Coronavirus, news. Il bollettino del 27 settembre: 1.766 nuovi casi e 87.714 tamponi

Sette i ricoveri in terapia intensiva nelle ultime 24 ore, col totale che sale a 254. Diciassette i morti. Secondo il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri nei prossimi mesi sarà fondamentale il rispetto delle regole: "Rispettiamole con consapevolezza e meno apprensione".  Sul Mes è intervenuto Visco spiegando che si tratta di "un prestito a condizioni migliori di quelle del mercato" e che potrebbe essere usato per interventi mirati in campo sanitario

1 nuovo post
Sono 1766 i nuovi casi di positività al coronavirus in Italia a fronte di 87714 tamponi effettuati. Ieri i nuovi casi erano stati 1860, ma con quasi 20mila tamponi in più. 254 i ricoveri in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri)mentre i ricoverati con sintomi salgono  a 2.846 (+100). 17 le vittime. (IL BOLLETTINO - LE MAPPE - LE GRAFICHE).  Solo la Valle d'Aosta fa registrare zero nuovi casi. Secondo il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri "avremo un inverno impegnativo ma abbiamo anche regole che ci consentono di ridurre il rischio di contagio". Preoccupa intanto l'avanzata del virus nel mondo. Nel Regno Unito gli esperti avvertono: “Entro un mese avremo 100 morti al giorno”. 

Le altre n otizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

- di Costanza Ruggeri

Coronavirus in Lombardia, nel Pavese 21 classi in quarantena

Sono 21 le classi delle scuole della provincia di Pavia finite in quarantena dopo che studenti o insegnanti sono risultati positivi a Covid-19. Circa 450 gli alunni in isolamento domiciliare. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Covid, cosa serve per rientrare a scuola dopo le assenze: la circolare del ministero

Il ministero della Salute fornisce chiarimenti sul protocollo da seguire per tornare in classe dopo guarigione da coronavirus o da patologia diversa. Le indicazioni riguardano non soltanto gli studenti ma anche il personale scolastico. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Atleta positivo, chiusa piscina comunale di Palermo

La Piscina comunale di Palermo resterà chiusa domani per effettuare una sanificazione dei locali. Un atleta ha informato i responsabili della positività al tampone. Grazie al sistema di tracciamento degli ingressi, tutte le persone che hanno frequentato la struttura negli stessi giorni dell'atleta positivo stanno ricevendo in queste ore una email informativa. 
- di Daniele Troilo

Fauci: "Tenere alta l'attenzione nei mesi freddi"

"C'è sempre il pericolo di una seconda ondata anche in quei Paesi che hanno gestito bene" la pandemia di coronavirus. Lo ha detto l'immunologo americano Anthony Fauci a 'Che tempo che fa' su Rai 3. Lo scienziato americano ha ricordato che con l'inizio dell'autunno e l'inverno e l'aumento delle attività nei luoghi chiusi, c'è il rischio di nuovi focolai. "Si vuole tornare alla normalità, ma dobbiamo resistere, altrimenti la seconda ondata può essere più grave della prima", ha avvertito. Fauci ha puntato l'indice su chi pensa che le restrizioni sanitarie distruggano l'economia: "Non sono le misure sanitarie il nemico, il nemico è il virus", ha sottolineato
- di Daniele Troilo

Coronavirus, l'appello del provveditore di Cremona agli studenti: “Rispettate le regole”

Così Fabio Molinari: “Vi invito a non sottovalutare una situazione pandemica tutt’altro che conclusa e i problemi che potrebbero verificarsi in caso di superficialità”. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Coronavirus: Fauci, per seconda ondata "il rischio c'è sempre"

Lo scienziato Fauci, consulente del presidente Usa Donald Trump, concorda sul fatto che è probabile ci sia stata una mutazione nel virus, ma "non necessariamente più virulenta o più infettiva. Ma è una congettura, non c'è una prova conclamata". E per quanto riguarda il rischio di una seconda ondata "il pericolo c'è sempre. Bisogna sempre stare attenti". Infine per quanto riguarda i suoi rapporti con Trump: "l'ho sentito un paio di settimane fa. Certo prima ci parlavo più spesso... ma sento frequentemente il suo vice".
- di Maurizio Odor

Coronavirus: Fauci, sono ottimista, lo avremo a inizio 2021

Il virologo Anthony Fauci si dice ottimista sulla possibilità che il vaccino contro il coronavirus sia pronto a inizio 2021. "Non è possibile dare un risposta definitiva sui tempi ma solo negli Usa, e non sono gli unici, ci sono 6 vaccini sottoposti a esami e 4 già alla fase 3. Possiamo dire che saremo in grado di conoscere la probabilità di efficacia a novembre-dicembre, meno probabile a ottobre. Sono cautamente ottimista - ha continuato - che il vaccino sia efficace già a inizio 2021. Alcune aziende stanno già cominciando a produrlo". Vaccino che dovrà essere "disponibile a tutti i Paesi, anche a quelli meno fortunati".
- di Maurizio Odor

Coronavirus Francia: altri 11.123 casi, in calo rispetto a ieri

In Francia nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 11.123 casi di coronavirus, in diminuzione rispetto a ieri (14.412), ma con il tasso di positività che continua a salire (7,4% contro 7,2% di sabato e 6,9% di venerdì) per complessivi 538.569 contagiati dall'inizio dell'epidemia. Aumenta il numero dei decessi di 27 unità a 31.727 totali. 
 
- di Maurizio Odor

Sicilia, mascherine anche all'aperto

Uso obbligatorio delle mascherine fuori casa se si è tra estranei, registrazione e tamponi rapidi per chi proviene dall'estero, controlli periodici sul personale sanitario e sui soggetti cosiddetti fragili, oltre ai divieti di assembramento. Sono queste le ulteriori misure di prevenzione contenute nella nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, per limitare il contagio del Coronavirus nell'Isola. Il provvedimento, appena firmato, entrerà in vigore mercoledì e avrà efficacia fino al 30 ottobre.

- di Daniele Troilo

Grecia: primo decesso per coronavirus in campo migranti

È stato registrato il primo decesso per coronavirus in un campo migranti in Grecia. La vittima è un 61enne afghano, residente nel campo di Malakassa, vicino Atene, con i due figli. L'uomo era stato ricoverato in un ospedale della capitale greca. La situazione nei campi migranti suscita forte preoccupazione tra le autorità e le organizzazioni che se ne occupano per le conseguenze potenzialmente drammatiche che l'impatto dell'epidemia di Covid-19 potrebbe avere su agglomerati sovraffollati e dalle scarse condizioni igieniche. 
- di Daniele Troilo

Coronavirus, cosa si rischia se si è positivi e si viola la quarantena

Chi ha contratto il Covid-19 ma non rispetta le restrizioni può incorrere in una sanzione penale con l'arresto da 3 a 18 mesi, oltre che in un'ammenda da 500 a 5.000 euro: ecco tutto quello che c'è da sapere. L'APPROFONDIMENTO
- di Daniele Troilo

Toscana, positivi nel Fiorentino dopo gita in Sicilia

Accertamenti della Usl Toscana Centro sono scattati nel Fiorentino sui partecipanti ad una gita in Sicilia, fatta in pullman sia all'andata sia al ritorno, dopo il caso di uno di loro risultato positivo al Coronavirus. Il viaggio c'è stato dal 9 al 16 settembre e vi hanno partecipato residenti nelle zone di Mercatale e San Casciano Val di Pesa (Firenze) per i quali è scattato il protocollo Covid. La Asl in questi giorni ha elaborato tutti i contatti dei gitanti - operazione conclusa - e sta sviluppando gli accertamenti sanitari per individuare la positività e applicare le quarantene. Secondo quanto si apprende, al ritorno dalla gita alcuni partecipanti avrebbero manifestato i primi malesseri e sono scattati i controlli sanitari. 
- di Daniele Troilo

Friuli Venezia Giulia, 28 nuovi contagi e 1 decesso

Le persone attualmente positive al Coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 725 (2 in più rispetto a ieri). Sei pazienti sono in cura in terapia intensiva, mentre 18 sono ricoverati in altri reparti. È stato registrato un nuovo decesso, una persona del 1924, residente a Trieste, con altre significative patologie. Il totale dei decessi in Friuli Venezia Giulia è 351. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Oggi sono stati rilevati 28 nuovi contagi; quindi, analizzando i dati complessivi dall'inizio dell'epidemia, le persone risultate positive al virus sono 4.608: 1.597 a Trieste, 1.536 a Udine, 1.033 a Pordenone e 424 a Gorizia, alle quali si aggiungono 18 persone da fuori regione. I totalmente guariti ammontano a 3.532, i clinicamente guariti sono 5 e le persone in isolamento 696. I deceduti sono 198 a Trieste, 77 a Udine, 69 a Pordenone e 7 a Gorizia. 
- di Daniele Troilo

Calabria, Comune Stefanaconi resta "zona rossa"

Il Comune di Stefanaconi (Vibo Valentia) resta "zona rossa" fino alle ore 24.00 del 30 settembre. Lo ha disposto oggi il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, con un'ordinanza con la quale ha prorogato il provvedimento di "chiusura" del Comune di Stefanaconi decretato lo scorso 23 settembre per l'esplosione di un "focolaio"  di coronavirus. La proroga di tre giorni della "zona rossa"  - si legge nell'ordinanza odierna di Santelli, la numero 69 dall'inizio dell'emergenza in Calabria - è motivata dal fatto che "il Dipartimento di Prevenzione dell'Asp di Vibo Valentia ha comunicato che nel Comune di Stefanaconi sulla popolazione residente sono stati effettuati circa 1000 tamponi rino-faringei, dei quali al momento risultano processati circa il 50%, e che sui tamponi già processati si sono registrati quattro casi confermati, i quali si aggiungono ai dieci casi precedenti": lo stesso Dipartimento di prevenzione dell'Asp di Vibo Valentia - fa presente l'ordinanza -  "ha proposto una proroga delle disposizioni regionali, finalizzata alla valutazione degli esiti di tutti i tamponi eseguiti e avere maggiore contezza sull'eventuale diffusione del contagio, nel territorio del comune" di Stefanaconi.
- di Daniele Troilo

Romania: 1.438 casi e 31 morti nelle 24 ore

Anche oggi la Romania si è confermato il Paese dei Balcani con il bilancio più pesante in fatto di coronavirus con 1.438 nuovi contagi e 31 decessi nelle ultime 24 ore. I totali sono saliti a 122.673 casi e 4.718 dall'inizio dell'epidemia. La Romania è anche il Paese della regione che ha effettuato il maggior numero di test, oltre 2,3 milioni. Alta la curva dei contagi in Bulgaria, con 255 casi e quattro morti nelle 24 ore, mentre in Croazia il bilancio da ieri è stato di 190 contagi e tre decessi. Nella vicina Slovenia si sono registrati nelle 24 ore 159 nuovi casi e una vittima, bilanci analoghi in Macedonia del Nord con 148 contagi e tre decessi, Bosnia-Erzegovina con 123 casi e due morti, Montenegro dove si sono avuti 116 contagi ma nessuna nuova vittima Si conferma il migliore andamento epidemiologico in Serbia e Kosovo, che hanno registrato rispettivamente 72 casi e un decesso e 47 contagi con tre vittime. 
- di Daniele Troilo

Coronavirus: il cuore che unisce Valenza

'Insieme si può. Sorridendosi con gli occhi' è stato il tema del flash mob in memoria delle vittime del Covid-19 che oggi è stato lanciato a Valenza (Alessandria) da Comune, Avis, Croce Rossa, Vigili del Fuoco, Protezione civile. Un cuore formato da persone che, pur vestendo colori diversi, in questi mesi sono state e sono ancora unite dallo stesso scopo. Ad accompagnarlo una maglietta creata ad hoc per l'evento, le note del 'Silenzio' e il lancio di palloncini colorati. Il ricavato sarà destinato alla realizzazione di un'opera di commemorazione e all'acquisto di materiale per le scuole materne comunali. 
- di Daniele Troilo

Covid, in salita la percentuale di positivi sui nuovi casi testati: 3,3%. I DATI

Secondo il bollettino del ministero della Salute del 27 settembre, la percentuale è del 2% se si considerano tutti i tamponi fatti. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.766 nuovi casi, un centinaio in meno rispetto al giorno precedente. Ma sono in calo anche i test fatti: 87.714 contro 104.387. Le vittime sono 17, stesso numero di ieri; 7 in più le persone in terapia intensiva. Campania e Lombardia le regioni col maggior incremento giornaliero di contagiati. LE GRAFICHE
- di Daniele Troilo

Sicilia: 36.408 tamponi in una settimana, +115%

Nella settimana dal 21 al 27 settembre, in Sicilia sono stati effettuati 36.408 tamponi, il numero più elevato dall'inizio dei controlli, con un incremento del 115,3% rispetto alla settimana precedente. In rapporto alla popolazione residente sono stati effettuati 732 nuovi tamponi ogni 100mila abitanti, al di sotto della media nazionale di 1086. Dall'inizio della pandemia, in Sicilia, in rapporto alla popolazione residente, sono stati effettuati 9433 tamponi ogni 100mila abitanti. Il dato medio nazionale è pari a 18.403. 
- di Daniele Troilo

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.