Covid, news: nelle ultime 24 ore 16.168 nuovi casi su 334.766 tamponi. 469 morti

©Ansa

Calano le terapie intensive (-36) e i ricoveri ordinari (-583). Tasso di positività al 4,8%. Il generale Figliuolo: "In arrivo 7 milioni di dosi Pfizer in più". Regioni in pressing per le riaperture. Dopo la sospensione da parte delle autorità sanitarie americane, Johnson & Johnson rimanda il lancio in Europa e le dosi già arrivate in Italia restano per ora ferme a Pratica di Mare. In Francia sarà raccomandato agli over 55

1 nuovo post
Sono 16.168 i nuovi casi di positività al coronavirus riscontrati il 14 aprile in Italia a fronte di 334.766 tamponi, per un tasso di positività che torna a salire al 4,8%. Calano di 583 unità i ricoveri nei reparti ordinari, di 36 quelli in terapia intensiva. I decessi sono 469 (IL BOLLETTINO - LE GRAFICHE).
Intanto, dopo lo stop precauzionale negli Stati Uniti al vaccino Johnson&Johnson per alcuni casi di reazioni avverse, l'azienda ferma le consegne in Europa. In Francia sarà raccomandato agli over 55. L'Ema annuncia la sua raccomandazione per la settimana prossima, mentre il generale Francesco Figliuolo ha annunciato l'arrivo nei prossimi mesi di 7 milioni di dosi Pfizer in più. Il via libera del governo al nuovo scostamento di bilancio arriverà assieme all'ok al Def, in un nuovo Consiglio dei ministri probabilmente domani. Governo al lavoro sulle riaperture: in pressing le regioni. Francheschini: "Farò di tutto per riaprire lo spettacolo".

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24
Il liveblog termina qui: per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo liveblog
- di Redazione Sky Tg24

Il Brasile supera 360 mila vittime: oggi 3.459

Il Brasile ha superato le 360 mila vittime di Covid dall'inizio della pandemia. Lo rivela il Consiglio nazionale delle segreterie di salute (Conass), informando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3.459 morti e 73.513 contagi. Il bilancio totale sale a 361.884 vittime a fronte di 13.673.507 casi accertati. 
- di Redazione Sky Tg24

Covid, Brasile,mancano sedativi, pazienti intubati legati

Mancano i sedativi negli ospedali di Rio de Janeiro, dove alcuni operatori sanitari hanno denunciato di aver dovuto intubare dei pazienti Covid da svegli. Un'infermiera dell'ospedale Albert Schweitzer di Realengo, nella zona orientale do Rio, ha raccontato al sito G1 che alcuni pazienti Covid in gravi condizioni sono intubati svegli e con le mani legate al letto a causa della mancanza di farmaci. Nell'ospedale sono ricoverati 118 pazienti Covid, di cui 40 in rianimazione. "Sono svegli, senza sedativi, intubati, con le mani legate al letto e ci implorano di non farli morire", ha detto l'infermiera, in forma di anonimato
- di Redazione Sky Tg24

Covid, in Sicilia quattro nuove zone rosse

Lo ha deciso il governatore Musumeci con un'ordinanza firmata nella serata di mercoledì. Prorogati i divieti per altre otto zone. Leggi la notizia
- di Redazione Sky Tg24

Brasile, primo deputato federale morto a Brasilia


Il deputato federale brasiliano Jose' Carlos Schiavinato e' morto oggi per le complicazioni causate dal Covid. Schiavinato, del Partito dei Progressisiti (Pp, conservatore), aveva 66 anni ed era ricoverato da 40 giorni nell'ospedale siro-libanese di Brasilia. La moglie del deputato, Marlene Schiavinato, e' morta lo scorso 12 marzo sempre di Covid. Secondo la Camera dei deputati, Schiavinato e' il primo deputato federale vittima del Covid-19 mentre sono gia" tre i senatori morti per il coronavirus: Major Olimpio, Arolde de Oliveira e Jose' Maranhao. 

- di Redazione Sky TG24

Von der Leyen: grazie a Pfizer, partner affidabile

"Voglio ringraziare BioNTech-Pfizer. Ha dimostrato di essere un partner affidabile. Ha mantenuto i suoi impegni ed è sensibile ai nostri bisogni.
Questo va a vantaggio immediato dei cittadini dell'Ue". Lo ha affermato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nella sua dichiarazione alla stampa in cui ha comunicato l'anticipazione della fornitura di 50 milioni di dosi del vaccino di Pfizer-BioNTech al secondo trimestre e l'avvio dei negoziati per un terzo contratto da 1,8 miliardi di dosi per il 2022 e 2023.
- di Redazione Sky Tg24

Fedriga: su riaperture meglio regole di divieti

"Non è meglio cercare di trovare regole rigide per farle rispettare piuttosto che mettere dei divieti che nessuno rispetta? Questo anche a tutela della salute". Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, rispondendo a una domanda sulle riaperture a Zona Bianca su Rete 4. "Dobbiamo muoverci come istituzioni assieme ai cittadini - ha aggiunto - se qualcuno pensa che in mezzo a una pandemia qualcuno comanda e qualcuno esegue, penso che falliremo anche la lotta alla pandemia che dobbiamo fare tutti insieme". 
- di Redazione Sky Tg24

Vaccini, a Napoli code anche di 3 ore in Mostra d'Oltremare

Lunghe file si sono registrate oggi per le vaccinazioni alla Mostra d'Oltremare di Napoli dove molti cittadini hanno dovuto aspettare in coda anche tre ore per poter avere la somministrazione. Oggi erano stati convocati in Mostra d'Oltremare 1500 cittadini tra i 70 e i 79 anni al mattino e poi nel pomeriggio 1131 over 80 per la seconda dose. Molte difficolta' per le lunghe attese con persone anziane deambulanti ma comunque molto stanche per l'attesa cosi' lunga in piedi. "Stamattina - replica Ciro Verdoliva, direttore generale dell'Asl Napoli 1 - sono venute oltre 250 persone degli over 80 per ricevere la seconda dose ma erano state convocate per il pomeriggio. Essendo persone di 85-86 anni io sinceramente non me la sono sentita di far dire loro di tornare a casa e ripresentarsi all'orario regolarmente indicato nel messaggio che avevano ricevuto e cosi' li abbiamo vaccinati. Questo ha creato un primo squilibrio, accentuato poi col passare delle ore dalle lunghe discussioni che i cittadini dai 70 ai 79 fanno con il medico per convincerlo a vaccinarlo con Pfizer e non con Astrazeneca. Ma questo e' un imbuto che abbiamo ormai da molti giorni. La combinazione di questi due fattori ha allungato inevitabilmente le file". Alla fine dei 1500 cittadini tra i 70 e i 79 anni convocati, 1105 hanno fatto il vaccino mentre 395, il 26%, si sono rifiutati. Le vaccinazioni sono finite alle 20.10. "Ricordo ancora una volta a tutti i cittadini per favore di presentarsi all'orario indicato nella convocazione, al massimo mezz'ora prima, per evitare problemi all'organizzazione che e' tarata sul numero dei convocati per ogni orario", conclude Verdoliva.
- di Redazione Sky TG24

Covid, Calabria riapre caccia a cinghiale e pesca sportiva


Il presidente della Regione Calabria Nino Spirli' ha firmato un'ordinanza con la quale, nel rispetto delle misure per il contenimento dell'epidemia da Covid-19, si dispone lo svolgimento dell'attivita' di selezione per la specie cinghiale, in quanto "stato di necessita' per conseguire l'equilibrio faunistico-venatorio" e "limitare i danni alle colture", nonche' per scongiurare il "potenziale pericolo per l'incolumita' pubblica". Ripartenza anche per la pesca sportiva e dilettantistica. L'attivita' di selezione per i cinghiali, ai fini del contenimento del Covid-19, dovra' avvenire: nel Comune di residenza; nell'Atc di residenza venatoria; nei Distretti di iscrizione per il prelievo degli ungulati, "ove espressamente autorizzati dagli uffici regionali competenti, anche se situati in comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione"; "oltre l'orario delle 22, previsto dal vigente coprifuoco, per il rientro nel domicilio e nel caso in cui i selettori prelevino dei capi di cinghiale, per dare la possibilita' di svolgere tutte le operazioni necessarie all'eviscerazione e i rispettivi controlli sanitari". L'addestramento dei cani nell'aree consentite (aziende faunistico venatorie, agro-turistico venatorie e zone addestramento) dovra' avvenire - secondo quanto riportato nell'ordinanza - nel comune di residenza; nelle strutture autorizzate, anche situate in comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione. Quanto alla pesca sportiva e dilettantistica, e' consentita "nel comune di residenza o nei comuni limitrofi, nel caso non sia possibile lo svolgimento nel comune di residenza". Lo svolgimento delle attivita' elencate nell'ordinanza, da effettuare "esclusivamente in forma individuale", e' da intendersi "limitato ai soli residenti in Calabria, nel rispetto del distanziamento sociale e del divieto di assembramento". "Alla luce dei nuovi dati epidemiologici e del contestuale ritorno in zona arancione - spiega Spirli' - vengono autorizzate alcune pratiche legate alla caccia e alla pesca, cosi' come era gia' avvenuto nei mesi scorsi, quando la morsa del virus era diventata, purtroppo per un tempo troppo breve, meno asfissiante. Ovviamente, la ripartenza di queste attivita', nelle quali sono impegnati migliaia di calabresi, deve avvenire all'insegna della prudenza e del rispetto delle regole. Mi appello, dunque, al buonsenso di cacciatori e pescatori, nella certezza che rispetteranno tutte le norme di distanziamento previste, che non mancheranno mai di indossare i presidi di protezione individuale e che si atterranno scrupolosamente alle prescrizioni contenute in questa ordinanza".

- di Redazione Sky TG24

Fisi: negli ospedali di Lodi mascherine non idonee

Gianfranco Bignamini, segretario regionale lombardo del sindacato Fisi, dei lavoratori nella Sanita', ha denunciato oggi, annunciando un esposto, la distribuzione di mascherine ai sanitari dei quattro ospedali lodigiani che, per la stessa Fisi, potrebbero non proteggere a dovere. Spiega Bignamini: "Prodotte da una ditta veneta e definite dispositivi di tipo II, sono destinate a essere usate, come spiega il foglietto legato alle mascherine, di norma per una durata continua inferiore a 60 minuti. E non deve essere indossata per proteggere da batteri, virus o funghi". Ma la Asst di Lodi ribatte: "Per quanto riguarda la segnalazione della presunta inefficacia della protezione di alcune mascherine chirurgiche dopo i 60 minuti si precisa che l'azienda produttrice ha corretto un errore presente nel foglio illustrativo nel quale era stata erroneamente riportata la dicitura "destinato di norma ad un uso continuo inferiore a 60 minuti" confermando che queste mascherine possono essere utilizzate per 4/6 ore senza perdere le caratteristiche di efficienza richiamando la certificazione dell'Istituto Superiore di Sanita'".
- di Redazione Sky TG24

Dimesso arcivescovo Bari: "Vicino a chi soffre ancora"


Nella tarda mattinata di ieri l'arcivescovo di Bari-Bitonto, monsignor Giuseppe Satriano, e' stato dimesso dall'Irccs Maugeri di Bari, dove era ricoverato dal 25 marzo scorso per riabilitazione dopo un mese di positivita' al Covid. "La riabilitazione intensiva a cui e' stato sottoposto - fa sapere la diocesi - ha stabilizzato il quadro clinico, facendo registrare un miglioramento degli indici funzionali degli scambi gassosi respiratori sia a riposo che durante lo sforzo fisico. Lo attende ora un ritorno graduale alla quotidianita', nel rispetto del quadro terapeutico concordato". "L'arcivescovo - prosegue la nota - manifesta tutta la sua gratitudine ai medici, agli infermieri e al personale socio-sanitario della struttura, per la qualificata professionalita' e cura che, in questo tempo difficile, sono garanzia di benessere per tanti ammalati ivi ricoverati a causa delle conseguenze del Covid". Monsignor Satriano "assicura la sua vicinanza e preghiera per quanti stanno vivendo le conseguenze devastanti della pandemia a livello fisico e morale. Il ritrovarsi soli, il distacco dagli affetti, la lontananza ricca d'impotenza di chi soffre, sono le lacerazioni invisibili che segnano, in questo tempo, i vissuti di tante famiglie e di tanti tra noi. Per ciascuno e per tutti, l'arcivescovo manifesta riconoscenza per le tante attestazioni di affetto e di amorevole vicinanza che lo hanno confortato in questo lungo periodo ed implora consolazione e benedizione dal cielo, nella speranza che si attesti un vivere sociale e comunitario sempre piu' ricco di responsabilita' e di rispetto per gli altri". 

- di Redazione Sky TG24

Vaccino, Cirio: Piemonte ha rispettato il programma con rigore

"Il Piemonte ha rispettato il programma con rigore. Siamo all'ultimo posto per i vaccinati nella categoria altro, dove possono nascondersi anche quelli che hanno saltato la fila". Lo ha detto il presidente del Piemonte Alberto Cirio oggi al Lingotto dove e' stato inaugurato il nuovo centro vaccinale con il commissario straordinario Figliuolo. "Questo - ha detto Cirio-- e' il 225esimo centro vaccinale in Piemonte. La media dal 9 aprile e' di oltre 24mila vaccini al giorno. Dobbiamo correre ma stiamo facendo la nostra parte". "Al 15 di aprile arriveremo a 30mila vaccini, e 40mila a maggio. - ha aggiunto- Obiettivi che riusciremo  a raggiungere se avremo le dosi di vaccino. Per questo - ha proseguito Cirio-  chiediamo al generale Figliuolo vaccini. Abbiamo bisogno di vaccini, la vera via d'uscita da questa situazione pandemica".
 
- di Redazione Sky TG24

Vaccini, Salvini: pretendo risposte Ema su Sputnik

"Non e' una questione geopolitica, non e' Rocky III e io non sto con Ivan Drako, Lo Sputnik era usato fino a ieri in 58 Paesi al mondo compresi alcuni Paesi dell'Ue.
Io pretendo, da cittadino italiano ed europeo, che le istituzioni europee diano delle risposte non barcollanti, perche' su AstraZeneca si e' consumata una pantomima". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini a Porta a Porta su Rai 1, criticando il fatto che l'Ema non abbia dato un responso sul vaccino russo Sputnik.
- di Redazione Sky TG24

Quattro nuove zone rosse in Sicilia

Quattro nuove "zone rosse" e proroga per altre otto in Sicilia. Lo ha disposto il presidente della Regione Nello Musumeci, con un'ordinanza appena firmata. Le nuove restrizioni - in vigore da venerdì 16 a mercoledì 28 aprile - riguardano: Catenanuova e Cerami, in provincia di Enna; Mussomeli, nel Nisseno; Sant'Alfio, in provincia di Catania. Le proroghe - fino a giovedì 22 aprile - sono state invece adottate per: Caltanissetta; Biancavilla, in provincia di Catania; Centuripe, Pietraperzia e Regalbuto, nell'Ennese; Francavilla di Sicilia, in provincia di Messina; Lampedusa e Linosa, nell'Agrigentino; Mazzarino, nel Nisseno.
- di Redazione Sky Tg24

Salvini: "Dimissioni Speranza? Avevo stessa domanda per Arcuri"

Dimissioni di Roberto Speranza? "Tengo per me i miei giudizi personali su come Speranza ha gestito l'anno di pandemia, sul perché siamo arrivati a un numero di morti che ha pochi eguali al mondo. Sarà il tempo, che è sempre galantuomo, a dire chi ha fatto bene e chi ha fatto male. Oggi mi interessa correre sui vaccini, a me interessa che si risolvano i problemi. La stessa domanda me la facevano quando c'era ancora Arcuri commissario: non ho mai avuto una questione personale col signor Arcuri, però evidentemente qualcosa non andava e adesso i nodi stanno venendo al pettine. Dico solo sottovoce che un ministro della Salute che in piena pandemia scrive un libro in cui spiega perché gli italiani stanno guarendo, che deve andare in libreria a fine ottobre e poi viene ritirato perché il 26 ottobre lo stesso ministro chiude tutta Italia, o è sfortunato o è intempestivo". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a Porta a porta in onda stasera. 
- di Daniele Troilo

Vaccini, generale Figliuolo: "Vaccinare tutti e presto"

"I vaccini arriveranno, bisogna andare spediti". Lo ha affermato il Commissario straordinario per l'emergenza Covid, Generale Francesco Figliuolo, in occasione dell'inaugurazione del centro vaccinale di Reale Mutua a Torino. "Dobbiamo vaccinare tutti e presto - ha detto - mettere al sicuro gli anziani e i più deboli e così far ripartire l'Italia". 
- di Daniele Troilo

Blitz Franceschini al Globe Theatre: "Sono con i lavoratori"

"Ho apprezzato il tono costruttivo, positivo anche di protesta che ha accompagnato questa azione. Ci tengo innanzitutto a dire che io non sono la controparte, io ho il dovere di essere il vostro rappresentante nelle istituzioni. Ho dovere di rappresentare il vostro mondo e ho cercato di farlo fin dall'inizio della pandemia, quando è arrivata questa bufera, che ha travolto tutto il Paese". Lo ha dichiarato il ministro della Cultura Dario Franceschini, oggi pomeriggio, dopo il question time alla Camera, quando s'è presentato, a sorpresa, al Globe Theatre di Villa Borghese per parlare con i ragazzi e gli artisti che stanno animano la protesta dopo aver occupato il teatro. LA PROTESTA
 
- di Daniele Troilo

Cdc: "Con posti di mezzo vuoti in aereo, calano rischi"

Lasciare i sedili di mezzo vuoti sugli aerei può garantire una riduzione dei rischi di venire esposti - e quindi potenzialmente contagiati - al Covid-19 tra il 23 ed i 57%, a seconda del tipo di velivolo.  Lo dice un nuovo studio dell'Università del Kansas pubblicato dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. I ricercatori hanno usato dei simulatori per mimare la velocità di movimento di particelle di aereosol del Sars-Cov 2 e quindi la possibile carica virale presente nei vari posti a seconda della distanza dei passeggeri da individui infetti. Se i posti centrali vengono tenuti vuoti in aerei sia con un singolo corridoio centrale che con due corridoi - ha concluso lo studio - la possibilità di venire esposti alle particelle di virus nell'aria risultano dunque inferiori del 23-57% rispetto a quanto accadrebbe nei voli pienamente occupati. 
- di Daniele Troilo

AstraZeneca, ministro Salute: "Effetti molto rari coaguli sangue"

Il vaccino AstraZeneca può causare, tra gli "effetti indesiderati molto rari" (ossia fino a una persona su diecimila) "coaguli di sangue spesso in siti insoliti (ad esempio cervello, intestino, fegato, milza), associati a bassi livelli di piastrine nel sangue". È quanto si legge nella nuova nota informativa del vaccino, aggiornata dopo le ultime indicazioni dell'Aifa, inviata oggi dal ministero della Salute. La circolare sottolinea comunque che "il Comitato per la valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) dell'EMA, nella riunione del 7 aprile 2021, ha concluso che i benefici di Vaxzevria nel combattere la minaccia ancora diffusa del COVID-19 (che a sua volta provoca problemi di coagulazione e può essere fatale) continuano a superare il rischio di effetti indesiderati". 
- di Daniele Troilo

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.