Covid, dose booster inalabile sicura ed efficace: lo studio su Lancet

Salute e Benessere
©Ansa

Il vaccino, basato su un vettore adenovirus di tipo 5 aerosolizzato (Ad5-nCOV) è stato sviluppato dagli studiosi della Academy of Military Medical Sciences, in Cina. Analizzato durante un trial randomizzato, il vaccino ha dimostrato che l'immunizzazione eterologa fornita, nei soggetti adulti e già vaccinati, risulta sicura e altamente immunogena

ascolta articolo

Un vaccino booster inalabile contro il Covid-19 è risultato sicuro ed efficace negli adulti. Lo ha dimostrato uno studio clinico, in Cina, condotto dagli studiosi della Academy of Military Medical Sciences, coordinati da Chen Wei. Gli esperti, infatti, hanno sviluppato un vaccino contro il Covid-19 basato su un vettore adenovirus di tipo 5 aerosolizzato (Ad5-nCoV), somministrato proprio attraverso inalazione per via orale. I risultati dello studio relativo sono stati pubblicati, di recente, sulla rivista scientifica “Lancet Respiratory Medicine”.

Un trial clinico su 420 adulti

approfondimento

Vaccino Covid: dati e grafici sulle somministrazioni in Italia

Il gruppo di Chen, in collaborazione con i ricercatori dello Jiangsu Provincial Center for Disease Control and Prevention, hanno testato il vaccino durante un trial randomizzato, open-label e controllato con l’obiettivo di valutare i parametri di sicurezza ed immunogenicità del farmaco, in qualità di dose booster, in 420 adulti cinesi che avevano ricevuto, in precedenza, due dosi di vaccino inattivato. Tra il 14 e il 16 settembre dello scorso anno, i partecipanti sono stati divisi in tre gruppi, in modo casuale: da una parte coloro che hanno ottenuto la somministrazione del vaccino inalabile a basso dosaggio, quindi quelli che lo hanno ricevuto ad alto dosaggio e ancora quello formato da coloro che hanno ricevuto un vaccino dalla formula identica a quella delle due precedenti iniezioni intramuscolari, per formare il classico gruppo di controllo.

I risultati finali dei test di sperimentazione

Dall’analisi dei risultati relativi al trial clinico risultati è emerso come il gruppo di pazienti a cui era stato somministrato il vaccino a basso dosaggio presentasse una concentrazione di anticorpi neutralizzanti (anticorpi che indotti dal vaccino possono legarsi al coronavirus e impedirgli di infettare le cellule) nel siero di 744,4, mentre in quello ad alto dosaggio gli stessi erano pari a 714,1, a 14 giorni dalla somministrazione del booster, una quantità comunque decisamente più alta rispetto a quella del gruppo di controllo in cui gli anticorpi neutralizzanti erano pari a 78,5. Inoltre, secondo quanto scoperto dai ricercatori cinesi, solo 26 e 33 partecipanti, rispettivamente appartenenti al gruppo che ha ricevuto il vaccino a basso dosaggio e a quello ad alto dosaggio, hanno manifestato reazioni avverse a 14 giorni dalla vaccinazione booster. Numero nettamente inferiore rispetto ai 54 emersi dal gruppo di controllo. In base a questi risultati, gli esperti hanno concluso che l'immunizzazione eterologa fornita dal vaccino booster con Ad5-nCoV aerosolizzato, nei soggetti adulti e già vaccinati, risulta sicura e altamente immunogena. Adesso, gli esperti hanno deciso di approfondire quanto già analizzato, attraverso un trial di efficacia multicentrico, randomizzato, in doppio cieco e controllato in parallelo del vaccino inalabile come dose booster, dopo una serie di vaccinazione primaria con Ad5-nCoV.

Salute e benessere: Più letti