Uk, ricoveri giù dell’80% negli over 80 con una dose di vaccino AstraZeneca o Pfizer

Salute e Benessere

Nel Regno Unito i ricoveri fra le persone a cui è stata somministrata una sola dose di vaccino AstraZeneca o Pfizer sono crollati fino all'80%, rispetto all'andamento generale, specie tra gli ultraottantenni Si tratta di dati che il ministro della salute britannico Matt Hancock ha definito "entusiasmanti", parlando di sviluppi "seriamente incoraggianti" nella lotta al coronavirus

Nel Regno Unito, la scelta dell’inoculazione di una singola dose di vaccino anti-Covid, per vaccinare quante più persone possibili, sembra essere efficace. Almeno stando ai dati diffusi dalle autorità sanitarie locali secondo cui, nel Paese, i ricoveri fra le persone a cui è stata somministrata una sola dose di vaccino AstraZeneca o Pfizer sono crollati fino all'80% rispetto all'andamento generale, specie tra gli ultraottantenni. Si tratta di dati che il ministro della salute britannico Matt Hancock ha definito "entusiasmanti", parlando di sviluppi "seriamente incoraggianti", così come riporta anche un articolo di Sky News.

L'efficacia dei vaccini anti-Covid

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso alla pandemia globale: le tappe. FOTO

Nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Downing Street, Hancock ha confermato che secondo la Public Health England (PHE), una singola dose di vaccino contro il coronavirus, prodotto da Oxford-AstraZeneca o da Pfizer-BioNTech, è efficace più dell'80% nel prevenire il ricovero ospedaliero tra gli ultraottantenni. I dati mostrano dunque l'efficacia dei vaccini anti-Covid ma, nonostante questo, Hancock ha esortato la popolazione britannica a continuare a seguire le regole senza così gettare al vento i progressi compiuti nella lotta contro il virus.

Public Health England (PHE): i dati di uno studio su 7,5 milioni di persone

Come scrive sempre Sky News, secondo uno studio del PHE che ha coinvolto più di 7,5 milioni di persone di età pari o superiore a 70 anni in Inghilterra, le infezioni negli over 70 diminuiscono a partire da circa tre settimane dopo la somministrazione di una dose di entrambi i vaccini. L’efficacia contro il Covid negli over 70, quattro settimane dopo la prima inoculazione, variava tra il 57-61% per il vaccino Pfizer-BioNTech e tra il 60-73% per il vaccino Oxford-AstraZeneca. Per gli esperti britannici, oltre alla protezione contro la malattia sintomatica, gli ultracinquantenni che avevano ricevuto una dose di vaccino Pfizer avevano un ulteriore 43% in meno di rischio di ospedalizzazione d’urgenza e un ulteriore 51% in meno di rischio di morte. Inoltre, gli ultraottantenni a cui era stata somministrata la prima dose del vaccino Oxford-AstraZeneca hanno dimostrato di avere un rischio inferiore del 37% di ricovero ospedaliero d'urgenza, ma non ci sono dati di follow-up sufficienti per valutare l’impatto sui decessi. Gli autori dello studio, che non è stato ancora sottoposto a peer review, hanno affermato che "entrambi i vaccini mostrano effetti simili", aggiungendo che, "una singola dose di entrambi i vaccini è efficace all'80% circa nel prevenire il ricovero in ospedale e una singola dose di vaccino Pfizer è efficace all'85% nel prevenire la morte per Covid". Lo stesso Hancock ha affermato che il numero di ricoveri ospedalieri è diminuito più rapidamente di quello dei nuovi casi, in particolare tra le fasce di età più anziane a cui è stata somministrata una dose di vaccino: "è il segno che il vaccino funziona".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.