Cannes 2022, al via il Festival con il film "Coupez!" e la Palma d'oro a Forest Whitaker

Cinema

Dagli ospiti più attesi alle giurie, dai titoli italiani in concorso agli eventi, un viaggio alla scoperta della 75.ma edizione del festival del cinema più glamour al mondo

"La mattina presto l'immagine lontana di Cannes, il rosa e crema delle fortificazioni [...] venivano gettate nell'acqua e giacevano tremolanti nei gorghi e negli anelli spinti alla superficie dalle piante marine attraverso la limpida acqua bassa. Così lo scrittore americano Francis Ford Fitzgerald descriveva la cittadina francese nel romanzo "Tenera è la  notte" pubblicato nel 1934. E ora dopo edizione annullata del 2020 e quella distanziata del 2021, il Festival di Cannes (SCOPRI LO SPECIALE) sembra abbia tutta l'intenzione di riappropriarsi di quel fascino, di quell'allure, di quello che stile che hanno sempre contraddistinto la kermesse transalpina. Dal 17 al 28 maggio la Croisette traboccherà di film, star e mondanità. Scopriamo, quindi le news più rilevanti che caratterizzeranno questa attesissima 75.ma edizione che ha scelto come manifesto ufficiale un'immagine tratta dal film The Truman Show.

Festival di Cannes 2022, i film

approfondimento

Cannes Cannes, oltre 30 film e in prima visione A Chiara e Un Eroe

In 12 giorni sulla Croisette verrano proiettari un centinaio di film: Ecco i titoli principali

Lungometraggi in concorso

Les Amandiers, regia di Valeria Bruni Tedeschi (Francia)

Armageddon Time, regia di James Gray (Stati Uniti d'America)

Barādarān Leylā, regia di Saeed Roustayi (Iran)

Boy From Heaven, regia di Tarik Saleh (Svezia, Finlandia, Danimarca, Francia)

Broker, regia di Hirokazu Kore'eda (Corea del Sud)

Close, regia di Lukas Dhont (Belgio, Francia, Paesi Bassi)

Crimes of the Future, regia di David Cronenberg (Canada, Grecia)

Eo, regia di Jerzy Skolimowski (Polonia, Italia)

Frère et Sœur, regia di Arnaud Desplechin (Francia)

He-eojil gyeolsim, regia di Park Chan-wook (Corea del Sud)

Holy Spider, regia di Ali Abbasi (Danimarca, Germania, Svezia, Francia)

Nostalgia, regia di Mario Martone (Italia)

Le otto montagne, regia di Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch (Italia, Francia, Belgio, Regno Unito)

Un petit frère, regia di Léonor Serraille (Francia)

RMN, regia di Cristian Mungiu (Romania)

Showing Up, regia di Kelly Reichardt (Stati Uniti d'America)

The Stars at Noon, regia di Claire Denis (Francia, Brasile)

Tori et Lokita, regia di Jean-Pierre e Luc Dardenne (Belgio, Francia)

Tourment sur les îles, regia di Albert Serra (Spagna)

Triangle of Sadness, regia di Ruben Östlund (Svezia, Francia, Stati Uniti d'America, Regno Unito)

Žena Čajkovskogo, regia di Kirill Serebrennikov (Russia, Francia)

Un Certain Regard

Bačennja metelyka, regia di Maksym Nakonečnyj (Ucraina)

Beast, regia di Riley Keough e Gina Gammell (Stati Uniti d'America)

Le Bleu du caftan, regia di Maryam Touzani (Marocco, Francia)

Corsage, regia di Marie Kreutzer (Austria)

Domingo y la niebla, regia di Ariel Escalante Meza (Costa Rica)

Harka, regia di Lotfy Nathan (Francia, Germania, Stati Uniti d'America, Tunisia)

Kurak Günler, regia di Emin Alper (Turchia)

Joyland, regia di Saim Sadiq (Pakistan)

Mediterranean Fever, regia di Maha Haj (Palestina, Francia, Germania, Cipro)

Metronom, regia di Alexandru Belc (Romania)

Les Pires, regia di Lise Akora e Romane Gueret (Francia)

Plan 75, regia di Chie Hayakawa (Giappone)

Plus que jamais, regia di Emily Atef (Francia, Germania, Lussemburgo, Norvegia)

Retour à Séoul, regia di Davy Chou (Cambogia, Francia)

Rodéo, regia di Lola Quivoron (Francia)

Silent Twins, regia di Agnieszka Smoczyńska (Polonia, Regno Unito, Stati Uniti d'America)

Syk Pike, regia di Kristoffer Borgli (Norvegia)

The Stranger, regia di Thomas M. Wright (Australia, Regno Unito)

Volaða land, regia di Hlynur Pálmason (Danimarca, Islanda, Svezia, Finlandia)

Fuori concorso

Elvis, regia di Baz Luhrmann (Australia, Stati Uniti d'America)

L'Innocent, regia di Louis Garrel (Francia)

Masquerade, regia di Nicolas Bedos (Francia)

Novembre, regia di Cédric Jimenez (Francia, Belgio)

Three Thousand Years of Longing, regia di George Miller (Australia)

Top Gun: Maverick, regia di Joseph Kosinski (Stati Uniti d'America)

Coupez!, regia di Michel Hazanavicius (Francia) - film d'apertura

Cannes Première

Chronique d'une liaison passagère, regia di Emmanuel Mouret (Francia)

Dodo, regia di Panos H. Koutras (Grecia, Francia, Belgio)

Don Juan, regia di Serge Bozon (Francia, Belgio)

Esterno notte, regia di Marco Bellocchio – miniserie TV (Italia)

Irma Vep, regia di Olivier Assayas – serie TV (Stati Uniti d'America)

Nos frangins, regia di Rachid Bouchareb (Francia)

La Nuit du 12, regia di Dominik Moll (Francia, Belgio)

Proiezioni speciali

All That Breathes, regia di Shaunak Sen – documentario (India, Regno Unito, Stati Uniti)

Jerry Lee Lewis: Trouble In Mind, regia di Ethan Coen – documentario (Stati Uniti d'America)

Mi país imaginario, regia di Patricio Guzmán – documentario (Cile)

The Natural History of Destruction, regia di Serhij Loznycja – documentario (Ucraina)

Marcel!, regia di Jasmine Trinca (Italia)

Le Petit Nicolas - Qu'est-ce qu'on attend pour être heureux?, regia di Amandine Fredon e Benjamin Massoubre (Francia)

Restos do vento, regia di Tiago Guedes (Portogallo)

Riposte féministe, regia di Marie Perennès e Simon Depardon – documentario (Francia)

The Vagabonds, regia di Doroteya Droumeva (Germania)

Proiezioni di mezzanotte

Fumer fait tousser, regia di Quentin Dupieux (Francia)

Hunt, regia di Lee Jung-jae (Corea del Sud)

Moonage Daydream, regia di Brett Morgen – documentario (Stati Uniti d'America)

Rebel, regia di Adil El Arbi e Bilall Fallah (Stati Uniti, Belgio, Lussemburgo, Francia)

 

Festival di Cannes 2022, le giurie

Concorso

approfondimento

Marcel!, trailer del film di Jasmine Trinca presentato a Cannes

Vincent Lindon, attore (Francia) - Presidente di Giuria

Asghar Farhadi, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico (Iran)

Rebecca Hall, attrice (Regno Unito)

Ladj Ly, regista e sceneggiatore (Francia)

Jeff Nichols, regista e sceneggiatore (Stati Uniti d'America)

Deepika Padukone, attrice (India)

Noomi Rapace, attrice (Svezia)

Joachim Trier, regista e sceneggiatore (Norvegia)

Jasmine Trinca, attrice (Italia)

Un Certain Regard

Valeria Golino, attrice, regista, sceneggiatrice e produttrice cinematografica (Italia) - Presidentessa di Giuria

Benjamin Biolay, cantautore e musicista (Francia)

Debra Granik, regista e sceneggiatrice (Stati Uniti d'America)

Joanna Kulig, attrice (Polonia)

Édgar Ramírez, attore (Venezuela)

Caméra d'or

Rossy de Palma, attrice (Spagna) - Presidentessa di Giuria

Natasza Chroscicki, amministratrice delegata di Arri France (Francia) - in rappresentanza della Fédération des industries du Cinéma, de l'Audiovisuel et du Multimédia (FICAM)

Jean-Claude Larrieu, direttore della fotografia (Francia) - in rappresentanza dell'Association Française des Directeurs de la Photographie Cinématographique (AFC)

Éléonore Weber, drammaturga e documentarista (Francia) - in rappresentanza della Société des Réalisateurs de Films (SRF)

Olivier Pélisson, critico cinematografico (Francia) - in rappresentanza del Syndicat Français de la Critique de Cinéma (SFCC)

Lucien Jean-Baptiste, attore, regista e sceneggiatore (Francia)

Samuel Le Bihan, attore (Francia)

Cinéfondation e cortometraggi

Yousry Nasrallah, regista e sceneggiatrice (Egitto) - Presidente di Giuria

Monia Chokri, attrice (Francia)

Félix Moati, attore (Francia)

Jean-Claude Raspiengeas, critico cinematografico (Francia)

Laura Wandel, regista e sceneggiatrice (Belgio)

Settimana internazionale della critica

Kaouther Ben Hania, regista e sceneggiatrice (Tunisia) - Presidentessa di Giuria[5]

Benoît Debie, direttore della fotografia (Belgio)

Benedikt Erlingsson, attore, regista e sceneggiatore (Islanda)

Ariane Labed, attrice (Grecia, Francia)

Huh Moon-young, direttore artistico del Busan International Film Festival (Corea del Sud)

L'Œil d'or

Agnieszka Holland, regista e sceneggiatrice (Polonia) - Presidentessa di Giuria

Iryna Cilyk, regista e sceneggiatrice (Ucraina)

Pierre Deladonchamps, attore (Francia)

Alex Vicente, critico cinematografico (Spagna)

Hicham Falah, direttore artistico del Festival international de film documentaire d'Agadir (Marocco

I film italiani a Cannes 2022

approfondimento

Nostalgia, il trailer del film di Mario Martone in concorso a Cannes

L’Italia non vince la Palma d'oro dal 2001, anno in cui Nanni Moretti si aggiudico il prestigioso riconoscimento grazie a La Stanza del figlio. Quest'anno ci sono ben tre pellicole italiane che cercando vincere il premio più ambito sulla Croisette. Al momento il più accreditato per un'eventuale vittoria finale è Nostalgia, il nuovo film di Mario Martone, tratto dall'omonimo romanzo di Ermanno Rea e interpretato da Pierfrancesco Favino. L'altro titolo Les Amandiers di Valeria Bruni Tedeschi, che narra i suoi Anni Ottanta  a Parigi nella scuola di teatro di Patrick Chereau (si tratta di una coproduzione italofrancese). Infine è stato aggiunto in corso d'opera, Le Otto montagne, una produzione Italia/Francia/Belgio che vede protagonisti Luca Marinelli e Alessandro Borghi. La pellicola è diretta da Felix van Groeningen, Charlotte Vandermeersch ed è la trasposizione cinematografica dell'omonimo romanzo di Paolo Cognetti , Premio Strega nel 2017.

Nella sezione Premiere verrà presentata Esterno Notte, la serie tv scritta e diretta da Marco Bellocchio. Nel  cast Fabrizio Gifuni nei panni di Aldo Moro, Margherita Buy, Toni Servillo, Fausto Russo Alesi, Gabriel Montesi e Daniela Marra. Infine sulla Croisette verrà presentato nella sezione "proiezioni speciali", Marcel!, primo film in veste di regista di Jasmine Trinca. 

Festival di Cannes 2022, gli Ospiti e gli eventi

approfondimento

Festival di Cannes 2022, gli ospiti più attesi sulla Croisette. FOTO

 Kylie Minogue, Cristina Aguilera, Ricky Martins, Salma Hayeck, Viola Davis, Forest Whitaker, Forest Whitaker, Jasmine Trinca, Valeria Golino, Tom Cruise, Alessandro Borghi, Luca Marinelli, Marco Bellocchio. Anthony Hopkins, Anne Hathaway  Isabelle Huppert, Lee Jung-Jae, Marion Cotillard, Tilda Swinton, Idris Elba, Alicia Vikander, Valeria Bruni Tedeschi, David Cronenberg, Kristen Stewart, Lea Seydou, Claire Denis, Margaret Qualleu, Baz Luhrman, Austin Butler, Mads Mikkelsen, Michelle William,  Javier Bardem, Alice Rohrwacher. Sono solo alcune della star che dovrebbero sfilare sul tappeto rossi della 75,ma edizione del Festival di Cannes. E oltre ai red carpet dei film più importanti e alle cerimonie di apertura e di chiusura della kermesse, sono svariati appuntamenti collaterali che impreziosiranno la Croisette. Tra questi segnaliamo l' evento Magnum (previsto per il 19 maggio) amfAR Gala (il 26 all’Hotel du Cap-Eden-Roc di Antibes) per raccogliere fondi contro la lotta all’AIDS e  il  Women in motion award è il Premi(il 22).

 

Una nuova Palma d'Oro per Cannes

 Per celebrare i 75 anni di Cannes,  Caroline Scheufele, direttrice artistica di Chopard, partner del festival da 25 anni, ha scelto  di reinterpretatre la Palma d'Oro costellando due delle sue foglioline con diamanti provenienti da fornitori certificati dal Responsible Jewellery Council. la prima sarà composta da 75 diamanti incastonati a simboleggiare il giubileo del Festival, mentre la seconda fogliolina conterrà 25 diamanti per festeggiar il il quarto di secolo della partnership tra la kermesse e la Maison. Infine la Palma in oro etico giallo 18 carati certificato Fairmined non verrà più  fissata un cuscino in cristallo di rocca, ma  su una base in quarzo rosa, pietra simbolo dell'amore. Non a caso, per la mitologia greca, questa gemma, di color rosa cipria, è nata dalle stesse mani di Afrodite. E il tema scelto da Caroline Scheufele per l'edizione di quest'anno a Cannes è proprio questo: Chopard Loves Cinema.

 

Spettacolo: Per te