Donna scomparsa a Crema, esame tossicologico sui resti trovati nell'auto bruciata

Lombardia

Il tossicologo Domenico Di Candia dovrà esaminare i resti umani ritrovati nella Panda di Sabrina Beccalli, la 39enne scomparsa a Ferragosto e della cui morte è accusato Alessandro Pasini

Nei prossimi giorni il tossicologo Domenico Di Candia dovrà esaminare i resti umani ritrovati nella Panda bruciata di Sabrina Beccalli, la 39enne scomparsa a Crema a Ferragosto della cui morte è accusato Alessandro Pasini. (LE RICERCHE - IL VIDEO ESCLUSIVO)

La ricostruzione

L'uomo sostiene di aver visto Sabrina morta per overdose, al risveglio dopo una nottata a base di eroina e cocaina, e di aver portato la Panda con il corpo della donna in campagna per cancellare ogni traccia con il fuoco. Inizialmente si era pensato che i resti sull'auto carbonizzata fossero di un cane, e sono quindi stati in parte buttati via. Quello però che è stato recuperato dai Ris dei carabinieri, a quanto riporta la Provincia di Cremona, sarebbe sufficiente per fare il test tossicologico e accertare così se Sabrina abbia assunto droghe. Nel frattempo sarà il test del dna a dare la conferma che il corpo carbonizzato sia proprio di Sabrina.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24