Covid, ultime news. Speranza: "Riaperture graduali, non possiamo bruciare le tappe"

Il ministro della Salute: "Difendo la riapertura della scuola". Nelle ultime 24 ore 15.746 nuovi casi e 331 morti. Tasso di positività al 6,2%. Calano i ricoveri ordinari (-403) e le terapie intensive (-3). La Cina per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un tasso di protezione molto alto". La Johns Hopkins: da inizio pandemia 135 milioni di casi nel mondo

1 nuovo post
"Possiamo provare ora con molta accortezza e con molta cautela a capire come gestiamo una fase in cui le misure producono gli effetti e la vaccinazione sale. All'incrocio fra questi due elementi con grande attenzione e grande accortezza possiamo programmare settimane in cui mi auguro ci possano essere meno limitazioni ma dobbiamo farlo con grande cautela perché bruciare le tappe può produrre degli effetti". E' quanto dice il ministro della Salute Speranza a proposito delle prossime mosse nella gestione della pandemia. Intanto i dati dell'ultimo bollettino  registrano 15.746 nuovi contagi su 253.100 tamponi processati. Calano le terapie intensive (-3, ora 3.585) e i ricoveri ordinari (-403, ora 27.251). I decessi in un giorno sono 331. Il tasso di positività sale al 6,2% (BOLLETTINO - MAPPE). Pechino per la prima volta parla della scarsa validità dei suoi farmaci anti Covid: "Non hanno un tasso di protezione molto alto". La Johns Hopkins University: da inizio pandemia 135 milioni di casi nel mondo. 
Tornano in arancione Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e Calabria. Sardegna in zona rossa. E ritornano in classe 6,5 mln studenti, 8 su 10, pari al 77% degli 8,5 milioni di alunni
I NUMERI DELLA PANDEMIA DI OGGI - parte prima - parte seconda - parte terza
- di Redazione Sky TG24

Il liveblog termina qui. Per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo live di lunedì 12 aprile

- di Redazione Sky Tg24

Festa illegale in Belgio, muore fuggendo dagli agenti

Un ragazzo di 21 anni, che partecipava a una festa clandestina in un hotel di Anversa, in violazione delle norme anti-Covid, è morto cadendo dal quarto piano nel tentativo di sfuggire alla polizia che aveva fatto irruzione. Lo riferisce la procura della città nel nord del Belgio.
 
- di Redazione Sky Tg24

AstraZeneca: con commissione Ue incontro molto positivo

Astrazeneca ha "risposto alla Commissione europea entro i tempi richiesti dal meccanismo di risoluzione delle controversie e la settimana scorsa il nostro team ha avuto un incontro molto collaborativo con la Commissione". Lo ha assicurato Matthew Kent, direttore delle relazioni con i media di AstraZeneca in un messaggio email. La precisazione arriva dopo che un portavoce di turno della Commissione europea Johannes Bahrke ha affermato che la lettera di diffida inviata da Bruxelles alla casa farmaceutica per chiedere il rispetto dei tempi di consegna fosse rimasta senza risposta
- di Redazione Sky Tg24

In Campania 73.000 adesioni over 60 in 2 giorni

Sono 73.000 i cittadini campani tra i 60 e i 69 anni che hanno effettuato l'adesione sulla piattaforma della Regione per la vaccinazione contro il covid19. Il risultato è la somma delle prime due giornate dell'apertura della piattaforma, partita ieri con circa 52.000 adesioni fino alle 20. In totale i cittadini tra i 60 e i 69 anni in Campania sono poco sopra i 600.000. Le vaccinazioni per questa fascia, che non sono ancora partite, saranno effettuate prevalentemente con Astrazeneca.
- di Redazione Sky Tg24

Speranza, seconda dose con AstraZeneca in assenza reazioni

"Si'. La seconda dose con AstraZeneca" per chi ha fatto la prima con questo vaccino "se non c'è stata una reazione avversa". Così  il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Che tempo che fa su Rai3 rispondendo a una domanda di Fabio Fazio sugli insegnanti vaccinati con AstraZeneca. "Io lo farei, è un vaccino sicuro" e ha citato testimonial eccellenti come il premier Draghi, il capo della protezione civile Curcio e il generale Commissario per l'emergenza Covid, Figliuolo.
- di Maurizio Odor

Covid, come potrebbero riaprire ristoranti, cinema e palestre: le prime ipotesi

Diverse forze politiche stanno spingendo per far riprendere gradualmente, dopo il 20 aprile, alcune attività rimaste chiuse o limitate negli ultimi mesi. Dalla possibilità per ristoranti e bar di servire il pranzo, con preferenza per tavolini all'esterno, alle porte aperte nei cinema, ma solo per alcune categorie di persone. Ecco quali potrebbero essere le condizioni per la ripartenza di ristorazione, spettacolo e sport
- di Maurizio Odor

Covid: Rugby, morto Massimo Cuttitta, 70 volte azzurro

Il rugby italiano piange Massimo Cuttitta. La Fir fa infatti sapere che, a causa di complicazioni legate al Covid-19, è morto ad Albano Laziale l'ex pilone azzurro,  54 anni, e uno degli uomini-simbolo della Nazionale del ct Georges Coste che, negli anni '90, fece guadagnare all'Italia un posto nel torneo che divenne il Sei Nazioni. In azzurro Massimo Cuttitta, originario di Latina ma poi trasferitosi al seguito dei genitori in Sudafrica doveva aveva cominciato a giocare a rugby, aveva messo insieme 70 presenze tra il 1990 e il 2000 prendendo parte ai Mondiali del 1991 e del 1995. Assieme al gemello Marcello gioco' il match della storica vittoria dell'Italia sulla Francia nella finale della Coppa Fira nel 1997 a Grenoble contro la Francia.
 
- di Maurizio Odor

Speranza, riaperture graduali, non possiamo bruciare le tappe

"Possiamo provare ora con molta accortezza e con molta cautela a capire come gestiamo una fase in cui le misure producono gli effetti e la vaccinazione sale. All'incrocio fra questi due elementi con grande attenzione e grande accortezza possiamo programmare settimane in cui mi auguro ci possano essere meno limitazioni ma dobbiamo farlo con grande cautela perché bruciare le tappe può produrre degli effetti. E la vicenda della Sardegna dimostra esattamente questo. La variante inglese è molto veloce". Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Che tempo che fa su Rai3, confermando "il lavoro sul green pass". 
- di Maurizio Odor

Vaccini: Speranza, non serviva tutti contro tutti in Europa

"Si è deciso di acquistare i vaccini insieme in Europa e comprarli insieme è un'idea giusta. Non possiamo fare il tutti contro tutti in Europa. Ovvio che stiamo pagando un prezzo, è una verità con cui dobbiamo fare i conti ma non possiamo fare il tutti contro tutti. Nelle prossime settimane ci saranno altre gare e occorrerà correggere con piglio questo errori". Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Che tempo che fa su Rai3 su una domanda in merito ai contratti con le aziende produttrici di vaccini e alla carenza di arrivi rispetto alle aspettative in questa prima fase della campagna vaccinale. 
- di Maurizio Odor

Speranza, difendo la riapertura della scuola

"Oggi ci sono 13 mln di somministrazioni di vaccino fatte e da 3 settimane la curva vede un primo segno di piegatura. Con grande franchezza dico che siamo consapevoli che c'e' un elemento di rischio, con l'aumento movimenti ma il governo ha fatto una scelta che difendo con forza. Grazie alle misure del mese di marzo e in queste 2 settimane abbiamo accumulato un piccolo tesoretto e abbiamo deciso, a due mesi dalla fine dell'anno scolastico, di investirlo sulla scuola come architrave della società italiana che ha pagato un prezzo altissimo".  Cosi' il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Che tempo che fa su Rai3. 
- di Maurizio Odor

Vaccini Covid, 9 milioni di italiani hanno ricevuto una dose

Secondo i dati elaborati dal sito ufficiale del Governo, sono 9.011.882 gli italiani che hanno ricevuto la prima dose. Le persone vaccinate con due dosi, invece, sono 3.908.326, circa il 6,5% del totale. Intanto, il presidente dell'Agenzia italiana del Farmaco (Aifa), Giorgio Palù, precisa: AstraZeneca "non è stato vietato, non è controindicato neanche nei più giovani". Appello Ordine dei medici: "Accettate qualsiasi vaccino vi venga proposto". L'approfondimento
- di Redazione Sky Tg24

Covid, vaccino Johnson & Johnson: come funziona e chi lo produce

Il farmaco arriverà in Italia dalla seconda metà di aprile, dopo che negli ultimi mesi ha ricevuto il via libera della Food and Drug Administration, l’agenzia federale statunitense, e poi dell'Ema e dell'Aifa. La principale caratteristica di questo preparato è che prevede la somministrazione di una sola dose. Verrà prodotto anche nel nostro Paese. LEGGI QUI
- di Maurizio Odor

Covid: Fvg, 208 casi per 4.909 tamponi e test; 12 decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.723 tamponi molecolari sono stati rilevati 172 nuovi contagi con una percentuale di positività del 4,62%. Sono inoltre 1.186 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 36 casi (3,04%). I decessi registrati sono 12; i ricoveri nelle terapie sono 75 e quelli negli altri reparti 519. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.506, con la seguente suddivisione territoriale: 742 a Trieste, 1.860 a Udine, 646 a Pordenone e 258 a Gorizia. 
- di Maurizio Odor

Covid: ambulanze in coda e 40 in attesa di un letto a Cosenza

Ambulanze in coda davanti all'ingresso e una quarantina di pazienti positivi al Covid in pronto soccorso in attesa di essere sistemati in reparti ormai saturi. E' la situazione dell'ospedale Annunziata di Cosenza oggi pomeriggio. Fuori dal pronto soccorso sono ferme alcune ambulanze in attesa che ai pazienti venga fatto il tampone mentre all'interno ci sono una quarantina di degenti per i quali, pero', non si riesce a trovare una sistemazione. Per una decina di loro, secondo quanto si è appreso, la situazione dovrebbe sbloccarsi a breve ma per gli altri non ci sono previsioni. La provincia di Cosenza, anche nelle ultime 24 ore, è stata quella in cui è stato registrato il numero più alto di nuovi positivi, 323 su 593.
- di Maurizio Odor

Riscatto laurea scontato fino a fine anno: si valuta proroga. Ecco cosa prevede

L'idea del governo sarebbe quella di portare avanti una misura introdotta con il 'decretone' del 2019: la sperimentazione triennale scade il 31 dicembre 2021 ma potrebbe essere prolungata. Si potranno riscattare gli anni universitari a fini pensionistici senza limiti di età, ma a patto di non avere versato contributi prima del 1996 e di essere iscritti all'assicurazione generale obbligatoria. LEGGI TUTTO
- di Maurizio Odor

Ordine medici, accettate qualsiasi vaccino vi venga proposto

"Sollecito tutti ad avere fiducia nella scienza e ad affidarsi ai medici per la scelta del vaccino": è l'appello di Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici. "Nel caso di AstraZeneca - spiega - la raccomandazione di utilizzo per gli over 60 è legata ad un orientamento di grande prudenza". L'arma del vaccino, dice, "funziona ed è l'unica vera via per uscire dall'emergenza". "Grazie alla vaccinazione di tutti i medici - riferisce - la mortalità nella nostra categoria si è abbattuta del 95%. Ogni mese registravamo tra 40 e 60 decessi. A marzo ne sono stati 10, nei 10 giorni di aprile soltanto 1". 
- di Maurizio Odor

Coronavirus in Italia, il bollettino dell'11 aprile: 15.746 nuovi casi, i morti sono 331

I tamponi sono 253.100, compresi i test rapidi. La percentuale di positivi è al 6,2% (era al 5,4). I decessi totali arrivano a 114.254. Il numero dei positivi dall'inizio della pandemia, compresi morti e guariti, sale a 3.769.814. I guariti sono 3.122.555. Le persone in terapia intensiva sono 3.585 (-3). TUTTI I DATI
- di Maurizio Odor

Covid: in Liguria superati i 4.000 morti

Il covid ha causato, da inizio pandemia, i 4.000 morti. Sono 4.003, con i 4 decessi avvenuti nelle ultime 24 ore e i 28 registrati oggi ma che risalgono dal gennaio scorso alla prima settimana di aprile; per questi solo adesso le Asl hanno avuto la documentazione per registrarli come morti a causa covid. In aumento i ricoverati: sono 737, 6 in più rispetto a ieri. In terapia intensiva ci sono 80 malati, ieri erano 76. Complessivamente i positivi sono 7.778, 74 meno di ieri (3.541 sono in provincia di Genova). I nuovi casi sono 335 a fronte di 5.934 tamponi (4.047 molecolari e 1.887 rapidi). Il tasso di positività è del 5,64%, a livello nazionale è 6,2%
- di Maurizio Odor

Covid: fonti, in settimana valutazione dati per riaperture

Il governo potrebbe decidere la prossima settimana di anticipare alcune riaperture prima della fine di aprile, dopo aver valutato la situazione epidemiologica. Secondo diverse fonti di governo, non è ancora stata fissata una data ma è probabile che la cabina di regia politica possa tenersi a metà settimana. Saranno in ogni caso "essenziali" i dati, sottolinea una fonte qualificata, sia quelli relativi al contagio che alle vaccinazioni.  Solo se si registrerà un trend positivo potrebbe dunque essere anticipata la riapertura di qualche settore nelle successive due settimane. 
- di Maurizio Odor

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.