TUTTE LE NEWS

TUTTI I VIDEO

Video

TUTTE LE FOTO

Big Little Lies 2: le foto del finale di stagione


Big Little Lies: segreti e omicidi sulle spiagge della California

In un tranquillo sobborgo di una cittadina a stelle e strisce, 3 donne, amiche e madri alle prese con le piccole sfide della quotidianità...

Ma un omicidio sconvolge il clima apparentemente idilliaco della scuola frequentata dai loro figli.

Sembra quasi un Desperate Housewives in salsa noir, ma è la trama di Big Little Lies, la nuova serie tv targata HBO e creata da David E. Kelley (che ha già firmato telefilm come Chicago Hope, The Practice e Ally McBeal).

Tratto dal romanzo omonimo di Liane Moriarty, lo show ha dalla sua anche un cast di tutto rispetto: a vestire i panni delle protagoniste, infatti, sono Reese Whiterspoon, Nicole Kidman e Shailene Woodley, tre volti arcinoti di Hollywood.

 

Big Little Lies: la prima stagione

It’s a wonderful lie” recita la tagline della serie, lasciando già intendere che l’esistenza apparentemente perfetta di Celeste, Madeline e Jane è tutt’altro che reale.

Sullo sfondo delle spiagge da cartolina di Monterey, ognuna di loro annaspa in cerca di evasione, affetto o risposte. Se Celeste è costretta ogni giorno a soffrire i soprusi del marito, infatti, Madeline è tormentata dal pensiero che la propria figlia possa crescere lontana da lei e tra le grinfie della nuova moglie del suo ex; Jane, invece, è da poco arrivata in California, dove l’hanno portata le tracce che il padre di suo figlio credeva di aver cancellato dopo essere scomparso dalle loro vite.

 

Dopo anni di vizi privati e pubbliche virtù, per le protagoniste, la facciata immacolata che ne copre le ferite sta per sgretolarsi.
A fungere da fattore scatenante per la fine di questa farsa durata fin troppo a lungo è un episodio inaspettato e di violenza inaudita: durante una riunione tra i genitori e gli insegnanti della scuola frequentata dai figli delle donne, infatti, ha avuto luogo un omicidio.
Celeste, Madeline e Jane vedranno quindi la dura realtà irrompere nella loro quotidianità, mentre sono ancora scosse e faticano a ritenersi al sicuro.

Al crocevia tra il dramma e la commedia, Kelley riesce a costruire dei personaggi principali che, sebbene vittime dei soliti cliché, hanno molto da insegnare dal punto di vista umano.
L’interesse iniziale che lo spettatore prova, cercando di capire già da subito cosa c’è dietro quell’assassinio brutale che mette in moto la macchina degli eventi, passa in secondo piano, episodio dopo episodio, a mano a mano che lo show si trasforma in una grande allegoria su quello che ogni trauma e ogni dolore ci lasciano dentro.

 

Big Little Lies: la seconda stagione

Nei nuovi episodi della serie, le cinque amiche dovranno affrontare le conseguenze di quella “grande piccola bugia” con cui si è chiusa la prima stagione dello show, e saranno chiamate a fare appello a tutta la forza interiore di cui sono dotate per superare i traumi che hanno segnato le rispettive esistenze. A rendere le loro vite ancor più interessanti sarà l’arrivo di Mary Louise Wright, madre di Perry, interpretata da una sfolgorante Meryl Streep.

Ancora una volta al centro dello show sarà una storia tutta al femminile, questa volta anche nello sguardo di chi la dirige: la seconda stagione di “Big Little Lies” segnerà infatti il debutto dietro la macchina da presa di Andrea Arnold, chiamata a raccogliere il testimone di Jean Marc Vellée. Una scelta interessante, che va ad impreziosire la sceneggiatura firmata da Liane Morarty, autrice del libro da cui è stata tratta la prima serie dello serie tv.

 

Leggi tutto