Coronavirus, prime vittime in Svizzera e Gb. Cisgiordania chiude a turisti

Mondo

Aumentano i contagi in Olanda e Francia. Individuato primo focolaio europeo: probabilmente in Germania. Congresso Usa approva piano da 8,3 miliardi. Trump attacca Oms: “Falsi dati sulla mortalità”. Mosca cancella Forum di San Pietroburgo

L’emergenza coronavirus prosegue in tutto il mondo. Dagli Usa all’Europa, si registrano nuovi contagi e cresce il numero delle vittime (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LE TAPPE). La Cina rimane il Paese con il più alto numero di contagi da coronavirus, con oltre 80mila casi e più di 3 mila morti. Ma l'epidemia nel gigante asiatico sta ora rallentando, mentre altri Paesi sono alle prese con la sua crescita. I principali focolai sono in Corea del Sud, Italia e Iran. Prime vittime in Svizzera e Gb (TUTTI I LUOGHI DEL MONDO IN CUI CI SONO STATI CONTAGI). Gli Usa hanno intanto avuto l'undicesimo decesso e più di 150 casi confermati. E mentre la Cisgiordania decide il divieto di ingresso per le comitive di turisti stranieri per due settimane, l'Oms ha denunciato che alcuni Paesi "non fanno nulla", ma ha anche rilevato che, pur essendoci "segnali allarmanti", “non è ancora pandemia". Intanto l'Unesco rileva che sono 290 milioni i bambini, dall'asilo alle scuole superiori, rimasti a casa in tutto il mondo per via dell’epidemia (CORONAVIRUS LE COSE DA SAPERE LA DIFFUSIONE IN UNA MAPPA).

Prime vittime in Svizzera e Gb

Primo morto per coronavirus nel Regno Unito. Il professor Chris Whitty, England's chief medical officer e consigliere sanitario del governo di Londra, ha annunciato che “un paziente testato positivo al COVID-19 è purtroppo morto”. La vittima, ricoverata al Royal Berkshire Hospital di Reading, aveva problemi di salute pregressi ed era stato contagiato all'interno del Regno. Sale a 115 il totale dei contagi censiti finora nel Paese. Oggi inoltre le autorità sanitarie britanniche hanno esteso l'indicazione della misura precauzionale dell'auto-isolamento per due settimane per chi arrivi o rientri nel Regno Unito dall'intero territorio italiano, in presenza di sintomi anche lievi di coronavirus. L'advice - finora limitato dal Foreign Office a chi arrivava dall'Italia del Nord - è legato "all'evoluzione della situazione" nella Penisola. Anche la Svizzera ha annunciato il primo decesso provocato dal coronavirus: lo ha reso noto la polizia. Si tratta di una 74enne ricoverata da martedì a Losanna, soffriva di patologie pre-esistenti, era considerata ad "alto rischio" per il Covid-19 (DOMANDE E RISPOSTE - IL DECRETO DI CONTE).

La situazione in Germania

Oggi è emerso che il coronavirus Sars-Cov-2 è entrato in Europa più volte e il primo focolaio potrebbe essere quello isolato in gennaio in Germania, a Monaco. Il focolaio tedesco potrebbe avere alimentato silenziosamente la catena di contagi al punto da essere collegato a molti casi in Europa e in Italia. Intanto sono saliti a 400 i casi di coronavirus accertati in Germania. Si tratta di ben 138 casi più di quelli registrati fino a ieri. Con 181 casi resta il Nordreno-Vestfalia il Land più colpito. E la città di Norimberga si è pubblicamente schierata per l'annullamento dell'amichevole Germania-Italia di calcio, prevista il 31 marzo nella città bavarese.

Aumentano casi in Olanda e Francia

Boom di contagi da coronavirus nei Paesi Bassi, dove l'Istituto nazionale per la sanità pubblica ha aggiornato il numero delle persone risultate positive con 44 nuovi casi, portando così il numero totale a 82, quasi il doppio. Di questi, 69 sarebbero stati infettati all'estero o a seguito di contatti con altre persone confermate positive al test. Fra i nuovi contagiati, due sono ricoverati in ospedale, gli altri sono in isolamento domestico. Sono invece 423 i casi confermati in Francia, 138 in più rispetto a ieri. I morti salgono da 4 a 7.

Mosca cancella Forum di San Pietroburgo

La Russia ha deciso di cancellare l'edizione 2020 del Forum Economico di San Pietroburgo (Spief) a causa dei rischi posti dal nuovo coronavirus, ha detto il vice premier Andrei Belousov e presidente del comitato organizzatore dello Spief, citato dalla Tass. Sono 37 i nuovi casi di contagio in Russia: c’è un italiano ricoverato: era arrivato il 29 febbraio e aveva manifestato i sintomi il 2 marzo. E' in buone condizioni.

La situazione negli Usa

I casi di coronavirus salgono di ora in ora a New York: i pazienti risultati positivi sono adesso 22, praticamente triplicati in meno di una giornata. I dati sono stati forniti dal governatore dello stato Andrew Cuomo che ha avvertito: "I numeri continueranno a salire perché stiamo facendo i test su un numero maggiore di persone. Il Congresso ha intanto dato via libera a un pacchetto da 8,3 miliardi di dollari per far fronte all'emergenza del coronavirus. Il Senato ha dato il suo via libera dopo che nelle ultime ore anche la Camera le aveva approvate. Ora manca solo la firma di Donald Trump. Ma la paura del coronavirus comincia a crescere anche negli Usa. A Seattle, una delle aree più colpite con 27 casi accertati e 10 vittime, l'amministrazione cittadina ha deciso di chiudere le scuole per due settimane. Stato d'emergenza in California e blocco di una nave da crociera a San Francisco dopo che 21 persone a bordo hanno mostrato sintomi.

Trump contro l’Oms

Il presidente Usa Donald Trump però attacca duramente l'Oms sul coronavirus. Per il tycoon il tasso di mortalità del 3,4% è un "numero falso”, ha detto in un'intervista a Fox. "E' una mia impressione basata sulle conversazioni che ho avuto con molta gente" spiega quindi Trump, osservando come molte delle persone che contrarranno il coronavirus "si riprenderanno rapidamente, senza neanche vedere il medico”.

Oms accusa: alcuni Paesi non fanno nulla

Dal canto suo l’Oms oggi ha espresso preoccupazione per la situazione globale: "Siamo preoccupati per il fatto che una lunga lista di Paesi non abbiano preso abbastanza sul serio" il coronavirus "o abbiano deciso che non possono fare nulla”, ha detto il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Siamo preoccupati - ha aggiunto - che in alcuni Paesi il livello di impegno politico e le azioni che dimostrano tale impegno non corrispondano al livello della minaccia che tutti affrontiamo”. Nonostante tutto però l’ente continua a non considerare Covid-19 come una pandemia (OMS: ATTENZIONE A BANCONOTE).

Cisgiordania chiude ai turisti

Il ministero del Turismo palestinese ha esteso a tutta la Cisgiordania il divieto di ingresso per le comitive di turisti stranieri da domani per due settimane, dopo la scoperta di 4 sospetti casi positivi in un albergo a Betlemme. Chiusa anche la Basilica della Natività. Gli hotel non prenderanno prenotazioni, misure anche a Nablus e Jenin. Israele valuta chiusura moschea al-Aqsa a preghiere venerdì. A Roma poca gente in Vaticano e piazza San Pietro quasi deserta. "Relativamente all'attività del Santo Padre, della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano dei prossimi giorni, sono allo studio misure volte ad evitare la diffusione del covid-19, da implementare in coordinamento con quelle adottate dalle autorità italiane”, ha detto il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.

I talebani: seguite indicazioni Usa. Scuole chiuse in India e Iran

Dopo il primo caso accertato in Afghanistan, il talebani hanno definito l'epidemia di Covid-19 un "test divino", assicurando tuttavia che il gruppo "non dimentichera' di adottare misure umanitarie" contro il virus. In caso di viaggi, ha consigliato di fare riferimento alle indicazioni del Cdc americano.  Scuole elementari chiuse con effetto immediato nella capitale indiana fino al 31 di marzo: il drastico provvedimento è stato annunciato dal governo di Nuova Delhi "come misura precauzionale" per evitare il diffondersi del Coronavirus tra i bambini. I casi ufficialmente accertati in India sono saliti a trenta, ma su numerosi media e nei talk-show si avanza da più parti il dubbio che le cifre reali siano decisamente più alte. Anche l'Iran ha deciso di chiudere tutte le scuole e le università per un mese per cercare di arginare la diffusione del Coronavirus.

Crollano le borse. La Cina stanzia 14 miliardi 

Chiusura nuovamente in calo, dopo due giornate di sollievo, per le principali Borse europee, col diffondersi di nuovi casi del virus. La miglior è stata Francoforte (-1,51%) a 11.944 punti, seguita da Londra (-1,62%) a 6.705 punti, Parigi (-1,9%) a 5.361 punti e la maglia nera è andata a Madrid (-2,55%) a 8.683 punti. A picco anche il Dow Jones. La Cina rimane il Paese con il più alto numero di contagi da coronavirus, con oltre 80 mila casi e più di 3 mila morti. Ma l'epidemia nel gigante asiatico sta ora rallentando. Intanto il governo ha stanziato 14,3 miliardi di euro per contrastare l’epidemia e sta vagliando una serie di progetti per "nuove infrastrutture" al fine di compensare l'impatto economico dell'epidemia di COVID-19 e favorire una crescita sostenibile.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.