Donna scomparsa a Crema, a setaccio distributori carburante

Lombardia

Continuano le indagini per stabilire la verità sulla scomparsa di Sabrina Beccalli, per il cui omicidio è in carcere Alessandro Pasini, accusato anche di distruzione di cadavere

È bruciata in modo omogeneo ed è stata distrutta dalle fiamme come il corpo (da stabilire in modo definitivo se si tratti di un essere umano o un cane) che conteneva la Panda di Sabrina Beccalli, la donna scomparsa a Ferragosto a Crema, per il cui omicidio è in carcere Alessandro Pasini, accusato anche di distruzione di cadavere. (LE RICERCHE - IL VIDEO ESCLUSIVO)

Acquisiti i filmati

L'ipotesi è che sia stata cosparsa di combustibile e per questo - riporta La Provincia di Cremona - i carabinieri avrebbero acquisito anche i filmati dei distributori self service di benzina. Per l'esame dei resti la Procura ha incaricato fra gli altri l'anatomopatologa Cristina Cattaneo, mentre il legale della famiglia di Sabrina, Antonino Andronico, ha chiamato l'ex generale dei Ris di Parma Luciano Garofano, con cui oggi avrà un incontro orientativo. Le operazioni peritali, invece, cominceranno martedì all'istituto di medicina legale dell'università di Milano.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24