Crisi governo, news. Conte: "Non entro nell'esecutivo". Oggi nuove consultazioni di Draghi

©LaPresse

Il premier incaricato si prepara ad una nuova serie di incontri, da lunedì 8 alle 15 fino a martedì 9, forte del sostegno incassato nella prima tornata di incontri con i gruppi parlamentari. Conte, in collegamento con la riunione congiunta del M5s, avrebbe aperto al nuovo governo spiegando ai parlamentare pentastellati che "non è il momento dell'auto-isolamento" ma avrebbe escluso una sua presenza nell'esecutivo. Salvini: "C'è una comune visione del modello di sviluppo con Draghi"

1 nuovo post
Lunedì dalle 15 il secondo giro di consultazioni per il premier incaricato Mario Draghi. Andrà avanti fino a martedì. (IL CALENDARIO).
Conte, in collegamento con la riunione congiunta del M5s, avrebbe aperto al governo Draghi spiegando che "non è il momento dell'auto-isolamento" ma ha escluso una sua presenza nell'esecutivo.
Salvini: "Con Draghi c'è convergenza su diversi temi, siamo a disposizione, nessun veto". E sulla questione ministeri spiega: "Non chiederemo posti. Decide Draghi". No a Draghi da Fratelli d'Italia. Via libera anche da Pd e Iv.

TUTTE LE NOTIZIE:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Steno Giulianelli
- di Redazione Sky TG24

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Consultazioni Draghi, da lunedì 8 febbraio inizia il secondo giro di incontri

Si parte con il gruppo Misto della Camera, mentre gli ultimi ad andare a Montecitorio saranno i gruppi del Movimento 5 stelle di Camera e Senato. IL CALENDARIO

- di Redazione Sky TG24

Governo Draghi: tra tecnici e politici, ecco i possibili ministri della sua squadra

Il primo giro di consultazioni ha fatto emergere una possibile larga maggioranza per un esecutivo guidato dall’ex presidente della Bce. Il nodo è capire quanti saranno i tecnici e quanti i politici a capo dei ministeri. Ecco le indiscrezioni e le figure che potrebbero occupare i posti chiave. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Lezzi (M5s): il governo è tecnico, mio sì solo se elezioni a giugno

"Non può essere definito un governo politico, perché è guidato da un tecnico. A mio avviso in questo governo il M5S starà in minoranza per cui è chiaro che il libro dei sogni che ci stiamo raccontando resterà solo sulla carta. La nostra responsabilità, quella vera, è quella di non sedersi mai e dico mai al tavolo con Berlusconi. Così stiamo suicidando il M5S, io ci sto solo per un governo che vada avanti fino alle elezioni in giugno". Lo ha detto, a quanto si apprende, da alcune fonti parlamentari M5S, la senatrice Barbara Lezzi alla congiunta del movimento. I primi interventi in assemblea hanno invece chiesto con nettezza che il sì al nuovo governo sia votato su Rousseau.
- di Redazione Sky TG24

Conte: Draghi interlocutore serio

"Il Presidente incaricato è persona di spessore: io l'ho incontrato in diversi vertici e l'ho apprezzato. È stato lui che ha posto le basi per superare le politiche di austerità: è un interlocutore da prendere in seria considerazione. Certo, alcuni di voi potevano pensare che l'incarico potesse andare ad un altro: ma ora dobbiamo fare i conti con la realtà di questa fase storica". Lo ha detto il premier uscente Giuseppe Conte parlando in assemblea congiunta M5s.
- di Redazione Sky TG24

Conte: temo presenza Lega ma M5s ago bilancia

"Abbiamo una missione, siamo l'ago della bilancia, siamo il partito di maggioranza relativa che deve far sentire il suo peso. Questo è il punto di partenza. Vito con i capigruppo sta conducendo un confronto molto serrato". Così il premier uscente Giuseppe Conte in assemblea M5s dove aggiunge: "Io temo molto la presenza della Lega" soprattutto per l'utilizzo delle risorse del Recovery. Ad esempio, "dobbiamo vigilare ed evitare che intervengano altri a declinare in altro modo la transizione ecologica, rendendola un mero slogan. Per tutte queste ragioni dobbiamo essere presenti: è difficile in questa fase, dire alcuni non li volgiamo, però ci sono dei margini per cui in modo astuto ci possiamo arrivare" ha aggiunto.
- di Redazione Sky TG24

Conte: anche Grillo mi ha chiesto di entrare

"Anche Grillo l'ha detto con generosità: 'ci sentiamo garantiti se ci sarai ancora tu al governo'. Ma sarebbe sbagliato". L'ha detto a quanto si apprende, il premier uscente Giuseppe Conte in assemblea M5s dove ha elogiato la forza dirompente che è stata il Movimento, "voi avete la capacità di rinnovare la politica italiana e insieme abbiamo contribuito a rinnovare anche la fisionomia della Lega e anche quella del Pd. E chi sta con noi beneficia della nostra forza. Per questo dobbiamo essere consapevoli della nostra forza".
- di Redazione Sky TG24

Governo, le parti sociali aspettano di vedere Draghi. Ecco cosa chiedono

In attesa della convocazione da parte del presidente del Consiglio incaricato, i leader di Cgil, Cisl e Uil puntano alla nascita di quel rapporto che hanno invocato ripetutamente sul Recovery Plan durante il governo Conte. Tra le priorità in agenda, la proroga del blocco dei licenziamenti, Cassa integrazione Covid e riforma degli ammortizzatori sociali. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Conte a M5s: restare a tavolo unica prospettiva

"Noi dobbiamo rimanere al tavolo perché dobbiamo dare una prospettiva al paese e altre soluzioni non ci sono. Ma ve lo dico io per primo: dobbiamo dimostrare di essere all'altezza delle sfide". Così Giuseppe Conte ai parlamentari M5s riuniti in assemblea dove è tornato a promettere: "Io ci sarò nelle forme e nei modi che riterrete giusti. Farò in modo di seguivi passo passo per accompagnarvi perché mi avete dato tanto".
- di Redazione Sky TG24

Conte: non dimentichiamo chi ci ha voltato spalle

"Noi abbiamo una grande responsabilità verso il paese ma non dimentichiamo chi collabora lealmente e chi lo fa in modo irresponsabile: sappiamo chi ci ha voltato le spalle ed ora cerca di entrare per lucrare qualche vantaggio". Lo ha detto il premier uscente Giuseppe Conte in assemblea congiunta M5s dove ha aggiunto: per questo "si cercherà di porre condizioni tali che alcuni soggetti non potranno più rimanere al tavolo. Ma noi, invece, al tavolo dobbiamo rimanere perché dobbiamo dare una prospettiva al paese e altre soluzioni diverse ora non ci sono".
- di Redazione Sky TG24

Conte collegato a congiunta M5S: "Non entro nel governo"

"È iniziata attorno alle 22 un'assemblea congiunta dei gruppi M5S convocata, con discrezione, in giornata. E tra i primi ad intervenire, introdotto dal capo politico Vito Crimi, c'è il premier uscente Giuseppe Conte. A quanto apprende l'ANSA da più fonti che partecipano alla riunione Conte ha fatto un'apertura all'esecutivo di Mario Draghi. "Non è il momento dell'auto-isolamento, non possiamo trascurare il bene del Paese", spiega Conte che, tuttavia, sottolinea di "non volere" entrare nell'esecutivo". 
- di Redazione Sky TG24

Consultazioni, da Lega a M5S: le richieste dei partiti a Draghi per il nuovo governo

Concluso il primo giro di incontri con le forze politiche del Paese, le richieste arrivate al premier incaricato sono diverse: dal Recovery Fund di Italia Viva agli investimenti sul lavoro chiesti dal Pd, fino alla pace fiscale invocata dalla Lega. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Draghi, dal liceo a Roma alla guida della Bce: la storia di "SuperMario

La storia dell'ex presidente della Bce, chiamato da Mattarella a tentare di guidare un nuovo governo. Il profilo di Draghi. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Direzione Art.1: investire su alleanza Pd-M5s-Leu

Si è svolta questa sera una riunione della direzione nazionale di Articolo 1, il partito guidato da Roberto Speranza. Il confronto avviene alla vigilia delle nuove consultazioni del premier incaricato Mario Draghi. I gruppi di Leu, di cui Articolo 1 fa parte, non hanno ancora sciolto la riserva sul sostegno al nuovo governo, dopo aver espresso dubbi sull'ingresso in maggioranza della Lega. La direzione del partito avrebbe però confermato la volontà di "investire sull'alleanza tra Pd, Movimento 5 stelle e Leu".

- di Redazione Sky TG24

Cos'è il "governo tecnico" e quali sono i precedenti

È una formula che designa un esecutivo guidato non da una figura politica ma da un esperto, solitamente in economia o materie tecnico-scientifiche, ma che deve ottenere comunque la fiducia del Parlamento. A comporre la squadra dei ministri solitamente sono solo tecnici, ma non sempre e non esclusivamente. I casi? Ciampi nel 1993, Dini nel 1995 e Monti nel 2011. E ora Draghi potrebbe diventare il quarto. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Governo, circola bozza programma Pd: "Ipotesi non definitiva"

"In merito ad alcune bozze diffuse del contributo del Partito Democratico al programma di Governo si precisa che si tratta di testi di lavoro non definitivi e mai inviati al presidente incaricato Draghi". Lo precisa l'Ufficio stampa del Pd. La bozza di 18 pagine in circolazione - smentita dai Dem come semplice ipotesi di lavoro - reca in cima il titolo "responsabilità, visione, inclusione: il contributo del Partito democratico per un governo autorevole, europeista, riformista". Si ricorda quanto fatto dal governo Conte prima della rottura di Iv e si citano alcune priorità del Pd, a partire dalla collocazione europea. Tra i temi compaiono il lavoro e le pensioni, il Recovery plan a partire dalla bozza migliorata e inviata al Parlamento, una riforma fiscale progressiva, l'immigrazione con la necessità di approvare la legge sulla cittadinanza con lo ius culturae, la legge Zan sull'omofobia e l'empowerment femminile, il Green, le politiche industriali, la sanità, il sud, le riforme istituzionali.

- di Redazione Sky TG24

Whatever it takes di Mario Draghi, significato e traduzione della storica frase

Pronunciata nel 2012 dall'allora presidente della Banca centrale europea, vuol dire "costi quel che costi" o comunque "tutto ciò che è necessario". Rispolverata durante la prima fase dell'emergenza Covid, è tornata in auge con la crisi di governo e la chiamata al Colle dell'economista, che ha accettato con riserva l'incarico di provare a formare un nuovo governo. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Ristori, Recovery, pensioni e Alitalia: i dossier “caldi” sul tavolo di Draghi

L’esecutivo che seguirà al Conte bis dovrà prendere in mano diverse questioni urgenti. I sindacati spingono sul blocco dei licenziamenti, ma a fine anno si esaurisce anche la sperimentazione di quota 100 per le pensioni. Bisognerà rimettere mano al Recovery Plan, ma anche ad alcune vicende tutte italiane: Aspi, Alitalia ex Ilva e Mps. L'APPROFONDIMENTO
- di Redazione Sky TG24

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.