Vaccino Uk, il primo uomo a riceverlo si chiama William Shakespeare

Mondo

Nel Regno Unito è partita la campagna di immunizzazione contro il Covid-19 con il vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech. La prima persona ad essere vaccinata è stata una donna di 91 anni, dopo di lei un 81enne di Warwickshire, omonimo del drammaturgo

Sono una donna di 90 anni e un uomo 81enne di nome William Shakespeare i protagonisti del V-Day in Gran Bretagna, il giorno d'avvio della campagna di immunizzazione contro il Covid-19 con il vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech. Margaret Keenan, che compirà 91 anni la settimana prossima, è stata la prima persona nel Regno Unito e nel mondo a ricevere il vaccino approvato la settimana scorsa dagli enti regolatori britannici. Dopo di lei, il primo uomo ad essere vaccinato è stato William Shakespeare, 81enne di Warwickshire, nelle Midlands Occidentali: anche Shakespeare, omonimo del drammaturgo e sicuramente scelto non a caso per essere in prima fila, è stato vaccinato all'University Hospital di Coventry, vicino Birmingham.

IL LIVEBLOG CON TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL COVID

1230005535

La campagna nel Regno Unito

approfondimento

Covid, perché il vaccino Pfizer è stato somministrato prima in Uk?

La più imponente campagna di immunizzazione nella storia britannica si tiene in 50 ospedali dove vengono immunizzate per primi le persone con più di 80 anni, gli operatori sanitari in prima linea e il personale delle case per anziani. Nell'arco della giornata si prevede che saranno vaccinate 5mila persone, circa un centinaio in ogni centro. Il ministro della Salute, Matt Hancock, in diretta tv, non è riuscito a trattenere le lacrime vedendo i primi passi della campagna: "E' stato un anno così difficile per così tante persone e finalmente ce l'abbiamo fatta, è a nostra luce alla fine del tunnel, come dicono tanti". Poiché il vaccino andrà somministrato in due dosi, il primo lotto, importato dal Belgio, dove viene prodotto il farmaco, immunizzerà 400.000 persone, ma il governo prevede di avere circa quattro milioni di dosi entro la fine dell'anno su un totale di 40 milioni che ha commissionato al consorzio tedesco-americano. E la gran parte delle persone sarà comunque vaccinata nei mesi di gennaio e febbraio del 2021.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.