Coronavirus Italia, 333 nuovi casi e altri 66 morti. Salgono le terapie intensive

©Ansa

Sono 66 le persone morte nelle ultime 24 ore, dato che porta i decessi a 34.514 dall’inizio della pandemia. Rispetto al 17 giugno, sono stati fatti 58.154 tamponi in più. Solo quattro le regioni che non hanno registrato casi: Valle d’Aosta, Basilicata, Molise, Umbria. Aumenta, rispetto a ieri, il numero delle persone in terapia intensiva: sono 168 (+5)

1 nuovo post
Contagi, vittime e anche terapie intensive salgono: a due settimane dalle riaperture tra regioni, 333 nuovi casi e 66 morti. In Lombardia ancora i 2/3 del totale. Il Bollettino della protezione Civile del 18 giugno -  I DATI -  LE GRAFICHE - LA MAPPA. Sono 66 le persone morte nelle ultime 24 ore, dato che porta i decessi a 34.514 dall’inizio della pandemia. Rispetto al 17 giugno, sono stati fatti 58.154 tamponi in più. Quattro le regioni che non hanno registrato casi: Valle d’Aosta, Basilicata, Molise, Umbria. Aumenta, rispetto a ieri, il numero delle persone in terapia intensiva: sono 168 (+5). 
 

Tutti gli aggiornamenti:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

- di Steno Giulianelli

Il Brasile vicino al milione di casi e a 50mila vittime

Con 1.238 nelle ultime 24 ore, il Brasile ha raggiunto le 47.748 vittime causate dal coronavirus: lo rende noto il Consiglio nazionale dei segretari della salute (Conass). Il numero dei contagiati nel Paese sudamericano è invece salito a 978.142, con un incremento di 22.765 rispetto a ieri.
- di Daniele Troilo

 La coppia di turisti cinesi guarita ha donato 40mila dollari allo Spallanzani

La donazione andrà a finanziare la ricerca sul Covid-19. “Un gesto di grande generosità che premia il nostro lavoro”, il commento del direttore sanitario, Francesco Vaia. Ringraziamenti anche dall’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, che invita i due coniugi a tornare a Roma. QUI I DETTAGLI

- di Daniele Troilo

I festeggiamenti a Napoli diventano un caso, Guerra (Oms): "Sciagurati"

La gioia per la conquista della Coppa Italia, ai danni della Juventus, fa saltare ogni misura di contenimento del coronavirus. Migliaia di tifosi invadono il centro di Napoli senza mascherine e tutti ammassati. L'esperto dell'Organizzazione mondiale della sanità attacca: "Non ce lo possiamo permettere". LE FOTO DEGLI ASSEMBRAMENTI IN PIAZZA

- di Daniele Troilo

A Firenze divieto vendita bevande in vetro dopo le 20

A Firenze da domani e fino al 31 agosto, dalle ore 20 alle 6, tutti i giorni, nel centro storico Unesco, compreso il Parco delle Cascine, sarà vietata per motivi di incolumità e sicurezza urbana la vendita, l'uso e la detenzione di bevande in vetro ad eccezione del servizio al tavolo nell'ambito delle sole attività di somministrazione. E' quanto prevede l'ordinanza firmata dal sindaco Dario Nardella in relazione alla movida cittadina. Per chi non rispetterà le regole sono previste sanzioni che vanno fino ad un massimo di 500 euro: il compito di far osservare l'ordinanza è affidato al corpo di polizia municipale e agli altri agenti e ufficiali di polizia giudiziaria, che hanno anche la facoltà sequestrare le bottiglie di vetro detenute illegittimamente. "Quello che vogliamo ottenere con questa ordinanza - ha spiegato l'assessore alla Sicurezza urbana Andrea Vannucci - si inserisce nella scia delle iniziative intensificate lo scorso fine settimana per quanto riguarda il rispetto della disciplina prevista dal regolamento Unesco sul tema della vendita di alcolici con diversi controlli effettuati e sanzioni fatte da parte della Polizia municipale. Il passo successivo in termini di intervento è questa ordinanza che punta a sanzionare la detenzione impropria di bottiglie di vetro nella zona più critica della città sotto questo profilo".
 
- di Redazione Sky TG24

L'andamento del virus in Italia: le grafiche

Secondo il bollettino della Protezione civile, nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.089 nuovi guariti e 66 vittime in più. Sono 168 i malati ricoverati in terapia intensiva, 5 in più rispetto a ieri. TUTTI I DATI E I GRAFICI

- di Daniele Troilo

Farnesina: rimpatriati 97.600 italiani

Continua l'opera della Farnesina per consentire il ritorno a casa in sicurezza ai connazionali bloccati all'estero dalla pandemia. Sono circa 97.600 i cittadini tornati dall'inizio dell'emergenza COVID-19 grazie al lavoro dell'Unità di Crisi e di tutta la Rete diplomatico-consolare, che hanno attivato 1075 operazioni per via aerea, marittima e terrestre, da 120 Paesi. Lo si apprende alla Farnesina. Nella sola giornata odierna sono rientrati oltre quasi 200 italiani da Paesi quali Belgio e Regno Unito, ma anche Repubblica del Congo e Nicaragua. La Farnesina continua ad assicurare il massimo impegno per garantire assistenza a tutti i connazionali ancora bloccati all'estero. 
- di Redazione Sky TG24

Fase 3, in Umbria riaprono discoteche e locali

In Umbria da venerdì riaprono le discoteche e altri locali assimilabili destinati all'intrattenimento, in particolar modo serale e notturno. Lo prevede un'ordinanza, la numero 34, firmata dalla presidente della Regione, Donatella Tesei. Saranno consentite - spiega la Regione - cerimonie con banchetti come quelli ad esempio di matrimoni e congressi. Tali attivita' - sottolinea Palazzo Donini - "dovranno avvenire nel rigoroso rispetto delle indicazioni riportate nel Dpcm 11/6/2020 e nella precedente Ordinanza della presidente della Giunta regionale del 12/6/2020".
- di Redazione Sky TG24

Fase 3, Berlusconi: riforma più urgente è quella fiscale

Le riforme più urgenti  per l'Italia? Sono tante ma innanzitutto direi che serve una radicale riforma fiscale con una flat tax in grado dii dare uno choc all'economia e far ripartire il Paese ".Lo ha detto il presidente di Fi Silvio Berlusconi intervistato da Stasera Italia su Rete 4.

- di Redazione Sky TG24

Fontana: avviata fase ripartenza, avanti con impegno

"Si conclude questa intensa giornata. Avviata la fase della ripartenza, lavoriamo per far risalire gli indici della produzione lombarda". Lo scrive sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. "Oggi sono stati numerosi gli incontri, tutti costruttivi e tutti volti ad una solida coesione di intenti e di azioni. Andiamo avanti forti del nostro impegno, domani sara' un giorno ancor più bello", conclude.
- di Redazione Sky TG24

In Canada superati i 100.000 casi

Il Canada supera i 100.000 casi di coronavirus e il governo scende in campo per contenere il virus. Il premier Justin Trudeau lancia infatti un'app per tracciare i contatti e cosi' la diffusione del Covid 19. L'uso dell'applicazione, sviluppata insieme alle società canadesi Shopify e Blackberyy, sarà su base volontaria. L'app sarà disponibile fra alcune settimane. 
- di Redazione Sky TG24

In Turchia 1.304 casi e 21 vittime in 24 ore

Salgono a 184.031 i casi di Covid-19 in Turchia, con 1.304 contagi registrati nelle ultime 24 ore su 48.412 test effettuati, in ulteriore calo dopo i picchi dei giorni scorsi. Le nuove vittime sono 21, per un totale di 4.882 decessi confermati. I ricoverati in terapia intensiva salgono a 755, con 311 intubati. I pazienti guariti crescono di 1.382, arrivando a 156.022. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca. 
- di Redazione Sky TG24

Nei Balcani contagi in generale ripresa

In tutti i Paesi dei Balcani si registra da alcuni giorni un aumento dei contagi da coronavirus, e il timore è che l'allentamento delle restrizioni e la mancata osservanza delle misure preventive da parte di buona parte delle popolazioni locali possa favorire una seconda ondata pandemica. In Romania, il paese della regione con il bilancio più pesante, dopo alcuni giorni di flessione i contagi hanno ripreso a salire, e da ieri sono stati 320, con il totale che ha superato quota 23 mila. Si sono registrati altri 22 decessi, che portano a 1.473 il numero delle vittime. "Sono preoccupato, ha detto il presidente Klaus Iohannis. Il virus non va in vacanza, non vogliamo reintrodurre restrizioni, ma i cittadini devono rispettare le regole di prevenzione". I contagi crescono anche in Macedonia del Nord dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 182 nuovi casi per un totale di 4.464. Sei i nuovi decessi, con il numero dei morti salito a 216. In Serbia i nuovi casi sono stati da ieri 94, con il totale a 12.616, un altro decesso ha portato a 258 i morti dall'inizio dell'epidemia. Anche il numero dei pazienti in terapia intensiva con respiratore è salito a 17, su un totale di 589 ricoverati. Un aumento dei casi di Covid-19 si è avuto anche in Croazia e Slovenia, due Paesi della regione che da molti giorni avevano una situazione estremamente favorevole e con pochissimi casi. In Croazia da ieri vi sono stati 11 contagi, in Slovenia otto, numero più alto dal 29 aprile, con le autorità di Lubiana che hanno imposto la quarantena di 14 giorni o il test negativo al coronavirus per chi proviene da Serbia, Kosovo e Bosnia-Erzegovina. In Slovenia il totale dei casi è di 1.511, i morti 109. Contagi in preoccupante ripresa vengono segnalati anche in Bosnia-Erzegovina, mentre il Montenegro - che giorni fa aveva proclamato la fine dell'epidemia per l'assenza di contagi per 28 giorni - ha segnalato sette nuovi casi di Covid-19.
- di Redazione Sky TG24

Iss: coronavirus in acque reflue Milano e Torino a dicembre

Nelle acque di scarico di Milano e Torino c'erano già tracce del virus SARS-CoV-2 a dicembre 2019. Lo ha scoperto uno studio in via di pubblicazione dell'Istituto Superiore di Sanità realizzato attraverso l'analisi di acque di scarico raccolte in tempi antecedenti al manifestarsi del coronavirus in Italia. I campioni prelevati nei depuratori di centri urbani del nord Italia sono stati utilizzati come 'spia' della circolazione del virus nella popolazione. "Dal 2007 con il mio gruppo portiamo avanti attività di ricerca in virologia ambientale e raccogliamo e analizziamo campioni di acque reflue prelevati all'ingresso di impianti di depurazione", spiega Giuseppina La Rosa del Reparto di Qualità dell'Acqua e Salute del Dipartimento di Ambiente e Salute dell'Istituto Superiore di Sanità, che ha condotto lo studio in collaborazione con Elisabetta Suffredini del Dipartimento di Sicurezza Alimentare, Nutrizione e Sanità pubblica veterinaria. "Lo studio - prosegue La Rosa - ha preso in esame 40 campioni di acqua reflua raccolti da ottobre 2019 a febbraio 2020, e 24 campioni di controllo per i quali la data di prelievo (settembre 2018 - giugno 2019) consentiva di escludere con certezza la presenza del virus. I risultati, confermati nei due diversi laboratori con due differenti metodiche, hanno evidenziato presenza di RNA di SARS-Cov-2 nei campioni prelevati a Milano e Torino il 18/12/2019 e a Bologna il 29/01/2020. Nelle stesse città sono stati trovati campioni positivi anche nei mesi successivi di gennaio e febbraio 2020, mentre i campioni di ottobre e novembre 2019, come pure tutti i campioni di controllo, hanno dato esiti negativi".
 
- di Redazione Sky TG24

Superati 450 mila decessi, 8,4 milioni di casi

Il coronavirus ha finora mietuto oltre 450 mila vittime nel mondo e ha contagiato più di 8,4 milioni di persone: è quanto emerge dalle ultime stime della Johns Hopkins University di Boston, basate a loro volta sulle dichiarazioni ufficiali dei diversi paesi. Il numero dei decessi è ora pari a 450.435, quello dei contagi 8.400.320, ma tutte le valutazioni degli esperti sono concordi nel considerare i dati ufficiali molto sottostimati rispetto alla realtà, che potrebbe essere fino a 10 volte superiore a livello mondiale. Al primo posto in entrambe le classifiche ci sono gli Stati Uniti, seguiti dal Brasile. Al terzo posto per contagi c'è la Russia, per decessi il Regno Unito.
- di Redazione Sky TG24

Francia, 28 morti in più rispetto a ieri

Ventotto persone sono morte nelle ultime 24 ore in Francia per Covid-19, il totale sale a 29.603 vittime, secondo le cifre fornite in serata dalla Direzione generale della Salute. Preoccupa la Normandia, regione in cui il tasso di riproduzione del virus - R0 - è risalito al di sopra della soglia di vigilanza fissata a 1, ed è ora di 1,14. "Questo aumento - spiegano le autorità sanitarie - si spiega con l'individuazione di casi raggruppati o 'cluster' a sud dell'agglomerazione di Rouen, che sono in via di gestione. Questa situazione riflette una circolazione virale reale, ma controllata". Continua il calo dei ricoveri (meno 142 da ieri, totale a 10.125) e quello dei pazienti in rianimazione (20 in meno, in tutto sono ormai 752).
- di Redazione Sky TG24

Algeria, superati gli 800 morti

L'Algeria registra nelle ultime 24 ore altri 117 nuovi casi di coronavirus che portano a 11.385 il bilancio totale dei contagiati nel Paese. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri attraverso le parole del portavoce della Commissione speciale per il monitoraggio della diffusione della malattia, Djamel Fourar, precisando che i decessi sono saliti a 811. In aumento anche i guariti, che passano da 7943 a 8078. 54 i malati in rianimazione. L'Algeria ha avviato domenica scorsa la seconda fase di riaperture graduali.  
- di Redazione Sky TG24

Coronavirus: Trentino, 8 nuovi casi, nessun decesso

In Trentino i contagi da coronavirus tornano leggermente a salire. Rispetto a ieri i nuovi casi sono 8, tre con sintomi e cinque individuati tramite screening. Era dal 26 maggio che in provincia di Trento non si registrava un così alto numero di nuovi casi giornalieri. Per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi che restano fermi a 469. Dal 5 giugno ad oggi è stato registrato un solo decesso. Come riferisce la Provincia Automa di Trento, "il coronavirus è ancora attivo e che le regole imposte per frenarne la diffusione devono essere assolutamente seguite". In totale dall'inizio della pandemia in trentino i casi complessivi sono stati 5.466. 
- di Redazione Sky TG24

Mef: "Misure anti-Covid quasi tutte pienamente operative"

"L'implementazione dei provvedimenti Covid procede a ritmo serrato e la quasi totalità delle misure di sostegno ai cittadini e alle imprese è pienamente operativa". Lo scrive il ministero dell'Economia in una nota, definendo "del tutto fuorvianti e superati" i dati, circolati su alcuni media, sul numero degli adempimenti di competenza del Ministero dell'Economia e delle Finanze e "destituita di ogni fondamento" l'affermazione secondo cui l"81% delle norme anti-Covid non sarebbe ancora stato attuato.
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.