Matrimonio Harry e Meghan, tutto quello che c’è da sapere

10' di lettura

Il 19 maggio, nella Cappella di St George del castello di Windsor, il secondogenito di Carlo e Diana sposa l’attrice americana. Dai fiori alla torta, dagli invitati al viaggio di nozze: curiosità, indiscrezioni e dettagli su una cerimonia che si preannuncia da favola

Probabilmente non diventeranno mai sovrani del Regno Unito, ma quello tra il principe Harry e Meghan Markle sarà comunque un matrimonio reale da favola. Lui, secondogenito di Carlo e Diana e sesto nella linea di successione al trono, ha 33 anni. Lei, attrice californiana divorziata e “bi-razziale” (come ama definirsi), ne ha 36. Si sposeranno il prossimo 19 maggio: ecco tutto quello che sappiamo sulle nozze più attese dell’anno (LO SPECIALE).

Il fidanzamento

Il fidanzamento tra Harry e Meghan è stato annunciato, così come i successivi dettagli sul royal wedding, dagli account social dei Windsor. Il comunicato di Kensington Palace è arrivato il 27 novembre 2017. Qualche ora dopo, la coppia ha posato davanti ai fotografi per le prime foto ufficiali. In un’intervista alla Bbc, Meghan ha raccontato come la proposta sia arrivata mentre “cercavamo di arrostire un pollo”: “Si è inginocchiato e me l'ha chiesto. È stato un sì immediato”. L’anello è stato disegnato da Harry ed è composto da tre diamanti, di cui due appartenuti a Lady Diana. Il 15 dicembre, sempre sui social, è stata annunciata la data del matrimonio: sabato 19 maggio 2018.

Il matrimonio

La cerimonia si terrà a mezzogiorno nella Cappella di St George, nel castello di Windsor, a una trentina di chilometri da Londra. È lo stesso posto in cui si sono sposati il principe Carlo e Camilla. La regina ha acconsentito al matrimonio in chiesa, nonostante Meghan sia già stata sposata (con il produttore Trevor Engelson, per due anni fino al 2013). La cerimonia si svolgerà secondo il rito anglicano: lo scorso marzo Meghan, di religione protestante, si è convertita ed è stata battezzata da Justin Welby, arcivescovo di Canterbury e leader spirituale della chiesa d'Inghilterra. Un passaggio non obbligato, ma che Markle ha fatto in segno di rispetto nei confronti di Elisabetta II (capo della chiesa Anglicana). A officiare le nozze sarà il reverendo David Conner, decano di Windsor, e a occuparsi delle promesse sarà Welby. Il vescovo afro-americano Michael Curry, poi, farà un sermone sul tema dell'amore.

Il giro in carrozza

Quando in Italia saranno le 14 (e a Londra le 13), Harry e Meghan usciranno dalla chiesa come marito e moglie. Dopo i saluti, i nuovi coniugi saliranno a bordo di una carrozza e attraverseranno alcune strade della città di Windsor per ricevere l’omaggio dei sudditi. Come carrozza hanno scelto una “Ascot Landau” scoperta e con interni bianchi. Sarà trainata da quattro cavalli Windsor Grey: Storm e Tyrone (padre e figlio), Milford Haven e Plymouth. È una delle cinque carrozze di questo tipo presenti nelle scuderie reali ed è la stessa guidata da Harry per il matrimonio del fratello William con Kate Middleton.

Il doppio ricevimento

Dopo la sfilata in carrozza, i neo sposi torneranno al Castello. Nella St George Hall, la sala ricevimenti, si terrà il banchetto ufficiale per 600 invitati offerto dalla regina. Finito il pranzo, la coppia si trasferirà a Frogmore House (a circa un chilometro di distanza) per continuare i festeggiamenti insieme a 200 amici e parenti stretti, ospiti del principe Carlo. Questo secondo party serale, più esclusivo, dovrebbe essere anche più informale e vivace. Harry e Meghan hanno tenuto a precisare che tutto il matrimonio sarà un mix di tradizione e di elementi che rispecchiano le loro personalità.

I testimoni e i paggetti

Il principe ha chiesto al fratello William di essere il suo testimone di nozze. Harry ha avuto lo stesso ruolo nel 2011, al matrimonio del futuro re con Kate. I piccoli George e Charlotte saranno tra i paggetti, mentre il neonato Louis dovrebbe rimanere a casa. Meghan, indecisa tra tante amiche, non avrà una damigella d’onore. “Ha molte amiche strette e non voleva sceglierne una piuttosto che un'altra”, ha detto un portavoce dei reali. E, a quanto pare, ad accompagnare la sposa all’altare non ci sarà il padre. La presenza dell'uomo era in dubbio sin dall'inizio, visto che i genitori hanno divorziato quando Meghan aveva 6 anni, lei è cresciuta con la madre e non avrebbe un rapporto ottimo né con il padre né con i figli nati dal suo primo matrimonio. Nei giorni scorsi, però, una nota di Kensington Palace aveva fatto sapere che i genitori della sposa sarebbero arrivati in Uk qualche giorno prima per conoscere la famiglia reale, che avrebbero avuto "entrambi un ruolo importante al matrimonio” e che Thomas Markle, di discendenze irlandesi e olandesi, avrebbe accompagnato la figlia lungo la navata. A meno di una settimana dalle nozze, il cambio di programma: il padre della sposa ha comunicato la sua assenza. Alcune indiscrezioni hanno parlato di un presunto attacco cardiaco o un malore, ma il vero motivo della rinuncia sarebbe l’imbarazzo causato dallo scandalo delle foto cedute dall’uomo a un tabloid. Improbabile che ci saranno il fratello e la sorella di Meghan: lei ha scritto un libro intitolato “Diario della sorella di una principessa arrivista”, lui ha scritto a Harry per convincerlo ad annullare le nozze. Ci sarà, invece, la madre della sposa: Doria Ragland, afro-americana, sarà accanto alla figlia nel viaggio in auto verso il Castello di Windsor.

Gli invitati

Per gli inviti, Harry e Meghan hanno scelto una formula classica ma non troppo formale: è il principe Carlo a chiedere la partecipazione agli ospiti, ma non c’è il nome per intero degli sposi. Sono stati realizzati dalla Bernard Westwood - azienda che si occupa di inviti reali dal 1985 - con carta inglese e inchiostro americano e stampati con una macchina del 1930. Su ogni invito c’è riportato a mano il nome dell’ospite. Nella lista ci sarebbero gli amici più stretti di entrambi, tra cui i commilitoni di Harry. Tra le invitate celebri di Meghan, Serena Williams, Priyanka Chopra e forse Victoria Beckham. Assenti di sicuro, come annunciato da Kensington Palace, i politici sia inglesi sia americani: non ci sarà la premier britannica Theresa May né il presidente Usa Donald Trump né gli Obama, amici del principe. Tra gli ospiti vip dovrebbero esserci sir Elton John ed Ed Sheeran, che potrebbero esibirsi, e forse le Spice Girls. Harry ha voluto che fossero presenti anche i fratelli di Diana, in omaggio alla memoria di sua madre.

I cittadini comuni

Alle nozze ci saranno anche circa 2.600 cittadini comuni che, come ha dichiarato Kensington Palace, avranno la fortuna di poter ammirare e congratularsi con gli sposi da una posizione privilegiata nel giardino del Castello di Windsor: circa 1.200 persone sono state scelte dai rappresentanti della Regina tra coloro che hanno “prestato servizio alla comunità” in “ogni angolo del Regno Unito”; altri 530 invitati speciali sono membri dello staff della Royal Household; 200 persone provengono dagli enti di beneficenza supportati da Harry e Meghan; cento sono bambini, alunni di due scuole del posto; infine 600 membri della comunità locale. Saranno tutti costretti a portarsi il pranzo al sacco da casa: sono stati formalmente invitati a farlo con una lettera che specifica che sul posto non sarà possibile comprare cibo o acqua.

Il vestito, la torta, i fiori

Nel corso delle settimane sono stati rivelati altri dettagli sul matrimonio. I confetti, ad esempio, arriveranno da Sulmona. Ad occuparsi della torta nuziale, invece, sarà la chef Claire Ptak, californiana di nascita e londinese d'adozione, proprietaria della Violet Bakery. Meghan ha deciso di ignorare la tradizione di servire una torta nuziale a base di frutta e ha optato per una classica torta bianca: sarà un dolce al limone e sambuco ricoperto di crema al burro e fiori freschi. A proposito di fiori, a pensare alle decorazioni sarà la designer floreale Philippa Craddock: sono state scelte peonie e rose bianche e poi, a completare le decorazioni, rami di faggio, betulle e carpino. Nessuna conferma ufficiale, invece, su chi vestirà la sposa. Gli stilisti più quotati sono il duo australiano Ralph&Russo. Una sola certezza: l’abito sarà diverso da quello sfoggiato da Meghan in una puntata della serie tv “Suits”. “Non rispecchia il mio stile”, aveva detto all’epoca l’attrice. Secondo i tabloid inglesi, il vestito sarebbe stato scelto a gennaio e costerebbe 100mila sterline. Probabilmente Meghan indosserà una tiara sul capo: Diana ha lasciato dei gioielli ai suoi due figli per donarli alle loro mogli. Per quanto riguarda il dress code per gli invitati, è stato richiesto un “abito da giorno o un lounge suit” per gli uomini e un “abito da giorno con cappello” per le donne.

I regali

Quanto ai regali di nozze, Harry e Meghan hanno fatto sapere che preferiscono vengano fatte delle donazioni in beneficenza. La coppia ha indicato sette associazioni, scelte perché “riflettono i loro valori condivisi”. Si tratta di organizzazioni che si occupano di sport come cambiamento sociale, di sostegno alle donne, di ambiente, di senzatetto, di malati di Hiv e di orfani delle forze armate.

Dopo il matrimonio

Il viaggio di nozze dovrebbe essere in Namibia (in Africa Harry e Meghan hanno fatto la loro prima fuga romantica). Dopo il matrimonio la coppia andrà a vivere nel Nottingham Cottage, piccola residenza all'interno di Kensington Palace, a Londra, dove lui vive già ora. Il cottage era stato la prima residenza di William e Kate da sposati: i duchi di Cambridge vivono ancora a Kensington Palace con i loro tre bambini, ma in un’altra parte del complesso. Nottingham Cottage è grande 125 metri quadri, dispone di 2 camere da letto, 2 saloni e una cucina. La casa è circondata da giardini che ne garantiscono la privacy. Con le nozze Meghan Markle diventerà “sua altezza reale, principessa Henry del Galles”. Non essendo nata con sangue blu, infatti, non potrà essere chiamata semplicemente “principessa Meghan”. Se la regina - come da tradizione - concederà alla nuova coppia un ducato, l’attrice diventerà “duchessa Meghan”. A William e Kate era toccato Cambridge, Harry e Meghan dovrebbero diventare duchi del Sussex.

La diretta sulla Bbc

Il matrimonio reale sarà trasmesso in diretta sulla Bbc. Le telecamere si spegneranno dopo la sfilata in carrozza e non entreranno nel doppio ricevimento. Secondo le stime, in tutto il mondo saranno centinaia di milioni le persone che seguiranno le nozze. Nel 2011, in occasione del royal wedding di William e Kate, solo in Gran Bretagna si sintonizzarono 24 milioni di persone. Il 19 maggio 2018, a differenza del 29 aprile 2011, nel Regno Unito non sarà un giorno festivo. I sudditi di sua maestà, comunque, potranno festeggiare per bene nei pub: hanno il permesso di restare aperti e somministrare alcolici fino all’una di notte. Agli sposi spetta anche approvare i souvenir ufficiali e scegliere uno stemma coniugale. Nel 2011 erano stati venduti memorabilia legati alle nozze reali per 222 milioni di sterline.

Data ultima modifica 16 maggio 2018 ore 15:00

Leggi tutto
Prossimo articolo