Guerra Ucraina Russia, news. Berlino approva l'invio dei carri Leopard dalla Polonia

Il Cremlino mette in guardia Usa e Nato sull'invio di armi all'Ucraina: "Porterebbe a un disastro globale, provocherebbe una reazione con l'uso di armi ancora più potenti". Primo passo di Berlino sui carri: via libera alla Polonia per l'invio dei Leopard a Kiev  "Forniremo all'Ucraina, fin quando sarà necessario, tutto il sostegno di cui avrà bisogno" ha promesso il cancelliere Scholz. La Germania ha autorizzato la Polonia ad inviare carri armati Leopard all'Ucraina

1 nuovo post
"Credo davvero che riusciremo a vincere la guerra nel 2023". A dirlo è il presidente ucraino durante un incontro all'università Taras Shevchenko di Kiev con l'ex premier britannico Boris Johnson. Il presidente francese Emmanuel Macron non esclude l'invio di carri armati Leclerc in Ucraina, anche se ha sottolineato che devono essere soddisfatte tre condizioni, tra cui il fatto che questo non comporti l'escalation del conflitto. "Forniremo all'Ucraina, fin quando sarà necessario, tutto il sostegno di cui avrà bisogno" ha promesso oggi il cancelliere Olaf Scholz, al fianco di Macron. La Germania intanto, come affermato dalla ministra degli Esteri Annalena Baerbock, è pronta ad autorizzare la Polonia ad inviare carri armati Leopard all'Ucraina. Gli Usa consigliano all'Ucraina di aspettare a lanciare l'offensiva finale contro la Russia fino a quando non sarà disponibile l'ultimo pacchetto di armi americane e non sarà completato l'addestramento dei soldati di Kiev. Mosca annuncia un'offensiva a Zaporizhzhia e lo speaker della Duma russa, Viacheslav Volodin dichiara: "La fornitura di armi offensive a Kiev porterebbe a un disastro globale".

Gli approfondimenti:

Per ricevere le notizie di Sky TG24​:

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Carri armati Leopard all'Ucraina, perché la Germania ha detto no

Per difendersi dall’invasione russa fin dal primo giorno Kiev ha chiesto aiuti militari in armi e munizioni a Stati Uniti ed Europa, prima armi leggere e materiale logistico, poi armi più pesanti, fino ad arrivare allo scudo antimissile americano

- di Redazione Sky TG24

Guerra Ucraina, reporter Cnn Clarissa Ward incinta inviata al fronte: è polemica

Da 12 settimane la 'chief international correspondent dell’emittente americana racconta il conflitto ed ora è a Kharkiv per girare uno speciale che andrà in onda in febbraio prima dell'anniversario dello scoppio della guerra

- di Redazione Sky TG24

Guerra Ucraina, la cucina gialla simbolo dell'attacco al condominio di Dnipro

Dalla torta di compleanno di una bambina, il cui padre è rimasto ucciso nel raid russo costato la vita a 44 persone, alle macerie: l'immagine dell'abitazione distrutta diventa simbolo dell'orrore della guerra LEGGI

- di Redazione Sky TG24

Germania, a breve decisione su invio carri armati

Il ministro della Difesa tedesco, Boris Pistorius, ha fatto sapere di aspettarsi una decisione a breve sull'invio o meno di carri armati Leopard all'Ucraina, come richiesto insistentemente da Kiev. In un'intervista alla tv Ard, Pistorius ha sottolineato la necessità di non prendere una decisione affrettata, dovendo tenere in considerazione diversi fattori, compresa la sicurezza dei tedeschi in patria.
- di Maurizio Odor

Guerra in Ucraina, Metsola: "Con aiuti militari Kiev può vincere, senza no". VIDEO

"Dobbiamo aiutare gli ucraini logisticamente, sotto il profilo umanitario ma anche militarmente" ha detto la presidente parlando del conflitto tra Russia e Ucraina durante un’intervista a Sky TG24 nella quinta giornata di lavori del World Economic Forum

- di Redazione Sky TG24

Baerbock, pronti ad autorizzare Polonia a inviare Leopard 

La Germania è pronta ad autorizzare la Polonia ad inviare carri armati Leopard all'Ucraina. Lo ha affermato la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock. La ministra ha riferito che la Germania "non si opporrà" al desiderio della Polonia di inviare carri armati Leopard di fabbricazione tedesca in Ucraina, se Varsavia chiederà l'autorizzazione. "Se ci viene posta la richiesta, allora non ci opporremo", ha detto la ministra tedesca alla televisione francese Lci dopo il vertice tra il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente francese Emmanuel Macron a Parigi. "Per il momento la domanda non è stata posta" dalla Polonia, tenuta a fare richiesta ufficiale a Berlino, ha detto Baerbock. "Sappiamo quanto siano importanti questi carri armati ed è per questo che ne stiamo discutendo ora con i nostri partner. Dobbiamo assicurarci che le vite delle persone vengano salvate e il territorio dell'Ucraina liberato", ha aggiunto.  
- di Redazione Sky TG24

Zelensky, possiamo vincere nel 2023, riconquisteremo tutto 

"Credo davvero che riusciremo a vincere la guerra nel 2023". A dirlo è il presidente ucraino Volodymyr Zelensky durante un incontro all'università Taras Shevchenko di Kiev con l'ex premier britannico Boris Johnson. "La velocità (per finire la guerra) dipende da diverse cose: la forza all'interno dell'Ucraina e all'esterno con l'aiuto dei partner. E non dobbiamo permettere che i processi rallentino all'esterno e all'interno, poiché si prolungherà la guerra", ha sottolineato Zelensky, escludendo qualsiasi possibilità di vittoria parziale di Kiev. "Non dimenticheremo nulla, non perdoneremo nulla, riconquisteremo sicuramente tutto".
- di Redazione Sky TG24

Crosetto, Germania farà quello che deve fare

"Sono convinto che la Germania farà quello che deve fare". Così il ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha parlato dello stallo sull'invio dei tank tedeschi in Ucraina durante l'intervista con Fabio Fazio a 'Che tempo che fa'. "Capisco le difficoltà di Scholtz e trovo assurdo che altre nazioni facciano pressioni - aggiunge -. Ogni Paese è autonomo, ogni nazione ha la propria maggioranza".
- di Redazione Sky TG24

Boris Johnson a Kiev, Zelensky ringrazia "vero amico"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accolto a Kiev "un vero amico dell'Ucraina", l'ex premier britannico Boris Johnson. "Sono grato a Boris Johnson per tutto quello che ha fatto per sostenere l'Ucraina e rafforzare le nostra capacità di difese", ha sottolineato il leader di Kiev in un messaggio su Telegram. La visita a sorpresa è stata lodata anche dal ministero della Difesa ucraino su Twitter: "Amici come questi valgono più di uno squadrone di carri armati. Siamo lieti di dare il benvenuto a Boris Johnson in Ucraina. Una persona che è stata con il popolo ucraino fin dal primo giorno". Da parte sua, l'ex leader dei Tory ha esortato la comunità internazionale a "raddoppiare (gli sforzi) e dare agli ucraini tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per finire il lavoro". 
- di Redazione Sky TG24

Ucraina: Crosetto, sesto decreto ci sarà e sarà condiviso

"Il sesto decreto ci sarà e penso sarà condiviso da quasi tutto il Parlamento. Darà agli ucraini la possibilità di difendersi dagli attacchi aerei. Vuol dire missili che abbattono altri missili". Lo ha detto il ministro della Difesa, Guido Crosetto, durante 'Che tempo che fa' su Rai 3. 
- di Redazione Sky TG24

Kiev, colpita una scuola in regione Kherson, nessuna vittima

Le truppe russe hanno bombardato la città di Oleshky, nell'oblast di Kherson, danneggiando una scuola. Lo ha riferito il sindaco Yevhen Ryshchuk, secondo quanto riportato da Kyiv Independent. A seguito delle esplosioni, le finestre degli edifici vicini sono andate in frantumi. Non sono state segnalate vittime. 
- di Redazione Sky TG24

Esercito norvegese: 180mila tra morti e feriti russi, 100mila ucraini

In quasi un anno di guerra, i combattimenti hanno provocato quasi 180.000 tra morti o feriti nell'esercito russo e 100.000 in quello ucraino, senza contare i 30.000 civili uccisi, secondo le stime fornite oggi dal capo dell'esercito norvegese. "Le perdite russe cominciano ad avvicinarsi a 180.000 soldati morti o feriti", ha dichiarato il capo di stato maggiore norvegese Eirik Kristoffersen in un'intervista a TV2, senza specificare l'origine di queste cifre. "Le perdite ucraine sono probabilmente superiori a 100.000 morti o feriti. Inoltre, l'Ucraina ha circa 30.000 civili che sono morti in questa terribile guerra", ha aggiunto il generale norvegese. Da mesi la Russia e l'Ucraina non forniscono cifre affidabili sulle vittime. A novembre, il capo dell'esercito statunitense Mark Milley ha dichiarato che l'esercito russo ha subito perdite per oltre 100.000 morti o feriti, con un bilancio "probabilmente" simile da parte ucraina. Queste cifre non possono essere verificate in modo indipendente. Nonostante le pesanti perdite, "la Russia è in grado di continuare (questa guerra) per un bel po' di tempo", ha aggiunto il capo di stato maggiore norvegese, citando le capacità di mobilitazione e di produzione di armi di Mosca.
- di Redazione Sky TG24

Kiev ai partner: 'Aspettare non funzionerà, servono i tank'

"I partner devono realizzare la verità: c'è un buco nella nave globale e la parte ucraina dell'equipaggio sta combattendo per la sopravvivenza della nave. Aspettare non funzionerà. Per salvare la nave, tutti devono agire di concerto. Ciò significa carri armati, missili, armi, denaro e altro per l'Ucraina". Lo scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in riferimento alla questione della fornitura dei Leopard a Kiev.
- di Redazione Sky TG24

Ucraina: Macron non esclude di fornire i tank Leclerc

Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato oggi che "nulla è escluso" rispondendo a una domanda sulla fornitura di carri armati pesanti Leclerc all'Ucraina.
- di Redazione Sky TG24

"Acquisti gonfiati", ministro Difesa ucraino nega accuse corruzione

Il ministero della Difesa ucraino ha negato di aver firmato contratti a prezzi gonfiati per prodotti alimentari per i soldati e ha liquidato l'inchiesta giornalistica come "manipolata". I media ucraini hanno denunciato nei giorni scorsi che il ministero acquista prodotti per i militari "due o tre volte più  costosi" di quelli che possono essere acquistati nei negozi al dettaglio a Kiev. L'inchiesta in particolare riguarda un accordo concluso dal ministero della Difesa per i servizi di ristorazione nel 2023 destinati alle unità militari di stanza nelle regioni di Zhytomyr, Kiev, Poltava, Sumy, Cherkasy e Chernihiv. L'importo della transazione è di 13,16 miliardi di grivna (ovvero più di 350 milioni di dollari). "Il ministero acquista i relativi prodotti secondo la procedura stabilita dalla legge", ha reagito il ministero, definendo "falsa" l'informazione. "Le informazioni sul contenuto dell'approvvigionamento di servizi di ristorazione, che si sono diffuse nei media, vengono diffuse con segni di manipolazione deliberata e sono fuorvianti", ha affermato il ministero sul suo canale Telegram. Il dicastero ha aggiunto che sta "preparando documenti" in vista dell'apertura di un'inchiesta sulla "diffusione" di queste informazioni "fuorvianti" che "ledono gli interessi della difesa in un momento speciale".

- di Redazione Sky TG24

Kiev, russi attaccano infrastrutture critiche di Zaporizhzhia

Le truppe russe hanno lanciato oggi un attacco missilistico contro infrastrutture critiche nella regione di Zaporizhzhia. Lo ha riferito lo Stato maggiore delle forze armate dell'Ucraina "Durante il giorno, il nemico ha lanciato 5 attacchi aerei sulle posizioni delle forze di difesa e un attacco missilistico contro infrastrutture critiche nella regione di Zaporizhzhia. Ha effettuato più di 20 attacchi da più sistemi di lancio di razzi", ha dichiarato lo stato maggiore, citato da Ukrainska Pravda. Le forze di Kiev hanno spiegato inoltre che "gli sforzi principali del nemico sono concentrati sulla conduzione di un'offensiva nella direzione di Bakhmut" e "conduce operazioni offensive senza successo nelle direzioni di Zaporizhzhia, Avdiivka e Liman. Su Kupyansk, Novopavlovsk e Kherson sta difendendo".
- di Redazione Sky TG24

Boris Johnson di nuovo a Kiev

L'ex Premier britannico Boris Johnson è stato di nuovo a Kiev per una visita a sorpresa. "E' un privilegio" essere a Kiev a dimostrare solidarietà al Paese colpito dalla guerra, ha detto da Borodianka, nella regione di Kiev, dove è stato invitato dal Presidente Zelensky. Johnson è sotto accusa, nuovamente, in patria, per la presunta raccomandazione di Richard Sharp a presidente della Bbc, poche settimane dopo che questi lo aveva aiutato a contrarre un prestito mentre era ancora a Downing street. Johnson oggi si è anche espresso in favore dell'invio di carri armati all'Ucraina.
- di Redazione Sky TG24

Kiev, una donna uccisa in attacco russo su regione Kharkiv

Una donna è rimasta uccisa e un uomo ferito in un bombardamento russo della regione di Kharkiv. Lo ha riferito su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale di Kharkiv, Oleg Synegubov. "Intorno alle 14:30 del 22 gennaio 2023, una donna di 67 anni è stata uccisa nel bombardamento di artiglieria del villaggio di Petrivka della comunità di Zolochiv. Una casa residenziale e edifici commerciali sono stati colpiti", ha scritto Synegubov. Inoltre, "carri armati nemici hanno sparato contro il cimitero nel villaggio di Guryiv Kozachok, danneggiando le tombe". Infine, nella città di Vovchansk, "un edificio di cinque piani e una casa privata sono stati colpiti" in un attacco e un uomo è rimasto ferito.

- di Redazione Sky TG24