Comunali 2022, Genova, L’Aquila e Palermo al centrodestra. Avanza il Pd, tonfo M5s

Politica
Ipa/Ansa

La coalizione di Salvini, Meloni e Berlusconi vince al primo turno in 9 capoluoghi di provincia. Per il centrosinistra sono 4 le affermazioni in attesa del secondo turno. Contenti dei risultati FdI e dem. Conte: “Dati non ci soddisfano”

ascolta articolo

Il centrodestra tiene Genova e L’Aquila ed espugna Palermo, il centrosinistra vince a Taranto e Padova e strappa Lodi all’altra coalizione. Verona, Parma, Lucca e Catanzaro vanno invece al ballottaggio. Questi i verdetti del primo turno delle elezioni comunali del 2022. Dai dati sembra emergere che dove corre unito, il centrodestra vince. Diviso invece arranca e regala al centrosinistra la possibilità di trovarsi in vantaggio in sfide che sembravano in salita, come ad esempio Verona. Fratelli d'Italia supera la Lega nei voti di lista mentre nel campo largo di centrosinistra sembra sbilanciarsi ancora di più il rapporto tra Pd e Movimento: i dem tengono, decisamente molto meno i pentastellati. E non mancano le reazioni dei partiti (LO SPECIALE).

I risultati del primo turno

leggi anche

Elezioni, Meloni: il cdx vince a primo turno, torna sano bipolarismo

Nei capoluoghi di provincia chiamati al voto, la situazione è la seguente: ci saranno 13i ballottaggi. In 9 sono stati eletti sindaci di centrodestra: si tratta di Rieti, Belluno, Pistoia, Palermo, Asti, Genova, La Spezia, Oristano e Messina (lista civica). Quattro sono invece le vittorie al primo turno per il centrosinistra: Lodi, Padova, Cuneo e Taranto. Dei quattro capoluoghi di Regione al voto, il centrodestra conferma al primo turno L'Aquila con Pierluigi Biondi e Genova con Marco Bucci, ma soprattutto strappa al centrosinistra la città di Palermo con Roberto Lagalla. Catanzaro invece è destinata al ballottaggio.

Le reazioni del centrodestra

Matteo Salvini è stato tra i primi a commentare l’esito delle elezioni comunali del 2022: "Lo sforzo della Lega di essere collante del centrodestra, anche sacrificandosi in prima persona, è la strada vincente”, ha detto il segretario del Carroccio. "Alle prossime politiche il centrodestra vince solo unito. Chi pensa ad altri schemi non fa il conto con gli elettori", aggiunge. Per Giorgia Meloni con il voto “c'è il ritorno di un sano bipolarismo: centrodestra sia chiaro, compatto e alternativo alla sinistra. Questo ci chiedono gli elettori”. Poi rivendica: “Fdi cresce ovunque con dati molto significativi. FdI è la forza traino del centrodestra”.

Umori opposti tra Pd e M5s

leggi anche

Comunali, Conte: "Dati M5S insoddisfacenti, ora riorganizzazione"

Dall’altro lato dello schieramento politico, esulta il segretario dem Enrico Letta: “Il nostro giudizio sul risultato delle amministrative è assolutamente positivo. Già al primo turno abbiamo avuto tre vittorie importanti, con il sindaco Melucci riconfermato a Taranto, il sindaco Giordani riconfermato a Padova, e un nuovo sindaco del centrosinistra a Lodi, strappata alla Lega”, rivendica Letta, affermando che “il Pd è il primo partito d’Italia”. Opposto l’umore di Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle: “I dati che emergono dalle Amministrative non ci soddisfano. Non possiamo cercare giustificazioni di comodo. Ma c'è un dato che mi fa male ed è quello dell'astensionismo”, dice, aggiungendo poi che “le amministrative sono state sempre state un tabù per M5s, a parte qualche tornata come a Torino e Roma. Però non sono qui per nascondermi dietro questa costante storica per il Movimento”.

Politica: I più letti