Covid, Figliuolo: con le dosi attuali “possibile vaccinare 25 milioni di persone”

Salute e Benessere

Lo ha riferito il commissario per l'emergenza coronavirus, sottolineando come questa ampia disponibilità “consentirà di mantenere il ritmo elevato”, così come si sta facendo attualmente. E anche nell’ottica dell'inizio delle vaccinazioni per la fascia d’età 5-11 anni, previste a partire dal 16 dicembre

Ad oggi e grazie all'attuale disponibilità di vaccini anti-Covid, “si potranno vaccinare potenzialmente 25 milioni di persone”. Lo ha spiegato il commissario per l'emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, specificando che questa ampia disponibilità “consentirà di mantenere il ritmo elevato” così come si sta facendo attualmente. Anche nell’ottica dell'inizio delle vaccinazioni per la fascia d’età 5-11 anni, previste a partire dal 16 dicembre, che comporterà un ampliamento della platea.

In arrivo altre due milioni di dosi Pfizer

approfondimento

Covid, Ciciliano (Cts): "Terza dose vaccino? Assurdo aspettare"

Lo stesso commissario, poi, ha ricordato che tra il 1 e l'8 dicembre sono state eseguite 3,5 milioni di somministrazioni, ben mezzo milione in più rispetto al target prefissato: un dato che ha permesso di superare, in alcune giornate, le 500mila somministrazioni. Tra l’altro, ha specificato ancora Figliuolo, le scorte per il nostro Paese aumenteranno a breve. Nelle prossime settimane, infatti, è previsto l’arrivo di altre due milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus prodotto e sviluppato da Pfizer. Queste si andranno ad aggiungere agli arrivi già pianificati da parte della casa farmaceutica americana, incrementando così le scorte.

Raggiunte le 100 mln di somministrazioni. “Risultato straordinario”

Figliuolo, infine, ha voluto commentare un recente record, ovvero quello relativo al raggiungimento delle cento milioni di dosi somministrate nel Paese. Si tratta, ha detto, di un “risultato straordinario” che è stato possibile ottenere grazie ad un “grande lavoro di squadra fatto da tutti i protagonisti in campo”, tra Regioni, Province autonome, Protezione Civile, Difesa, mondo delle associazioni e del volontariato. Proprio per questo, il commissario ha voluto rivolgere un “particolare ringraziamento” a professionisti della sanità quali “medici, farmacisti, infermieri, operatori sociosanitari” oltre che ai “47,5 milioni di italiani che hanno aderito alla campagna”.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24