Elezioni Francia, Macron vince con il 58,55%, Le Pen al 41,45%

Mondo
©Getty

Il presidente uscente è stato riconfermato. Festa alla Tour Eiffel con i suoi sostenitori: "Sono il presidente di tutti, si apre una nuova era". La leader del Rassemblement National dopo la sconfitta: "Continuerò a battermi per il Paese"

ascolta articolo

Emmanuel Macron è stato rieletto alla carica di presidente francese. Il capo di Stato uscente ha vinto con il 58,55% delle preferenze contro il 41,45% della sfidante Marine Le Pen. Macron è il primo a essere confermato all'Eliseo dopo Jacques Chirac, nel 2002. Intanto Le Pen, subito dopo i primi dati arrivati dalle urne, nel suo discorso, ha fatto sapere: "Continuerò a battermi per il Paese". Festa, invece, per Macron sotto alla Tour Eiffel (ELEZIONI IN FRANCIA: LO SPECIALE).

Le Pen: "Continuerò con il mio impegno per la Francia" 

approfondimento

Francia, Le Pen: "Sconfitta? Mio risultato è una vittoria eclatante"

Le Pen, parlando ai suoi sostenitori, ha spiegato: "Sconfitta? No, questa è una forma di speranza. L'aspirazione al cambiamento non può essere ignorata". Nonostante la scommessa persa per una seconda volta - come nel 2017 - di battere Macron nella corsa all'Eliseo, Le Pen ha portato l'estrema destra francese a un livello mai così alto dall'inizio della Quinta Repubblica francese nel 1958. "Con oltre il 43% dei voti, il risultato di questa sera è di per sé stesso una eclatante vittoria", ha dichiarato lei stessa, assicurando che "continuerà il suo impegno per la Francia e i francesi". 

Festa di Macron sotto la Tour Eiffel: "Si apre nuova era"

approfondimento

Elezioni Francia, Macron rieletto presidente. I festeggiamenti. FOTO

Da una parte c'è la delusione dei sostenitori di Le Pen, per la sconfitta, dall'altra la gioia di coloro che hanno sostenuto Macron. All’annuncio della vittoria, allo Champ-de-Mars, sotto alla Tour Eiffel, si è sentito un boato festoso. L'inno alla Gioia di Beethoven (l'inno dell'Europa unita) è risuonato nell'area all'arrivo di Macron - mano nella mano con la moglie Brigitte - che qui ha organizzato la sua festa. "Sono il presidente di tutti", garantisce. E ringrazia chi lo ha "votato non perché condivide le mie idee, ma per sbarrare la strada all'estrema destra. Sarò debitore per questo voto nei prossimi anni". Poi la promessa di "una nuova era" in Francia che non sarà "il proseguimento dei 5 anni che si chiudono": "Nessuno sarà lasciato indietro, dovremo rispondere alla rabbia del Paese". 

Le votazioni in Francia

leggi anche

Elezioni Francia, vince Macron. Draghi: "Una splendida notizia"

Per quanto riguarda l'affluenza l'astensione ha fatto segnare il livello più alto per un ballottaggio dal 1969, con il 28,01%. I seggi sono stati aperti dalle 8 alle 19 in tutto il Paese, ma in alcune grandi città - Parigi, Lione, Marsiglia, Rennes, Tolosa, Grenoble, Nantes e Bordeaux - si è votato fino alle 20. Il voto è stato consentito a tutti i cittadini francesi sopra i 18 anni iscritti nelle liste elettorali: si tratta di 48,7 milioni di persone, tra cui 1,4 milioni residenti all'estero. Gli elettori fuori dalla Francia avevano votato già da ieri. 

Il primo turno

vedi anche

Elezioni Francia, il dibattito tv tra Macron e Le Pen

Il primo turno di due settimane fa aveva lasciato di fatto tutto in sospeso: in testa il presidente uscente con il 27,8% dei voti e al secondo posto la sfidante con il 23,1%. Al terzo posto, staccato di appena un punto percentuale, era arrivato il "tribuno" della sinistra radicale della France Insoumise, Jean-Luc Mélenchon, con il 22% delle preferenze. E al ballottaggio proprio il 42% dei voti di Melanchon sarebbero passati a Macron, secondo un sondaggio Ipsos.

Mondo: I più letti