Esami di maturità: i cibi che aiutano la memoria e la concentrazione

Salute e Benessere

Evitare cibi ipercalorici con molti grassi che favoriscono la sonnolenza e prediligere alimenti come pesce azzurro, frutta secca e fresca, verdure, cereali integrali, legumi e cioccolato fondente per rinforzare sia la memoria e sia la concentrazione, in vista dello studio per gli esami. Ecco i consigli degli esperti, a partire dalla colazione, pasto “fondamentale per caricarsi dell’energia necessaria per affrontare le fatiche della scuola”

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

 

Memoria e concentrazione rappresentano due alleati importanti quando si parla di metodo di studio, soprattutto in vista degli esami di maturità che, per il 2022, scatteranno a partire dal 22 giugno e coinvolgeranno oltre 500mila studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori. Ma come si può contribuire, attraverso il cibo, a rinforzare sia la memoria e sia la concentrazione? Il progetto “Educazione Nutrizionale Grana Padano”, coordinato da un autorevole comitato scientifico e che coinvolge diverse società scientifiche oltre a medici specialisti, dietisti ed esperti di comunicazione, ha segnalato una serie di cibi adatti per questo scopo. Secondo gli esperti, innanzitutto, per allenare memoria e concentrazione, occorre “evitare cibi ipercalorici con molti grassi che richiedono un notevole impegno da parte della digestione e che quindi favoriscono la sonnolenza”. Infatti, hanno spiegato ancora, è importante che il sistema nervoso sia alimentato costantemente grazie ad una dieta regolare ed equilibrata. Con un punto fermo, ovvero quello rappresentato dalle proteine, elemento fondamentale per la salute.

La colazione

approfondimento

Maturità, 7 studenti su 10 provano già tensione e stress per l’esame

Partendo dalla colazione del mattino, pasto da non saltare perché può far perdere la concentrazione e agevolare la sonnolenza. Una colazione consigliata è quella a base di pane e marmellata, latte o yogurt, oppure salata sostituendo il latte e lo yogurt con del formaggio grana. Si tratta, dicono gli esperti, di un “momento fondamentale per caricarsi dell’energia necessaria per affrontare le fatiche della scuola”.

Il pesce azzurro

Tra gli alimenti importanti per memoria e concentrazione ecco poi che rientra di diritto il pesce azzurro, con le proprietà degli acidi grassi che sono fondamentali per il sistema nervoso, considerando ad esempio gli Omega-3 e tra questi il DHA, presente nella maggior parte dei pesci, particolarmente utili per la corretta funzione neuronale. E per aiutare ad incrementare la concentrazione utile per uno studio proficuo.

La frutta secca

Nella dieta degli studenti, poi, non può mancare, la frutta secca. Mandorle, pistacchi e noci, ad esempio, contengono alti livelli di acidi grassi essenziali che aiutano il cervello a funzionare in modo ottimale. Le noci contengono una discreta quantità di ferro che può apportare ossigeno al cervello e potenziare così la prontezza mentale e la capacità di immagazzinare le informazioni. La frutta secca, segnalano poi gli esperti, “rappresenta un ottimo spuntino sano ed energetico”.

I cereali integrali

Assumere una quantità eccessiva di carboidrati raffinati, come il pane e la pasta, può indurre sonnolenza e lentezza mentale, tutte caratteristiche non utili ai fini dello studio e per chi prepara la maturità. Proprio per questo motivo, per gli specialisti sarebbe opportuno virare sui cereali integrali per agevolare così un effetto opposto, cioè proprio potenziare la memoria.

Mele e frutti rossi

approfondimento

Maturità 2022, tutto quello che bisogna sapere sull'esame di Stato

Ricca di acqua, sali minerali e vitamine, la frutta fresca rappresenta un altro valido alleato per migliorare l’abitudine allo studio e, di conseguenza, il rendimento scolastico. Contiene al suo interno anche antiossidanti, utili per migliorare la funzionalità della memoria. Tra i frutti maggiormente consigliati, ecco la mela, “ricca di quercitina” oltre ai frutti rossi, ricchi di antocianine, sostanze che hanno effetti decisivi sulle funzioni del cervello. Gli stessi, poi, hanno la capacità di ridurre il livello di tossine nel sangue, dato che contengono fitonutrienti e antiossidanti.

Le verdure

Allo stesso modo ricche di sali minerali, vitamine e antiossidanti, le verdure rientrano tra i cibi da considerare quando si studia. In particolare, secondo gli esperti, broccoli, cavoli e cavoletti vengono considerati veri e propri alleati della memoria. Il motivo? Contengono un'importante quantità di acido folico, sostanza che può prevenire l'invecchiamento cerebrale, agevolando allo stesso tempo lo sviluppo delle qualità mnemoniche.

I legumi

Fagioli, ceci e le lenticchie. Ecco i migliori legumi da utilizzare nelle diete degli studenti alle prese con gli esami di maturità. Contengono grandi quantità di proteine e di acido folico, tutte sostanze utili per rafforzare le capacità del cervello e aiutare così, di conseguenza, a ricordare meglio le informazioni, permettendo di studiare anche in maniera più veloce.

Il cioccolato fondente

Per deliziare il palato, infine, gli esperti segnalano anche il cioccolato fondente, che vanta diversi effetti benefici sull’organismo e può consentire di migliorare le capacità di apprendimento. Il cioccolato, infatti, agisce a livello dell’umore concedendo la necessaria carica per affrontare un’intensa sessione di studio in vista degli esami.

Salute e benessere: Più letti