Covid, ultime news. Locatelli: "Per i vaccinati con J&J probabile serva altra dose"

©Ansa

Il presidente del Css conferma il processo di revisione da parte di Fda su J&J per stabilire se sia necessaria una seconda dose. Nel bollettino 3.725 casi e 24 morti. Aumentano le terapie intensive (+3, ora in totale 341) e i ricoveri ordinari (+18, ora 2.473). Il governo del Regno Unito sta preparando preparando una nuova stretta contro il Covid-19 

1 nuovo post
Il presidente del Css e coordinatore Cts Franco Locatelli ha confermato che è in corso un processo di revisione da parte di Fda per stabilire se sia necessaria una seconda dose per coloro a cui è stato somministrato il vaccino J&J.
In Italia registrati 3.725 nuovi contagi su 403.715 tamponi. I decessi sono 24. Aumentano le terapie intensive (+3, ora in totale 341) e ricoveri ordinari (+18, ora 2.473). Il tasso di positività è allo 0,9% (BOLLETTINOMAPPE - GRAFICHE).
Il governo del Regno Unito sta preparando preparando una nuova stretta contro il Covid-19 in vista dell'inverno e non esclude neanche l'ipotesi di varare l'obbligo di pass vaccinale.
Guarda la puntata del 24 ottobre de "I numeri della pandemia"

Le ultime notizie:​

Per ricevere le notizie di Sky TG24​

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Costanza Ruggeri
- di Steno Giulianelli

Per ricevere le notizie di Sky TG24​

  • La newsletter sulle notizie più lette (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del tg (clicca qui)
- di Steno Giulianelli

Covid, ecco come variano i sintomi nei bambini: lo studio dei pediatri

Uno studio osservazionale presentato al 33esimo Congresso nazionale dell’Associazione culturale pediatri mostra come i campanelli d’allarme cambino in base all’età dei piccoli contagiati: sotto i 3 anni il sintomo più comune è il raffreddore, oltre quell'età è il mal di testa. Alla ricerca hanno partecipato 34 pediatri di famiglia che hanno seguito 1.947 bambini.
- di Steno Giulianelli

Covid e viaggi, prorogata ordinanza per Paesi terzi: ecco le regole per ingressi in Italia

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato il documento che prolunga al 15 dicembre le misure per entrare in Italia da fuori l’Europa. India e Brasile vengono equiparati agli altri stati extraeuropei. Ecco tutte le misure da rispettare per accedere al nostro Paese in base alla meta di provenienza. 
- di Steno Giulianelli

Obbligo Green pass e lavoro, proteste e record tamponi: cosa è successo questa settimana

La certificazione verde è necessaria dal 15 ottobre per tutti i lavoratori. Sono stati primi giorni intensi: l’obbligatorietà ha spinto in salita per alcuni giorni le prime dosi, ma il rialzo più importante riguarda il numero dei tamponi giornalieri effettuati. I certificati scaricati hanno superato il milione nel primo lunedì di lavoro, oltre 900mila derivanti da test. Manifestazioni e tensioni in tutta Italia, ma nessun reale blocco delle attività.
- di Steno Giulianelli

Austria, se i dati peggiorano nuovo piano con lockdown per i non vaccinati

Il governo ha aggiunto due livelli di allerta, basati sull’occupazione delle terapie intensive. Alla fase più alta, la 5, scatterebbero le restrizioni per i non immunizzati. Dall’1 novembre scatta la “regola 3G” per accedere al posto di lavoro, una sorta di Green Pass: "geimpft" (vaccinati), "genesen" (guariti da sei mesi) o "getestet" (testati). Il cancelliere Schallenberg: “I non vaccinati hanno una grande responsabilità, abbiamo troppi procrastinatori ed esitanti”.
- di Steno Giulianelli

Locatelli: per vaccinati J&J probabiile altra dose

"Il vaccino J&J è uno dei vaccini vettore adenovirale, come quello di Astrazeneca, monodose. E' di queste ore la notizia che è in corso un processo di revisione da parte di Fda e successivamente ci sarà certamente anche di Ema, qualora arrivassero indicazioni, come è largamente possibile, di somministrare una seconda dose: un vaccino Rna messaggero avrebbe anche il vantaggio di genere una risposta immunologica anche migliore" come Pfitzer o Moderna. Lo ha detto il presidente del Css e coordinatore Cts Franco Locatelli durante la trasmissione 'Che Tempo Che Fa' su Rai3.
- di Redazione Sky TG24

Locatelli: il vaccino è il più sicuro che abbiamo 

Va sottolineato che questo è probabilmente il vaccino più sicuro che abbiamo a disposizione oggi". Lo ha detto Franco Locatelli, coordinatore del Cts, a Che tempo che fa, rispondendo ad una domanda sull'affidabilità dei vaccino contro il Covid. "Non sono il frutto di una scoperta subitanea o di tappe saltate, si lavorava sui vaccini a Rna già da tempo", ha sottolineato Locatelli
- di Redazione Sky TG24

Covid, Locatelli: situazione Italia più favorevole che in Germania 

E' chiaro che la situazione italiana è largamente più favorevole rispetto ad altri Paesi ma anche rispetto alla Germania, in termini di circolazione virale. Ma tutto questo non è accaduto per caso", Lo ha detto il Presidente del presidente Css e coordinatore Cts Franco Locatelli durante la trasmissione "Che Tempo Che Fa" su Rai3.
- di Redazione Sky TG24

Bonus caldaia 2021, sconto del 65% senza limiti Isee: i requisiti e come fare domanda

La sostituzione dell’apparecchio con uno più efficiente dà diritto alla detrazione fino a un massimo di 30.000 euro per unità immobiliare. Il bonus può essere ottenuto per spese dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. LE COSE DA SAPERE SU BONUS CALDAIA 2021
- di Redazione Sky TG24

Covid, Friuli Venezia Giulia, 148 nuovi contagi e un decesso

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 148 nuovi contagi: 138 su 2.725 tamponi molecolari con una percentuale di positivita' del 5,06% e 10 su 12.020 test rapidi antigenici (0,08%). Nella giornata odierna si registra un decesso (una donna di Trieste di 85 anni); sono 8 le  persone ricoverate in terapia intensiva mentre sono 53 i pazienti ospedalizzati in altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. 
- di Steno Giulianelli

Covid, quanto rischiano i non vaccinati rispetto ai vaccinati? I DATI

Considerando gli over 60, elaborando i dati dell’Iss, emerge che i vaccinati rischiano 9 volte meno di essere ricoverati se contraggono il coronavirus. Secondo il bollettino del 24 ottobre, intanto, sono 3.725 i nuovi casi registrati in Italia su 403.715 tamponi. La percentuale di positivi è allo 0,9%. Sono 341 (+3) le persone ricoverate in terapia intensiva, 2.473 (+18) quelle nei reparti ordinari. Dall'inizio della pandemia, in totale i contagiati sono 4.741.185 e le vittime 131.826 (+24)
- di Steno Giulianelli

Covid Uk, governo valuta nuove restrizioni con il “Piano B”: ipotesi pass vaccinale

Nel Paese i casi sono stati superiori a 40.000 per 11 giorni consecutivi, e sono aumentati anche i ricoveri e le vittime giornaliere. Oggi contagi in calo: sono 39.962. Secondo l'Observer, il domenicale del Guardian, l’esecutivo britannico starebbe sondando con le amministrazioni locali l’eventualità di nuove misure per non mettere sotto pressione il servizio sanitario. Favorevoli i Laburisti, mentre Boris Johnson è tornato a chiedere alla popolazione di fare la terza dose di vaccino.
- di Redazione Sky TG24

Covid, allo studio nuovi vaccini per colpire le varianti

Secondo gli esperti avere un vaccino specifico contro la variante Delta potrebbe avere degli ulteriori vantaggi per porre fine alla trasmissione del virus. Anche per questa ragione l’Agenzia europea del farmaco (Ema) tiene sotto controllo una serie di vaccini e l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) cura uno studio aggiornato due volte a settimana sui vaccini in sperimentazione. IL PUNTO SULLE SPERIMENTAZIONI SUI VACCINI
- di Redazione Sky TG24

Green pass, a Milano tra i denunciati un ex Br e il fondatore Do.Ra. 

Ci sono anche due personaggi che politicamente sono diametralmente opposti tra i denunciati per il corteo No Green pass di sabato scorso a Milano: si tratta dell'ex brigatista rosso Paolo Ferrari, di 76 anni (scarcerato nel 2004) e di Alessandro Limido, di 42, tra i fondatori e capo della Comunità militante dei Dodici Raggi, già sotto inchiesta per ricostituzione del partito fascista. Il primo fa parte dei 74 identificati (tra cui anche alcuni anarchici e un paio di pregiudicati per reati comuni) che hanno cercato il confronto con la Polizia di Stato, e che sono stati denunciati per manifestazione non preavvisata, interruzione di pubblico ufficio e violenza privata; il secondo, secondo la Questura sarebbe stato al centro di episodi di tensione di matrice neofascista, ed è stato denunciato per apologia del fascismo, manifestazione non preavvisata, interruzione di pubblico ufficio e violenza privata. Unico arrestato, per resistenza a pubblico ufficiale, è un egiziano di 22 anni con numerosi alias, già condannato per reati comuni, che aveva ricevuto un decreto di espulsione alcuni giorni fa in base al quale avrebbe dovuto lasciare il territorio nazionale.
- di Redazione Sky TG24

Green pass, Serracchiani: pandemia insegna prudenza a Lega 

"Sembra ci sia una parte della Lega che finalmente lascia perdere certe assurde posizioni salviniane, dall''aprire tutto' agli 'idranti contro i lavoratori' e propone di non politicizzare più la pandemia. È quello che dice il Pd con coerenza da sempre, continuando a chiedere che nella lotta al Covid il faro siano medici e scienziati, senza inseguire il consenso o cavalcare il ribellismo. Il dramma della pandemia ha insegnato la prudenza, almeno in alcuni amministratori della Lega che magari un anno fa erano in piazza contro le chiusure. Siamo a un punto di svolta con la quarta ondata che potrebbe farci molto male oppure fermarsi sullo scudo dei vaccini, unica difesa di salute e economia". Lo afferma in una nota la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, a proposito dell'invito del presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga a "non politicizzare o ideologizzare una pandemia". Riferendosi agli sviluppi seguiti all'incontro del ministro dell'Agricoltura Stefano Patuanelli con il coordinamento no green pass, Serracchiani ha sottolineato che "il Governo ha fatto un passo verso le persone che hanno manifestato pacificamente anche se illegalmente. Ma c'erano anche dei violenti che si volevano nascondere nella folla con l'intento di creare disordini".
- di Redazione Sky TG24

No Green pass, continua protesta a Trieste: presidio in piazza 

Continua con un 'No Paura Day' la protesta anti Green pass in piazza Unità a Trieste. Alcune centinaia di manifestanti si sono riunite nel tardo pomeriggio nei pressi della fontana dei Quattro Continenti, dove è stato allestito un piccolo palco e si stanno susseguendo interventi al microfono contro il decreto che ha introdotto l'obbligo della certificazione verde. I presenti scandiscono all'unisono slogan come 'Libertà' e 'La gente come noi non molla mai'. Alcuni indossano cartelli 'no nazi pass' o adesivi con la scritta "I (cuore) portuali". In piazza anche lo striscione del comitato autoferrotranvieri di Trieste. Nel primo pomeriggio un'altra manifestazione si è tenuta in piazza della Borsa, promossa dal Movimento Italia. Entrambe le aree sono presiedute dalle forze dell'ordine.
- di Redazione Sky TG24

Covid Gb, anche il cantante Ed Sheeran positivo 

Altro contagio eccellente da Covid nel Regno Unito, alle prese nelle ultime settimane con una nuova impennata d'infezioni: stavolta si tratta di Ed Sheeran, cantante e musicista fra o più popolari al mondo, con i suoi circa 150 milioni di dischi venduti. La 30enne popstar inglese dalla chioma rossa ha comunicato oggi lui stesso di essere risultato positivo a un test, assicurando peraltro i fan di non avere sintomi significativi e di essere pronto a proseguire nel suo previsto programma d'interviste e di esibizioni nei prossimi giorni: interviste ed esibizioni che - per tutto il periodo d'isolamento cautelare imposto dai protocolli medici britannici - egli intende registrare dalla sua casa nel sud dell'Inghilterra.
- di Redazione Sky TG24

Bonus facciate verso l’addio, niente proroga: ecco cosa cambia dal 2022

Nel Documento programmatico di bilancio arrivano dei chiarimenti sui bonus edilizi. Sembra destinato a saltare il bonus per il rifacimento delle facciate, nonostante da più parti ci siano pressioni per confermare la misura: consiste in una detrazione d’imposta del 90% per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti e per ora scade il 31 dicembre 2021. Poi questi lavori potrebbero rientrare negli sconti del 50% per le ristrutturazioni. La discussione è ancora in corso. IL FOCUS SUL BONUS FACCIATE 2022
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24