Covid-19, il Canada dà il via libera al vaccino Pfizer/BioNTech

Salute e Benessere
©Fotogramma

Si tratta del secondo Paese al mondo, dopo il Regno Unito, ad aver concesso l’autorizzazione a questo vaccino. Al Canada verranno fornite almeno 20 milioni di dosi nell’arco del 2021, per un siero che le autorità sanitarie locali hanno definito “sicuro, di qualità ed efficace”

“Grazie ai progressi della scienza e della tecnologia e a un livello di cooperazione globale senza precedenti, oggi il Canada ha raggiunto una tappa fondamentale nella lotta contro il Covid-19, con l'autorizzazione del primo vaccino”. Inizia così il comunicato, diffuso sul sito del governo canadese, in cui viene certificato il via libera, per il Paese nordamericano, al vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech.

Un vaccino "sicuro, di qualità ed efficace"

approfondimento

Covid, perché il vaccino Pfizer è stato somministrato prima in Uk?

Il Canada, così, diventa il secondo Paese al mondo dopo il Regno Unito a raggiungere questo obiettivo. L'approvazione è stata annunciata anche dal ministero della Salute canadese e arriva, infatti, pochi giorni dopo quella ufficializzata dal Regno Unito, primo Paese a dare l'ok al vaccino attraverso il quale proprio ieri il governo di Boris Johnson ha iniziato la propria campagna di immunizzazione di massa. Al Canada verranno fornite almeno 20 milioni di dosi nell’arco del 2021, per un vaccino che le autorità sanitarie locali hanno definito "sicuro, di qualità ed efficace". “Health Canada ha ricevuto la richiesta di Pfizer il 9 ottobre 2020 e dopo un'analisi approfondita e indipendente delle prove ha stabilito che il vaccino Pfizer-BioNTech soddisfi i rigorosi requisiti di sicurezza, efficacia e qualità richiesti”, si legge ancora nel comunicato. A conferma dei propri controlli, le autorità sanitarie locali hanno pubblicato una serie di documenti relativi a questa decisione, incluso un riepilogo delle prove che sono state esaminate per supportare l'autorizzazione del vaccino. “Informazioni più dettagliate saranno disponibili nelle prossime settimane, compreso un riepilogo scientifico e dettagliato, oltre al pacchetto completo dei dati della sperimentazione clinica”, hanno scritto gli esperti.

Un processo di revisione “rigoroso”

Nel comunicato, le autorità sanitarie sottolineano che “i canadesi possono essere certi che il processo di revisione è stato rigoroso” e che Health Canada e la Public Health Agency of Canada monitoreranno attentamente la sicurezza del vaccino una volta che sarà immesso sul mercato, senza esitare ad agire “qualora vengano identificati problemi di sicurezza”. Tra l’altro, come sottolineato, “i termini e le condizioni dell'autorizzazione del vaccino Pfizer-BioNTech richiedono che il produttore stesso continui a fornire informazioni a Health Canada sulla sicurezza, sull’efficacia e sulla qualità del vaccino per garantire che i benefici dello stesso continuino a essere dimostrati”. Nel comunicato, le autorità sanitarie spiegano poi anche che l'indicazione iniziale del vaccino è per l'uso in persone di età pari o superiore a 16 anni. “Pfizer-BioNTech stanno conducendo ulteriori studi clinici su bambini di tutte le età e l'indicazione potrebbe essere rivista in futuro per includerli, se i dati di questi studi lo consentiranno”.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.