G20, leader europei e Usa: "Possibile intesa sul nucleare in Iran, ma Teheran cambi rotta"

Mondo
©Getty

Joe Biden, Angela Merkel, Emmanuel Macron e Boris Johnson hanno firmato un comunicato congiunto per il recupero dell'accordo 'Jcpoa' firmato nel 2015. I quattro leader esprimono la loro "determinazione a fare in modo che Teheran non possa mai fabbricare o reperire un'arma nucleare". Intanto, il ministro degli esteri Wang ha parlato con il suo omologo russo Lavrov e ha ribadito l'urgenza di un vertice del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite

Joe Biden, Angela Merkel, Emmanuel Macron e Boris Johnson hanno dichiarato in un comunicato congiunto di essere "convinti che resti possibile raggiungere rapidamente un'intesa" per ripristinare l'accordo sul nucleare iraniano 'Jcpoa' e per "prevedere la rimozione delle sanzioni" all'Iran. I cosiddetti E3+1 (Usa, Germania, Francia e Regno Unito) hanno discusso della questione iraniana durante un incontro a margine del G20 di Roma (IL PROGRAMMA). Nel comunicato ribadiscono, però, che "questo sarà possibile solo se l'Iran cambia rotta. Il presidente Raisi colga questa opportunità" (LA DECISIONE DELL'IRAN).

L’impegno di Biden

vedi anche

G20 Roma, ratificato accordo su minimum tax. FOTORACCONTO

La volontà di tornare all’accordo sul nucleare è stata espressa anche dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, purché anche Teheran lo rispetti. "Siamo lieti che il presidente Biden abbia chiaramente espresso il suo impegno a riportare gli Stati Uniti al pieno rispetto del 'Jcpoa' quando anche l'Iran farà lo stesso", si legge nella dichiarazione congiunta. Firmato nel 2015, l’accordo era stato abbandonato unilateralmente nel 2018 da Washington reintroducendo anche le sanzioni contro l'Iran. Da allora, la Repubblica islamica ha iniziato un graduale disimpegno dall'intesa portando l'arricchimento dell’uranio oltre il livello consentito. Come precisato dai quattro leader, "non esiste in Iran alcun bisogno civile credibile di condurre queste attività, che al contrario sono importanti per la produzione di un'arma nucleare". Per questo motivo, spiegano, "abbiamo espresso la nostra determinazione a fare in modo che l'Iran non possa mai fabbricare o reperire un'arma nucleare".

"Soluzione diplomatica è la migliore"

vedi anche

G20, Johnson a Sky TG24: “Impegno per evitare catastrofe climatica”

Una fonte della Casa Bianca riporta che Joe Biden ha la "convinzione" che "la soluzione diplomatica sia la migliore" per impedire all'Iran di fabbricare l'arma nucleare. "Ci piacerebbe che cominciassero il più urgentemente possibile", ha detto il presidente americano.

La necessità di un vertice del Consiglio di sicurezza

leggi anche

Xi Jinping, il nuovo Mao: il ritratto del presidente cinese

Anche Serghei Lavrov e Wang Yi si sono incontrati nel corso della giornata. Il ministro degli esteri russo ha pubblicato sul suo sito le parole del suo omologo cinese che ha sottolineato "l'urgente necessità" di convocare al più presto un vertice dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite "per cercare una risposta efficace alle attuali sfide e minacce globali".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24