Serie A: pari Atalanta, Inter campione d’Italia. Vince la Juve, perde la Roma. I RISULTATI

Sport
©Ansa

È finita 1-1 la sfida tra Sassuolo e bergamaschi, risultato che regala lo scudetto all'Inter. Pareggi in Napoli-Cagliari (1-1) e Bologna-Fiorentina (3-3). La Juventus ha battuto 2-1 l'Udinese. La domenica della 34esima giornata si era aperta con Lazio-Genoa: la squadra di Inzaghi ha vinto 4-3, soffrendo nel finale

L'Inter è campione d’Italia con 4 turni d’anticipo (LA STAGIONE - TUTTI I 19 SCUDETTI - LA FOTOSTORIA DI CONTE - LA FESTA). A consegnare lo scudetto ai nerazzurri, che ieri hanno battuto il Crotone, è il pareggio per 1-1 tra Sassuolo e Atalanta. Pareggi anche nella altre due partite delle 15: Napoli-Cagliari 1-1 e Bologna-Fiorentina 3-3. Nel match delle 18, vittoria per 2-1 della Juventus a casa dell'Udinese. Nel match serale la Roma sconfitta 2-0 dalla Sampdoria. La domenica di A - valida per la 34esima giornata di campionato - si era aperta con la vittoria, sofferta nel finale, della Lazio sul Genoa per 4-3. Domani chiude Torino-Parma (GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A).

 

I video con gli highlights della partita sono visibili da subito per gli abbonati Sky, tre ore dopo il fischio finale per tutti gli altri lettori.

La cronaca di Sampdoria-Roma (GLI HIGHLIGHTS)

La Roma subisce la terza sconfitta di fila dopo il ko con il Cagliari e quello pesantissimo in Europa League contro il Manchester United. Primo tempo equilibrato. In avvio un gol annullato a Dzeko per fuorigioco, poi sul finire della prima frazione la Sampdoria passa in vantaggio con Silva che sfrutta un'incomprensione tra Fuzato e Kumbulla. Nel corso della ripresa altre due reti non convalidate a Dzeko e Mayoral. sempre per fuorigioco. Al 70' arriva il raddoppio della Samp con Jankto che insacca davanti a Fuzato dopo aver ricevuto un filtrante di Verre. Subito dopo Dzeko si vede parare un rigore da Audero. La Roma resta settima in classifica a +2 sul Sassuolo.

Il tabellino di Sampdoria-Roma 2-0

vedi anche

Europa League, Manchester United-Roma: 6-2. Video, gol e highlights

45' Silva, 65' Jankto
 

SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Augello; Damsgaard (81' Candreva), Thorsby, Silva (85' Ekdal), Jankto; Verre (73' Ramirez); Gabbiadini (73' Keita). All. Ranieri

 

ROMA (3-4-1-2): Fuzato; Mancini, Smalling, Kumbulla (64' Ibanez); Santon (69' Karsdorp), Villar (82' Darboe), Cristante, Bruno Peres; Mkhitaryan; Mayoral (69' Pastore), Dzeko. All. Fonseca


Ammoniti: Kumbulla (R), Cristante (R), Mancini (R)


Note: Audero (S) para il rigore di Dzeko (R) al 71'

La cronaca di Udinese-Juventus (GLI HIGHLIGHTS)

vedi anche

Inter campione d’Italia, questura: "30mila tifosi in strada". FOTO

Alla Dacia Arena la Juventus vince in rimonta contro l’Udinese. I padroni di casa si portano in vantaggio dopo 10 minuti: calcio di punizione di De Paul, riceve Molina che batte Szczesny. Il primo tempo finisce sull’1-0 senza recupero. Nella ripresa succede tutto negli ultimi 10 minuti. All’83’ il pareggio di Ronaldo, che trasforma il rigore concesso alla Juve per tocco di braccio in area di De Paul. L’attaccante portoghese non segnava dallo scorso 7 aprile. All’89’ ancora Ronaldo: sull'assist di Rabiot, colpo di testa e rimonta completata. Finisce 2-1 per la Juve, che aggancia Atalanta e Milan a quota 69 punti al secondo posto in classifica.

Il tabellino di Udinese-Juventus 1-2

10' Molina (U), 83' su rig. e 89' Ronaldo (J)

 

UDINESE (3-5-1-1): Scuffet; Becao, Bonifazi (84' Samir), Nuytinck (92' Ouwejan); Molina, De Paul, Walace, Arslan (72' Forestieri), Stryger Larsen; Pereyra; Okaka. All. Gotti

 

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Cuadrado (84' Felix Correia), Bentancur, McKennie (84' Rabiot), Bernardeschi (59' Kulusevski); Dybala (66' Morata), Ronaldo. All. Pirlo

 

Ammoniti: Arslan (U), Pereyra (U), De Paul (U)

La cronaca di Sassuolo-Atalanta (GLI HIGHLIGHTS)

vedi anche

Inter campione d’Italia: la cavalcata dei nerazzurri per lo scudetto

Pareggio per 1-1 al Mapei Stadium. L’Atalanta si ritrova in inferiorità numerica al 22’: rosso per Gollini, per fallo da ultimo uomo su Boga. Nonostante questo, dieci minuti dopo arriva il vantaggio dei bergamaschi: Gosens, imbeccato da Malinovskyi, segna il suo decimo gol in campionato. Si torna negli spogliatoi sull’1-0 per gli ospiti. Nella ripresa, calcio di rigore per il Sassuolo per un contatto tra Toloi e Traoré: al 51’ Berardi batte Sportiello e riporta il risultato in parità. Al 75’ l’Atalanta ha l’occasione di tornare in vantaggio: fallo in area di Marlon, che viene espulso per doppio giallo, sul dischetto del rigore va Muriel ma Consigli respinge. Finisce 1-1: i bergamaschi dovevano vincere per tenere aperto il campionato, con questo risultato l’Inter è campione d’Italia per la diciannovesima volta.

Il tabellino di Sassuolo-Atalanta 1-1

vedi anche

Serie A, 34ma giornata: l'Inter batte il Crotone 2-0

332' Gosens (A), 51' rig. Berardi (S)

 

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches (46' Ferrari), Marlon, Kyriakopoulos; Obiang (60' Bourabia), Locatelli; Berardi, Traoré (78' Ayhan), Boga; Defrel (46' Raspadori). All. De Zerbi

 

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi (79' Palomino), Romero, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina (24' Sportiello); Malinovskyi, Zapata (60' Muriel). All. Gasperini

 

Ammoniti: Marlon (S), Chiriches (S), Locatelli (S), Obiang (S), Ferrari (S), Djimsiti (A)

 

Espulsi: al 22' Gollini (A), al 75' Marlon (S)

La cronaca di Napoli-Cagliari (GLI HIGHLIGHTS)

Pareggio per 1-1 anche tra Napoli e Cagliari. Gli azzurri si portano in vantaggio dopo 13’: gol di Osimhen su assist di Insigne. Il Cagliari centra il palo con Zappa e va vicinissimo al pareggio con Pavoletti e Nandez, ma il primo tempo si chiude sull’1-0 per i padroni di casa. Nella ripresa la squadra di Gattuso spinge, ma non riesce a trovare il gol: ci va vicino con la traversa di Demme e con diverse altre opportunità. Nel recupero arriva il pareggio del Cagliari: è Nandez a firmare il definitivo 1-1, un risultato che rallenta la corsa Champions del Napoli e proietta i rossoblù fuori dalla zona retrocessione.

Il tabellino di Napoli-Cagliari 1-1

13' Osimhen (N), 94' Nandez (C)
 

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz (81' Bakayoko), Demme; Lozano (68' Politano), Zielinski (81' Elmas), Insigne; Osimhen (76' Mertens). All. Gattuso
 

CAGLIARI (4-4-1-1): Cragno; Zappa (81' Calabresi), Ceppitelli (76' Simeone), Godin, Carboni; Nandez, Duncan,  Deiola (71' Asamoah), Lykogiannis (81' Cerri); Nainggolan; Pavoletti. All. Semplici

Ammoniti: Godin (C), Deiola (C), Pavoletti (C), Demme (N)

La cronaca di Bologna-Fiorentina

Anche la terza partita delle 15 finisce in parità: al Dall’Ara è 3-3 tra Bologna e Fiorentina. A sbloccare il risultato, dopo 20 minuti, è il gol di Vlahovic: trasforma un rigore concesso per fallo di mano di Soumaoro. Al 31’ il pareggio del Bologna: Palacio, servito da Vignato, batte Dragowski. Il primo tempo finisce 1-1. Al 64’ la Fiorentina torna in vantaggio: cross dalla destra di Venuti, Bonaventura s'inserisce in area e buca Skorupski. Al 71’ è ancora Palacio, di testa, a riportare il risultato in parità. Tre minuti dopo, reazione dei Viola: Vlahovic, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, segna il 3-2 per la Fiorentina. Ma non è finita: all’84’ il solito Palacio firma la tripletta (su tre assist di Vignato) e fissa il risultato sul 3-3.

Il tabellino di Bologna-Fiorentina 3-3

21' rig. e 74' Vlahovic (F), 31', 71' e 84' Palacio (B), 64' Bonaventura (F)

 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Tomiyasu (76' Olsen); Soriano, Svanberg; Orsolini, Vignato (90' Juwara), Barrow; Palacio. All. Mihajlovic

 

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Bonaventura (82' Castrovilli), Amrabat, Pulgar, Biraghi (68' Igor); Ribery (76' Kouame), Vlahovic. All. Iachini

 

Ammoniti: Soumaoro (B), Svanberg (B), Milenkovic (F), Igor (F)

La cronaca di Lazio-Genoa

La Lazio conquista l’undicesima vittoria casalinga consecutiva e prosegue la sua rincorsa a un posto in Champions. Nel primo tempo in rete Correa e Immobile su rigore: l’attaccante italiano raggiunge Silvio Piola in cima alla classifica dei migliori marcatori nella storia del club. Nella ripresa subito autogol di Marusic e gol di Luis Alberto. Al 56’ Correa segna il 4-1. La partita sembra chiusa, ma a 10 minuti dalla fine il Genoa la riapre in 60 secondi: all’80’ rigore trasformato da Scamacca, all’81’ Shomurodov accorcia ancora di più le distanze. Negli ultimi minuti la Lazio soffre, ma riesce a tenere fermo il risultato: finisce 4-3.

Il tabellino di Lazio-Genoa 4-3

30' e 56' Correa (L), 43' rig. Immobile (L)47' aut Marusic (L), 48' Luis Alberto (L), 80' rig. Scamacca (G), 81' Shomurodov (G)
 

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic (82' Akpa-Akpro), Leiva (57' Cataldi), Luis Alberto (82' Parolo), Lulic (67' Fares); Correa (82' Pereira), Immobile. All. S. Inzaghi

 

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Radovanovic (46' Ghiglione), Masiello; Goldaniga, Zajc 846' Pjaca), Badelj, Strootman (52' Rovella), Zappacosta (70' Cassata); Destro (46' Scamacca), Shomurodov. All. Ballardini
 

Ammoniti: Biraschi (G), Radovanovic (G), Masiello (G), Cataldi (L), Fares (L), Cassata (G)

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.