Coronavirus, ultime news. Bollettino: 23.225 nuovi casi su 226.729 test, 993 morti

I dati del ministero della Salute registrano 19 pazienti in meno in terapia intensiva, i ricoverati con sintomi calano di 682. Tasso di positività stabile al 10,2%. Conte firma le misure del nuovo Dpcm: dal 21 dicembre al 6 gennaio stop spostamenti tra Regioni. A Natale, Santo Stefano e Capodanno vietato muoversi dal proprio Comune. Dal 7 gennaio riaprono scuole e impianti sciistici. Quarantena per chi va in vacanza all'estero. Il premier: "Strada ancora lunga, scongiurare terza ondata"

1 nuovo post
I dati del ministero della Salute riportano 23.225 nuovi casi di coronavirus su 226.729 tamponi. I morti sono 993 in 24 ore (mai così tanti da inizio pandemia). Calano i ricoverati con sintomi (-682, ora 31.772) e i pazienti in terapia intensiva (-19, ora 3.597). Tasso di positività stabile al 10,2% (BOLLETTINOMAPPE - GRAFICHE). Conte firma il nuovo Dpcm: dal 21 dicembre al 6 gennaio stop spostamenti tra Regioni. A Natale, Santo Stefano e Capodanno vietato muoversi dal proprio Comune. Quarantena per chi va in vacanza all'estero. Dal 7 gennaio riaprono scuole e impianti sciistici (TUTTE LE MISURE). Il premier: "Strada ancora lunga, scongiurare terza ondata".

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24: 

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Costanza Ruggeri
- di Redazione Sky TG24

Per ricevere le notizie di Sky TG24: 

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Dpcm e zone gialle, i possibili cambiamenti per Regioni e spostamenti

Si attende la decisione della Cabina di regia Cts-ministero della Salute, prevista per venerdì, che potrebbe approvare lo spostamento di alcuni territori in fasce di rischio diverse da quelle in cui si trovano ora. Marche ed Emilia-Romagna potrebbero diventare gialle, mentre Lombardia e Piemonte rimarranno arancioni (quindi con divieto di spostamento al di fuori dei Comuni). L'Abruzzo, per ora, resta in zona rossa. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Nuovo Dpcm, dallo stop agli spostamenti tra regioni alle regole per Natale: le misure

Il nuovo decreto illustrato in conferenza stampa dal premier Conte: "Abbiamo evitato un lockdown generalizzato ma ora, verso il Natale, non dobbiamo abbassare la guardia". Resta il sistema di divisione in zone di tre colori: "In prossimità delle festività natalizie tutte le regioni saranno gialle", ha spiegato il presidente del Consiglio. IL PROVVEDIMENTO IN PILLOLE
- di Redazione Sky TG24

Biden: chiederò a tutti di indossare la mascherina

Joe Biden, parlando alla Cnn, ha affermato che il giorno del suo insediamento alla Casa Bianca, il 20 gennaio, chiederà a tutti gli americani di indossare la mascherina per almeno cento giorni: "Solo cento giorni, non per sempre. Cento giorni, e sono convinto che vedremo una significativa riduzione del contagio da Covid".
- di Redazione Sky TG24

Conte ha firmato il nuovo Dpcm

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il dpcm con le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19. Lo rende noto Palazzo Chigi. Tutte le misure 
- di Redazione Sky TG24

Biden: farò vaccino non appena Fauci dirà che è sicuro

Joe Biden farà il vaccino contro il coronavirus non appena l'immunologo Anthony Fauci gli dirà che è sicuro. Lo ha detto il presidente eletto in un'intervista a Cnn, la prima dal voto, incalzato sulla possibilità di vaccinarsi pubblicamente, in tv, come hanno promesso di fare gli ex presidenti Barack Obama e Bill Clinton.
- di Redazione Sky TG24

Biden: ho chiesto a Fauci di far parte del nostro team

"Ho parlato con Anthony Fauci oggi e gli ho chiesto di far parte della nostra squadra anti-Covid come capo consulente medico": lo ha detto Joe Biden parlando con la Cnn del suo colloquio con il virologo alla guida dell'Istituto nazionale per le malattie infettive.

- di Redazione Sky TG24

Vaccino, Wsj: taglio produzione Pfizer per problemi materie prime

Pfizer è stata costretta a dimezzare gli obiettivi di produzione per il 2020 del vaccino contro il coronavirus a causa di problemi con le materie prime. Lo riporta il Wall Street Journal. La casa farmaceutica statunitense ha portato da 100 milioni a 50 milioni il numero di dosi che prevede di consegnare entro la fine dell'anno. "Espandere la catena di fornitura delle materie prime ha richiesto piu' tempo del previsto", ha dichiarato una portavoce del gruppo al Wall Street Journal. Il quotidiano finanziario Usa ha poi citato una fonte anonima coinvolta nello sviluppo del vaccino secondo la quale "alcune delle partite iniziali di materie prime non erano all'altezza degli standard", il che ha causato ritardi nella produzione. Il titolo Pfizer ha chiuso oggi in calo dell'1,74% a Wall Street.
- di Redazione Sky TG24

Covid, Merkel: crisi si può superare solo con azione globale

"Il coronavirus è una prova straordinaria per l'umanità. È palese che questa crisi globale e multiforme può essere superata solo con un'azione globale". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel al summit virtuale Onu sul covid. "La pandemia mostra anche l'importanza dell'Oms, un'istituzione che deve essere rafforzata", ha proseguito, sottolineando che nonostante tutte le difficoltà incontrate quest'anno, "c'è una luce in fondo al tunnel". "Ciò è in gran parte dovuto all'Act Accelerator - ha affermato -. Grazie a questa collaborazione, è a nostra disposizione una piattaforma globale per lo sviluppo e la distribuzione di test, trattamenti e vaccini". Merkel ha ricordato che il covid "può essere sconfitto veramente, in modo duraturo, solo quando tutti nel mondo hanno un accesso equo a vaccini efficaci": "In modo duraturo significa anche fare il possibile per uscire più forti da questa pandemia per quanto riguarda sfide e crisi future. A tal fine, abbiamo bisogno di una più stretta cooperazione internazionale".
- di Redazione Sky TG24

Covid Francia, Macron chiede più coordinamento in risposta a pandemia

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha chiesto più coordinamento nella risposta globale alla pandemia di coronavirus durante la riunione straordinaria sul Covid dell'assemblea generale delle Nazioni Unite, svoltasi in forma virtuale. "Le uniche risposte efficaci alla pandemia dovranno essere globali, coordinate e inclusive", ha dichiarato Macron, che ha poi rilanciato il suo invito alle nazioni ricche perché acquistino vaccini per conto dei Paesi poveri. Secondo il piano di Macron, alcune delle prime dosi disponibili negli Stati membri del G20 dovranno essere donate alle nazioni in via di sviluppo perche' vaccinino i soggetti piu' a rischio. "Queste dosi, che vengano da Europa, Cina, Russia o Usa, che siano donazioni di Paesi o di imprese farmaceutiche, dovrebbero essere assegnate in modo equo ed efficace sulla base delle raccomandazioni dell'Oms", ha dichiarato Macron, "vi invito a costruire questo meccanismo insieme". 
- di Redazione Sky TG24

Covid Serbia, arrivate prime dosi vaccino russo Sputnik V

 Venti dosi del vaccino russo Sputnik V sono arrivate oggi in Serbia. Lo ha detto in serata il presidente Aleksandar Vucic. Parlando alla tv pubblica Rts, Vucic ha precisato che si tratta di 20 dosi che saranno esaminate dagli specialisti serbi per il via libera all'utilizzo in Serbia. Il presidente ha aggiunto che entro la fine dell'anno arriveranno anche le prime quantità del vaccino Pfizer. Tra febbraio e marzo, ha detto, ne arriveranno 350 mila dosi. Il vaccino in Serbia, ha affermato Vucic, sarà gratuito per tutti e non obbligatorio. "Ma ritengo che siano irresponsabili coloro che invitano a non vaccinarsi". Nell'intervista Vucic ha ribadito il forte impegno del governo per potenziare il sistema sanitario del Paese, con la costruzione di nuovi ospedali covid e l'ammodernamento di altre strutture. 
- di Redazione Sky TG24

Covid, primo carico dosi vaccino Pfizer arrivate in Gb

Nel Regno Unito è sbarcato il primo contingente di dosi di vaccino anti coronavirus Pfizer/BioNTech. Il carico è stato portato in un centro di raccolta segreto a -70 gradi. La distribuzione scatterà dal weekend a partire dalle nazioni minoritarie del Regno, con priorità assoluta agli anziani delle case di riposo e chi li assiste. Il governo di Boris Johnson ha prenotato 40 milioni di dosi di questo vaccino, 10 milioni delle quali attese entro quest'anno. L'accelerazione nel via libera di ieri rappresenta un vantaggio per il Regno, tanto più dopo le notizie sul dimezzamento delle consegne globali da parte di Pfizer per il 2020.
- di Redazione Sky TG24

Fauci: Gb troppo frettolosa su approvazione vaccino

Il noto immunologo americano Anthony Fauci, l'esperto più autorevole della task force della Casa Bianca contro la pandemia, ha criticato la Gran Bretagna per essersi affrettata ad approvare il vaccino anti Covid di Pfizer-BioNTech, diventando il primo Paese occidentale ad autorizzare un vaccino contro il coronavirus. "Amo i britannici, sono grandi, sono buoni scienziati ma in questo caso hanno dato un'occhiata ai dati della Pfizer e invece di analizzarli attentamente hanno detto ok, approviamoli", ha detto alla Cbs. "Con tutta franchezza verso i miei numerosi amici britannici, è come se avessero tagliato l'angolo di una maratona e fossero entrati all'ultimo miglio", ha detto con una metafora, sostenendo che "si sono davvero precipitati nell'approvazione". Fauci ha invece lodato il "gold standard" seguito dalla Food and Drug Administration (Fda). "Abbiamo abbastanza gente scettica sull'assunzione del vaccino, se saltiamo gli ostacoli rapidamente e inappropriatamente per guadagnare una settimana o una settimana e mezza, penso che la credibilità del nostro processo regolatorio sarebbe danneggiata". La Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (Mhra), l'autorità regolatoria britannica per i farmaci, ha risposto alle critiche affermando di aver "valutato rigorosamente i dati nel più breve tempo possibile senza compromettere l'accuratezza del nostro esame".
- di Redazione Sky TG24

Covid, Fauci: i vaccini sono sicuri, rischi accettabili

I rischi di effetti collaterali dei vaccini contro il covid-19 che stanno per essere esaminati dalla Food and drug administration (Fda) "sono assolutamente accettabili". Lo ha detto Anthony Fauci parlando alla AbcNews dei vaccini Pfizer e Moderna, approvati in Gran Bretagna e in dirittura d'arrivo anche negli Stati Uniti. L'immunologo ha sottolineato la sicurezza delle procedure richieste dalla Fda sul controllo dei possibili effetti collaterali prima di poter dare un'autorizzazione di emergenza ai prodotti: "C'è un dato su cui si è soffermati troppo poco, ossia che il 90% e più degli 'eventi avversi' occorsi nei volontari sottoposti ai test sui vaccini avviene entro 30-45 giorni dalla somministrazione. La Fda aspetta addirittura un minimo di 60 giorni dall'ultima dose ai volontari per verificare se ci sono stati effetti collaterali". "Non solo dunque i vaccini sono storicamente estremamente sicuri per la salute, ma in questo caso, anche per le modalità del percorso di approvazione della Fda". "Certo niente è sicuro al 100% ma nel calcolo rischi-benefici non ci sono dubbi che vaccinarsi vinca sui rischi che si corrono". Fauci ha quindi ribadito che l'obiettivo, per tornare alla normalità è raggiungere una immunità di gregge con almeno il 70% della popolazione vaccinata. Quanto a se stesso, l'espero ha dichiarato: "Aspetto il mio turno, per la mia età e il mio lavoro nella sanità dovrebbe arrivare presto, e raccomanderò alla mia famiglia di farsi vaccinare".
- di Redazione Sky TG24

Covid Marocco, prorogato stato emergenza sanitaria

Il Consiglio dei Ministri del Marocco proroga fino al 10 gennaio 2021 lo stato di emergenza sanitaria per il Coronavirus. È il nono rinvio dall'inizio della pandemia, che in Marocco ha avuto il suo caso "zero" a marzo. Il provvedimento deciso nel Consiglio dei ministri di oggi, sarà in vigore a partire dal 10 dicembre, "senza soluzione di continuità".
- di Redazione Sky TG24

Speranza: cuore vaccinazione Italia tra primavera ed estate

"Il piano vaccini sarà centralizzato, cioè gestito dallo Stato che si occuperà anche della fase della loro distribuzione. Sono fiducioso che l'Ema darà entro l'anno la certificazione per uno di questi vaccini (quello di Pfizer-BionTech e poi l'11 gennaio per quello di Moderna), se ciò venisse confermato si potrebbero iniziare a fare le prime
vaccinazioni in Italia già alla fine di gennaio. Il vaccino sarà gratuito e in questa fase volontario. Sarà vaccinato subito il personale sanitario in prima linea, cioè chi rischia di essere infettato per primo. Poi passeremo a chi è ospite nelle Rsa. A seguire seguendo il criterio dell'eta' anagrafica, partiremo dagli anziani con più patologie pregresse, con una progressione a scendere". Lo ha spiegato il ministro della Salute Roberto
 
- di Redazione Sky TG24

Speranza: piano pandemico Italia e Oms, polemica senza senso

Una "polemica senza senso. In questo momento dovremo concentrarci per affrontare le grandi sfide che abbiamo" Così il ministro della Salute, Speranza, a Piazza Pulita su La7 in merito all'inchiesta di Report su Rai3 relativa al piano pandemico italiano e ad un documento dell'Oms che sarebbe stato critico verso l'Italia e poi ritirato dalla stessa organizzazione "Io ho visto il documento e non parla in nessun modo in maniera negativa dell'Italia", ha detto Speranza aggiungendo che "l'Oms dovrà fare chiarezza". "Penso però che il nostro Paese non possa cambiare opinione sull'Oms, pezzo fondamentale nella gestione della sanità".
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24