Covid, news. 10.554 casi e 48 morti. Locatelli: ipotesi 5 mesi intervallo per booster

Tasso di positività al 2%. Crescono le terapie intensive (+9) e i ricoveri ordinari (+57). Il coordinatore del Cts Franco Locatelli a Sky Tg24: "Considerare obbligo della terza dose per alcune categorie". In Austria da lunedì lockdown generale: dopo 20 giorni proseguirà solo per i non vaccinati. Dal 1° febbraio obbligo vaccinale. La Sassonia chiuderà bar e discoteche e saranno disdetti i mercatini di Natale. Proteste a Rotterdam contro il lockdown, la polizia spara: due feriti

1 nuovo post
L'ultimo report del ministero della Salute registra 10.554 contagi e 48 decessi. Con 534.690 tamponi processati il tasso di positività è al 2%. Crescono terapie intensive (+9) e ricoveri ordinari (+57). MAPPE - BOLLETTINO - GRAFICHE Secondo l'ultimo monitoraggio dell'Iss l'incidenza settimanale a livello nazionale continua ad aumentare: 98 per 100mila abitanti contro 78 per 100mila abitanti della scorsa settimana. Locatelli a Sky TG24: una delle ipotesi per contenere ulteriormente il contagio e accelerare sulla terza dose
"potrebbe essere quella di ridurre l'intervallo tra il compimento del ciclo vaccinale primario e la dose booster da sei a cinque mesi". I dati, aggiunge Locatelli, "destano attenzione e vanno valutati con tutta la cautela del caso, ma non c'è preoccupazione estrema. E'
un momento in cui va posta la massima attenzione e ognuno di noi deve fare la propria parte". 
Il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, chiede un incontro urgente con il Governo per discutere di un Green pass rafforzato per i vaccinati. Lockdown generale da lunedì in Austria. Durerà 20 giorni e poi proseguirà per i non vaccinati. Lo ha annunciato in mattinata il governo che ha anche imposto dall'1 febbraio 2022 l'obbligo vaccinale. "La Germania si trova in una situazione altamente drammatica. E' tempo di agire", ha detto Angela Merkel. Ema emette parere per uso pillola Merck in emergenza. Il Parlamento Ue torna al voto a distanza fino a Natale.

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo liveblog di sabato 20 novembre

- di Redazione Sky Tg24

 Burioni: farmaco più sicuro del vaccino non esiste

"Un farmaco così sicuro non c'è, è un vaccino sicurissimo". Così il virologo Roberto Burioni, nel suo intervento in video collegamento durante la prima serata della Leopolda 11. "Noi siamo stati, fra le grandi nazioni d'Europa, quella che ha vaccinato di più, abbiamo avuto una macchina vaccinale che ha funzionato in maniera magnifica - ha aggiunto Burioni - non è un caso che l'Austria vada in lockdown, e noi non ci siamo.
Sarà importantissimo vaccinare anche i più piccoli, speriamo che l'Ema dia l'autorizzazione". "Le guerre - ha proseguito - lasciano sempre qualche cosa di buono e qualche cosa di buono lo lascerà anche questa tragedia. Ci lascerà con degli strumenti terapeutici eccezionali: quello che ci salva è la scienza, per quanto sia fatta di uomini che sbagliano, sia l'unica cosa che ci salva - ha spiegato Burioni - abbiamo visto quanto sia molto importante la ricerca di base, ma e' altrettanto importante la medicina del territorio. Ritengo che la politica italiana, una buona parte del lavoro, lo abbia fatto. Tutto può essere migliore, ma di fronte a tutto il resto del mondo, ci fa essere orgogliosi di essere italiani".
- di Redazione Sky Tg24

Proteste a Rotterdam, la polizia spara, due feriti

Alta tensione nel centro di Rotterdam durante una protesta contro il lockdown per il Covid. Gli agenti hanno sparato e almeno due persone sono rimaste ferite, ha detto la polizia, secondo quanto riferisce l'emittente olandese Nos. Non si conoscono ancora le circostanze dell'incidente. In precedenza, gli agenti avevano già sparato colpi di avvertimento. La notizia
- di Redazione Sky Tg24

Cdc: ok a terza dose Pfizer e Moderna per tutti adulti

I 'saggi' dei Cdc, i Centers for Disease Control and Prevention, hanno votato all'unanimità, undici a zero, la raccomandazione delle terze dosi del vaccino Pfizer e Moderna per tutti gli adulti, a patto che siano passati almeno sei mesi dalla seconda dose di vaccino contro il Covid.
La commissione consultiva ha anche "consigliato con forza" il richiamo per tutte le persone dai cinquant'anni in su. Il via libera è arrivato poche ore dopo il parere positivo espresso dalla commissione scientifica della Food and Drug Administration. Adesso manca la firma della direttrice dei Cdc, Rochelle Walensky, perche' la decisione diventi esecutiva.
- di Redazione Sky Tg24

Green pass, su gruppo Telegram minacce a Bassetti

Ancora minacce su Telegram per l'infettivologo Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova. A prendere di mira il medico, accusato di volere l'obbligo vaccinale, sono gli organizzatori del gruppo Basta Dittatura - Proteste che hanno condiviso i suoi dati sensibili nell'account.
Lo apprende l'AGI da fonti del gruppo. Per minacce arrivate in passato a Bassetti indaga la procura di Genova. 
- di Redazione Sky TG24

Renzi: incredibile non fare commissione su appalti

"E' mai possibile che ci siano 132 morti e le forze politiche non accettino di fare una commissione di inchiesta su come sono stati spesi i soldi degli appalti covid?". Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, aprendo l'edizione numero 11 della Leopolda, a Firenze. 
- di Redazione Sky TG24

Regione: un anno fa impatto virus in Piemonte 10 volte più alto di oggi


Dal confronto dei dati Covid dell’ultimo mese rispetto allo stesso periodo del 2020 emerge che l’impatto del virus in Piemonte un anno fa era dieci volte più alto per numero di contagi e ricoveri ospedalieri. Lo rileva la Regione Piemonte che segnala "un impatto ancor più impressionante lo si evidenza sulla mortalità passata dai 1.522 decessi registrati nel mese a cavallo tra ottobre e novembre 2020 ai 60 nello stesso periodo di quest’anno. I contagiati sono passati dai 95.254 di allora ai 9.965 di oggi, mentre il numero medio di posti letto occupati di terapia intensiva da 227 a 21 e di degenza ordinaria da 3.297 a 216. "Questi dati ci fanno capire l’importanza di vaccinarsi, perché a fare la differenza su questi numeri sono stati i vaccini", ribadiscono il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Icardi.

- di Redazione Sky TG24

Vaccino Covid, Locatelli a Sky TG24: "Ipotesi terza dose dopo 5 mesi"


Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico ha osservato che un modo per contenere ulteriormente il contagio "potrebbe essere quella di ridurre l'intervallo tra il compimento del ciclo vaccinale primario e la dose booster". Sull'immunizzazione dei bambini: "Il profilo di sicurezza di vaccini a mRna è assolutamente rassicurante". (LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO)

- di Redazione Sky TG24

Locatelli: vaccini a bimbi con ok Ema-Aifa, sono sicuri


"Le vaccinazioni" per i bambini "partiranno quando i vaccini saranno approvati da Ema e Aifa, i bambini vanno vaccinati per proteggerli da forma gravi o prolungate, rare ma presenti, per garantire la frequenza scolastica e tutelare i loro spazi sociali". Così il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e coordinatore del Cts Franco Locatelli intervistato su Sky TG24, sottolineando che "il profilo di sicurezza di vaccini a mRna è assolutamente rassicurante". Non a caso, ha osservato Locatelli, l'incremento maggiore dei contagi "c'è stato nella fascia pediatrica 6-11 anni che è quella in cui non è iniziata la vaccinazione". 

- di Redazione Sky TG24

Locatelli: considerare obbligo per alcune categorie

 "Si possono considerare forme di obbligo vaccinale per alcune categorie professionali, in particolare chi assiste o è a contatto con il pubblico, ad esempio forze ordine, dipendenti della pubblica amministrazione e insegnanti, pur essendo queste categorie connotate da un'alta percentuale di vaccinazione". Così il coordinatore del Cts Franco Locatelli ha risposto a Sky Tg24 sull'obbligo del vaccino sottolineando che quella di estenderlo a tutti è un'opzione estrema". 
- di Maurizio Odor

Vaccino, Locatelli a SkyTG24: anticipo richiamo 5 mesi possibile

Una delle ipotesi per contenere ulteriormente il contagio e accelerare sulla terza dose "potrebbe essere quella di ridurre l'intervallo tra il compimento del ciclo vaccinale primario e la dose booster da sei a cinque mesi". Lo ha detto il coordinatore del Cts Franco Locatelli a SkyTg24 sottolineando comunque che l'Italia "mantiene una delle situazioni più favorevoli in tutta Europa". I dati, ha aggiunto, "destano attenzione e vanno valutati con tutta la cautela del caso, ma non c'è preoccupazione estrema. E' un momento in cui va posta la massima attenzione e ognuno di noi deve fare la propria parte
- di Maurizio Odor

Covid: oggi in Fvg 533 nuovi contagi e 5 decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.313 tamponi molecolari sono stati rilevati 494 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,94%. Sono inoltre 14.985 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 39 casi (0,26%). Nella giornata odierna si registrano 5 decessi: un uomo di 87 anni e uno di 64 entrambi di Trieste deceduti in ospedale, una donna di 80 anni di Trieste deceduta in ospedale, una donna di 94 anni di Udine deceduta in ospedale e un uomo di 91 anni di Gorizia deceduto nel proprio domicilio. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 25, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 194.
 
- di Maurizio Odor

Presidente Sassonia, quota bassa di vaccini causa emergenza

"La causa di quello che sta succedendo in Sassonia è senza alcun dubbio la bassa quota di vaccinati nel Land". Lo ha detto il presidente della Sassonia, Michael Kretschmer, in una conferenza stampa in cui ha annunciato un inasprimento delle misure anticovid. Il Land ha la quota più bassa del paese, 57,6%. Su base federale la quote è di 67,9% (doppia dose). Tuttavia, ha spiegato ancora il ministro-presidente, anche i vaccinati sono ancora a rischio nella pandemia: "un terzo dei ricoverati in Sassonia è protetto dal vaccino". Il Land e' da settimane fra quelli più colpiti dall'aumento esponenziale del contagio e ha già segnalato da giorni di avere le strutture sanitarie al limite.
- di Maurizio Odor

La Sassonia chiude bar e discoteche e disdice mercatini

La Sassonia chiuderà bar e discoteche e saranno disdetti i mercatini di Natale. Lo ha annunciato l'amministrazione regionale di Michael Kretschmer. A parte le biblioteche, chiuderanno anche le istituzioni culturali e dedicate al tempo libero. Con un indice di contagio settimanale di 539,6 pazienti il 2G non basta più, ha affermato il governatore, spiegando però che nella sua regione non ci sarà un lockdown.
 
- di Maurizio Odor

Covid: Ecdc stima, Italia tra Paesi con trend in aumento

Nelle previsioni Covid pubblicate dall'Agenzia europea per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc), l'Italia rientra tra i Paesi con trend in crescita per ricoveri ospedalieri, ammissioni nelle terapie intensive, e decessi. Si legge in un rapporto dell'Ecdc, e relativo alla settimana 45 (terminata con domenica 14 novembre), per i 30 Paesi Ue/See, in cui figura un livello di allerta complessivo per i contagi "molto alto" (8,3 su 10), con stime in crescita per una ventina di Paesi, tra cui l'Italia. Per l'Italia (tra il 21-27 novembre) sono stimati 69.434 nuovi casi, 2.224 nuove ospedalizzazioni, e 500 nuovi morti.
- di Maurizio Odor

Covid: Emiliano, tra 30 giorni 4^ ondata in Puglia

"Pensiamo che tra 25/30 giorni la quarta ondata raggiunga anche la Puglia. Quindi prima vi vaccinate, meglio è". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine della conferenza stampa "Tre volte sicuri", che si è svolta a Bari. "Vaccinarsi è l'unica arma di cui disponiamo. L'alternativa sarebbe bloccare di nuovo tutta la società italiana con i lockdown che hanno già provocato danni enormi".
- di Maurizio Odor

Vaccino: aggiornamento Italia ore 18, 93,1 mln somministrazioni

Sono 93.133.922 le dosi di vaccino somministrate in Italia, il 93,2% del totale di quelle consegnate, pari finora a 99.954.036 (nel dettaglio 71.327.404 Pfizer/BioNTech, 15.235.937 Moderna, 11.544.592 Vaxzevria-AstraZeneca e 1.846.103 Janssen). E' quanto si legge nel report del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 18.18 di oggi.
- di Maurizio Odor

Covid: aumentano terapie intensive e ricoveri. Tasso di positività al 2%

Salgono il numero dei pazienti nei reparti ordinari (4.145, +57) e quello delle persone in rianimazione (512, +9). Cresce la percentuale di positivi sui tamponi fatti (ieri 1,7%). Il bollettino del 19 novembre segnala 10.544 nuovi casi rilevati su 534.690 test giornalieri. DATI E GRAFICHE
- di Maurizio Odor

Covid, Brusaferro: “Crescono i contagi tra i 30 e i 50 anni”

il presidente dell’Istituto Superiore ha spiegato “progressivamente dal centro-est europeo l’epidemia si sta muovendo verso la Francia e l’Italia”. LEGGI QUI
- di Maurizio Odor

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24