Vaccini Covid, Ue: accordo con Pfizer per anticipo 10 milioni di dosi entro giugno

Salute e Benessere

"Questa accelerazione porterà le dosi totali di Pfizer-Biontech nel secondo trimestre a oltre 200 milioni", ha annunciato la presidente dell'Esecutivo comunitario, Ursula von der Leyen

Mentre la campagna di vaccinazione nazionale anti-Covid sta subendo un ulteriore rallentamento a causa della sospensione precauzionale del vaccino di AstraZeneca in tutto il territorio nazionale, in attesa del verdetto dell'Ema, dalla Commissione europea arrivano buone notizie sul fronte dei vaccini.
"La Commissione europea e Pfizer-Biontech hanno raggiunto un accordo per accelerare le consegne": la fornitura di 10 milioni di dosi che erano previste nella seconda parte dell'anno, sarà anticipata al secondo trimestre. Lo ha annunciato l'Esecutivo comunitario in una nota diramata sul suo sito ufficiale.

Von der Leyen: totale sale a oltre 200 milioni nel secondo trimestre

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 16 marzo

"So quanto sia critico il secondo trimestre per le nostre strategie di vaccinazione. Questa accelerazione porterà le dosi totali di Pfizer-Biontech nel secondo trimestre a oltre 200 milioni", ha annunciato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "È un'ottima notizia. Offre agli Stati membri spazio di manovra e la possibilità di colmare le lacune nelle consegne".
Nella nota, la Commissione europea precisa che queste 10 milioni di dosi "saranno prelevate sull'opzione dei 100 milioni di dosi del secondo contratto BioNTech-Pfizer, previsto per il terzo ed il quarto trimestre 2021". "La proposta presentata oggi dalla Commissione deve essere approvata dagli Stati membri nel Comitato direttivo congiunto", conclude la nota.

AstraZeneca, Speranza: "Pausa precauzionale. Chi ha fatto prima dose stia tranquillo"

"La decisione di ieri di sospendere il vaccino anti-Covid AstraZeneca è di natura precauzionale ed è emersa dopo una valutazione dell'istituto tedesco per i vaccini", ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervistato dal direttore del Corriere della sera, Luciano Fontana, in occasione dell'evento "Online Talk Sanità - Strategie per la Riforma del Sistema e Vincere la Pandemia".
"C'è stato un confronto tra i ministri della salute: ora i governi attendono il giudizio Ema per giovedì e siamo fiduciosi che possano emergere tutti gli elementi di rassicurazione per consentirci di riprendere la vaccinazione. È giusto avere cautela", ha aggiunto, rassicurando chi ha già ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca: "Chi ha fatto già il vaccino AstraZeneca non ha ragione di essere preoccupato, questa è una pausa solo precauzionale. I vaccini sono e restano l'arma fondamentale con cui uscire da questi mesi difficili".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.