Papa in Egitto, abbraccio col Grande Imam: leader smascherino violenti

As-salamu alaykum: inizia col saluto in arabo ("che la pace sia con voi") il viaggio apostolico del Pontefice durante il quale ha incontrato anche il presidente al-Sisi. Dure parole contro il terrorismo: "Negazione di ogni religiosità e falsificazione idolatrica di Dio”
  • Un forte e prolungato abbraccio tra Papa Francesco e il Grande Imam di Al-Azhar ha segnato il termine del discorso della massima autorità musulmana sunnita Ahmad Muhammad al-Tayyeb alla Conferenza internazionale sulla Pace aperta al Cairo, prima tappa fondamentale del viaggio apostolico del Pontefice in Egitto Papa Francesco: viaggio in Egitto il 28 e il 29 aprile
  • ©Getty Images
    Papa Francesco è arrivato nel primo pomeriggio del 28 aprile all'aeroporto internazionale del Cairo dando il via alla sua attesa visita in Egitto - Migranti, guerra in Siria, povertà: la Pasqua di Papa Francesco
  • ©Getty Images
    Dopo essere arrivato nella capitale egiziana, il Pontefice è stato ricevuto a palazzo presidenziale del Cairo, dove è stato omaggiato da alcuni ministri ed ha avuto un incontro privato con lo stesso presidente Al-Sisi - Egitto, il Papa non userà auto blindate durante gli spostamenti
  • ©Getty Images
    Il Pontefice si è quindi recato all’università sunnita di Al-Azhar dove è intervenuto alla Conferenza internazionale sulla pace di fronte ai leader religiosi islamici e di altre fedi. "Siamo tenuti a denunciare le violazioni contro la dignità umana e i diritti umani, a portare alla luce i tentativi di giustificare ogni forma di odio in nome della religione e a condannarli come falsificazione idolatrica di Dio” - Egitto, bombe in due chiese
  • ©Getty Images
    Ad Al-Azhar Bergoglio è stato accolto accolto con un abbraccio dal Grande Imam Al-Tayeb, che Papa Francesco aveva ricevuto nel 2016 in Vaticano, un incontro che aveva rappresentato un grande segnale di dialogo tra i rappresentanti delle diverse religioni - Attentato Londra, Papa Francesco incontra quattro imam inglesi
  • ©Getty Images
    Durante la conferenza internazionale sulla pace il Pontefice ha ribadito “un 'no' forte e chiaro ad ogni forma di violenza, vendetta e odio commessi in nome della religione o in nome di Dio. Insieme affermiamo l'incompatibilità tra violenza e fede, tra credere e odiare" - Papa: "Io, figlio di migranti, sarei potuto essere tra gli 'scartati'"
  • ©Getty Images
    Alla dichiarazione del Papa ha fatto eco quella del Grande Imam Al-Tayeb: "Dobbiamo purificare le religioni da tutto quello che semina l'odio e da qualsiasi deviazione" - L'appello del Papa: "Il mondo fermi questa guerra a pezzi"
  • ©Getty Images
    Dopo aver lasciato Al-Azhar Papa Francesco ha quindi presenziato a un incontro con le autorità egiziane incontrandosi nuovamente con il presidente Al-Sisi - Papa: oggi migranti e schiave vedono crocifissa la loro dignità
  • ©Getty Images
    Nel discorso tenuto alla presenza del Pontefice il presidente Al-Sisi si è soffermato sulla questione del terrorismo sottolineando che per eliminarlo “c'è bisogno di una strategia globale che non faccia conto unicamente su una soluzione militare e di sicurezza ma anche su sviluppo e su una riforma intellettuale e politica per demolirne l'infrastruttura" -
  • ©Getty Images
    Bergoglio ha sottolineato che “l'Egitto ha un compito singolare: rafforzare e consolidare anche la pace regionale, pur essendo, sul proprio suolo, ferito da violenze cieche”. Nell'occasione, pur senza nominare Giulo Regeni, il ricercatore scomparso proprio nel Paese africano, il Papa ha parlato del dolore “delle famiglie che piangono i loro figli e figlie”. Per Francesco la tappa successiva è stata al Patriarcato copto ortodosso, dove è stato accolto dal patriarca Tawadros II
  • ©Getty Images
    La visita del Pontefice argentino è circondata da attese e timori, soprattutto dopo gli attentati che hanno insanguinato l'Egitto nella scorsa Domenica delle Palme - Egitto, bombe in due chiese: 45 morti. Al Sisi: "Stato d'emergenza"
  • ©Getty Images
    La capitale egiziana è una città blindata che si prepara alla visita di Bergoglio. I militari sono di guardia, ad esempio, anche all'esterno della cattedrale copta ortodossa di San Marco nel cuore del Cairo - Pasqua, Papa Francesco: "Soccorrere i nuovi schiavi"
  • ©Getty Images
    C'è grande fermento tra la popolazione per la visita del Pontefice qui ritratto in una gigantografia con una colomba, simbolo di pace - Il Papa alla Via Crucis: "Vergogna per il sangue versato ogni giorno"
  • ©Getty Images
    In ogni angolo del Cairo gigantografie e cartelli di benvenuto sottolineano l'importanza dell'evento per la capitale egiziana
  • ©Getty Images
    Anche per i recenti attentati di matrice anti-cristiana, che hanno scosso il Paese , hanno reso ancora più significativo il viaggio di Bergoglio