Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Nuova Zelanda, attacco in due moschee. Il killer filma la strage in un video. Le FOTO

L'attacco nel giorno della preghiera a Christchurch: durante le sparatorie decine di persone sono morte o rimaste ferite. Arrestato il 28enne Brenton Tarrant che ha trasmesso le immagini in diretta sui social. CHI È IL KILLER - AGGIORNAMENTI
  • ©ANSA
    Quarantanove morti e decine di feriti: è questo il bilancio dell’attentato avvenuto a Christchurch, in Nuova Zelanda, in due moschee della città. Le sparatorie sono avvenute durante la preghiera del venerdì e quattro persone, tra cui una donna, sono state arrestate - Tutti gli aggiornamenti sulla strage in Nuova Zelanda
  • ©ANSA
    A rivendicare l'attacco è stato Brenton Tarrant, un australiano bianco di 28 anni. L'uomo, riporta il New Zealand Herald, ha ripreso la strage in diretta streaming: il video, pubblicato su Facebook, è durato 17 minuti ed è poi stato rimosso dal social network - Nuova Zelanda, video girato da assalitore prima di strage
  • ©ANSA
    Tarrant ha rivendicato gli attacchi lasciando un manifesto anti-immigrati di 74 pagine in cui ha spiegato chi è e il motivo delle sue azioni, che definisce un attacco terroristico - Nuova Zelanda, testimone della strage: "Ho visto il killer ucciderli uno a uno"
  • ©ANSA
    Sui caricatori delle mitragliatrici utilizzate dall’attentatore per la strage compaiono i nomi di alcuni suprematisti tra cui Luca Traini, responsabile del raid razzista di Macerata del 3 febbraio 2018. Tarrant, prima dell’attacco, ha pubblicato sui social una foto che mostra nel dettaglio i caricatori - Chi è Luca Traini
  • ©ANSA
    Tarrant, che secondo l'emittente tv australiana Nine News Sydney è originario dello Stato di New South Wales, sulla costa orientale del Paese, dice di essere arrivato in Nuova Zelanda solo per pianificare e addestrarsi all'attacco - Chi sono le vittime
  • ©ANSA
    Ha detto di non essere membro di nessuna organizzazione, ma di aver fatto donazioni e interagito con molti gruppi nazionalisti, sebbene nessun gruppo abbia ordinato l'attacco - Nuova Zelanda, video girato da assalitore prima di strage
  • ©ANSA
    La premier neozelandese Jacinda Ardern ha confermato l’alto numero di vittime parlando di un "attacco terroristico" e ha descritto l'accaduto come "un atto di violenza senza precedenti" e "uno dei giorni più bui della Nuova Zelanda" - Il video dell'arresto del sospetto
  • ©ANSA
    Le moschee attaccate sono due: nella prima, quella di Al Noor, erano presenti circa 300 persone e la sparatoria è iniziata intorno alle 13.40, ora locale - Chi sono le vittime
  • ©ANSA
    Quarantuno persone sono state uccise nella moschea di Deans Avenue e sette in quella di Linwood, mentre una persona è morta in ospedale - Tutti gli aggiornamenti sulla strage in Nuova Zelanda
  • ©ANSA
    Il commissario di polizia neozelandese Mike Bush, durante una conferenza stampa, ha detto che sono state anche rinvenute auto con esplosivi nel centro della città, dov’era in corso la manifestazione dei giovani studenti per il clima - Nuova Zelanda, testimone della strage: "Ho visto il killer ucciderli uno a uno"
  • VEDI ANCHE

    Attentato Nuova Zelanda, strage in due moschee: la disperazione dei fedeli: FOTO

    Sfoglia la gallery >

    Oppure

    VAI ALLA SEZIONE FOTO

SCELTI PER TE