Live In Courmayeur, ministro Messa: "Il problema maggiore è valorizzare i nostri laureati"

Cronaca

"Andare all'estero è opportuno, anche io sono stata cinque anni fuori. È un elemento che fa crescere, ma stiamo riflettendo sulla nostra offerta formativa: dobbiamo rendere attrattive le nostre università", ha detto

Nella seconda giornata di Sky TG24 Live In Courmayeur (L'EVENTO - IL PROGRAMMA - - GLI OSPITI) è intervenuta la ministra dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa. "Il problema maggiore" in Italia "è la valorizzazione dei nostri laureati. Andare all'estero è opportuno, anche io sono stata cinque anni fuori. È un elemento che fa crescere, ma stiamo riflettendo sulla nostra offerta formativa. Ci sono più di 80 università in Italia, dobbiamo renderle attrattive", ha detto. Il "nostro punto di forza è avere una formazione teorica molto forte e trasversale, non troppo specialistica. Il mondo anglosassone è più verticale. Il nostro sistema è molto legato alla cultura, meno pragmatico. L'altro lato della medaglia è che i nostri corsi possono sembrare lontani dal mondo del lavoro", ha evidenziato il ministro Messa.

"Ci sarà un aumento delle iscrizioni a materie Stem"

vedi anche

Sky TG24 Live In, il panel sul clima e lo "strappo" dei giovani

In Italia, ha detto il ministro Messa, "la ricerca è sempre stata una Cenerentola. Troppo distacco tra mondo della ricerca e mondo civile, dei cittadini, delle persone che usufruiscono di questa ricerca, ha creato disinteresse sul tema. Ci voleva una pandemia per capirlo? No, non ci vorrebbe mai. Ma abbiamo preso coscienza del problema". E ha aggiunto: "Quest'anno ci sono state 70mila richieste per iscrizioni a Medicina, superiori al passato, che erano 60mila. Credo che ci sarà un aumento delle iscrizioni a materie Stem, e non solo a causa della pandemia".

L'evento targato Sky TG24

vedi anche

Sky TG24 Live In Courmayeur, si chiude la prima giornata. VIDEO

Sky TG24 Live In è l'evento che porta i temi dell'attualità nelle piazze italiane. Ieri, 3 novembre, si è svolta la prima giornata. Dopo l'introduzione del direttore Giuseppe De Bellis e il saluto istituzionale della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, sono stati presentati i risultati del sondaggio Quorum/YouTrend sulle priorità dei giovani. Tra i temi affrontati anche l'emergenza Covid, con il coordinatore del Cts Franco Locatelli che ha parlato della quarta dose come una "possibilità concreta". L'ex presidente del Consiglio e leader del M5s Giuseppe Conte ha spiegato di "non avere rimpianti sulla gestione della pandemia". Presente anche la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni: "La manovra di Draghi? Un compromesso al ribasso". Tra gli altri ospiti, è intervenuto anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: "L'Italia incoraggia il dialogo tra Russia e Usa".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24