Roma, 25 aprile: Frecce disegnano tricolore su Altare della Patria

Lazio
©Ansa

Le Frecce hanno solcato i cieli della Capitale subito dopo la deposizione di una corona al Milite ignoto da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Ad accompagnarlo anche il presidente del Consiglio, Mario Draghi

Le Frecce tricolori hanno solcato il cielo di Roma, sopra all'Altare della Patria, disegnando i colori della bandiera in occasione della festa di Liberazione (LE PAROLE DEL SINDACO DI MILANO, TORINO E NAPOLI), subito dopo la deposizione di una corona al Milite ignoto in occasione del 25 aprile da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Una Festa della Liberazione diversa da quella silenziosa dello scorso anno (LE FOTO), ma pur sempre segnata dalle misure di restrizione contro il Covid (TUTTI GLI AGGIORNAMENTIMAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI - LA SITUAZIONE A ROMA E NEL LAZIO). 

La visita all'Altare della Patria

approfondimento

25 aprile, Mattarella all’Altare della Patria con Draghi. FOTO

Sergio Mattarella è giunto alla scala dell'Altare della Patria che lo scorso anno salì solo, accolto quest'anno dai presidenti delle Camere, Elisabetta Casellati e Roberto Fico, dal presidente del Consiglio Mario Draghi, dal presidente della Consulta Giancarlo Coraggio, dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, dal capo della Polizia Lamberto Giannini. Tutti hanno però indossato le mascherine e hanno mantenuto il distanziamento. Piazza Venezia era off limits alla circolazione e anche alla presenza di giornalisti, sia per motivi di sicurezza che per evitare assembramenti.

Mattarella depone una corona d'alloro al Quadraro

Mattarella si è recato, dopo la deposizione della corona all'Altare della Patria, in piazza dei Tribuni, nel popolare quartiere romano del Quadraro, dove si svolse una delle pagine più tristi e poco ricordate della storia di Liberazione. Mattarella ha deposto una corona di alloro davanti al monumento che ricorda il rastrellamento e la deportazione di molti abitanti del quartiere. Il 17 aprile 2004, il Municipio X di Roma, nel cui territorio ricade il Quadraro, è stato insignito della Medaglia d'Oro al Valor Civil. Medaglia d'oro al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito civile "Centro dei più attivi e organizzati dell'antifascismo, il quartiere Quadraro fu teatro del più feroce rastrellamento da parte delle truppe naziste. L'operazione, scattata all'alba del 17 aprile 1944 e diretta personalmente dal maggiore Kappler, si concluse con la deportazione in Germania di circa un migliaio di uomini, tra i 18 e i 60 anni, costretti a lavorare nelle fabbriche in condizioni disumane. Molti di essi vennero uccisi nei campi di sterminio, altri, fuggiti per unirsi alle formazioni partigiane, caddero in combattimento.

Draghi visita museo storico della Liberazione

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, insieme al ministro della Cultura, Dario Franceschini e accompagnato dal presidente del museo Antonio Parisella ha visitato - prima del suo intervento in occasione del 25 Aprile - i tre piani del museo storico della Liberazione di via Tasso, a Roma. In particolare il premier ha visto la sede del Servizio di sicurezza e della polizia di sicurezza tedeschi; la cella dove furono tenuti prigionieri Giuliano Vassalli e il tenente Arrigo Paladini e dove si trovano le testimonianze documentali dei prigionieri detenuti a via Tasso e uccisi alle Fosse Ardeatine e a Forte Bravetta e quelle del carcere di via Tasso. Al termine della visita, Draghi ha ascoltato la testimonianza di Modestino De Angelis, figlio di Gerardo De Angelis imprigionato in via Tasso e poi ucciso alle Fosse Ardeatine e, dopo un intervento, prima di lasciare il museo, firmerà il libro d'onore del museo.

"Luogo simbolico, i giovani lo visitino"

"Questo - ha affermato Draghi - è un luogo simbolo della nostra memoria nazionale. Via Tasso evoca, anche nei ricordi familiari, l'orrore dell'occupazione nazista, la ferocia delle dittature. Nel momento in cui anche i musei riaprono, mi auguro che, con le necessarie precauzioni, molti giovani abbiano l'opportunità di visitare queste stanze, di conoscere le storie di tanti combattenti per la libertà che qui sono stati torturati e uccisi, di capire fino in fondo il senso del loro sacrificio. E di comprendere che, senza il loro coraggio, oggi non avremmo le libertà e diritti di cui godiamo. Queste stanze che un tempo videro orrori da domani vedranno visitatori - speriamo anche molti giovani visitatori - che vogliono conoscere la storia d'Italia. È per questo che sono molto contento di celebrare con voi la festa della Liberazione in un luogo simbolo, sì del periodo più nero vissuto dalla nostra capitale, ma anche simbolo oggi della rinascita dell'Italia intera. Vi ringrazio".

La cerimonia al Quirinale

approfondimento

25 aprile, 10 canzoni di Liberazione secondo Francesco Moneti dei MCR

Poco dopo le 12 poi, Mattarella ha ricevuto al Quirinale le alte cariche dello Stato, per un cerimonia che solitamente si svolgeva in una città italiana. Pochissimi gli ammessi ai saloni del Palazzo per la cerimonia.

Raggi: “Roma sarà sempre antifascista”

"Oggi 25aprile ricordiamo il sacrificio di chi ha contribuito alla costruzione di una società libera e democratica". Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi, postando un video delle frecce tricolori in volo sul centro di Roma. "Roma sarà sempre orgogliosamente antifascista e porterà avanti l'idea di una comunità solidale e inclusiva - ha aggiunto- Contro ogni forma di violenza e sopraffazione".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24