenta ma avvincente e condurrà a una doppia conclusione, per l’eroe del testo e per lei.

27. Dunkirk, 2017         

REGIA: Christopher Nolan

ATTORI: Tom Hardy, Cillian Murphy, Mark Rylance, Kenneth Branagh, James D'Arcy, Harry Styles, Aneurin Barnard, Jack Lowden, Barry Keoghan, Fionn Whitehead, Charley Palmer Rothwell, Elliott Tittensor, Brian Vernel, Kevin Guthrie                           

Christopher Nolan racconta a suo modo le vicende occorse sulle spiagge di Dunkerque. Migliaia di soldati belgi, francesi e inglesi rischiarono la vita, racchiusi tra le acque e l’avanzamento delle truppe nemiche. Soltanto un miracolo avrebbe potuto salvarli ed è ciò che accadde.

26. Dogman, 2018

REGIA: Matteo Garrone

ATTORI: Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Adamo Dionisi, Francesco Acquaroli, Alida Calabria, Gianluca Gobbi

Ispirato liberamente a un fatto di cronaca italiano, questa pellicola racconta la cruenta vicenda di Marcello. La sua vita si svolge in maniera monotona all’interno di un salone di toelettatura. Vive la provincia e la soffre, in relazione alla figura violenta di Simoncino, ex pugile da poco tornato in libertà. Dopo essere stato in carcere a causa sua, Marcello prova una viscerale voglia di vendetta.

25. Sulla mia pelle, 2018

REGIA: Alessio Cremonini

ATTORI: Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano

Alessandro Borghi interpreta Stefano Cucchi nei suoi ultimi giorni di vita. Dall’arresto al decesso, analizzando una delle vicende giudiziarie più complesse della storia recente italiana. Tante le persone che hanno incrociato Cucchi nei sette giorni trascorsi dall’arresto alla sua morte, ben 140. Tanti i possibili interventi, tante le soluzioni che avrebbero potuto evitare la sua dipartita. Una pellicola che aiuta a sollevare un velo su questa vicenda, andando oltre le foto che tutt’Italia conosce.

24. A Star Is Born, 2018

REGIA: Bradley Cooper

ATTORI: Bradley Cooper, Lady Gaga, Michael Harney, Sam Elliott, Bonnie Somerville, Greg Grunberg, Dave Chappelle, Rafi Gavron, Andrew Dice Clay, Willam Belli, Eddie Griffin, Rebecca Field, Anthony Ramos, Michael D. Roberts

Jackson Maine è un Famoso cantante country alle prese con una dipendenza da droghe e alcool. Dopo uno spettacolo si ritrova in un bar, dove ascolta Ally. La giovane cameriera si esibisce sul palco e riesce a mostrargli tutto il proprio talento. I due hanno modo di conoscersi meglio e lui lancia la sua carriera. Ciò che nasce è una storia sofferta e passionale, tra due persone ricche di traumi. Un dramma sotto le luci dei riflettori dello showbiz.

23. Piccole Donne, 2019

REGIA: Greta Gerwig

ATTORI: Emma Watson, Saoirse Ronan, Timothée Chalamet, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Laura Dern, Meryl Streep, Bob Odenkirk, Chris Cooper, Louis Garrel, James Norton, Abby Quinn, Tracy Letts

Nuova trasposizione del romanzo di Louisa May Alcott. È la storia delle sorelle March, Meg, Jo, Beth e Amy. Quattro giovani donne determinate a seguire i propri sogni, contro le pretese della società del tempo. La loro è una lotta per l’indipendenza, in un panorama americano alle porte della Guerra Civile Americana.

22. Taxi Driver (1976)

REGIA: Martin Scorsese

ATTORI: Robert De Niro, Cybill Shepherd, Peter Boyle, Jodie Foster, Harvey Keitel, Leonard Harris, Albert Brooks, Victor Argo, Diahnne Abbott, Richard Higgs, Victor Magnotta

Travis Bickle è un veterano del Vietnam che lavora come tassista di notte. Durante i suoi massacranti turni che lo portano a esplorare in lungo e in largo i bassifondi newyorchesi, si ritroverà a essere una specie di giustiziere della notte: metterà in scacco i delinquenti e tenterà in ogni modo di salvare le vittime della malavita.

Un film drammatico che ha segnato indelebilmente questo genere, segnando altrettanto indelebilmente la carriera di Robert De Niro.

Da vedere se amate l’adrenalina mescolata alle lacrime.

21. The Elephant Man (1980)

REGIA: David Lynch

ATTORI: John Hurt, Anthony Hopkins, Anne Bancroft, John Gielgud, Wendy Hiller, Freddie Jones, Michael Elphick, Hannah Gordon, Helen Ryan, John Standing, Dexter Fletcher, Lesley Dunlop, Claire Davenport, Lydia Lisle, Orla Pederson, Pat Gorman

John Merrick è nato con una grave malformazione che lo rende deforme, motivo per cui viene sfruttato come fenomeno da baraccone e ribattezzato “L’uomo elefante”.

Finalmente qualcuno, ossia il Dottor Treves, colto da compassione e spirito missionario, deciderà di prendersi amorevolmente cura di lui.

Drammaticità che esce da ogni poro per questa pellicola cult che vi commuoverà fino a farvi conoscere la disperazione vera. Un film che vi farà pensare che le vostre piccole disgrazie in realtà altro non sono se non quisquiglie.

20. La vita è bella (1997)

REGIA: Roberto Benigni

ATTORI: Roberto Benigni, Nicoletta Braschi, Giustino Durano, Giuliana Lojodice, Sergio Bini, Giorgio Cantarini, Claudio Alfonsi, Lydia Alfonsi, Gil Baroni, Giancarlo Cosentino

Ci sono film che, facendoti ridere, ti fanno piangere non di gioia bensì di dolore lancinante.

È il caso de La vita è bella, il capolavoro che ha fatto conoscere il nostro Roberto Benigni in tutto il mondo.

Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, racconta di Guido e della sua famiglia, deportati in Germania in un lager perché ebrei. Per salvare l’innocenza del piccolo Giosué, Guido gli farà credere di essere al centro di un gioco.

Un film che ribalta la drammaticità mescolandola alla comicità, escamotage che rende il tutto ancora più devastante. Si tratta di un capolavoro da vedere e rivedere, tenendo a portata di mano (e di naso) una cospicua scorta di fazzoletti.

19. Il miglio verde (1999)

REGIA: Frank Darabont

ATTORI: Tom Hanks, Gary Sinise, Barry Pepper, Jeffrey DeMunn, Michael Clarke Duncan, David Morse, Dabbs Greer, Doug Hutchison, Bonnie Hunt, Michael Jeter, Patricia Clarkson

Il gigante di colore John Coffey arriva nel braccio della morte, accusato di avere ucciso due bambine. Qui conoscerà il capo delle guardie Paul Edgecombe (interpretato da Tom Hanks) e i suoi uomini che resteranno incantati dall’ingenuità, dalla bontà e dalla magia che aleggia attorno a quell’uomo.

Una pellicola che vi farà singhiozzare dai titoli di testa fino a quelli di coda, assicurandovi il naso rosso per almeno una settimana.

18. Requiem for a Dream (2000)

REGIA: Darren Aronofsky

ATTORI: Ellen Burstyn, Jennifer Connelly, Keith David, Louise Lasser, Christopher McDonald, Marlon Wayans, Jared Leto, Sean Gullette

Se la tragedia greca esistesse ancora, troverebbe in questo capolavoro diretto da Darren Aranofsky il proprio acme. Quattro vite ai margini con altrettante storie di solitudine, degrado e depressione che volgeranno a un comune finale tragico, causato dalla vera prima donna del film: la dipendenza.

Sara è una casalinga depressa dipendente dalla televisione che sogna di partecipare a uno show televisivo. Sperando di rientrare nel vecchio vestito rosso con cui vorrebbe comparire sullo schermo, si lancia in una dieta ferrea e allucinante fatta di pochissime calorie e tantissime anfetamine; suo figlio Harry è un tossicodipendente che continua a rubare il televisore alla madre e a venderlo a un rigattiere per comprare la roba per sé, per l’amico Tyrone e per la fidanzata Maryon.

Si tratta di una pellicola che sembra un’opera d’arte, con frame di una bellezza tale da provocare una sorta di Sindrome di Stendhal.

La drammaticità arriva a livelli quasi intollerabili quindi se state cercando un film che vi tiri su il morale non fa certo al caso vostro ma se invece volete capire quanto il vostro morale non necessiti di essere tirato su perché in fin dei conti voi di problemi non ne avete, guardate Requiem for a Dream.

17. A Beautiful Mind (2001)

REGIA: Ron Howard

ATTORI: Russell Crowe, Ed Harris, Jennifer Connelly, Paul Bettany, Adam Goldberg, Judd Hirsch, Josh Lucas, Anthony Rapp, Christopher Plummer, Vivien Cardone, Jason Gray-Stanford

Il bellissimo film che racconta la vita di John Forbes Nash, uno dei più importanti matematici del XX secolo, è un ottimo esemplare di film drammatico.

La pellicola segue step by step il personaggio, perennemente in bilico tra genialità allo stato puro e schizofrenia anch’essa allo stato puro.

Una storia che toccherà le corde più profonde del vostro cuore, facendo emergere lacrime così calde da scottarvi il viso.

16. Million Dollar Baby (2004)

REGIA: Clint Eastwood

ATTORI: Clint Eastwood, Hilary Swank, Morgan Freeman, Jay Baruchel, Mike Colter, Lucia Rijker, Anthony Mackie, Margo Martindale, Riki Lindhome, Michael Peña

Maggie Fitzgerald è una cameriera trentenne che sogna di diventare una famosa boxeuse, motivo per cui fa una corte spietata all’allenatore Frankie Dunn perché diventi il suo coach. Tuttavia Frankie non ne vuole sapere di allenare una donna ma qualcosa gli farà cambiare idea…

Una delle tante prove di sensibilità filmica e umana di Clint Eastwood, regista e coprotagonista di questo capolavoro assieme a una straordinaria Hilary Swank.

Oltre alla storia altamente commovente, la riuscita di questa pellicola si deve proprio all’accoppiata Swank-Eastwood. Preparatevi a piangere come non mai.

15. Mare dentro (2004)

REGIA: Alejandro Amenabar

ATTORI: Javier Bardem, Lola Dueñas, Belén Rueda, Mabel Rivera, Celso Bugallo, Clara Segura, Joan Dalmau, Alberto Jimenez, Tamar Novas, Francesc Garrido, José María Pou, Alberto Amarilla

Il racconto della drammatica storia vera di Ramón Sampedro, un ragazzo di venticinque anni diventato tetraplegico che passa il resto della vita a rivendicare il diritto all’eutanasia, diventando un caso mediatico e politico in Spagna, è sfociato in un film che fa della disperazione la propria cifra stilistica.

Già a partire dalla trama, è praticamente impossibile non riversare un mare di lacrime; se poi aggiungete la bravura attoriale di Javier Bardem, tale da toccare le corde giuste di qualsiasi spettatore, la disperazione più drammatica è assicurata.

14. Le vite degli altri (2006)

REGIA: Florian Henckel von Donnersmarck

ATTORI: Martina Gedeck, Ulrich Mühe, Sebastian Koch, Ulrich Tukur, Thomas Thieme, Thomas Arnold, Werner Daehn, Herbert Knaup, Volkmar Kleinert, Marie Gruber, Charly Hübner, Matthias Brenner, Hans-Uwe Bauer, Ludwig Blochberger

Gerd Wiesler è un capitano della STASI (il Ministero per la Sicurezza di Stato) durante la Repubblica Democratica Tedesca.

Il suo lavoro consiste nell’intercettare e spiare la gente attraverso telefoni, cimici ambientali e pedinamenti, ritrovandosi così a vivere voyeristicamente le vite degli altri messe a titolo.

Un film straordinario in cui lo spettatore si rispecchierà in quel ruolo già da spettatore che ricopre il protagonista

13. Into the Wild (2007)

REGIA: Sean Penn

ATTORI: Emile Hirsch, Marcia Gay Harden, William Hurt, Jena Malone, Catherine Keener, Brian Dierker, Vince Vaughn, Kristen Stewart, Hal Holbrook, Zach Galifianakis

La drammatica storia vera del giovane Christopher McCandless viene raccontata in questo capolavoro firmato Sean Penn. Dopo la laurea, il ragazzo decide di partire all’avventura, inoltrandosi nelle terre selvagge ed estreme dell’Alaska.

Un film da chapeau che vi farà piangere con ogni trucco messo a disposizione dalla settima arte: una regia spettacolare, una recitazione da standing ovation, una scrittura impeccabile e, last but not least, una colonna sonora da brivido curata da Eddie Vedder.

12. Mommy (2014)

REGIA: Xavier Dolan

ATTORI: Anne Dorval, Antoine-Olivier Pilon, Suzanne Clément

Tre esseri umani emarginati dal proprio dolore si incontrano. Una è Die, giovane ed esuberante vedova che si ritrova a riaccogliere in casa Steve, suo figlio adolescente affetto da sindrome da deficit di attenzione e iperattività, per poi fare la conoscenza di Kyla, una vicina di casa misteriosa e silente a causa della sua balbuzie che le rende difficile aprirsi con gli altri.

I tre si consoleranno a vicenda e troveranno l’uno nell’altra conforto, fino al drammatico esito finale che farà sì che ciascuno dei tre debba cavarsela da solo, reggendosi sulle proprie gambe.

Un bellissimo e originale film che vi farà piangere, soffrire e soffocare non solo grazie al talento degli attori e alla regia ineccepibile ma addirittura usando come escamotage le bande nere della pellicola. Guardare per credere.

11. Boyhood (2014)

REGIA: Richard Linklater

ATTORI: Patricia Arquette, Ellar Coltrane, Ethan Hawke, Lorelei Linklater, Tamara Jolaine, Evie Thompson

Un film diventato un caso e un esperimento psicologico: la storia di una famiglia viene raccontata seguendo in tempo reale la vita di un ragazzino per dodici anni, dalla prima elementare fino alla fine del percorso scolastico.

Intenso, emozionante e molto originale.

10. Tre manifesti a Ebbing, Missouri, 2017

REGIA: Martin McDonagh

ATTORI: Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Peter Dinklage, John Hawkes, Abbie Cornish, Caleb Landry Jones, Lucas Hedges, Kerry Condon, Zeljko Ivanek, Amanda Warren

Mildred è una madre che è stata costretta a sopportare la brutale morte di sua figlia, violentata e ammazzata violentemente. La polizia locale non fa alcun passo in avanti, troppo impegnata a portare avanti le proprie azioni razziste contro alcuni membri della cittadina. Mildred decide così di umiliare gli agenti, e soprattutto il capo, con tre enormi manifesti. Tutto ciò conduce a un viaggio nell’oscurità della cittadina, dando al tempo stesso una chance di rinascita ai protagonisti.

9. La forma dell’acqua, 2017

REGIA: Guillermo del Toro

ATTORI: Sally Hawkins, Octavia Spencer, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, David Hewlett, Nigel Bennett, Nick Searcy, Martin Roach

Guillermo del Toro racconta una fiaba oscura, mostrando il rapporto tra Elisa, addetta alle pulizie muta di un centro di ricerca governativo, e una creatura misteriosa in cattività. Lei si sente intrappolata nel suo mondo silenzioso. In catene come lui, cui viene impedito di nuotare serenamente nel mondo. Lei, insieme a una bizzarra banda, riesce a liberarlo. Questo è però soltanto il primo passo verso un ben più complicato scenario.

8. Il discorso del Re (2010)

REGIA: Tom Hooper

ATTORI: Colin Firth, Guy Pearce, Helena Bonham Carter, Timothy Spall, Geoffrey Rush, Jennifer Ehle, Derek Jacobi, James Currie, Tim Downie, Michael Gambon, Anthony Andrews, Eve Best, Claire Bloom

L’iter con cui Re Giorgio VI riuscirà a correggere la sua invalidante balbuzie che lo rende timido all’inverosimile e incapace di svolgere con la dovuta sicurezza il suo ruolo da reggente è davvero commovente ed emozionante.

Questo film vi farà piangere ma al contempo capirete che nulla è impossibile, basta volerlo.

7. Shutter Island (2010)

REGIA: Martin Scorsese

ATTORI: Leonardo DiCaprio, Mark Ruffalo, Ben Kingsley, Emily Mortimer, Michelle Williams, Max von Sydow, Jackie Earle Haley, Elias Koteas, John Carroll Lynch, Christopher Denham, Curtiss Cook, Patricia Clarkson, Robin Bartlett, Nellie Sciutto

Un po’ thriller, un po’ noir, un po’ spy story… un po’ tutto, insomma, in primis film drammatico.

Ambientato negli anni Cinquanta, racconta la storia di due agenti federali inviati per un'indagine nel manicomio criminale di Shutter Island a seguito della misteriosa scomparsa di una paziente, l'infanticida Rachel Solando. Ma sull’isola usciranno segreti e misteri che mai nessuno si sarebbe aspettato, tantomeno lo spettatore…

Si tratta della pellicola perfetta per chi ama suspense e lacrime copiose.

6. Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975)

REGIA: Milos Forman

ATTORI: Jack Nicholson, Louise Fletcher, William Redfield, Michael Berryman, Peter Brocco, Danny De Vito, Christopher Lloyd, Vincent Schiavelli, Dean R. Brooks, Alonzo Brown

Candle McMurphy viene arrestato per dei piccoli reati e, pur di evitare il carcere, prova a fingersi pazzo. Sarà così portato in una clinica psichiatrica in cui metterà in scena la sua finta follia.

All’interno delle mura del manicomio farà la conoscenza degli altri pazienti e darà una sferzata di energia a tutti, attirandosi le ire della terribile capoinfermiera, la signorina Ratched.

Una pellicola che ha fatto storia e che continua a emozionare chiunque, regalando commozione ma anche divertimento. Si piange molto, soprattutto man mano che ci sia addentra nella trama e si volge verso il finale.

5. Oldboy (2003)

REGIA: Park Chan-wook

ATTORI: Choi Min-sik, Yoo Ji-Tae, Gang Hye-Jung, Yun Su-Kyeong, Yun Jin-Seo, Oh Dal-Su, Kim Su-Hyeon, Lee Seung-Ji, Park Myeong-shin, Ji Dae-Han, Kim Byeong-ok

Dae-Su è un padre di famiglia che viene rapito e rinchiuso in una stanza per quindici lunghi anni. Improvvisamente gli viene concesso di uscire e, neanche a dirlo, incomincerà il suo viaggio verso la meta da lui più ambita: la vendetta.

Questo gioiellino rispetta perfettamente i canoni della tragedia classica, regalandoci un dramma dal ritmo serrato e dai colpi di scena strabilianti che vi lasceranno di stucco.

Qui le lacrime si profondono all’adrenalina.

4. Philadelphia (1993)

REGIA: Jonathan Demme

ATTORI: Tom Hanks, Denzel Washington, Roberta Maxwell, Buzz Kilman, Karen Finley, Ron Vawter, Joanne Woodward, Jason Robards, Antonio Banderas, Daniel Chapman

Già sentendo pronunciare il titolo di questo film molti incominciano a piangere, dato che poche pellicole assicurano tante lacrime quante questo.

Una storia commuovente e altamente emozionante in cui Tom Hanks veste i panni di un avvocato malato di AIDS che verrà aiutato e difeso in tribunale dal collega Joe (interpretato da Denzel Washington).

Vi ritroverete con il divano inzuppato di lacrime ma è un film che andrebbe rivisto almeno una volta all’anno.

3. La 25a ora (2002)

REGIA: Spike Lee

ATTORI: Edward Norton, Philip Seymour Hoffman, Barry Pepper, Rosario Dawson, Anna Paquin, Brian Cox, Tony Devon, Paul Diomede, Levan Uchaneishvili, Tony Siragusa

Prima di entrare in carcere per scontare una pena di sette anni per spaccio di droga, a Monty Brogan restano ventiquattro ore di libertà.

Le vivrà girando per New York assieme alla sua ragazza e ai suoi due migliori amici, facendo un bilancio della sua vita.

Uno dei film più intensi e devastanti di Spike Lee che, grazie alla maestria attoriale di Edward Norton e a una sceneggiatura da brivido, regala 135 minuti di commozione e disperazione a chiunque si metta di fronte alla storia di Monty.

Un film da divorare con gli occhi e il cuore soprattutto se si amano le storie sfortunate incorniciate da città del calibro della Grande Mela.

2. C’era una volta in America (1984)

REGIA: Sergio Leone

ATTORI: Robert De Niro, James Woods, Elizabeth McGovern, Joe Pesci, Tuesday Weld, Danny Aiello, Treat Williams, Burt Young, Richard Bright, James Hayden, William Forsythe, Mario Brega

Un altro dei capolavori del cinema americano, amatissimo dagli afecionados del genere drammatico.

Inizialmente ambientato nel quartiere ebraico della New York targata anni Venti, segue le gesta non certo eroiche di una banda di ragazzini che, tra scippi e furtarelli, cresceranno e diventeranno delinquenti con la D maiuscola. Fatto di salti temporali con cui lo spettatore viene cullato da un decennio all’altro, questo classico del cinema americano ha tutte le carte in regola per essere la quintessenza del genere drammatico.

1. Il padrino (1972)           

REGIA: Francis Ford Coppola

ATTORI: Marlon Brando, Al Pacino, James Caan, Richard Castellano, Robert Duvall, Rudy Bond, John Cazale, Franco Citti, Richard Conte, Richard Bright, Salvatore Corsetto

La saga che ha fatto della vendetta familiare un’opera d’arte è entrata a pieno titolo nella storia del cinema nonché in quella del sottogenere drammatico.

Don Vito Corleone non ha certo bisogno di presentazioni, così come non ne abbisognano gli altri protagonisti di questo capolavoro firmato Francis Ford Coppola.

Una serie di storie sanguinose che si intrecciano ad arte e colpi di scena da mozzare il fiato proprio come accade alle vittime sono gli ingredienti genuini che rendono il capostipite dell’epopea mafiosa un gioiello del filone drama.

Preparatevi alle lacrime frammiste a tachicardia e stupore.

Spettacolo: Per te